Jump to content

lorep

Members
  • Posts

    337
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Everything posted by lorep

  1. io a questa cosa del troppo sole non ci ho mai creduto...i miei stanno in un vaso nemmeno grandissimo su un tetto in asfalto e prendono sole diretto senza ombreggianti e ammennicoli vari da quando il sole sorge a quando tramonta, dai primi di giugno fino a che non muoiono per il freddo; irrigati con timer per 10 minuti la mattina presto e altri 10 minuti la sera tardi. Mai avuto problemi di raccolta o simili, anzi sempre ottime fruttificazioni. L'unica cosa a cui devi fare attenzione e a non bagnargli le foglie irrigando; il sole facendo effetto lente sulla goccia causa bruciature sule foglie. L'unica cosa che potrebbe dare fastidio alle tue piante è la presenza di un muro alle spalle; il calore irraggiato dalla parete combinato ad uno scarso ricambio d'aria potrebbe danneggiartele.
  2. Grazie, mi pare di intuire che sia un preventivo come il rame e non un curativo...
  3. ahaha grazie... diciamo che non mi piace molto come ho scitto il post, stile elenco puntato... a questo punto ne approfitto anche io... Lo Zolfo a cosa servirebbe e come si usa? non ho esperienza con questo trattamento...
  4. In vaso vengono bene i determinati tipo pachino o datterino ecc... Gli indeterminati arrancano un pochino ma vengono bene lo stesso...Il pomodoro è un pochino piu vorace di terra del peperoncino, quindi non meno di 30 cm di diamtero, pena raccolti scarsi. Io per i miei pomodori in vasi come subtrato faccio una miscela in parti uguali di terra di campo, terriccio (universale del re merlino), stallatico sfarinato e sabbia. Come concimazione seguo la stessa che uso per i pepper, concime ternario 20-20-20 per le prime fasi, sbilanciato sul potassio per quando sono grandicelli e con i fiori, dimezzando le dosi rispetto a quelle indicate. Il pomodoro vuole tanto sole, piu ne prende piu è contento, i miei stanno su un tetto assolato assieme ai peppers dalla mattina alla sera e non si lamentano I pomodori in vaso, vanno sempre messi con il tutore, che nel mio caso sono canne di quelle che crescono sugli argini dei fiumi. Via via che la pianta cresce la tengo legata ma non in modo serrata al tutore, in questo modo ingrossamenti del fusto sono compensati e la pianta non si "strozza" Per le varietà indeterminate, togli le femminelle altrimenti ti ritrovi un bosco; io via via che crescono tendo a togliere i palchi di foglie vicini al terriccio; l'umidità che sale dal terriccio si accumula se ci sono troppe foglie e possono svilupparsi funghi e altre avversità poco simpatiche: cerco di controllare questo aspetto trattando con il rame (ossicloruro) ogni volta che vedo che il blu sparisce dalle foglie; sospendo i trattamenti rameici qando iniziano ad esserci tanti fiori, perche il rame li fa cadere. Da quello che ho visto i pomodori sono piu soggetti a malattie dei peppers che in fondo non mi hanno dato mai grandi rogne. Irrigazione non saprei dirti, i miei sono in una zona molto assolata, tutte le sere gli devo irrigare altrimenti il pane di terra diventa un mattoncino. Quando pianti nei vasi grandi cerca di mettere la pianta come al centro di un imbuto, in questo modo l'acqua si accumulera verso il gambo della pianta. Questo perchè nel vaso il pane di terra tende un po a ritirarsi e l'acqua tende a scivolare nell'intercapedine che si crea tra il vaso e la terra ed uscire dai fori in basso piuttosto che inzuppare la terra. Per limitare la secchezza del terriccio in superficie, metto due/tre piante di basilico, che in consociazione con il pomodoro ci stanno proprio bene. L'ombra creata dal basilico non fa seccare esageratamente la terra, unico inconveniente, quando inizio il trattamento con il concime sbilanciato il basilico tende a fiorire dappertutto e devi stargli un po dietro a togliere i fiori, altrimenti le foglie ti perdono profumo. Spero di esserti stato di aiuto e scusa se sono un po' didascalico e sintetico ma sono un po' di fretta.
