Jump to content

Ang3r

Members
  • Posts

    214
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    9

Everything posted by Ang3r

  1. Concordo anch'io con gli altri, ci sono ben pochi dubbi. Comunque lascia tutte le piante, potrebbero buttare dei germogli dal basso
  2. Non è possibile dare ipotesi un po' più concrete (perché di questo si tratta, dato che un'ipotesi certa si potrebbe avere solo tramite analisi genetiche). Al 99% è una truffa. Comunque almeno è un chinense, quindi potrebbe pure essere
  3. È argilla espansa probabilmente. Diciamo che trattiene l'umidità molto bene, e quindi l'ipotesi irrigazione eccessiva si fa più concreta. Attento, comunque, a diminuire le innaffiature: da metterne troppa e darne troppo poca è un attimo. Dunque controlla le piante più spesso per non farle morire per la poca acqua
  4. Un'altra domanda... queste "Pietruzze" di cui parli, cosa sono? Argilla espansa? Pomice? O qualche sassolino che hai raccolto da terra?
  5. Quando l’impollinazione non è veicolata dall uomo, o comunque quando non vengono tolti gli stami, è molto probabile che il pistillo riceva pollini diversi, dando quindi vita a semi in parte puri e in parte incrociati con altre piante non della stessa varietà (non per forza una sola pianta, ma possono anche entrare pollini di 3/4 piante diverse grazie agli impollinatori)
  6. Intanto buona coltivazione! Quest'anno va malissimo anche a me che ho sempre avuto bellissime piante! Comunque tardi per gli annuum? Assolutamente no😁, l'importante è che non siano baccatum, pubescens o wild (forse per i chinense saresti un po' al limite. Hai tranquillamente tempo per seminare e raccogliere. In pieno campo, in alcune regioni è adesso l'ora di seminare. Se proprio vuoi avere la certezza di raccogliere, puoi seminare più piante e utilizzare vasi definitivi più piccoli
  7. Dipende. Generalmente questa colorazione si associa ad una carenza di azoto, ma potrebbe anche essere dovuto ad innaffiature troppo abbondanti o ad un pH del terriccio troppo alto. Propenderei più per l'irrigazione, dato che la pianta è piccolina e difficilmente si possono manifestare carenze in questo stadio. Quanto innaffi? I bicchieri sono forati sul fondo? Se sì, in che modo li hai forati?
  8. Scusa il ritardo. Anche io avrei fatto come hai fatto tu
  9. Esperienze traumatiche di chi già ci è passato😂 Comunque è molto probabile, però non è sempre così per fortuna
  10. Se sono 3 la rimozione manuale basta e avanza. Controlla comunque la pianta colpita e quelle vicine nei prossimi giorni
  11. È un ottimo concime, con quello puoi tranquillamente abbandonare biogrow/biobloom. Un consiglio: dai sempre la dose minima consigliata, mai di più
  12. Non fa niente, è normale Bellissime piante!
  13. Diciamo che la differenza in quell'arancio potrebbero farla più che altro le larve, che comunque camminando poco si accontentano di ciò che hanno davanti. Infatti Harmonia axyridis (di fatto la coccinella più diffusa sul nostro territorio, quindi è molto probabile che sia quella) preda principalmente le coccinelle nostrane dato che non è autoctona, e solo in rari casi punta prede minori come gli afidi. Ciò che devi controllare è che ci siano, nelle 2 parti esterne del centro del dorso, i puntini. Un esempio è lui: Poi conta che tra quelli buoni rientrano anche coccinelle di altri colori: Unica cosa: come detto, io spesso le incrocio tra di loro anche (non solo) perché è difficile trovarne due identiche, ma spesso finisce che una mangia l'altra inspiegabilmente, e non essendo un biologo non ne conosco le cause né conosco le razze meno litigiose da accoppiare. In questo caso, secondo me, la cosa più sensata è prenderle mentre si stanno accoppiando se possibile. Comunque, un consiglio per la prossima volta può essere: a prescindere dal tipo di coccinella (anche quella asiatica), una cosa che le costringerà a mangiare afidi può essere chiuderle insieme alla pianta con un sacchetto in TNT.
  14. Posso chiederti una foto della pianta colpita dagli afidi? E magari anche delle coccinelle che hai acquistato? A me sembra molto strano tutto ciò...
  15. Purtroppo dipende anche dalla specie. I più indicati sono adalia bipunctata (che hanno 2 punti neri), mentre altri non sono proprio ghiotti. Io ho la fortuna di averne di ogni tipo, anche se ogni tanto cerco di farne due di specie diversa anche per predare altri insetti, ma spesso si uccidono l'un l'altro. Io ho una fortuna assurda comunque, perché vivo a pochi metri da un parco protetto e sono in campagna, quindi ho di tutto Te lo notifico anche a te. Comunque, volendo, vanno bene anche sirfidi e crisope, che sono grandi predatori
  16. Ovviamente ci tengo a dire che le coccinelle avranno tutto lo spazio per volare e mangiare eh, e poi una volta deposte le uova le lascio libere. Odio uccidere insetti utili, e men che meno torturarli.
  17. Le coccinelle non agiscono d'inverno, perché cercano posti caldi per svernare. Altrimenti sono la soluzione migliore, sia da larve che da adulte. Io le catturo giù in campagna, poi pe metto in una pianta adulta non molto nascosta, le chiudo con un telo TNT grande e le faccio accoppiare, poi prendo le larve e le lancio direttamente sugli afidi
