Jump to content

Gordon Pym

Members
  • Posts

    204
  • Joined

  • Last visited

About Gordon Pym

  • Birthday 03/29/1976

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Provenienza
    Bari
  • Sesso
    M
  • Interessi
    Musica, lettura, scrittura, viaggi, cucina, pc e giochi "adventure", calcio , rugby, birra e vino....vita all'aria aperta!

Recent Profile Visitors

1,209 profile views

Gordon Pym's Achievements

Jalapeno

Jalapeno (3/11)

20

Reputation

  1. Salve a tutti, sono in possesso di semi di Goat's weed, Pequin, Indian Pc-1 e Joe's Long Cayenne (o simile), vorrei scambiare con qualcuno semi di Tarassaco, Maggiorana, Melissa, Rosmarino, Origano, Timo. A presto!
  2. Grazie a tutti ! vi terrò aggiornati! Margot porti anche i pepper a spasso? buona coltivazione a tutti Conte e Enrico, volevo solo dire che sia I semi di Jalapeno Mammoth , che quelli di Rocoto ...mi sono stati gentilmente regalati da Vulcano mai coltivati prima!
  3. Salve a tutti! Mi sono avvicinato al mondo dei pepper in modo del tutto casuale, la bellezza di 10 anni fa ormai e proprio grazie a questo sito straordinario di appassionati, che mi hanno non solo fatto incuriosire, donato semi, ma soprattutto che mi hanno insegnato letteralmente tutto quello che so su questo meraviglioso mondo della coltivazione indoor . Dal 2008 al 2012 ho coltivato e postato qui i risultati, ho provato decine di cultivar diverse. Poi c'è stata una pausa dettata da diverse ragioni, un tifone che ha sconvolto la mia vita e sul quale ovviamente non mi dilungo. Fatto sta che per qualche anno non ho coltivato nulla. Poi il vento si è calmato e l'anno scorso ho piantato due o tre semini senza grosse pretese, ma le soddisfazioni culinarie non sono mancate. Quest'anno ho deciso di ricominciare con qualche piantina in più, sempre senza pretese ma anche cercando di documentare un po' di più, quest'avventura ha dunque per me un sapore particolare per tanti motivi, è un po' una rinascita in tutti i sensi. Non potevo non ripartire da Peperonciniamoci, dove tutto è nato. Mi dispiace solo che molti degli utenti storici si siano allontanati con il tempo, ma si sa la vita è così. Ho deciso di piantare semini di annuum, la mia passione e in particolare - Acrata (Goats weed) - Pequin - Rocoto mini red (Gentilmente regalati da Vulcano che ringrazio ancora) - Jalapeno Mammouth (Leggasi i Rocoto) - Jalapeno Rossi e verdi (Gentilmente regalati da Burns - drFly che ringrazio ancora) - 2 Annuum che non sono riuscito ad identificare , che mi ha regalato il mio fruttivendolo, uno simil cayenna ma più lungo, e uno simile al pequin, proabilmente chiederò la vostra mano per capirlo) - tondo da ripieno Extra pepper - tomatillo - fagioli neri, azuki - pomodori nero di crimea - friggitelli. Alcuni sono ancora nell'incubatrice un semplice contenitore per vestiti richiudibile con le rotelle, al quale ho applicato sul fondo un rivestimento di polistirolo, sul quale ho attaccato con delle spille di ferro un cavetto riscaldante e che ho poi ricoperto di sabbia di fiume. Ho messo i semini in osmopriming (acqua e sale) per tre giorni, ho risciacquato abbondantemente e poi li ho riposti in un contenitore con delle salviette imbevute di acqua. Una volta che sono spuntate le radichette ho prontamente messo i semi in bicchierini di plastica con quattro bei buchi sul fondo , pieni di terriccio da semina. Ho poi ricoperto il tutto con un po' di vermiculite e pressato leggermente. Questo è il risultato. Come potete vedere alcune piantine si sono allungate un po' troppo, al limite della "filatura", perchè purtroppo hanno deciso di uscire dal terreno proprio in quei tre giorni nei quali non sono stato a casa per lavoro, ma basandomi sulle esperienze del passato, secondo me sono recuperabili. Di solito se voglio salvare qualcuna filata, quando le rinvaso la metto più sotto terra delle altre e di solito funziona, vedremo. Posterò progressi e foto delle altre piantine e del germ box quando posso A presto!
  4. Grande Teo in bocca al pepper per la nuova coltivazione!
  5. Benvenuto Alessandro e in bocca al lupo per la tua semina! Vedrai che ti appassionerai ai pepper e in generale all'esperienza della coltivazione (che sia indoor, outdoor , idroponica , in vaso ecc)
  6. Ciao Silvia, in Puglia negli ultimi anni c'è stato un recupero di alcune piante e legumi che appartenevano alla nostra tradizione culinaria (che è marinara, ma anche contadina) e che erano un po' scomparse dalle nostre tavole. Faccio un esempio, i legumi, la carne dei "poveri" di una volta : le cicerchie di Gravina che fino a 5-6 anni fa era un ricordo dei nonni, i ceci neri di Cassano Murge, le lenticchie verdi giganti di Altamura. Per fortuna oggi sono di nuovo reperibili. Mio nonno, almeno 20 anni fa, mi parlava sempre di un certo tipo di "carosello" che era letteralmente sparito dai mercati. Ci sono altre piante a rischio però (se non erro il Melone di Gallipoli e di Morciano, la carota di S. Ippazio, il fagiolino dall'occhio, credo ci siano alcuni progetti di salvaguardia della biodiversità, li troverai facilmente googlando.
  7. I miei paesi bassi non sarebbero d'accordo :sweat:
