Jump to content

gianni48

Members
  • Content Count

    2,265
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    107

Everything posted by gianni48

  1. Bellissime piante, complimenti!! 👍
  2. Sono stato io a sbagliare, avendo linkato solo il filmato 01 mentre mi riferivo allo 02 che ho linkato dopo la tua risposta. Anch'io ho avuto a che fare con la matematica, dato che l'ho insegnata pe 40 anni
  3. Scusa, il numero dei pomodori che ha coltivato si evince da quest'altro video: ... le piante sono 24 e da una sua risposta ad una mia domanda non mi sembrano determinate. Ecco le sue risposte alle mie domande: gianni-48 Molto interessante! Che pomodori coltivi? cetriolinosottaceto1 Cuori di bue, costoluti, datterini gianni-48 Hai ottenuto buoni raccolti di pomodori negli anni passati? cetriolinosottaceto Si decisamente. Ho avuto solo qualche problema di calcio, risolto con un integratore classico da spruzzare sulle foglie gianni-48 ... cioè penso che tu abbia avuto qualche marciume apicale. Penso anch'io che siano utili interventi interventi con concimi fogliari in idroponica. Quello che mi stupisce è la coltivazione di tante piante di pomodoro a crescita indeterminata in uno spazio così ristretto, per il nutrimento condivido quello che hai scritto sulle radici ma riesci a fare in modo che ogni pianta riceva la luce di cui ha bisogno?. cetriolinosottaceto Tutte le piante si espandono ai lati del sostegno centrale andando a trovarsi la loro luce e il mio balcone è dannatamente soleggiato (fin troppo in realtà) Se, come dice lei, non ci sono problemi di assorbimento dei nutrienti, ho l'impressione che nascano problemi per la parte aerea ma lei mi ha risposto che il suo balcone riceve anche troppa luce. Se questa coltivazione produce un buon raccolto, è la più intensiva fra quelle che compaiono su youtube.
  4. Se due piante nel cestello ti sembrano troppe, guarda l'impianto di questa signora.... Coltivare 24 piante di pomodoro in uno spazio così piccolo mi sembra esagerato, comunque lei dice di non aver problemi a portare a maturazione i frutti.
  5. Io ho usato piantine che ho fatto germinare in lana di roccia, seguendo le istruzioni di questo video: Qui mostra come si opera in sistemi Oxy ring (ne ho acquistati due ma non li ho ancora montati) ; il procedimento per fare la soluzione nutritiva è lo stesso. Su consiglio del titolare della ditta tengo le concentrazioni dei nutritivi più bassa perché concentrazioni eccessive in DWC portano al blocco dell'assorbimento. Poco fa ho sostituito la soluzione di 400 microsiemens/cm di nutrienti con una soluzione nella quale ho aumentato l'EC dell'acqua di 800 microsiemens/cm; fra tre settimane aumenterò ancora la concentrazione dei nutrienti rimanendo però sempre sotto ai valori indicati in etichetta.
  6. E' questo: http://www.aispes.com/forum/search.php?search_id=egosearch&sid=0b5cfaa819a3db761f6ed9a1fbf3d07f Fra qualche giorno aprirò in questo forum un topic sugli esperimenti "idroponici" di un principiante Ho visto; in queste prime tre settimane il livello dell'acqua è calato di qualche centimetro, però non sono intervenuto perché è bene che la parte superiore delle radici non siano immerse, per migliorare l'ossigenazione. ora la situazione è questa: In questo esperimento faccio crescere due piante di cuore di bue nello stesso cestello sotto un faretto da 10 w e fra un mese le porterò fuori in pieno sole.
  7. Ok, vediamo se funziona, comunque aprirò anche un topic su questo argomento su un altro forum nel quale sono rimasto l'unico membro attivo
  8. Ciao abbollore, quest'anno ci provo anch'io! Uso il sistema DWC (Deep Water Culture) e, siccome qui in Emilia l'acqua è troppo dura (EC > 1300 μS/cm), l'ho addolcita con un impianto ad osmosi inversa, portando l' EC a circa 100 μS/cm. Ho cominciato tre settimane fa con un impianto da 18 litri nel quale stanno crescendo molto rapidamente due pomodori cuore di bue in una soluzione nutritiva con una EC che si aggira attorno ai 450 μS/cm e fra qualche giorno dovrò rinnovare. Ho resistito alla tentazione di postare foto nella tua discussione perché non mi pare il caso... forse descriverò le mie esperienze nel topic sulle mie coltivazioni.
  9. Io uso il fosfito di potassio molto diluito fin dalla semina; so che fra l'altro stimola la formazione delle radici.
  10. Capsicum lanceolatum al terzo svernamento. I rami crescono in modo disordinato e ho pensato di legarli attorno ad un tutore centrale. I frutti stanno maturando soprattutto nella parte centrale dei rami.
  11. Il trattamento è stato efficace 👍, che stimolante hai usato?
  12. L'anno scorso ho capitozzato alcuni flexuosum sperando di ottenerne bonchi, ma sono spuntati rami con internodi lunghi.
  13. Di alcune varietà mi sono nate molte piante; alcune le tengo dentro e alcune fuori.
  14. Ho dovuto, dentro non ci stanno più|
  15. Questa mattina verso le 6 la temperatura è scesa a -0,2 °C e si è formata un po' di brina nei campi; ora c'è un bel sole che in poco tempo scalderà l'aria e i peppers all'aperto non dovrebbero subire danni.
