Jump to content

Forbidden Fruit

Members
  • Content Count

    502
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Forbidden Fruit last won the day on May 14 2015

Forbidden Fruit had the most liked content!

Community Reputation

130 Neutra

About Forbidden Fruit

  • Rank
    Goat's Weed

Profile Information

  • Provenienza
    North Carolina

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ma, sai, su questo argomento ci sono sempre molte discussioni e chissà quale sia la verità... Una cosa che posso dire è che il confidor, quest'anno per esempio l'ho dato prestissimo, quando le piante erano alte 15 cm circa ed erano già state attaccate dagli afidi. Mi sono fatto il ragionamento che se l'etichetta riporta un tempo di carenza, per il peperone, di qualcosa come dieci giorni o giù di lì, e io non avrei avuto i peperoncini maturi prima di qualche mese, allora non dovrebbero esserci grossi problemi di residui. Dall'altro canto, però, mi chiedo come mai il confidor abbia un potere pro
  2. All'IKEA si trova ad un buon prezzo ed è di buona qualità. Non ricordo esattamente il prezzo, ma un mattone che una volta idratato arriva ad una quindicina di litri mi pare che costi intorno ai 2,50 o giù di lì. Il bello è che non devi portarti in mano la zavorra del saccone di terra Comunque sia, la coltivazione in cocco è considerata alla stregua di un'idrocoltura, in quanto il cocco in sè non da' nutrimento alla pianta. Spesso i produttori lo vendono addizionato di una certa quantità di fertilizzante che lo rende adatto alla coltivazione per tre settimane, dopodichè bisogna concimare ad o
  3. Non saprei. Ci sono dei prodotti per patologie fungine, alcuni mi pare sistemici. Ma siamo sempre lì, adesso che hai i frutti non conviene andare a buttare robaccia chimica che poi finisce che te la mangi, anche se in piccole quantità. Mettici anche che la bella stagione tra poco volgerà al termine, forse conviene che ti prendi ciò che la pianta riesce a darti e poi la lasci al suo destino.
  4. Si può ipotizzare un marciume radicale oppure un eccesso di fertilizzante. Se sai dire meglio che cosa hai usato e le quantità, oltre che la concentrazione del prodotto indicata in etichetta, forse si può capire meglio. Se hai dato molta acqua, senza lasciare asciugare bene il terriccio, è possibile che siano morte le radici. Difficilmente la pianta si riprende da una situazione del genere. Se noti è in necrosi anche il fusto in più punti. Meglio metterci una pietra sopra e dedicarsi ad altre piante.
  5. Ciao, se li vuoi essiccare, non metterli nel freezer ma mettili direttamente in un luogo ventilato, asciutto e caldo, come un balcone esposto al sole. Il congelamento è indicato per quelle cultivar che sono difficili da essiccare nel modo sopra descritto senza rischiare molto probabilmente che marciscano o ammuffiscano, come ad esempio gli habanero e gran parte dei chinense. Il tipico caynna, i peperoncini piccoli come i calabresi, ecc... sono invece facilissimi da essiccare senza particolari cure. Ciò non toglie, comunque, che si possano anche conservare congelati, se si preferisce consu
  6. Probabilissimo che sia una patologia fungina. Assomiglia all'occhio di pavone, anche se non ne sono certo. Purtroppo queste patologie sono difficili da eradicare una volta che si espandono come sta capitando sulle tue piante. Solitamente è bene intervenire preventivamente (io, per esempio, ormai lo faccio ogni anno) utilizzando un prodotto rameico, come la poltiglia bordolese, dato una volta ogni 14 gg fin da quando le piantine sono piccole e fino a quando inizia la fioritura, dopodiché si smette. Nella tua situazione potresti provare con un rameico, ma è un po' tardi per salvare le pian
  7. Ciao, scusate se rispondo solo ora. Scrivere qui proporzioni e procedimenti per produrre il sapone in casa sarebbe troppo complesso, ma posso indirizzarvi ad alcuni siti sull'argomento. Prima che vi imbarchiate nell'avventura, vi avviso che se si intende farlo solo per liberarsi degli afidi, forse è meglio tentare con saponi tipo il sapone di marsiglia (qualcuno sostiene che funzioni) perché farsi il sapone in casa è laborioso e lungo per il tempo di maturazione. Inoltre sono richieste applicazioni regolari per controllare gli afidi, infatti non essendo un prodotto sistemico (non entra nel