  8. Secondo me il seme pizzica eccome, poi la ragione precisa non la conosco. Una volta ho maneggiato e sciacquato dei semini di naga morich, dopo tre giorni in osmopriming in acqua e sale, quindi neanche più contatto con la placenta da parecchio tempo (la raccolta risaliva all'anno prima ed erano stati ripuliti per bene prima di conservarli). Per farla breve avevo i guanti e dopo mi sono lavato più volte le mani accuratamente. Dopo sono andato in bagno ....e ho visto le stelle nei paesi bassi.
  9. Si Teo ma poi alla fine sono germinati e mi hanno dato belle soddisfazioni quei cayenna gialli!!! li hai ancora? In bocca al lupo per la tua coltivazione , spero di leggerti sul forum con l'esperienza 2017
  10. Ciao Alf , ho dei semini di Goat's weed, Jalapeno orange, Thai orange, Pequin, Cayenna. Se ti interessano contattami in privato. Però poi mi aspetto che tu apra un bel thread qui sul forum sulla tua bella coltivazione e che magari il prossimo anno venga qui a scambiare regalare qualche seme, potrebbe andar bene? E' un'antica tradizione di peperonciniamoci
  11. Vanny lasciamo Vanna Marchi sull'isola arriva tutto perfettamente, non è il trasporto il problema, utilizzano buste particolari cartonate ed adatte al trasporto, all'interno c'è anche cibo che permette loro di sopravvivere per il tempo necessario. La larve sono esaurite perchè adesso non è periodo di coltivazione, credo riprendano la vendita a marzo ma ad ogni modo ci sono altri siti, ho postato quello per fare un esempio. Le larve crescono sulla pianta e non si muovono da lì, si nutrono di afidi, lo so per esperienza perchè un anno mi sono arrivate in modo del tutto naturale delle "Cryptolaemus montrouzieri " . L'avevo postato anche qui sul forum tanti anni fa. Nella coltivazione in campo alcuni contadini li usano e probabilmente il vento avrà portato sulle mie piante qualche coccinellide che hanno deposto le uova. PEr me l'esperienza è stata molto positiva, hanno letteralmente salvato le piante da colonie di afidi e cocciniglie che non riuscivo a sterminare con nessuno olio o intruglio. Certo qualcuna si allontanerà quando gli afidi diminuiranno, ma ripeto è una soluzione particolare e alternativa e di certo costosa , non lo metto in dubbio, ma con un suo fascino non da poco. D'altronde noi coltiviamo peperoncini proprio perchè siamo curiosi e vogliamo sperimentare, alcune persone spendono centinaia di euro tra lampade , terricci, idroponica (ed è ache giusto è una passione) quindi potrebbe anche starci una spesa del genere Se così non fosse potremmo risparmiare comprando piante dai vivai o qualche peperoncino dai supermercati. Ovviamente se si cerca una soluzione comoda e veloce , non è certo l'ideale, se invece si è curiosi e si vuole sperimentare un altro aspetto di questo bellissimo hobby, allora può essere un'opzione interessante.
  12. A me è successo molto spesso che le piante conservate in casa durante l'inverno si siano riempite in modo nefasto di afidi (più di quanto succeda in estate) mentre le piante rimaste fuori ne sono rimaste immuni. Probabilmente gli afidi depongono le uova quando finisce l'estate, e schiudono quando c'è caldo, in concomitanza con la crescita delle piante, una sorta di processo naturale che garantisca cibo per le larve. Processo che però viene sovvertito se teniamo le piante al caldo. Credo che la temperatura più elevata dell'interno delle nostre case le faccia schiudere anche durante l'inverno, e questo causa il proliferare di afidi sull'unica fonte di sostentamento per loro, mentre fuori con il freddo il problema non susssiste. Per ritornare in tema, una alternativa parecchio "particolare" al confidor ed ai vari olii antiafidi è l'allevamento di coccinelle per mettere in atto una vera e propria "lotta biologica", visto che sono un acerrimo nemico degli afidi, che divorano senza pietà. Capisco che non sia l'ideale per chi abbia 5-6 piantine sul balcone, ma per molti di noi seminare peperoncini è anche una piccola sfida, un modo di sperimentare un processo naturale come può essere la coltivazione di una pianta, quindi per i più "ardimentosi" questa potrebbe essere una sfida nella sfida e tutta naturale, inoltre molto interessante ed educativo per chi ha dei bambini, soprattutto in confezioni come questa . Qui potreste trovare delle larve e qui delle coccinelle adulte.
  13. Ciao DrFly! come ricordi non sono della tua zona ) però come terriccio da semina vorrei consigliarti il Potgrond H della Klasmann. Molti vivai ce l'hanno , in alternativa potresti contattare qualche rappresentante della zona, io l'ho comprato tempo fa a 7 euro per pacco da 70lt, è il migliore terriccio da semina che abbia provato. Su internet lo trovi a 12 euro circa.
  14. Ciao Teo!!! spero che ti ricordi di me!! io ricordo perfettamente i tuoi semini di cayenna gialli che mi hai spedito nel 2011 ) Mitico!! Non ho semi di carolina...ma se vuoi posso mandarti qualche altro seme di chinense o di annuum!
  15. Ciao Laura complimenti per l'ottima partenza, alcuni semini germinano prima degli altri, non demordere, io di solito mi do un termine di 15/20 giorni se non germinano in quell'arco di tempo li do per defunti. Comunque anche dopo aver spento il germbox, non butto quelli che non germinano. Li tengo vicini al termosifone, non si sa mai, in passato mi è capitato che un semino si sia risvegliato inaspettatamente.
×
×
  • Create New...