Jump to content

gianni48

Members
  • Content Count

    2,452
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    113

Everything posted by gianni48

  1. Noia - iato - tornio - ione - negozio ---- è facile chiudere la catena
  2. 3 atmosfere; il mio va benissimo sia collegato all'acquedotto che al pozzo (l'autoclave è regolata a 3 atmosfere). E' fuori alle intemperie da sei mesi; non ho mai cambiato filtri e continua a ridurre l'EC da 1300 a 120 microsiemens/cm.
  3. Grazie, anche per il consiglio; le melanzane striate provenivano dalla coltivazione in idroponica. Fra le piante coltivate in idro le melanzane mi hanno dato i risultati migliori.
  4. Pensavo che il fenotipo dipendesse sempre dal genotipo; questo è quello che ho letto sui libri di scuola ma la genetica è materia molto complessa e le leggi di Mendel ne rappresentano solo l'inizio... poi seguono le complicazioni e le eccezioni, quindi la mia è una pura ipotesi. Il sospetto che i sukanya a fiori bianchi sia autosterili è anche dovuto al fatto che a Sauro una pianta non ha allegato (forse non è stata impollinata con pollini di altri pubescens); inoltre mi chiedo come mai un'associazione che per statuto distribuisce solo semi puri, cioè ottenuti da piante isolate, pur avendo in passato coltivato sukanya a fiori bianchi, non ha semi di questa varietà nella lista a disposizione dei soci.
  5. Sospetto che il rocoto sukanya a fiori bianchi sia autosterile perché ho coltivato una pianta per due anni dopo aver eliminato tutti gli altri pubescens e nemmeno un fiore ha allegato mentre Sauro, che lo ha coltivato assieme ad altri pubescens, ha avuto alcune allegagioni. Se è così e se c'è dominanza incompleta del colore viola sul bianco dai semi che estrarrò dai frutti dovrei ottenere il 25% di individui omozigoti recessivi con fiori bianchi, il 25 % di omozigoti dominanti con fiori viola e il 50% di eterozigoti con sfumature viola. Ringrazio Sauro per avermi portato questa e altre piante, affrontando un percorso complessivo fra andata e ritorno, di oltre 160 Km e spero di poter ricambiare questa gentilezza.
  6. Capsicum glabriusculum di 6 anni Capsicum glabriusculum di 4 anni. Chinese hornamental ... penso che sia un glabriusculum dalle foglie e dalle bacche particolarmente piccole e sottili: Penso che sia l'ideale per farne bonchi. Questa è la produzione di melanzane striate Rania di una pianta coltivata in idroponica col metodo DWC. Sono belle, buone e...tante!
  7. Innesto di melanzana su patata.
  8. Apparato radicale dei pomodori coltivati in DWC a fine produzione (per guasto della pompa di aerazione) Continua lo sviluppo e la produzione delle altre piante nei secchi da 50 litri e da 40 litri.
  9. La poltiglia bordolese forma una barriera fungicida sulla superficie e non penetra nella pianta dove invece sono penetrate le ife fungine quando la malattia si manifesta; per questo la sua azione è preventiva. I fungicidi ad azione curativa hanno la capacità di entrare più o meno in profondità nei tessuti della pianta, ma bisogna usarli alla comparsa dei primi sintomi.
  10. Per piante rimaste fuori durante l'inverno è normale un certo ritardo.
  11. Quest'anno i flexuosum sono in ritardo; su decine di piante ho visto solo pochissimi frutti ancora verdi, ho postato la foto sul mio topic. Foto stupende 👍
  12. Flexuosum - prime allegagioni Per ora si notano solo pochissime allegagioni, ma gli impollinatori sono all'opera.
  13. Anche alcuni dei miei "cuore di bue" sono stati gravemente danneggiati dalla peronospora. Li avevo innestati perché volevo proteggerli dalle malattie dell'apparato radicale e invece probabilmente a causa de maltempo e delle grandinate è stata colpita la parte aerea. Mentre stavo cercando di curare le melanzane, attaccate da acari, ho trascurato i pomodori che mi sembravano sani, ma dopo la grandinata di fine giugno si sono ammalati. D'altra parte sull'etichetta degli anticrittogamici c'è scritto di non usarli sui pomodori in fioritura (credo che si danneggerebbe l'allegagione) ... allora cosa si può fare in annate come questa???
  14. Questa è per me la prima esperienza di idroponica, per vedere se i frutti delle piante in idro sono più o meno saporiti di quelli coltivati in terra. Rispetto a chi vive in appartamento ho molto più spazio a disposizione e soprattutto posso fare quello che mi pare senza che qualcuno protesti. Considerando i pro e i contro dei vari sistemi: https://elinvention.ovh/blog/idroponica/ ...non ho scelto il sistema Kratky per i motivi indicati nell'articolo ma ho optato per un sistema DWC, che mi sembrava più sicuro. Ho fatto degli errori che spero di non ripetere in futuro: nel recipiente da 28 litri avrei dovuto coltivare una sola pianta anzichè due e, quando si è guastata la pompa, avrei dovuto abbassare il livello della soluzione nutritiva per permettere alle radici di respirare...😕 Nel recipiente da 50 l la produzione di pomodori è discreta e sta crescendo molto bene la pianta di peperoncino.
  15. Se è il primo di questa lista, leggendo le informazioni sulla composizione, non è concimato, ma è solo formato da torba (probabilmente poca) e compost. Devi quindi concimare come ha scritto Mario. https://www.leroymerlin.it/ispirati-impara/guide/arredamento-giardino-terrazzo-e-giardinaggio/come-scegliere-terricci
  16. Avevo chiesto se prima del rinvaso avevi concimato perchè in questo caso si potrebbe sospettare un eccesso di azoto, dato che i terricci per orto ne contengono anche troppo. Un'altra possibile causa è il ristagno d'acqua e conseguente marciume radicale dovuto ai sottovasi, che andrebbero tolti.
  17. Che terriccio hai usato per il rinvaso? Hai aggiunto concime?
  18. Tutte bellissime piante
  19. Oggi ho raccolto alcune melanzane; quelle che ci piacciono maggiormente sono le bianche (sia le tonde che le lunghe, che le "dita bianche") e le violette. Non ci piacciono le nere perché spesso sono amare (anche se sono più ricche di antiossidanti)..
  20. In agosto Sarò a casa e ti vedrò volentieri con o senza pianta
×
×
  • Create New...