Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'idroponica'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Comunicazioni
    • Scopo del forum - Norme di comportamento
    • Informazioni e Avvisi
    • Sei un nuovo utente? Presentati alla nostra community!
  • Esperienze di Coltivazione!
    • Foto Esperienze
    • Esperienze di coltivazione generali
    • Esperienze 2019
    • Esperienze 2018
    • Esperienze 2017
    • Esperienze 2016
    • Esperienze personali 2015
    • Esperienze personali 2014
    • Esperienze personali 2013
    • Esperienze personali 2012
    • Esperienze personali (altri anni)
  • Varietà e Specie di Peperoncino
    • Richieste e discussioni su specifiche Varietà di peperoncino
    • Identifichiamo le varietà
  • Problemi di crescita e sviluppo
    • Malattie e Problemi di sviluppo
    • La Farmacia dei peperoncini
  • Coltivazione del Peperoncino
    • La coltivazione in Terra e Vaso
    • Coltivazione Idroponica
    • Concimi
    • Terricci e Substrati
    • Area Tecnica e Fai Da Te
  • Cerco-Offro
    • Scambio semi/piantine
    • Gruppi di Acquisto
  • Ricette
    • Ricette piccanti
    • Barbecue
    • Le proprietà benefiche della capsicina
    • Effetti indesiderati della capsicina.
  • News ed Eventi
    • Mostre/Fiere/Eventi
    • Gare e Concorsi
    • News sul peperoncino
  • Discussioni libere
    • Discussioni in libertà
    • Le foto più belle
    • Altre coltivazioni

