Jump to content

gianni48

Members
  • Content Count

    2,456
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    115

gianni48 last won the day on December 10

gianni48 had the most liked content!

Community Reputation

921 Ottima

1 Follower

About gianni48

  • Rank
    Red Savina
  • Birthday 07/12/1948

Profile Information

  • Provenienza
    Reggio Emilia
  • Sesso
    M
  • Interessi
    Varie coltivazioni, innesti ed esperimenti vari, foto.

Recent Profile Visitors

6,925 profile views
  1. Mi riferivo ai sacchi del verde che distribuiscono gratuitamente presso le isole ecologiche e che servono per il servizio di raccolta delle potature Va bene anche la bacinella, però penso che sia il caso di praticare dei fori per il drenaggio.
  2. Forse vanno meglio i sacchi per il verde che consentono il drenaggio e l'aerazione del terriccio. Io ho ottenuto buoni risultati mescolando terriccio, letame e residui vegetali, fra i quali sono molto utili le brassicacee (soprattutto il rafano e la rucola per la loro azione biofumigante) https://agronotizie.imagelinenetwork.com/difesa-e-diserbo/2017/09/22/biofumigazione-un-aiuto-nel-contrasto-ai-nematodi/55632 La rucola può essere coltivata assieme ai peperoni e ai pomodori perchè le sue radici svolgono funzione di trappola per molti nematodi.
  3. Spero che il flexuosum superi l'inverno senza protezione (mi limiterò ad accumulare foglie e altri residui vegetali alla sua base).
  4. Se ti manca qualche anno te lo posso regalare
  5. Chiltepin cappuccino nano di un anno (ne farò un bonchi) C. glabriusculum di 6 anni
  6. Per ora tratto le piante con insetticidi e con acaricidi per evitare la proliferazione di ospiti indesiderati durante lo svernamento.
  7. No, le metterò dentro quando le temperature minime scenderanno attorno a 0°C.
  8. ☺️ ....Intanto sul tuo Sukanya i frutti si gonfiano
  9. Quest'anno ho fatto qualche esperimento di coltivazione in idroponica, di cui ho scritto in un'altra discussione (abbollore 2019); ecco i risultati: La coltivazione del pomodoro cuore di bue ha dato una produzione precoce che però è stata interrotta in piena estate da un guasto alla pompa dell'aria, scoperto in ritardo. Anche se la produzione è stata inferiore alle attese, ho notato l'interessante fenomeno della partenocarpia nei pomodori allegati in primavera, che quest'anno è stata piuttosto fredda: Trovo questo risultato interessante perché il loro sapore era ottimo e nel prossimo anno voglio approfondire In un recipiente più grande ho coltivato melanzane bianche e melanzane striate, con buoni risultati. In un terzo recipiente ho coltivato una pianta di Guatemalan Chiltepin e una di Wasabi. Mi sono reso conto che era meglio interrompere la coltivazione del Wasabi quando ho letto che per un completo sviluppo sono necessari anni... ho grattugiato la parte del fusto che si era formato e ho trovato che il sapore non è molto diverso da quello del rafano. Il Guatemalan Chiltepin ha avuto un grande sviluppo ma ha cominciato a fiorire tardi; in settembre l'ho trasferito in terriccio, utilizzando come vaso il recipiente in cui si trovava, ovviamente dopo avervi praticato fori di drenaggio; ho lasciato la pianta nel suo cestello pieno di argilla epoansa in modo che solo le radici che fuoriuscivano dal cestello fossero immerse nel terriccio. Dopo un breve periodo di crisi, la pianta ha ripreso a vegetare, a fiorire e molti fiori hanno allegato. Questa è una delle piante che cercherò di svernare.
  10. Questi sono i C. baccatum della varietà Aji Rjo PF (dove PF indica la provenienza) rimasti in cucina. ... direi che sono come il tuo.
  11. ecco una foto con i piccioli: I semi li ho trovati qui: https://www.semillas.de/cgi-bin/shop/shop.cgi?shop=""&keywords=Capsicum chinense&cart_id="" Come avrai notato quando sei venuto da me ho anche alcune pianta di C. baccatum var. Aji Dulce Rojo PF; il chinense da giovane ha foglie molto grandi e belle, i frutti presentano qualche somiglianza, anche nel sapore, ma quelli del baccatum sono più buoni.
  12. Aji Dulce Rojo della specie C. Chinense, peperoncino dolce, da non confondersi con l'omonimo della specie C. baccatum. Produce frutti normali e altri partenocarpici molto più piccoli. Sono dolci e croccanti e il loro sapore non presenta note particolari.
  13. Penso che i pomodori partenocarpici avranno un futuro
  14. Era la prima portata di una cena per una cresima e oltre ai pomodorini apireni mi sono state servite altre pietanze cucinate in modo "particolare". Eravamo in molti e non me la sono sentita di chiedere informazioni; a casa ho cercato di vedere se è possibile ottenere pomodori partenocarpici e fra gli articoli sull'argomento mi interessa particolarmente la prima parte di quello che ho linkato, dove si trovano anche informazioni sull'allegagione del pomodoro e penso che la primavera piuttosto fredda di quest'anno abbia influito particolarmente sulle coltivazioni di queste piante e forse, con la partenocarpia si sarebbero ottenuti risultati migliori. Ho ordinato semi di pomodori di varietà partenocarpiche come questa: https://www.ebay.it/itm/Pomodoro-Betalux-piccola-varietà-220-semi/183271966222?ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT&_trksid=p2060353.m2749.l2649 .... penso che presentino partenocarpia facoltativa perché nelle foto delle bacche sezionate si nota la presenza di semi. Inoltre ho ordinato una confezione da un litro di gibberelline al 2% per vedere se si può stimolare la partenocarpia; forse la via ormonale potrebbe funzionare, la via transgenica richiede conoscenze e mezzi che non ho.
  15. Ho assaggiato dei pomodorini apireni in un ristorante e mi sono piaciuti parecchio, però non si trovano in vendita 😒 Dopo la lettura di questo articolo https://www.colturaecultura.it/content/partenocarpia proverò a vedere se irrorando auxine sui fiori si induce la partenocarpia. 😊
×
×
  • Create New...