  8. Ciao a tutti... sapevo che nella fibra di cocco le piante crescessero più rapidamente, ma non credevo ai miei occhi quando ho visto la differenza tra due Carolina reaper, della stessa età, messi nei due diversi substrati. Lascio parlare le immagini. Per correttezza c'è da dire che il cocco che ho comprato (IKEA) riporta in etichetta che contiene fertilizzante sufficiente alla sostentazione per tre settimane. Ma non credo che la differenza sia da imputare tanto a quello. Anche perché quella in terriccio è stata messa in terriccio fresco con EC dichiarato in etichetta di 0,5 dS/m.
  9. Ciao a tutti, scusate se ci ho messo tanto, ma finalmente ci sono belle novità. Intanto ho chiarito il dubbio su quale fosse il chinense incrociato con il goat's weed, ed era un Trinidad Red Scorpion. Avevo qualche incertezza ma il frutto con la coda uncinata parla chiaro. Vi invio un paio di foto. La pianta ha un portamento che è una via di mezzo tra il goat's ed un chinense. Ha la peluria del goat's. Il frutto ha preso anch'esso da entrambi ed ha la coda ad uncino come il trinidad. Matura da verde a rosso, senza passare dal nero. Non ho ancora assaggiato il frutto, ma lo farò
  10. Guarda, sono appena andato a controllare sulla busta della mia poltiglia bordolese, e la composizione è uguale alla tua: 20 g di rame su 100 g di prodotto, neutralizzato con calce idrata, che dovrebbe essere uguale a calce spenta. Insomma, è poltiglia bordolese anche la tua.
  11. Ciao, io ho usato la poltiglia bordolese da quando ho spostato le piantine all'esterno (aprile) fino alla scorsa settimana quando ho visto i primi abbozzi di fiori. Mi sono tenuto su una quantità di circa 7 grammi per litro, ma si può dare fino a 10 g per litro, e si dà ogni 14 giorni circa, anche come preventivo. A questo punto della stagione, però, è un po' tardino, a meno che le tue piante non siano molto indietro, perché quando sono in fiore occorre interromprere il trattamento. Sull'opportunità o meno di darlo, potrai sentire diverse "campane". Io, per esempio, non l'avevo mai ut
  12. I fungicidi in genere servono a limitare i danni e proteggere le foglie che ancora non sono state attaccate, isolando e in alcuni casi bloccando le spore dall'espandersi altrove. Posso dirti che l'anno scorso tutti i miei peperoncini hanno subito un attacco di qualche patologia che non ho identificato con certezza perché assomigliava a tante cose, un po' alla septoria, un po' all'antracnosi, e insomma... quello che so è che è arrivata da una pianta comprata in vivaio (maledetti vivaisti! ) e da lì ha colpito tutte le mie piante che prima erano sane. Per tutelarti, potresti usare poltiglia
  13. Sì, in effetti in questo periodo sono molto indaffarato e non ho molto tempo da dedicare al forum. Le piante stanno bene, ma sono stato a spruzzarle con poltiglia bordolese ogni 15 giorni perché temevo si ripresentasse la crittogama che l'anno scorso mi ha decimato le piante. E sapendo che le spore possono sopravvivere nell'ambiente (in balcone ho una fioriera incorporata nel cemento) o addirittura sulla superficie dei semi, che sono quelli ricavati dalle piante dell'anno scorso, la possibilità di vederla tornare non era affatto remota. Per ora tutto bene, comunque. Sarei indeciso se conti
  14. Non mi sembra una buona cosa, purtroppo... guarda come evolve nei prossimi giorni, ma non vorrei che si tratti di una crittogama, nel qual caso sarebbe un guaio.
  15. Ciao Sonia, sarebbe da capire se si tratti realmente di cayenna (a volte i venditori sbagliano anche l'etichetta) perché ci sono alcune cultivar, come il goat's weed, ma anche altre, che hanno i frutti che nascono verdi, poi diventano neri, ed infine rossi. Se il frutto rosso e quello nero sono in stadi diversi del loro sviluppo allora anche quello nero infine diventerà rosso. Se invece il frutto è malato è un'altra faccenda, ma dovresti accorgerti dall'aspetto. Prova a cercare foto del goat's weed e vedi com'è.
×
×
  • Create New...