  5. quello in offerta dal "re merlino" (non so se si può dire, insomma insegna verde) che c'è in offerta in questi giorni... e una sottomarca della vigorplant, mi sembra che vada sui 3 euro per un sacco di quelli grandi da 50L. L'anno scorso, è andato bene per tutto fuori casa, dai fiori alle aromatiche e anche i pepper meno schizzinosi (annuum e qualche ornamentale). I terricci piu costosi gli ho usati per i chinense. Anche quest'anno l'ho ripreso, ho fatto scorta. Unica pecca, non ha un buon odore (puzza proprio di stallatico... )
  6. Io gli anni passati ne ho tirati su a coppie in vasi tondi 33x33 (25 litri). Gli annum (nel mio caso goat, aji e cayenna long) non hanno mostrato cedimenti e sono andati avanti come un treno...facevano a cazzotti con le chiome, ma non hanno sofferto dato che hanno prodotto un sacco. Invece i due naga, hanno sofferto un po' e compessivamente hanno prodotto poco di piu del terzo naga messo in un vaso uguale singolarmente...
  7. Ciaooo forum, e un botto che non mi facio sentire...vedro` di rimediare Ma veniamo a noi...l'hanno scorso non ho coltivato un piffero perche sono stato via dall'italia, mentre quest'anno vorrei ricominciare.... ho provato a fare un bagnetto in osmo e poi scottex ai semi dei miei goat risalenti ormai all'annata 2013, ma con una sola timida radichetta spuntata su una ventina di semi messi giu... non bene c'e` qualche anima pia che mi invia dei semini di goat's o acrata (se isolati meglio, ma non voglio fare lo schizzinoso )? se c'e` qualcuno in zona prato, potrei venire a ritirare anche a mano, altrimenti facciamo con il metodo della doppia busta come sempre.... sfortunatamente non avendo coltivato nulla di nulla non posso ricambiare con niente, dunque chi lo fa lo fa per amore capsico verso il prossimo ciao e grazie a tutti!!!
  8. Infatti se leggi bene gli ho consigliato di non usarlo in purezza!!! Sull'ottima qualità io non la penso così, lelio ha sicuramente argomentato meglio di me cos'ha che non va quel prodotto! Cmq non è raro veder scritto "ammendante" su un qualcosa che puó essere tranquillamente usato come terriccio, solo perche contiene compost o stallatico... Il terriccio che c'è ora in promo da leroy, tecnicamente è un ammendante, ma l'ho usato in purezza senza problemi, il fatto è che secondo me quello è proprio un terriccio scadente che io non userei nemmeno smezzato.
  9. il terriccio di re merlino l'ho comprato anche io l'anno scorso che tra l'altro costava anche meno... (a regola garba e lo fanno piu caro...ho visto gente con delle carrellate di terriccio che ci voleva il furgone per portarle via). Puzza di stallatico una roba bestiale, ma ci ho tirato su degli ottimi peppers (goat e thai orange) e degli ottimi peperoncini datterini! non l'ho usato in purezza perche avevo i vasi grandi e me ne sarebbe servito troppo ma mischiato a terra di campo e stallatico sfarinato in parti uguali (stallatico geolia che è roba vigorplant anche questa).
  10. Bhe per essere buono sembra buono, ma quoto bionatura, eviterei di comprare un terriccio scicchettoso marchiato x pepper, quando esistono ottimi prodotti che allo stesso prezzo vengono venduti in sacchi decisamente piu grossi... Io ho avuto ottime esperienze sia con il "Completo" e il professionale "VIV 10-22" della vigorplant, che con il "Vegetal Radic" di tercomposti... So che molti hanno avuto ottime impressioni dai substrati compo, ma per me sono troppo costosi, un sacco di terra per quanto buona 12 o 13 euro secondo me non li vale... specie se le alternative che funzionano ugualmente bene stanno sui 7-8.
  11. Ti linko una discussione che fa al caso tuo, c'è anche un mio intervento su quello che credo possano essere dei buoni criteri di scelta, non è assolutamente detto che sia vangelo o veritá assoluta... Sono solo my two cents per dirla all'americana... http://www.peperonciniamoci.it/forum/topic/21009-criteri-per-terriccio-da-semina/
  12. Non sono daccordo... Se deve essere un terriccio per il primo rinvaso, quella salinità è alta, troppo alta inutile girarci intorno...io personalmente mentre sono nei bicchierini non concimo mai le piante, proprio perche i nutrienti che il terriccio da semina ha, bastano e avanzano per lo meno fino al terzo giro di foglie senza bisogno di rinvasare e concimare. Poi per il rinvaso definitivo se ne può parlare, fermo restando che ritengo quel terriccio decisamente poco valido in quanto oltre alla salinità decisamente alta (per come sono abituato io secondo me troppo anche per le adulte), ha un ph troppo alto, destinato ad alzarsi ulteriormente con le innaffiature. Lo userei solo per quello che è, ovvero un ammendante, cioè roba che devi mischiare ad altro terriccio o terra di campo, ma non in purezza.
  13. PH troppo alcalino (dovrebbe stare tra 5.5 e 6), salinità elevatissima (dovrebbe stare intorno a 0.4 dS/m ) si salva il rapporto C/N, ma per me è no!
