• Fiore viola di Capsicum Annuum

  • Trinidad Scorpion Morouga...Brain Strain!

  • Fiore bianco di Capsicum Annuum

  • La "bandiera" di Peperonciniamoci.it (by Fabrizio68)

Il concetto di cultivar

PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator    Lunedì 28 Novembre 2011 15:42

Torna all'indice

1.3    Il concetto di cultivar (a cura di Marksign)
 
Tutti i “fenotipi” di una stessa specie, ad essa ascrivibili in virtù di caratteristiche comuni, presentano peculiarità esclusive che li distinguono tra loro. Questa ulteriore ripartizione all’interno della specie può essere definita cultivar. Con questo stesso termine si fa riferimento ad un esemplare ottenuto mediante perfezionamenti genetici progressivi volti a migliorarne gli aspetti botanici, fisiologici o, più pragmaticamente, d’interesse commerciale. Le varie specie del genere Capsicum annoverano una folta schiera di cultivar che, nel primo decennio del XXI secolo, hanno conosciuto un incremento vertiginoso. Il fortunato slancio commerciale, imposto più da esigenze fito ornamentali che gastronomiche, ha partorito esemplari dalle forme e dai colori più disparate. I segni distintivi che si combinano per dare luogo ad una determinata cultivar si possono riassumere in:

•    Portamento: l’assetto della crescita rameale, il volume della chioma, forma e orientamento fogliare.
•    Dimensione: altezza della pianta ed estensione delle sue propagini.
•    Resistenza: capacità a sopportare crisi ambientali come, siccità, vento, temperature sfavorevoli, agenti patogeni, ecc.
•    Produttività: quantità di frutti prodotti stagionalmente
•    Qualità del prodotto: colore, dimensione e forma, sapore, profumo e piccantezza, dei frutti.

Spesso c’è la tendenza ad usare, impropriamente, il termine varietà  come sinonimo di cultivar. Questa locuzione, riservata all’accezione botanica del termine, si riferisce con maggiore pertinenza ad un genotipo che, entro la sua specie, si sia diversificato naturalmente fino a raggiungere una valida risposta adattativa all’ambiente che lo ospita. In quest’ottica è quasi impossibile riferirsi ad un esemplare di capsicum con il termine varietà senza incappare in questa inappropriata attribuzione lessicale. Infatti, fatta eccezione per rari esemplari di capsicum selvatici, la restante maggioranza sono di fatto incroci indotti dall’uomo di recente o anche in epoche remote.

Tra le Cultivar più importanti o salite agli onori di cronaca per svariati e curiosi motivi si possono ricordare:

•    L’Habanero: Per lungo tempo il peperoncino in assoluto più piccante al mondo e vanto delle minoranze autoctone de Messico.

•    Il Red Savina: Il più piccante degli habanero veniva utilizzato per confezionare gli spray antiaggressione.

•    Il Bhut Jolokia: Riconosciuto il 9 settembre del 2006, dal Guinness dei primati, come il capsicum in assoluto più piccante al
mondo. Con oltre un milione di gradi Scoville ha surclassato il red savina precedente detentore del medesimo primato.

•    Il Peter Pepper: è un peperoncino che presenta una curiosa e divertente similarità con l'organo riproduttivo maschile.

•    Il Big Jim: questo peperoncino, battezzato con il nome del famoso action figur della Mattel, può definirsi il capsicum più grosso di tutti. Con i suoi 30 centimetri di lunghezza non ha ancora conosciuto rivali.

•    Il Cayenna: conosciuto anche come pepe di cayenna è probabilmente il peperoncino più famoso del mondo divenendo, talvolta, sinonimo dello stesso peperoncino.

•    Jalapeño: è il peperoncino più consumato degli Stati uniti meridionali. Il suo aroma e la carnosità ne fanno un ottimo sott’aceto.

•    Il Tabasco: è il peperoncino più succoso e con esso si prepara la salsa piccante più famosa del mondo, la Salsa Tabasco appunto.

I testi e le illustrazioni della presente pubblicazione sono da attribuirsi a Marco Sindici (Marksign), che da piena disponibilità alla comunità di Peperonciniamoci.it, di beneficiare delle medesime. Chiunque abbia necessità di impiegare tale materiale per proprie iniziative è pregato di darne comunicazione a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e di citare l'autore o gli autori del materiale che intenderà divulgare oltre ad inserire il link a Peperonciniamoci.it
L'impiego errato, improprio e inopportuno, del sucitato materiale, che potrà comportare danni di qualsiasi tipo a terzi, non potrà essere ascritto all'autore o ai media da cui è stato tratto.

 
Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Novembre 2011 16:47
 
Peperonciniamoci.it