Jump to content

Habaorange96

Members
  • Posts

    34
  • Joined

  • Last visited

Recent Profile Visitors

662 profile views

Habaorange96's Achievements

Peperone dolce

Peperone dolce (1/11)

9

Reputation

  1. davvero stupendi Campana, è una delle varietà più belle che abbia visto fin ora, gli ibridi col da Neyde sono stupendi, sai se questo pimenta da dog è geneticamente stabile?
  2. Non sono documentato in merito, c'è la probabilità che succeda, mentre che così la pianta sarà molto meno produttiva è una certezza ?
  3. Effettivamente si, l'effetto che si sperimenta mangiando un peperoncino da 2gr con (numeri a caso) il 10% di capsaicina è circa lo stesso di quello di mangiare un peperoncino da 20gr con 1% di capsaicina, a conti fatti la "mangiabilità" è molto legata alla quantità totale di capsaicina, in particolar modo per gli effetti sistemici dopo aver mandato giù, in bocca la cosa cambia un pò, basti pensare che mangiare un Cayenna nell'insalata (anche senz'olio) risulta sicuramente meno piccante che metterselo direttamente in bocca. Per gli Scoville, citando direttamente Wikipedia che riprende a sua volta un articolo de Il Post: "La scala di Scoville prende il nome da Wilbur Scoville, il suo ideatore, che sviluppò il SOT (Scoville Organoleptic Test) nel 1912[2]. Originariamente questo test prevedeva che una soluzione dell'estratto del peperoncino venisse diluita in acqua e zucchero finché il "bruciore" non fosse più percettibile a un insieme di assaggiatori (generalmente 5); il grado di diluizione, posto pari a 16.000.000 per la capsaicina pura, dava il valore di piccantezza in unità di Scoville. Il valore 16.000.000 per la capsaicina fu posto arbitrariamente da Scoville." In questo caso il peperoncino da 20gr dell'esempio precedente avrà un decimo dei gradi scoville di quello da 2gr, in quanto già in partenza la capsaicina è diluita di 10 volte. In fine per precisare un peperoncino più grande non contiene solo più acqua, ma anche più fibre, carboidrati, proteine, ecc. in egual misura.
  4. Si potrebbe provare casalinganente a mettere 2gr di peperoncino in mezzo litro d'olio e poi assaggiare la piccantezza dell'olio. Ma di tutti i motivi per ibridare ottenere qualcosa di più piccante mi sembra il meno interessante, anche dato il fatto che gia si hanno peperoncini che sono solo placenta e di fatto immangiabili, ma che nel singolo peperoncino contengono la stessa capsaicina di piante più produttive e dai frutti più grossi e pesanti il doppio o il triplo.
  5. A maturazione completa dovrebbero essere rossi, aspetta ancora un pò se li vuoi completamente maturi.
  6. In genetica 2+2 raramente fa 4, la concentrazione di capsaicina, i gradi Scoville per dirla terra terra non è data da un solo gene, ma da un gruppo di geni, in particolare quelli che riguardano la produzione assoluta di capsaicina da parte delle cellule della placenta, la quantità di placenta nel frutto e la sottigliezza delle pareti le quali se troppo spesse vanno a "diluire" la capsaicina e quindi a ridurre gli Scoville. Il Super Hot per antonomasia produce tantissima capsaicina tanto da essere "condito" dentro, ha tanta placenta anche sparsa sulle pareti interne e non solo in corrispondenza del picciolo; in fine ha pareti sottili. L'esatta descrizione del Carolina Reaper e dei suoi cugini, ibridando super hot recenti tra di loro l'unico risultato può essere qualcosa di sempre simile solo più instabile e con forma diversa. A mio parere per fare qualcosa che possa aspirare ad essere notevolmente più piccante degli attuali super hot, magari con caratteristiche generali diverse ci sono 3 vie: 1- Sperare di imbattersi in una mutazione spontanea. 2- Indurre mutazioni intenzionalmente o modificare di proposito il genoma. 3- andare a pescare geni da varietà nuove o poco diffuse (Wild) e sperare che siano utili alla causa.