  14. tieni presente che il letame e carico in azoto e basta, io preferisco usere lo stesso metodo con la pollina che fornisce anche una buona dose di fosforo alle piante che come sai aiuta nella fase di fioritura/fruttificazione. la dose che uso io e circa tre pugni in 15 litri di acqua (un secchio bianco da vernice), lasciata a macerare circa una settimana prima di usarla, la uso una settimana si e una no.
  15. io l'anno scorso mi ero procurato dei vasoni neri molto grandi, e non volendo spendere un patrimonio di terriccio ho fatto un mescolone in parti uguali di terra di campo, terriccio e stallatico in parti uguali... Poi dentro a questi vasi ho messo due piante un goat e un thai orange, entrambe sono scesciute in altezza benissimo e hanno fruttificato molto. N.B Il terriccio post-svaso l'ho tenuto e quest'anno provero` a riusarlo per delle piante di pomodoro sempre in vaso!
  16. i pepper che ho messo in orto, vengono sempre benissimo, non ci trovo differenze con quelli in vaso... in vaso ho usato anche una miscela di terra di campo terriccio universale e stallatico sfarinato in parti uguali e sono venute bene anche loro!
  17. Io ho messo delle trappole fotocromatiche gialle e ci sono cascati in pieno...non faranno nulla ma non li voglio sulle mie piante!
  18. non saprei...probabilmente agli stessi che fanno i pozzi!
  19. Devi valutare bene la situazione...700 euro non son tanti e non son pochi...questo sta a te deciderlo... Ammettendo che i colleghi ingegneri abbiano fatto un buon lavoro di impermeabilizzazione del tunnel allora dato che sei ai piedi delle alpi, con torrenti e fiumi grossi vicino, direi che hai buona possibilitá di trovare acqua non molto in profonditá, e con una punta abissina forse te la cavi...
  20. marasco ti direbbe: ...a i'che tuttattaacchiii? a' i lilli di' lallo! (ok questa era da toscani! ) cioè vorresti farti fare un allaccio all'acquedotto comunale con contatore e tutto per uso irriguo? mi sa che non te lo fanno fare, molti comuni in estate addirittura vietano di annaffiare i giardini con l'acqua potabile! probabilmente un allaccio ad hoc per irrigare non sarà possibile senno tutti non scucirebbero millemila euro per fare il pozzo! cmq siamo nel mondo del se e del ma...fino a che non ci batti il muso non saprai mai la risposta bella o brutta che sia... p.s riguardando le foto... direi che c'hai un bel po da fare mi sembra un filino in disordine quel posto!!! (parlo per invidia, in realtà ne voglio uno uguale anche io )
  21. si interra a poche centinaia di metri...direzione Nord-ovest https://www.google.it/maps/@45.0304226,7.5967883,17z?hl=it
  22. il torrente sinceramente non lo vedo nemmeno io, forse magari è più un fosso... vedo che hai il treno che ti passa sotto praticamente... te ne eri accorto? non che sia un problema di per se, ma quell'interramento o l'hanno fatto veramente nel cristo e hanno impermeabilizzato l'inverosimile, oppure li da te la faglia è molto profonda cosa che li ripara dagli allagamenti dovuti a un innalzamento del livello; tieni presente che un sottopasso rotabile non è un sottopasso stradale, qua si va sotto anche di qualche decina di metri....
  23. abbastanza maluccio a dirla tutta...sono due quintali e passa con cui caricare le sospensioni in auto, mica noccioline, e poi con 1 metro di dislivello ci fai come il nonno alla nonna se non con dei gocciolatori, ma anche nell'ipotesi che tu faccia un impianto volante di aggancio devi aspettare che il gocciolamento sia finito, ci fai notte!!! se segui questa strada secondo me nel giro di una settimana te ne sei già stufato! non hai modo di verificare se ci sono pozzi nelle vicinanze e come sono messi a livello di profondità ecc..? Magari dicci dove sta questo orto, se in pianura, fondovalle, pedemontana ecc... giusto per avere un idea molto fumosa su che possibilità hai di avere la falda che affiora... Potresti anche provare a sentire in provincia all'ufficio concessioni se ti possono dire se in quella zona ci sono pozzi attivi e a che profondità
  24. http://www.idrogeologia.net/schede-idrogeologia/idrogeologia-teoria/pozzo/pozzo-fai-da-te.php qua trovi tutte le info che ti servono... tutti e due sono interventi da svariati mila euro... pensaci bene! se trovi acqua molto in superficie la punta abissina come giustamente consigliato e` quello che fa per te...
×
×
  • Create New...