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Ruolo


Provenienza


Interessi


Vademecum

Found 11 results

  1. Buonasera a tutti ..sono samuele e con la mia ragazza ci stiamo avvicinando al mondo delle coltivazioni idroponiche. L'idea iniziale è quella di acquistare una piccola serra 5x6mt ed utilizzare dei vasi BATO( benne olandesi) per coltivare qualche specie di peperoncino inizialmente per uso personale /esperimenti vari. La serrà verrà installata in Puglia nello specifico a Foggia nella mia campagna. Passo subito a spiegare come vorrei realizzare il sistema e poi alle domande.. SISTEMA Il sistema sara composta da una pompa che spinge l'acqua dalla cisterna che attualmente utilizziamo per irrigare le piante (1000 lt) attraverso un filtro al osmosi per poi finire in una cisterna piccola da 100 litri( da valutare in funzione ai vostri consigli) in cui vorrei miscelare i nutrienti e installare il sistema di controllo. Il sistema di controllo sarà un piccolo plc siemens logo con connesse 2 sonde Ph e EC ed in futuro vorrei installare 3 pompe dosatrici per Ph- composto A e composto B. Nella cisterna da 100 lt saranno installate 1 pompa per miscelare l'acqua , 1 ossigenatore ( Serve? Se si da quanto? ) e una pompa di mandata verso i secchi Bato. I secchi saranno n20 divisi in due file da 10. Ora le domande.. 1) Dato che i secchi hanno 2 lt di riserva ...quanti litri di acqua conviene caricare nel sistema? ..100lt possono andar bene o sono troppi? 2)I secchi vorrei alternarli ..a che distanza li posso installare? 3)Insieme ai peperoncini posso coltivare altre piante usando la stessa soluzione? 4) In che periodo posso iniziare a prendere i semini ? Avrei altre mille domande da fare...pero preferisco un po per volta .. grazie in anticipo..
  2. Ciao Ragazzi, dopo anni di lavoro, ricerca e sviluppo vorrei presentarvi in assoluta anteprima il nostro prodotto, che risolve il problema della monitorizzazione/automazione idroponica per uso domestico (ma volendo anche per uso industriale) potete vedere tutti i dettagli sul sito www.nidopro.com
  3. Salve a tutti, Eccomi qui di nuovo a scrivere. Finite le feste ho deciso di muovere 2 piante di Naga Morich e 1 di Habanero Red (seminate da me ad inizio mese) in un impianto NFT piccolino, Primo dubbio, ho una pompa "cinese" da 800 L/h. Per 60 cm di impianto è troppo potente? nel caso faccio un riduttore fai da te. Seconda cosa, ai cinesi vendono le lampadine LED (classica lampadina da soffitto- lampada con i led attaccati ai lati). La più grossa che hanno è da 6W (circa 60W se comparata ad una alogena), 1000 lumen e 6500k (ovvero una luce fredda). Vendono anche la versione calda da 3000k. Secondo voi sono poche 3 lampadine posizionate una su ogni pianta? (se non erro gli intervalli sono 18/6 le prime 4 settimane e poi 12/12 fino a fine fioritura giusto?) Ho visto lampadine LED per la coltivazione indoor ma costano uno sproposito, volevo sapere se la situazione descritta sopra è una variante economica Grazie dell'interesse!
  4. Ciao a tutti! Eccomi qui che pongo a voi la mia prima domanda, spero che qualcuno possa istruirmi in questo campo. Premetto che ho letto molti post (qui e in altri forum, a volte anche stranieri), letto articoli su blog e visto video sul tubo ma non sono riuscito a venirne a capo. Nel mio progetto (quello in grande ) prevedo una coltivazione di circa 2000 ortaggi misti in aeroponica (credo ibrida). Leggendo in giro ho capito che ogni pianta ha bisogno di 3-5 litri di soluzione, quindi considerando il massimo avrei da gestire circa 10000 litri d'acqua. (giusto?) Inizialmente avevo puntato a concimi liquidi (floramicro e floramato della ghe) per alimentare le piante, ma facendomi qualche calcolo avrei bisogno di piu di 60 litri ciascuno cioè oltre i 600 euro in fertilizzanti. Tralasciando ovviamente prodotti per migliorare la qualità e la quantità nella fase di fioritura e fruttificazione. Quindi ho deciso di produrmi dei concimi partendo da prodotti che si trovano in commercio. Ho visto un video che mostrava una buona formula, il 4-16-36 + Mg con aggiunta di nitrato di calcio e microelementi. Il video in questione mostrava anche le percentuali dei vari prodotti per la realizzazione e fin qui nessun problema. Da questo ho appreso come leggere i fertilizzanti e come combinare insieme i vari prodotti per arrivare ad una formula precisa. Ho quindi deciso di produrre una "copia" del masterblend 4-18-38 (che in italia non si trova) ma non riesco a bilanciare correttamente i prodotti, ovvero mi finiscono i kg a disposizione. Faccio un esempio perché mi pare di non essere decisamente chiaro. 4% N - 18% P - 38% K partendo da questi elementi: Concime MKP {52% P2O5 & 34% K2O} KNO3 {13,7% N (nitrato) & 38,4% K2O} So che il fosforo lo ottengo solo dal MPK e quindi per fare 18% in 10 kg ho bisogno di 1,8kg di P2O5 ovvero: 1,8:52x100=3,461 kg MKP ottengo quindi: 3,461:100x34=1,177 kg K2O Ora, ho 1,177 kg di K2O e mi servono altri 2,623 quindi: 2,623:38,4x100=6,831 kg KNO3 <---------- E qui il primo problema Ottengo quindi: 6,831:100x13,7=0,936 kg N Primo problema, sommando i KG di prodotti necessari vado sopra i 10 kg quindi il primo rapporto sarebbe sballato giusto? Ovvero ci sarebbero 1,8 kg di fosforo in 10,292 kg di prodotto quindi il 17,49%. Come risolvo? Potreste spiegarmi per bene come fare un concime e come bilanciare questa formula (prendendo in considerazione i prodotti descritti sopra)? Altra domanda, in un video che ho visto il tipo dice di "correggere" il masterblend con il nitrato di calcio (15,5 N & 26 Ca) direttamente in acqua con un ratio 1:1 ovvero 10 grammi di 4-18-38 con 10 grammi di nitrato di calcio per rendere una soluzione 20-18-38. E' giuso il rapporto? Non si sballa il 4-18-38 diventando qualcosa tipo 20-9-18? Grazie mille, prego in una vostra illuminazione a riguardo perché ne sto uscendo matto
  5. Salve capsainomani.. è un piacere riscrivervi, si.. son passati un po' di anni ma la pausa è stata forzata e nn voluta. Preso dalla frenesia e dalla voglia di ricominciare ho deciso senza grandi nozioni di impostare al posto dell'orto un impiantino 'lol 130 piante' idroponico. credo si possa definire un nft ma.. nn ne sono certo. allego il link di youtube dell'impianto e vi chiedo, secondo voi può andare? https://www.youtube.com/watch?v=bA6keO-njMc aspetto desideroso consiglie e ovviamente critiche grazie un saluto a tutti quelli che si ricordano di me e anche agli altri
