Jump to content

Hot-Matteo

Members
  • Posts

    7,770
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    96

Everything posted by Hot-Matteo

  1. se metti i dischetti di torba piu' ravvicinati tra loro è il momento buono che filano, perchè tendono a sovrastarsi l'una con l'altra. di piantine filate ne vedo al massimo una o due, nella foto centrale. abbassa la luce a 15-20 cm dalle piante e risolvi il problema.
  2. ormai il peperoncino è un "businness" avanzato, ce li hanno dappertutto....anche se non ci capiscono una fava, hanno le piante da vendere...
  3. daje! tenetemi in considerazione, ma avvisatemi in privato, non leggo piu' il forum come prima.
  4. hai preso in considerazione l'ipotesi che il peperoncino è una pianta estiva, e in inverno potrebbe anche non sopravvivere? io non vedo malattie, a meno di qualche possibile patologia funginea alle radici, ma avresti altri sintomi.
  5. non necessariamente. 23-25 è la fascia ideale, sopra i 28 (e se non sei bravo a mantenerli puoi correre il rischio) cuoci i semi...
  6. grande mario.... non sono piu' un assiduo frequentatore del forum, causa mancanza tempo per lavoro,casa,famiglia....e .., famiglia, casa, lavoro... ma ogni tanto butto un occhio in sordina. qualcosina faro' anche io quest'anno, ma poca roba. un saluto, e buon divertimento....
  7. meraviglia!!! complimenti.... sembra facile coltivare una zucca, ma in realtà non lo è per niente! hanno bisogno di attenzioni.....e tanta acqua! complimenti!
  8. mi dispiace nico....non ero io.....anche se ho dei semi (cioè dei fagioli) della varietà "corona", che è abbastanza grande..... quello che mi manca è lo spazio!
  9. interessante! postate qualche foto se ne avete!
  10. .....sempre con molto beneficio del dubbio. se vuoi prenderli al supermercato, metti in preventivo che puo' nascere di tutto, come al contrario, venirti una pianta conforme. ....come del resto in tutte le cose....
  11. che svernino piu' facilmente rispetto agli altri è assolutamente vero, resistono parecchio, e mantengono sempre le foglie verdi e un bel portamento. il problema nasce dai colpi di vento, dalle cosi' dette "ventolate" forti e fredde di tramontana, che , come a tutti i capsicum, fanno veramente male...... i miei rocoto son morti dopo la tramontana fredda (parliamo di una temperatura percepita di meno 5-6-7 gradi)
  12. il gelo di questi giorni mi ha bruciato tutti i rocoto..... anche dalle mie parti, abitando al mare, il termometro è sceso parecchio sotto lo zero e insieme al gelido vento di tramontana.......mi ha fatto secchi tutti i rocoto. a questo punto.....non so neanche se ripiantarli. dalle mie parti epr avere una produzione ottimale bisogna aspettare il secondo anno di eta' della pianta.... e a dire il vero.... non mi va!!! staremo a vedere....
  13. a buon intenditor.......poche parole......
  14. producono pochissimi semi i suoi frutti. soprattutto col caldo, dove la pianta sembra appunto rallentare la produzione di semi all'interno dei frutti, per poi ricominciare quando il clima torna piu' moderato, ossia da tardo settembre in poi. non è questione di tenerli per noi, è che data la scarsità di semi e anche di conoscenza sulla pianta stessa, molte volte si preferisce ripiantarli per studiare le prossime generazioni. (e anche, accontentare qualche amico piu' stretto. ma veramente stretto.......)
  15. come diceva una pubblicità di qualche tempo fa.... " e io sono babbo natale!" nico.....il "sahara" è una trovata pubblicitaria. il mutante è nato in Islanda (mi pare, comunque nel nord europa) , da un coltivatore che un giorno si è trovato questa mutazione al candlelight....... ma qualcuno qui in italia lo ha fatto passare come "un prezioso regalo di un beduino di semi di origine e provenienza remota e sconosciuta...." per poi venderli a 10 euro a seme. tutti furbi. le mutazioni avvengono anche "spontaneamente". basta che qualche batterio intacchi la struttura del DNA di una pianta e se questa ha la fortuna di sopravvivere, produrrà semi con dna modificato. ecco il trucco. anche una semplice "VIROSI" puo' modificare il dna di una pianta.
  16. tieni a menet le tre cose principali. Luce - il piu' possibile (che sia artificiale o solare, ovviamente adesso a gennaio è solo artificiale) temperatura - diciamo sopra i 18 gradi per vedere almeno germinazioni o crescite, seppur lente) umidità - (parliamo di umidità, non di inondazioni.......)
  17. l'umidità la alzi anche solo vaporizzando acqua sulle pareti del lightbox o sul pavimento. è la temperatura che devi monitorizzare con un termometro......
  18. mi chiedo come sia l' IMPOLLINAZIONE......
  19. concordo.... aggiungo che : se non hai sistemi di riscaldamento alternativi (cavetti o quant'altro) verifica che le luci ti mantengano la temperatura. quando spunteranno i cotiledoni, mantieniti sui 15 cm di distanza luce-pianta
  20. non sono un esperto in materia, ma per quanto sia che 500 grammi di zucchero facciano prevenire il rischio botulino (vedi sito di fondazione veronesi, dove è scritto che confetture con piu' del 10% di zucchero, equivalgono ad un buon conservante contro la tossina), far bollire per 10 minuti mi sembra poco, perchè non fai evaporare tutta l'acqua di vegetazione contenuta dentro i frutti. questo fa si che si possano creare muffe o fermentazioni, che ti costringono a buttar via il prodotto. quindi, in teoria, dovresti valutare le varietà con cui fai la marmellata, non tanto "secche" , ma anche quelle un po piu' "carnose". io le mie marmellate le faccio bollire a fuoco molto lento per circa 1 ora.
  21. io son fermo a 15 kg netti..... non documentati, in quanto quest'anno ho rigenerato semi vecchi e mi son dedicato ai rocoto svernati....
  22. grazie enrico, ogni anno è un grande onore essere ospitati da voi. giornata memorabile di grande compagnia!! grazie ancora...
×
×
  • Create New...