Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 12/31/2018 in all areas

  1. 1 point
    L altezza di 35 cm é un po' poco, specie se le lampadine sono sul tetto Se togli 8 cm del bicchierino e 10 della lampada restano solo una 15ina di cm per far sviluppare le piante Per i lumen considerando che la tua box é 2volte e mezza quella che ho io servono circa 6.000 lumen Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk
  2. 1 point
    Complimenti per la realizzazione [emoji106][emoji122] Mi sembra bello grande... Forse 6 led da 5 watt (circa 3000 lumen totali) potrebbero non bastare Ad occhio mi sembra che il box abbia come dimensione 50 X90 h 50 Se fosse così di lumen ne servirebbero minimo 10.000/12.000 Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk
  3. 1 point
    Ieri nella light ho installato la seconda lampadina... Per i rocoto nessun problema ma.. Troppa luce per i flex...tolta meglio aspettare la comparsa delle prime foglie s Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk
  4. 1 point
    Ho spostato questo gogosari perché alcune foglie sfioravano il faro a led da 100 w e tendevano ad arricciarsi per troppa luce. Ormai è ora di metterlo nel vaso definitivo.
  5. 1 point
    Piu' o meno penso ti abbiano detto già tutto, aggiungo anche il mio parere (in gran parte confermando quanto ti hanno detto già gli altri). Per l' illuminazione vanno bene sia i tubi fluorescenti che i led...... ho utilizzato per qualche hanno tubi fluorescenti e le piante sono cresciute tranquillamente. Li ho poi sostituiti con delle strisce di led a luce bianca fredda (quindi roba economica, non specializzata per le piante) ed i risultati sono equiparabili (ovvero io non noto differenza). Questa una foto dei led che uso io. Non ho mai usato lampade specializzate per le piante, quindi non escludo che si possano ottenere risultati migliori, ma finora io personalmente non ne ho mai sentito la necessità (dato anche che tali lampade hanno costi ben superiori a quelli di normali tubi fluorescenti o di strisce di led "standard"). Io uso degli scaffali aperti, non una LB chiusa per motivi di "praticità" (al costo di dispersione di luce). In questo modo le piante le posso "manovrare" molto meglio (annaffiature, controlli etc.) ed inoltre non ho problemi di dover tener sotto controllo la temperatura interna e la circolazione dell' aria (ventole etc.etc.). Non dico che sia meglio di altre soluzioni (probabilmente non lo è) ma è una opzione che ha i suoi vantaggi. Per la temperatura se la minima non va mai sotto i 10 gradi secondo me le piante cresceranno un po' piu' lentamente ma non lo vedo un problema (dipende anche che specie coltiverai). Dovrai pero' garantire che si possa arrivare nel ciclo "giorno" almeno a 22/23 gradi (anche di piu' è meglio). Ultima cosa la germinazione..... dipende molto da due ordini di fattori ovvero: Fattori A: "Intrinsechi al seme" - La specie di peperoncino (ed anche la varietà) - Le specie domesticate germinano piu' o meno tutte nelle stesse tempistiche a parità di altre condizioni, le specie selvatiche possono metterci anche moldo di piu'. - Quanto è vecchio il seme - Se il seme è "fresco" germina molto prima di semi che hanno qualche anno. - Come è stato conservato il seme - Fattori "genetici" specifici - questi sappiamo esistono, ma sono fuori dal "nostro controllo" Fattori B: "Ambientali" - Temperatura - Ideale per la germinazione 27-28 gradi - Per me è meglio avere ciclo giorno/notte... giorno quella temperatura, notte anche 10/12 gradi in meno va bene, pero' altri pensano che una temperatura costante sia l' ideale. Se la temperatura è piu' bassa il seme germina ma ci vuole piu' tempo, se la temperatura supera 32 gradi per periodi "lunghi" rischi di dover buttare il seme. Come ottenere quella temperatura ? Io uso semplicemente il termosifone di casa dove appoggio sopra la germbox con uno "spessore" sul termosifone che consente di avere la temperatura "giusta". - Umidità - Io faccio germinare sempre in scottex o supporto "analogo", esempio lana di roccia etc. - poi quando la radichetta spunta - o in certi casi quando spuntano i cotiledoni (se volete poi spiego il perché in certi casi aspetto in certi altri no) interro e metto il vasetto sotto la luce. L' umidità nella Germbox è fondamentale, lo scottex deve essere sempre umido (non fradicio) e mai seccarsi, se si secca ..... si rischia di dover buttare tutto cio' che c'è dentro. Detto che i fattori sopra influenzano i tempi di germinazione (ed anche la germinazione proprio) i tempi di germinazione (ovvero quando spunta la radichetta) vanno da 1 a X giorni, dove X puo' essere anche > 100 (in casi estremi). Eliminando i casi estremi (semi molto vecchi, semi wild particolari etc.) a temperature analoghe a quelle che ho citato sopra si hanno: - il 70-75% dei semi che germinano germinano entro 10 giorni - il 90% circa dei semi che germinano germinano entro 20 giorni Per le specie domesticate e semi freschi è estremamente raro che si superino i 15 giorni Il "picco delle germinazioni" è nell' intervallo di tempo che va dai 4 ai 9 giorni dalla "posa in scottex"....... piu' della metà dei semi che germineranno lo faranno in quell' intervallo di tempo. Ovviamente......... se uno coltiva solo varietà wild "complicate" magari con semi un po' "datati"..... che si scordi i dati di cui sopra :). Una cosa che aiuta la germinazione di semi "complicati" è la "vernalizzazione".... i semi in natura passano l' inverno al freddo....e poi si risvegliano quando ci sono le condizioni climatiche giuste. Mettere i semi "al freddo" e far loro subire sbalzi termici puo' favorire la germinazione. La pratica ha ovviamente "poco senso" se sono semi "normali" (che comunque ti germineranno in pochi giorni).
  • Newsletter

    Want to keep up to date with all our latest news and information?

    Sign Up
×
×
  • Create New...