  6. Curioso di provare anche io la modalità in idroponica, ho cominciato qualche settimana fà con qualche piantina, che avevo fatto germinare in ritardo sui dischetti di torba. Inizialmente ho preso delle bottigliette d'acqua da 500ml, tagliata la parte superiore ho riempito il fondo di acqua e chillifocus con EC intorno ai 1,200 e girando la parte superiore, l'ho inserita nella soluzione poggiando sopra il dischetto di torba: I risultati sono stati positivi, quindi sono passato al cinese sotto casa, ed ho comprato un contenitore (per i panni), ed una pompa per gli acquari. Messi in combo con la vaschetta dei gelati di @giovanni1945, ed un paio di vassoi per la carne del supermercato di polistirolo, ho creato il mio personalissimo sistema simil ebb and flow: Dopo 6 giorni: Qui altre due settimane dopo: La pompa immette acqua per 15 minuti ogni 2 ore nella vaschetta del gelato che contiene le radici, che tramite l'incisione che ha in alto permette all'acqua di defluire nuovamente nella cisterna sottostante. A chiusura dei 15 minuti il tubo blu fà effetto "risucchio" e si riprende l'acqua rimasta nella vaschetta, lasciando solo un paio di dita d'acqua, tanto per non far morire di sete le piante. Per ora il contenitore nella parte "esposta" è chiuso alla bene e meglio lasciando ancora qualche spiraglio di luce e aria.. a questo devo porre rimedio, ancora non so come.. magari con della stagnola..
  7. Per chi ha una visione del peperoncino su scala industriale, lustratevi gli occhi con un impianto per la coltivazione di quasi 700 piante.
  8. Ciao a tutti, apro questa discussione perché, nonostante ce ne sia una dedicata al "petomato", cioè la coltivazione in una bottiglia con il metodo kratky, mi sembra che questo titolo sia più consono. Prima di tutto perché in questo caso non uso una bottiglia, ma un secchio da 5 L, e poi perché il nome effettivo del metodo è "metodo Kratky". Incuriosito dal sistema di cui si parlava, quello appunto di un'idroponica semplificata, senza pompe, senza ricircolo e quindi senza corrente, ho deciso di fare qualche prova. Questo sistema nasce come "avvia e dimentica", nel senso che secondo l'idea originale è un sistema privo di manutenzione, adatto a piante dal ciclo vitale breve, quindi insalate e simili. Pare funzioni molto bene con la lattuga. Secondo l'autore 4 L d'acqua sarebbero sufficienti a portare a termine il ciclo di una pianta di lattuga. Una volta finita la soluzione, si taglia l'insalata e si può ricominciare con una nuova pianta. Con qualche adattamento (ma non senza qualche rischio) si può tentare di effettuare anche dei piccoli rabbocchi e dei cambi totali di soluzione per tentare di coltivare una pianta a ciclo più lungo, come il peperoncino. Ecco qui sotto il mio "Peperoncino Merlino", così soprannominato a motivo del secchio della famosa catena. Dettagli: secchio da 5 L in plastica per alimenti vasetto piccolo con numerosi fori sul fondo riempito di agriperlite 4,5 L di soluzione nutritiva con concime idrosolubile NPK + microelementi, EC 1,5 mS/cm un pizzico di fibra di cocco per tenere parzialmente "tappati" i fori sul fondo del vaso, visto che la perlite ha una grana fine L'unica cosa che avevo dimenticato era il pH eccessivo dell'acqua del mio rubinetto (oltre 8). Ho potuto acidificare con l'unica cosa che ho trovato in casa, il succo di limone, che con 6 ml su 4,5 L di soluzione ha portato il pH a 6,5 circa. Spero che funzioni e che non faccia danni. Ho dei peperoncini che sono identici a quello che ho usato nel sistema idroponico Kratky (peperoncino diavolicchio calabrese) e hanno la stessa dimensione ma sono in fioriera. Sono curioso di vedere se ci saranno differenze nello sviluppo. Sempre che il tutto funzioni! A presto...
  9. Le fasi di costruzione e crescita delle piante del peperoncino piccante tondo da farcire, varietà Rodeo.
  10. Salve, sono un coltivatore amatoriale di Verona, utilizzo una serra autocostruita in legno, funzionale, a livelli quasi professionali. Adoro il piccante e per questo ho deciso di coltivare solo le varietà più piccanti al mondo sotto elencate, l'anno prossimo aggiungerò il sepia serpent. Trinidad moruga scorpion: detentore record 2013 Hp22b (carolina reaper): detentore record 2014/15. Ho iniziato la semina l'8 di febbraio nella mia serra autocostruita, dove ho montato ventole, impianto luci, ventilatore simulazione vento e circolo d'aria, luce rossa e blu lunare e serra autoriscaldata. Devo dire che al inizio i problemi sono stati veramente tantissimi, non cresceva niente e il metodo sand gel box si è verificato deludente, al contrario dello scottexbox che ha avuto dei risultati oltre ogni immaginazione, vicino al 90% dei germinati, inoltre si è verificato più producente l'osmopriming con camomilla, invece di acqua e sale... bhe.. questi sono i miei risultati a poco più di 20 giorni dalla semina, tra poco molte di queste piantine avranno il loro primo rinvaso, in vasi di 2 litri. Le foto del inizio del progetto: 08/02/2015 Video: 01/03/2015 ECCO DOPO IL RINVASO: 04/03/2015 Dopo 5 giorni dal Rinvaso e dopo solo 4 giorni dalla prima concimazione: 09/03/2015 15 giorni dopo la concimazione: 20/03/2015 Tutte le mie piante stanno crescendo basse e tozze! Muscle Plants! Dopo due mesi mi ripresento con le piante travasate in vasi definitivi 30x30, coltivate a luce solare naturale: 06/06/2015
  11. Ciao a tutti! a breve vorrei iniziare una coltivazione idroponica e mi sto documentando su internet sui vari sistemi esistenti. Leggendo le caratteristiche quasi tutti garantiscono dei tempi di raccolta inferiori ad una normale coltivazione in vaso, però questi dati non mi sembrano mai precisi e variano un po' da un sito all'altro. Ecco volevo chiedere a chi aveva già avuto esperienza con l'idroponica, quali erano stati i tempi di raccolta delle loro piante, giusto per avere un'idea. grazie mille buona giornata Massimiliano
×
×
  • Create New...