  18. No, se nasce un frutticino da piccole lo puoi anche togliere, ma ora che comunque hanno una produzione rilevante è veramente un peccato togliere fiori e frutti. Più che altro è questo, perché anche togliere i frutti da forza alla pianta, ma un conto è se la pianta ha 1/2 frutti, un conto se ne ha una decina. Per me non ne vale la pena a quel punto
  19. Se ha i frutti, diventa inutile staccare i fiori. Ormai sono in produzione, la fase vegetativa è già "Compromessa". Comunque le tue piante mi sembrano già abbastanza belle e cariche, dunque sarebbe solo uno spreco togliere fiori. In pratica vanno tolti, per esempio, quando ti trovi nel vasetto da 1-2l e devi di nuovo rinvasarle. Quando fioriscono nel vaso definitivo significa che sono effettivamente pronte ad andare in produzione. Comunque mi scuso per non essermi spiegato bene prima, ma ti dico di non preoccuparti se hai già tolto i fiori, tanto li ricacceranno molto velocemente.
  20. Allora prova a fare una rimozione manuale. Potrebbero non venire più. Inutile dare qualcosa per una manciata di afidi. Il ragnetto rosso dannoso non si vede, quello che vedi facilmente ad occhio nudo non ti crea nessun problema
  21. Ci sono moltissime alternative valide a dire la verità, sia tra il biologico che tra il chimico, sia che si tratti di liquido che di granulare. Di solito, una delle combo preferite è biogrow per la crescita e biobloom per la fioritura (che non ho mai usato sinceramente parlando), oppure top crop top veg+top bloom (questo usato con eccellenti risultati, ma più di nicchia tra i coltivatori). Ad essere sincero io preferisco i granulari a lenta cessione, che assicurano 2 o 3 mesi pieni di copertura alla pianta senza troppi problemi di costi e quantità. Certo, se tu hai 3 piante potrebbe risultarti scomodo acquistare sacchi da 25kg che durerebbero un'infinità. Comunque, se cerchi una marca ben definita anche qui, nitrophoska è indubbiamente la migliore: il top del top è nitrophoska gold (quella che uso io, ma tutti i loro prodotti sono perfetti. La compo è un'ottima alternativa. Se vuoi qualcosa di più "naturale" (anche se non amo questa parola sinceramente) l'humus di lombrico è perfetto da aggiungere al terriccio così come il compost domestico, mentre come concime lo stallatico pellettato, usato in quantità superiori rispetto ad un granulare, può dare belle soddisfazioni. Altri prodotti sono la leonardite, che va miscelato in quantità alte al terriccio e che garantisce copertura lunghissima (praticamente per 6 mesi, almeno da come riportato sul libro, le colture non necessitano di ulteriori concimazioni) oppure il biochar, che però non ho mai provato perché il costo è veramente alto e quindi posso consigliartelo soltanto tramite studi. Comunque, a prescindere dai titoli, se vuoi mantenere lo stesso concime/fertilizzante per tutto il ciclo di coltivazione ti dico che deve avere un po' più N rispetto che P e K (generalmente 3-7 punti sopra) dove i valori non sono fondamentali, perché se N è 10 invece che 15, allora sull'etichetta sarà riportata una dose più alta), in più deve avere dei microelementi, soprattutto calcio, ferro e zolfo se possibile (gli altri microelementi in genere sono presenti nei terricci da rinvaso e la pianta ne necessita in quantità molto basse)
  22. Solo mischiato con olio di neem, ma se l'intestazione è avanzata bisogna andare di sistemico Il piretro è naturale, comunque anche io lo preferisco perché più economico Le hai messe dove ci sono afidi? Per caso c'erano anche delle formiche lì? Non è sistemico. Generalmente vanno diluiti 1,5-2,5ml per l d'acqua, ma ti consiglio sempre di leggere l'etichetta per sicurezza
  23. È un concime incompleto, e soprattutto più ricco in potassio che in azoto e quindi potrebbe predisporre la pianta a fiorire in anticipo. Io personalmente non lo darei. Se proprio vuoi risparmiare, compra un concime universale che abbia più azoto, ma anche qualcosa in potassio e fosforo (meglio se anche con microelementi). Con 5€ trovi alternative valide.
  24. Perché andrebbero tolti?
  25. Se vai in un'agraria, vendono gli ormoni radicanti della cifo per circa 5€. Una volta acquistati, prendi delle forbici belle affilate, le sterilizzi e tagli il succhione FACENDO UN TAGLIO OBLIQUO (NON ORIZZONTALE) poi gratti un pochino gli ultimi 2/3cm della talea (la parte che dovrà radicare) in modo che esca la parte viva (quella umida), dopodiché la immergi negli ormoni. Prendi un vaso e riempilo con del buon terriccio leggero, fai un buco prima di mettere la talea (se infilassi la talea senza fare il buco, tutti gli ormoni scivolerebbero via dalla parte viva), infilacela e poi con le dita applichi qualche pressione verso l'interno in modo che la talea entri in contatto con il terriccio. Una volta fatto tutto, togli tutte le foglie tranne queste 4: La percentuale di riuscita non sarà del 100%, infatti i peperoncini sono abbastanza ostici da far radicare per talea, ma dovresti comunque avere buone chances di riuscita. Volendo potresti provare anche a fare una mini-margotta, che ha più o meno la stessa facilità di riuscita.
×
×
  • Create New...