Jump to content

All Activity

This stream auto-updates     

  1. Yesterday
  2. Bella domanda... In teoria se all'interno del seme si è già sviluppato il germoglio e poi è seccato per carenza di umidità allora non c'è più niente da fare... Vedi un pò se tenendoli sempre umidi un qualcuno si salva... Ad ogni modo meglio aspettare la risposta di chi ha più esperienza...
  3. Ciao a tutti! Ho bisogno del vostro prezioso aiuto e delle vostre competenze: Oggi, al ritorno dal lavoro, ho avuto un problemino con i semi che ho messo a germinare (forse troppo caldo) praticamente ho trovato i semi e lo scottex completamente asciutti.. ho provato a rimediare vaporizzando dell’acqua ma ho paura che abbiano sofferto troppo. Secondo voi sono recuperabili? Premetto che non ho idea di come abbiano fatto a seccarsi e per quanto tempo siano stati in quelle condizioni.
  4. Ciao, ho visto solo oggi il tuo post. Come stanno a oggi le tue piante? Sono curioso. Ho anch'io due piante di Aji Amarillo prese a maggio del '19. Per ciò che riguarda la mia esperienza, qui da me (estremo nordest zona pedemontana) ha fatto freddo ma non troppo, ma spesso di notte sotto i 5, difficile che le temperature siano andate sottozero finora. La cosa dei 10 mi pare di aver capito trattarsi di una norma generale, sotto alla quale i peperoncini rallentano e smettono di produrre, ma non rischiano in termini di salute. Rischiano solo se si arriva al gelo, dai 5 gradi in giù e per vari giorni di fila. Una pianta di Aji Amarillo l'ho messa in terra e l'altra in vaso, entrambe ricoperte con telo tnt. Quella in terra appare seccata e una volta potata non ha più prodotto, quella in vaso invece è ancora parzialmente verde e sta ancora producendo qualche frutto nonostante l'avessi messa in un angolo seppur all'aperto ma al riparo, credevo che si sarebbe messa in "letargo" ma invece sta producendo tutt'ora. Ed è sottotetto, quindi poca luce, max un paio d'ore al giorno, se la esponessi credo produrrebbe ancora di più ma dicono che sarebbe meglio far riposare le piante in inverno invece che continuare a farle produrre, per evitare stress e conseguenti scarse condizioni di salute e quindi anche di produzione.
  5. Ciao Aji charapita e grazie per la risposta. Il mistero rimane ancora anche per me, forse i frutti che avevo usato non erano al massimo della loro piccantezza e non hanno fatto il loro sporco lavoro (erano gli ultimi rimasti su piante che ho messo a svernare indoor, ma con quasi zero acqua per cui dovrebbero essere stati ben tosti in teoria, e anche gli Aji Amarillo sono in svernamento)... L' aji amarillo è una gran bella pianta, di quelle che se sopravvivono agli inverni crescono anche fino ai 3 metri e oltre con frutti enormi, larghi sui 3cm e lunghi sui 15-20 (così quelli che mi hanno prodotto le mie due piante messe quest'anno e arrivate sui 2 metri senza tante attenzioni, anzi le attenzioni le ho dovute dare perchè vari rami rischiavano di spezzarsi per il peso dei peperoncini che avevano). Sapore fruttato molto presente (a me non piace granchè, troppo dolciastro), piccantezza sulla carta poca ma per la mia esperienza niente male, come già detto superiore ad altre varietà che dichiaravano 4 volte di più di shu. C'è da dire che pare molto resistente al freddo, sempre secondo la mia esperienza: l'avevo potato, tolto tutti i frutti rimanenti e avvolto con tnt in posizione riparata ma comunque all'aperto giorno e notte, ricevendo un paio d'ore di sole diretto al giorno quando c'è, ma ho visto che ha ributtato un paio di peperoncini che stanno maturando sull'arancione e altri più piccoli che sono ancora verdi ma già sui 5-6cm. Questo quello in vaso, mentre l'altro in terra (anche quello coperto con tnt e con pacciamatura di segatura e cortecce varie alla base per proteggere le radici) pare essersi seccato nonostante sia più esposto a pioggia e sole e quindi a migliori condizioni rispetto a quello in vaso che ho bagnato ben poco e che prende meno sole. Vedremo se con la bella stagione si riprenderà
  6. Se ti riferisci a me innaffio quasi sempre a terriccio secco, anche perché nel light box c'è parecchio caldo e quindi i bicchierini da caffè asciugano molto in fretta, credo più ad un terriccio scarico
  7. Non capisco proprio come mai non picchia l'olio fatto in precedenza... Come dici te se la capsicina fosse restata sulle dita allora anche stavolta sarebbe dovuto succedere... Mistero! Comunque l'amarillo non l'ho mai provato ma mi attira parecchio e appena ho l'occasione lo assaggierò...
