Jump to content

Pontekorvo

Members
  • Posts

    35
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Pontekorvo

  1. pero per gli habanero comunque riscontro si una certa lucentezza ma non una tale rugositá, anche per l'apice che tende a fare lo scalino , ma magari meglio attendete vedere come si evolve la faccenda.
  2. Tra le piante di quest'anno ve ne sono 2 che mi sono arrivate come "Habanero di qualche genere" , ma al momento, i frutti , da quanto posso leggere nella sezione varietà non rispecchiano proprio lo standard, quindi ipotizzando un ibrido o qualche errore, mi chiedevo cosa altro potrebbero essere. Calcolando che sono ancora verdi, io di differenza da un Habanero trovo - La presenza della protuberanza sull'apice quasi a preannunciare una coda. - La rugosità particolarmente pronunciata. Quasi più simile ad un Trinidad non trovate?
  3. Taglio , piega e foratura tutta roba tua? Grandeee, in attesa di foto a fine lavoro naturalmente.
  4. credo siano afidi. di solito in notturna risolvo con acqua marsiglia aglio spremuto e se c'é l'aiuto di qualche altro insetto predatore.
  5. Bene, infatti di afidi non se ne vedono piu, ho anche adottato una serie di ragni salticidae che fanno il loro dovere congiuntamente all'armata "grillina". Credo di si che sia un diavolicchio o mazzetto, ma ho visto che le piante di quest'anno sono mezze ibridate.
  6. Ma che litigio, probabilmente ha ragione, sul terzo sicuro , il secondo forse paprika? Sono punti di partenza finché non arriva qualche dotto, apprendo anche io allo stesso tempo. Questi altri con quelle code mi sembrano già più velenosi.
  7. Mi butto valutando le specie che di solito ho visto nei vivai. Sul primo manca il calice , in quanto alberelli ed ho avuto esperienza e mi sono piaciuti provo con "Fuoco della prateria" se cresce in verticale. Secondo sembra un cayenna ma piccolo , mi baso sulle dimensioni della mattonella in funzione degli altri. Il terzo mi sembra sempre un cayenna viola ma molto corto oppure qualche varietà che con una lunga maturazione diventa viola. Comunque tutti e tre non così tanto piccanti. Quarto. ad ora non saprei. Magari qualcuno mi smentisce.
  8. Stanno apparendo i segni del corking sui jalapeno, in quanto con questa varietà sono alla prima esperienza, vorrei sapere se esiste un limite a questo fenomeno per dichiarare la sua maturezza e al limite cogliere i frutti. Sono ancora del tutto verdi senza la minima impressione di tendenza al cambio colore, dunque vorrei sapere in base alle vostre esperienze se avete delle foto da mostrarmi per vedere il punto in cui voi lo cogliete o lo cogliereste e farmi delle idee in funzione di questo metodo di valutazione.
  9. Penso sia ancora presto per dirlo , forse meglio attendere il frutto maturo calcolando poi gli ibridi, magari qualcuno particolarmente più attento e preparato può aiutarti.
  10. Che sappia io puó essere data dai colpi di calore , e di questi giorni non mancano, puoi provare a ridurre un po' l'esposizione sperando che si normalizzi. Potrebbe essere anche una concausa della preparazione della pianta a nuva fioritura e al colpo di calore, sempre che a cadere siano quelle più basse. Prendi questo consiglio con le pinze , e particolarmente roventi.
  11. Grazie, tutto bene , a garanzia misi dei piros 2016 che stanno venendo su, giusto per vedere se i semi più vecchi erano ancora attivi. Sui Cayenna ho riscontrato la stessa cosa,molto produttivi ma fino ad ora niente come il fuoco della prateria con 200 unità per pianta anche se molto piccoli. Mi sto organizzando con altra gente per una serra e mettere giù tutti gli 80 semi e vedere cosa accadrà verso febbraio 2019.
  12. Vorrei sapere in base alle vostre esperienze, a parità di vaso,condizioni e potatura, secondo voi quali sono le varietà più produttive. Per produttive intendo, sia quantità , numero, che peso , in modo indistinto fra le specie.
  13. Se hai castagni nei dintorni può essere una Vespa Cinipide, si riproduce sulle foglie, quindi se vedi degli strani rigonfiamenti sulle foglie può essere. Prendi quanto scritto con delle pinze e molto ardenti.
  14. Mi sono basato sullo storico di meteo.it per le temperature di Aosta e per le previsioni, con il 50% di umidità noi la percepiamo un po' piu alta, qui al mare siamo sull'80% di umidità si muore. Questi i cayenna che ho io, vedi il calice ricopre interamente il peperoncino sin dall'inizio, l'apice allo stesso modo è rigorosamente a punta. Stavo pensando anche alle ore di luce diretta che offri, vedo che da un lato c'è un muro e di per se annulla 4-5 ore buone, in questi casi , io cerco di alzarle o valutare nelle possibilità una posizione che offra più lumen a costo di spostarle avanti e indietro nei momenti in cui hanno bisogno di riparo. In un post , stiamo trattando anche la potatura per migliorare la resa e la produzione, utilizzi qualche pratica particolare?
  15. Il mio parere è, magari poi qualcuno mi smentisce: Le minime sono particolarmente basse la notte anche per tutta la prossima settimana, non superando i 17°C, quindi la produzione sarà particolarmente bassa, in fin dei conti sotto i 20 non sviluppano e ci vorrà tanto anche per farli maturare se non si usano delle accortezze, spesso basta coprire di paglia (uso quella del criceto avanzata) il terriccio per mantenere le temperature. Riguardando la foto resto del parere che non è un cayenna, forse qualche ibrido , ma la zona del ramo sul calice di solito mi sembra ricopra subito , nella sua circonferenza , l'intero peperoncino (per il cayenna), sembra quasi uno a ciliegia (ma quelle che ho io comunque, i frutti puntano verso l'alto e non scendono) o qualche cosa di simile da ripieno, idem per l'apice che invece per il cayenna è esclusivamente a punta. Se non erro comunque i Chinense dagli Annum hanno due periodi di crescita molto differenti.
  16. Non mi pare, strano anche per la produzione di un solo frutto ormai a quelle dimensioni.
×
×
  • Create New...