  16. Mi sembra buono; ne ho ordinato uno a 28 led perché ne ha uno UV e voglio provarlo in un esperimento di idroponica.
  17. Capsicum rhomboideum di tre anni in svernamento in un light box che favorisce l'emissione di rami laterali. La striscia di led è da 30 w, lunga 5 m, a luce è bianca-fredda e il fotoperiodo è di 18 ore. Oggi ho messo fuori la pianta e il netto accorciamento del fotoperiodo dovrebbe favorire la fioritura. Patricolare delle radici.
  18. Io userei come base il quadrato 39x39, fodererei le pareti con alluminio per alimenti (io lo attacco con vinavil un po' diluito in acqua), farei un'apertura sulla parete opposta alla base e ci porrei sopra un faretto da 10 o da 20 w. Io uso i V-TAC che sono faretti ad efficienza piuttosto bassa rispetto ad altri faretti a led ma che costano molto meno; l'unico problema è che non hanno la presa e ce le devi mettere tu. La luce deve essere bianca fredda (6500 °K) non prendere un FOYU perché dura pochissimo.
  19. Un quadrato con un lato do 0,3 m, ha un'area di 0,3 x 0,3 = 0,09 mq, cioè un po' inferiore di 0,1 mq. Con una sorgente luminosa di 2200 lumen si otterrebbe un illuminamento di 2200 : 0,09 = 24444 lux che va benissimo, ma basta anche una sorgente di 800 lumen, che dà un illuminamento di 8888 lux, per 18 ore al giorno. Il risultato da me ottenuto in un light box con base 30x30, foderato con alluminio per alimenti e illuminato con un faretto di soli 10 w con flusso luminoso di 800 lumen per 18 ore al giorno, dopo 40 giorni, è il seguente: Le piantine sono dei C. glabriusculum di diverse varietà. Ho anche inserito due trappole fotocromatiche gialle per tenere sotto controllo gli sciaridi.
  20. Come te ho diversi doppioni; ad esempio ho 6 chiltepin tuxon e l'altro ieri ne ho messi fuori due; inoltre ho messo fuori alcuni Solanum chrysotrichum sui quali ho rilevato qualche mosca bianca, per poterli irrorare con insetticida. Mi è appena arrivato un termometro digitale a massima e minima che ho ordinato perché voglio conoscere le temperature attorno a casa mia. dato che nella mia zona variano da un posto all'altro: a poche centinaia di metri in linea d'aria da casa mia, le minime sono di qualche grado più basse e piante che qui superano bene l'inverno, là gelano o subiscono danni.
  21. Un light box può essere fatto in modi diversi e anche i sistemi di illuminazione sono vari (faretto a led, lampade a led, tubi al neon, lampade a scarica ad alta pressione di sodio dette lampade hps: high pressure sodium, che sono in grado di sostituire meglio delle altre la illuminazione del sole ma che consumano parecchio; strisce a led a luce bianca o a led rossi e blu, che puoi vedere anche nel video qui sopra), quindi non credo esista una formula che valga per tutti i light box. Fra i watt, i lumen e i lux esistono però relazioni che possono aiutare ad orientarsi: il watt è l'unità di misura della potenza: maggiore è il numero dei watt e maggiore è la potenza ma maggiore è anche il consumo di energia elettrica. Il lumen è l'unità di misura del flusso luminoso prodotto dalla sorgente di luce. Il lux è l'unità di misura dell'illuminamento che è il flusso luminoso (in lumen) per unità di superficie (in metri quadrati) illuminamento= flusso luminoso (in lumen) / area della superficie illuminata (in metri quadrati) Per le sorgenti luminose è molto importante il rapporto fra il flusso luminoso e la potenza, cioè il lumen/watt, che nelle luci a led ad elevata efficienza ha superato largamente il valore di 100 e questo è importante non solo perché consente un maggiore illuminamento con minor consumo di energia ma anche perché le luci producono meno calore e possono essere avvicinate maggiormente alle piante. L'illuminamento dato dalla luce diretta del sole va da circa 30000 lux al mattino e alla sera, fino a 100000 lux a mezzogiorno; valori del genere possono essere ottenuti facilmente con lampade hps mentre con altre sorgenti ci si accontenta di valori più bassi. Io uso faretti a led. Un faretto da 100 w produce un flusso luminoso che va da 8000 ad oltre 13000 lumen a seconda della sua efficienza e su una superficie di 1 mq produce un illuminamento di 8000-13000 lux che mi ha sempre dato buoni risultati con 18 ore di illuminazione al giorno. Ecco un semplicissimo light box con la base di cm 30x30, cioè di 0,09 mq, sul quale ho posto un faretto da 10 w con flusso luminoso di 800 lumen, ad una distanza di 10-15 cm dalle piante, che stanno crescendo molto bene. L'illuminamento è di 800 : 0,09 = circa 9000. Per misurare l'illuminamento si può usare il luxometro, uno strumento digitale che costa da 20-30 euro in su (io ne faccio a meno). Ho utilizzato faretti di due marche : i V-TAC hanno funzionato e funzionano bene, i FOYU, invece, hanno tutti smesso di funzionare dopo poche settimane.
  22. Questo video potrebbe esserti utile
×
×
  • Create New...