Jump to content

Rapace

Members
  • Content Count

    7
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutra

About Rapace

  • Rank
    Peperone dolce

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Rapace

    Parassiti e Malattie

    Anche a me sembrano afidi. E' tipico di avere le piante infestate da afidi quando le ricoveri all' interno (credo che la temperatura maggiore consenta schiusa delle uova e proliferazione, anche perché non ci sono antagonisti che se li possono pappare). Stai molto attento a non tenere nello stesso locale indoor piante state fuori che sverni e piantine di nuova semina. I danni che possono fare gli afidi sulle piante grandi sono di solito limitati (anche se sono fastidiosi e possono trasmettere malattie) mentre sulle piantine piccole possono farne di molto gravi. Mai tenere piante in svernamento negli stessi locali di piantine di nuova semina
  2. Rapace

    Grow box fai da te

    Piu' o meno penso ti abbiano detto già tutto, aggiungo anche il mio parere (in gran parte confermando quanto ti hanno detto già gli altri). Per l' illuminazione vanno bene sia i tubi fluorescenti che i led...... ho utilizzato per qualche hanno tubi fluorescenti e le piante sono cresciute tranquillamente. Li ho poi sostituiti con delle strisce di led a luce bianca fredda (quindi roba economica, non specializzata per le piante) ed i risultati sono equiparabili (ovvero io non noto differenza). Questa una foto dei led che uso io. Non ho mai usato lampade specializzate per le piante, quindi non escludo che si possano ottenere risultati migliori, ma finora io personalmente non ne ho mai sentito la necessità (dato anche che tali lampade hanno costi ben superiori a quelli di normali tubi fluorescenti o di strisce di led "standard"). Io uso degli scaffali aperti, non una LB chiusa per motivi di "praticità" (al costo di dispersione di luce). In questo modo le piante le posso "manovrare" molto meglio (annaffiature, controlli etc.) ed inoltre non ho problemi di dover tener sotto controllo la temperatura interna e la circolazione dell' aria (ventole etc.etc.). Non dico che sia meglio di altre soluzioni (probabilmente non lo è) ma è una opzione che ha i suoi vantaggi. Per la temperatura se la minima non va mai sotto i 10 gradi secondo me le piante cresceranno un po' piu' lentamente ma non lo vedo un problema (dipende anche che specie coltiverai). Dovrai pero' garantire che si possa arrivare nel ciclo "giorno" almeno a 22/23 gradi (anche di piu' è meglio). Ultima cosa la germinazione..... dipende molto da due ordini di fattori ovvero: Fattori A: "Intrinsechi al seme" - La specie di peperoncino (ed anche la varietà) - Le specie domesticate germinano piu' o meno tutte nelle stesse tempistiche a parità di altre condizioni, le specie selvatiche possono metterci anche moldo di piu'. - Quanto è vecchio il seme - Se il seme è "fresco" germina molto prima di semi che hanno qualche anno. - Come è stato conservato il seme - Fattori "genetici" specifici - questi sappiamo esistono, ma sono fuori dal "nostro controllo" Fattori B: "Ambientali" - Temperatura - Ideale per la germinazione 27-28 gradi - Per me è meglio avere ciclo giorno/notte... giorno quella temperatura, notte anche 10/12 gradi in meno va bene, pero' altri pensano che una temperatura costante sia l' ideale. Se la temperatura è piu' bassa il seme germina ma ci vuole piu' tempo, se la temperatura supera 32 gradi per periodi "lunghi" rischi di dover buttare il seme. Come ottenere quella temperatura ? Io uso semplicemente il termosifone di casa dove appoggio sopra la germbox con uno "spessore" sul termosifone che consente di avere la temperatura "giusta". - Umidità - Io faccio germinare sempre in scottex o supporto "analogo", esempio lana di roccia etc. - poi quando la radichetta spunta - o in certi casi quando spuntano i cotiledoni (se volete poi spiego il perché in certi casi aspetto in certi altri no) interro e metto il vasetto sotto la luce. L' umidità nella Germbox è fondamentale, lo scottex deve essere sempre umido (non fradicio) e mai seccarsi, se si secca ..... si rischia di dover buttare tutto cio' che c'è dentro. Detto che i fattori sopra influenzano i tempi di germinazione (ed anche la germinazione proprio) i tempi di germinazione (ovvero quando spunta la radichetta) vanno da 1 a X giorni, dove X puo' essere anche > 100 (in casi estremi). Eliminando i casi estremi (semi molto vecchi, semi wild particolari etc.) a temperature analoghe a quelle che ho citato sopra si hanno: - il 70-75% dei semi che germinano germinano entro 10 giorni - il 90% circa dei semi che germinano germinano entro 20 giorni Per le specie domesticate e semi freschi è estremamente raro che si superino i 15 giorni Il "picco delle germinazioni" è nell' intervallo di tempo che va dai 4 ai 9 giorni dalla "posa in scottex"....... piu' della metà dei semi che germineranno lo faranno in quell' intervallo di tempo. Ovviamente......... se uno coltiva solo varietà wild "complicate" magari con semi un po' "datati"..... che si scordi i dati di cui sopra :). Una cosa che aiuta la germinazione di semi "complicati" è la "vernalizzazione".... i semi in natura passano l' inverno al freddo....e poi si risvegliano quando ci sono le condizioni climatiche giuste. Mettere i semi "al freddo" e far loro subire sbalzi termici puo' favorire la germinazione. La pratica ha ovviamente "poco senso" se sono semi "normali" (che comunque ti germineranno in pochi giorni).
  3. Rapace