  7. Io di solito non compro le piantine adulte, ma le piantine al 3/4 paio di foglie nelle cassette di polistirolo che stanno attorno ai 10 cent per pianta, l'anno scorso comprai dei peperoni a cono dolci per la paprica, su 50 piante solo una decina dolci, le altre tutte piccanti e con forma del frutto che variava da completamente a cono appuntito, ad una via di mezzo tra un cono e una sfera. Probabilmente frutto di semi non isolati che si sono ibridati con piante vicine, nemmeno a farlo apposta si ibriderebbero l'80% dei semi. Questo ovviamente vale per i classici annum da coltivare nell'orto in massa, per le piante "particolari" faccio da me.
  8. Interessante, a che generazione stai, F2? se ti va sto cercando informazioni sulle ibridazioni col cerino ? e ho aperto un Thread in proposito (https://www.peperonciniamoci.it/forum/topic/40874-fenotipi-dominanti/?tab=comments#comment-589344) spero solo di non star disturbando con questo "spam", in caso fosse così chiedo scusa anticipatamente.
  9. Molto dipende anche da quali caratteri si vogliono isolare, quelli non dominanti in teoria li si può stabilizzare definitivamente dalla F2, mentre per quelli dominanti dipende molto dal caso perchè non puoi sapere se quella pianta ha quel carattere perchè omozigote o se è eterozigote e nella generazione successiva fa saltare di nuovo fuori il carattere non dominante in alcune piante; ovviamente sto semplificando perchè oltre i caratteri non possono essere solo non dominanti o dominanti, ma anche parzialmente dominanti (gli eterozigoti presentano una caratteristica intermedia, es. frutto di una sfumatura intermedia uniforme come nel caso di questi ibridi F1) o codominanti (tutti e 2 i caratteri si presentano contemporaneamente negli eterozigoti, per esempio il frutto e a "macchie") Dico che i caratteri recessivi si possono isolare a primo colpo "in teoria" perchè dipende da quanti caratteri non dominanti si devono isolare e da quante piante si hanno, se devo selezionare solo un carattere in media il 25% del F2 lo presenterà, se già si vogliono selezionare 2 caratteri solo 1 pianta su 16 avra entrambi contemporaneamente, con tre caratteri già si passa a 1 pianta su 64 e così via con moltiplicatore 4. questo non vuol dire che basta piantare esattamente 4, 16 o 64 piante perchè si tratta di una media statistica su grandi numeri, in un piccolo campione potrebbe capitare che i 3 caratteri si presentino contemporaneamente in 2 piante piantandone 10, come in nessuna pianta piantandone 100; se non si vuole andare a fortuna o passare più generazioni a selezionare prima di avere la pianta desiderata bisogna portare avanti più piante possibili dalla f2 in poi. è un modo eccitante di procedere perchè non sai cosa aspettarti tipo gioco d'azzardo, ma proprio come quest'ultimo non fa per me, non sopporto il portare avanti piante che poi fanno frutti che non mi piacciono/interessano, come quando compri le piantine al vivaio e poi risultano essere chissà cos'altro ?
  10. Posto la discussione in merito anche se ho visto che l'hai già trovata (https://www.peperonciniamoci.it/forum/topic/40874-fenotipi-dominanti/) Come ha detto vulcano entrambe queste 2 varietà dovrebbero avere l'aroma dell'habanero, ma una piccantezza inferiore ai 1000 Shu nel caso del Suave ( rosso o giallo) e 0 Shu quindi del tutto dolce nel caso del Trick-or-Treat
  11. Alla grande davvero, allora ci sentiamo in privato ?
  12. Ciao Fruska ?, sto cercando informazioni sui caratteri dominanti negli ibridi e il tuo "Trinidhaba" F1 era stupendo ti volevo chiedere se per caso avevi altre foto/informazioni sulle piante dello scorso anno, eventualmente fai un salto sul Thread che sto portando avanti in "discussioni su specifiche varietà", ad ogni modo sono curioso di vedere cosa salterà fuori in F2, ci sarà sicuramente una grossa varietà e dovrebbero saltare fuori anche i caratteri non dominanti o "recessivi".
  13. Come da titolo cerco semi di Pimenta da Neyde e di un chinese che sia dolce e aromatico, la scelta preferenziale sarebbe il NuMex Suave, ma va bene anche: -Biquinho Vermelho - Biquinho Amarelo - Trinidad Perfume - Rocotillo - Habanero Vicentes Sweet - Habanero Tobago Seasoning
×
×
  • Create New...