  8. Per ik discorso di assaggiare i peperoncini con cui ho fatto l'olio: si riceve la botta di piccante se con l'olio escono frammenti di peperoncino, altrimenti la piccantezza non è granchè. Mi viene il dubbio che il grosso della capsaicina mi sia rimasto attaccato alle dita mentre sbriciolavo i peperoncini seccati, altra spiegazione non saprei darla. Ma anche con gli Aji Amarillo ho fatto così eppure l'olio ottenuto da questi ha una piccantezza che risulta subito evidente e non da poco, nonostante siano peperoncini tra i più scarsi quanto a piccantezza. Mah....
  9. Grazie P.s.: ho aggiornato il profilo.
  10. Ciao a tutti. Volete ridere? Ho fatto un olio piccante con degli Aji Amarillo (ho due piante tra cui una che sta ancora producendo nuovi peppers sotto tnt e in vaso) che avevo seccato e risulta più piccante rispetto agl altrli olii piccanti che avevo fatto (vedere nei comenti precedenti). Anche mangiandoli da freschi questi peperoncini non mi paiono così scarsi sulla scala del piccante, anzi, mi sembrano ben più piccanti di altri messi come più violenti che avevo coltivato (Cedrino o Cayenna corto, che dovrebbero stare sui 50mila shu mentre l'Aji Amarillo sui 15mila). Qualcuno mi conferma la non bassa piccantezza degli Aji Amarillo?
  11. Ciao belli! e bello il paesaggio sembra! Ma dove è quel posto? USA ? Ciao e buona Coltivazione 2020 😎
  12. Bella lista e in bocca al pepper... ps. lascia qualche spazio per nuove varietà
  13. Ed ora fuori gli archetti! 😄
  14. Oggi sono andato in posta per spedire una busta con semi e mi hanno detto che dal primo gennaio 2020 è entrata in vigore una nuova disposizione per l'esportazione di merce. Niente di che è giusto che ora devo riempire un formulario dove dichiarato che tipo di merce è e a chi la spedisco compreso il numero di telefono oppure l'indirizzo email... Quindi se qualcuno ha bisogno di semi da me deve oltre all'indirizzo lasciarmi pure il numero di telefono o l'email. Inserisco il pdf della posta Svizzera dove spiegano il tutto se a qualcuno interessa capirci di più... begleitpapier international anleitung(1).pdf
  15. Ancora non ho messo a germinare nulla. A giorni arriva anche la mia lista, di sicuro Jalapenho, tabasco, e calabresi. Cercavo inoltre il Pimenta del sahara...il famoso Candlelight Mutant...se lo trovo!
  16. Grazie Gitano tu che lista hai da coltivare?
  17. Forse dovrei spiegarmi meglio - mi piacciono i wild - le piante graziose e anche le loro piccole palline rosse
  18. Occhio alle irrigazioni! Lasciare il panetto di terra a secco qualche giorno da la possibilità alle radici di assorbire i nutrienti dal terreno. Ogni quanti giorni dai acqua?
  19. Non sai quanto ti capisca...
  20. Peggio ancora penossissimo... Questi approfondimenti su determinati temi sono utili specialmente per neofiti e non esperti ( mi ci metto anch'io) Inutile che dica e che quando si ha conoscenza, fare caxxate è più difficile.
  21. Ecco questa è una bella cosa Aprire un topic dove non c'è nessun dialogo lo trovo penoso
  22. Non ho mai nascosto che non mi piacciono ne piante ne frutti di rocoto Però adoro i loro fiori Si sta aprendo il primo fiore del mio non proprio wild... ma almeno non più un rocoto
  23. Quindi come terricio post-germinazione me lo consigli? Fortunatamente l'ho trovato a poco e anche per quello ero tentato di acquistarlo 😂
  24. Fate pure più tardi leggo con calma
  25. Spero che Sauro ci scuserà - pur sempre stiamo parlando di Natura Vedi che la soluzione è una ed è ovvia Ecco perché ho detto che il discorso sarebbe stato triste e amaro Proprio loro sono delle piccole toppe che ci aiutano a tirare a campare... ma non ci salveranno purtroppo
  26. Hai ragione... Però non tutti sono uguali, c'è chi ci pensa alla natura e cerca di vivere nel modo più vicino ad essa, in sinergia con essa, cercando di recare il minor danno possibile... Ormai è un dato di fatto che con l'esistere si finisce per ferire, e questo fa parte della natura (vedi prede e predatori) però l'uomo avendo la possibilità di ragionare può fare delle scelte e in certe situazioni decidere di non avere un impatto negativo, distruttivo e devastante... Se tutti nel mondo usassero un pochino di più il cervello sarebbe un mondo migliore... Credo comunque che un giorno le nostre azioni ci si ritorgeranno contro e l'uomo un giorno si estinguerà, quel giorno la natura risorgerà e pian piano ritroverà il suo equilibrio... Ora mi scuso con Sauro e chiuderei questa piccola parentesi che va fuori tema... Pace e amore a tutti 🖖
  1. Load more activity
×
×
  • Create New...