    Coltivazione in Terrazzo 2018

    A me è capitato di trovare dei bruchi nella polvere. Non avevo mai pensato che dipendesse dai semi..... ma non mi ero dato spiegazione......questa potrebbe essere plausibile in effetti
  4. Grazie a tutti per il benvenuto. Sono iscritto su un altro forum, ma preferisco non citare altri forum di peperoncini su questo (e viceversa). Anche se penso che si i siti di peperoncino (italiani e non) siano tutti parte di una stessa "famiglia".
  5. Rapace

    Capsicum Frutescens?

    Non conosco la varietà, ma condivido appieno C.annuum Ho notato comunque che su alcune bustine commerciali vengono classificati tutti i C.annuum come C.frutescens (credo per errore oppure seguendo vetuste classificazioni). Forse anche questo è il caso. Anche io concordo che non è sempre facile distinguerle. Pero' mi pare nessuno abbia detto che oltre al peduncolo un' altra caratteristica "tipica" dei C.frutescens è che il frutto si stacca dal picciolo a maturazione basta toccarlo e che il frutto è "soft". E' anche vero che esistono anche (rare) varietà di C.annuum con frutti "soft" (per non parlare di quasi tutte le varietà selvatiche indipendentemente dalla specie).
  6. Prima pianta: Bishop Crown (come già detto) Seconda pianta, di piu' difficile identificazione. I fiori sono viola ? in questo caso esistono alcune varietà "papabili" (alcune di queste io "sospetto" siano addirittura sinonimi perché sono molto simili.... per non dire quasi identiche o addirittura proprio identiche). Eccole: Azteco Czech Black Hungarian Black Penso che quella pianta possa essere di una di queste varietà (o un ibrido di una di queste varietà)
  7. Rapace

    Chinense

    Esistono decine di diverse varietà di "Habanero Red" (che è un termine abbastanza generico). Potrebbe essere l' Antillas Caribbean come dice Leo72, ma senza altre informazioni sarebbe una classificazione azzardata. Secondo me la cosa migliore è considerarlo "genericamente" Habanero Red......
  8. Se sai che è ibridato F2 sai anche quali sono le presunte varietà (o specie) padre/madre ? Questo aiuterebbe molto nell' identificazione Capsicum baccatum oppure.... ibrido di Capsicum baccatum con altra specie ...... Potrebbe essere un Lemon Drop (o Hot Lemon) o suo ibrido con qualche altra varietà (o specie). Secondo me niente esclude che sia effettivamente un ibrido.
  9. Salve a tutti, Mi chiamo Carlo e sono di Firenze. Coltivo peperoncini da molti anni (non ricordo piu' quanti). Sono sostanzialmente un "coltivatore" da balcone
×