• Fiore viola di Capsicum Annuum

  • Trinidad Scorpion Morouga...Brain Strain!

  • Fiore bianco di Capsicum Annuum

  • La "bandiera" di Peperonciniamoci.it (by Fabrizio68)

come potare il peperoncino

PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator    Lunedì 28 Novembre 2011 15:55

3.2 La potatura
  (a cura di Kaiservox)
 
La potatura è l'insieme di tutti gli interventi antropici  che hanno lo scopo di modificare il naturale ciclo vegetativo e di fruttificazione di una pianta, al fine di ottenere risultati che vanno dal miglioramento produttivo della pianta sino al semplice  abbellimento della stessa.
Il peperoncino, pur non essendo un arbusto di dimensioni eccessivamente grandi, ha , anch'esso, bisogno di potature che possiamo distinguere in vari tipi a seconda del risultato da ottenere e del periodo stagionale in questione:

Potatura verde: si esegue nel periodo primaverile-estivo ed ha come scopo principale quello di  eliminare la vegetazione in eccesso come succhioni, polloni ecc..favorendo lo sviluppo dei rami principali che sono quelli situati sopra il primo nodo ( per intenderci il primo nodo è dove la pianta  inizia a diramarsi e si “stacca” dal fusto con la consueta forma ad Y).

Potatura secca: è un operazione di pulizia generale della pianta che ha lo scopo di eliminare I rami secchi e di rendere meno laboriosa la potatura verde che sarà effettuata in seguito. Questa potatura generalmente si esegue alla ripresa del ciclo vegetativo, verso fine febbraio-marzo.

Potatura di allevamento: si tratta di una potatura  necessaria a dare alla pianta la forma ottimale  (o quella desiderata) per un miglior sfruttamento dello spazio e della luce.

Potatura di contenimento:da effettuare nel periodo primaverile, consiste nel mantenere la pianta all'altezza e alla forma desiderata.

Potatura di ringiovanimento:da effettuare alla ripresa del ciclo vegetativo, serve ad eliminare i rami vecchi, malati, spezzati, praticando un intervento drastico di pulizia sulla chioma allo scopo di ottenere nuovi getti che sostituiranno I rami invecchiati. In alcuni casi estremi si può eliminare tutta la chioma e lasciare semplicemente il fusto del peperoncino potandolo a 10 15 cm da terra.

Speronatura: stimola il vigore dei rami I quali vengono tagliati lasciandone appunto speroni o monconi che stimoleranno la pianta stessa. Da effettuare in primavera.

La principale cosa da sapere è che la potatura non è affatto un operazione così semplice come può sembrare. E' un azione fortemente stressante per la pianta, che se non effettuata nella maniera correta può portarla alla morte. Ecco alcune semplici regole da seguire:


1) Mai effettuare un taglio tropo radente al fusto o al nodo che sia, ma rimanere distanti almeno 1 cm  perchè il moncone lasciato, se troppo piccolo, potrebbe seccarsi e portare malattie alla pianta.

2) Tagliare sempre con decisione evitando sbavature

3) Per quanto possibile cercare di realizzare tagli a 45° verso il basso evitando così ristagni e possibili attacchi funginei.

4) Effettuare il taglio sempre con la parte basale delle cesoie e tenerle sempre ben affilate e pulite, disinfettandole ogni tanto.

5) Se il taglio è grosso è necessario utilizzare del mastice a protezione della pianta
 
Ultimo aggiornamento Martedì 04 Febbraio 2014 11:42
 
Peperonciniamoci.it