Jump to content

Mantenimento invernale


Recommended Posts

Saluti,

vorrei provare a mantenere in vita durante il periodo invernale, un paio di piante (habanero white e chocolate).

Premesso che non posso portarmele in casa per "divieto muliebre" e che le temperature invernali le potete trovare qui:

http://www.meteolecco.it/estranno.php.

 

Mi date qualche suggerimento?

Pensavo ad una micro serra da balcone, ma per le temperature? La luce non è un problema, in quanto posso garantire dalle 8.00 alle 15.00 luce diretta.

 

Grazie in anticipo

Link to post

è una bella domanda... piacerebbe anche a me provare a tenere qualche pianta per più di una stagione, solo che le mie sono interrate...

Posso rimetterle in vaso o rischio di devastarle? E soprattutto: a che temperatura minima devono stare in inverno?

Link to post
Messaggio originale di chocolateh

 

......

mi sa che l'unica è spostare i familiari sul terrazzo! :D

 

Ciao chocolateh,

Secondo me questa è la giusta soluzione.

Comunque a parte gli scherzi, alle vostre latitudini è molto difficile far svernare una pianta all'esterno, anche se riparata.

In genere temperature intorno allo 0° sono fatali.

Per annuum, chinense, frutescens penso che la cosa sia proprio da evitare.L'unica è metterle in casa in qualche angolo.

Se qualcuno ci vuole provare qualche speranza si può avere con i pubescens e le specie Wild.

Io ho avuto ottimi risultati con un Rocoto e un chacoense Baccatum Wild dinamo,

le piante hanno svernato all'aperto e riparate solo dalla pioggia e

grandine.

Però io sto parlando del Lazio e della zona costiera .

 

PS. Ho modificato la specie.A furia di chiamarlo chacoense finisce che lo diventerà veramente.

Link to post

Io sono di Padova e stavo pensando di utilizzare dei cavi riscaldanti da inserire dentro la serra, magari facendoli passare in mezzo ai vasi.

Se poi li colleghiamo a dei termoregolatori, dovremmo riuscire a mantenere, non dico 30 gradi, ma almeno 15 o 16 gradi.

A questa temperatura il peperoncino dovrebbe sopravvivere.

Ciao

Link to post

A questa temperatura il peperoncino sopravvive.

Ma dubito che la soluzione siano i cavi riscaldanti.

Con le temperature di Padova non riusciresti a far

salire la temperatura a 15° in una serra, a meno che non usi altri riscaldatori più grandi.

Se invece parli di una serretta piccola, anche se ci riusciresti devi fare i conti con la condensa che si

crea all'interno della serretta che facilmente creerà un ambiente adatto a muffe e funghi.

Per non parlare poi dei consumi di corrente.

Comunque è una esperienza da provare e valutare.

Link to post

Mah! Lecco, Padova.... qui a casa mia (vicino Cuneo) in inverno si raggiungono anche i -14, dubito quindi che nelle vostre citta cavi o non cavi si riesca a mantenere una temperatura "umana", quindi o si porta il tutto in casa o in ufficio oppure doh!

 

Ciao!

Link to post
Messaggio originale di dodox

 

Mah! Lecco, Padova.... qui a casa mia (vicino Cuneo) in inverno si raggiungono anche i -14, dubito quindi che nelle vostre citta cavi o non cavi si riesca a mantenere una temperatura "umana", quindi o si porta il tutto in casa o in ufficio oppure doh!

 

Ciao!

 

Suppongo anch'io si possa far poco, quello che mi ha fatto sperare per una soluzione positiva è che data la presenza del lago a mitigare i rigori dell'inverno, e vista l'esperienza di vari coltivatori di olivi da olio (più a nord di lecco, zona varenna si produce l'olio + nordico d'italia....) si potesse "convincere" le piantine a non morire. Benpensandoci pero la coltivazione in vaso presenta anche l'inconveniente di consentire salti di temperatura drammatici, sia in estate che in inverno.

Pazienza....

Ho in progetto un germination-light box, controllato da remoto via Internet.... forse nei prossimi 4-5 anni riesco ad assemblarlo java script:insertsmilie('????')

????

Link to post
Messaggio originale di dodox

 

Per convincere le piantine a non morire puoi provare a fargli fare un corso di ballo hehe heeh hehe heeh hehe heeh

 

java script:insertsmilie('hehe')

hehe

Link to post

io abito in calabria settentrionale, è una zona montuosa e il paese è a 600mt, ho 7 piante di habanero red in giardino ed inizio a preoccuparmi, so gia che se le lascio li tutto l'inverno...non arriveranno alla primavera quindi tanto vale rimuoverle con tutto il pezzo di terra anche se molto profondo e sistemarle in appositi vasi da mettere in veranda.

Morale: se si è sicuri che in giardino moriranno, rischiamo con il trapianto, almeno abbiamo qualche possibilità in piu.

Ciao

Link to post
Messaggio originale di paprikalabria

 

io abito in calabria settentrionale, è una zona montuosa e il paese è a 600mt, ho 7 piante di habanero red in giardino ed inizio a preoccuparmi, so gia che se le lascio li tutto l'inverno...non arriveranno alla primavera quindi tanto vale rimuoverle con tutto il pezzo di terra anche se molto profondo e sistemarle in appositi vasi da mettere in veranda.

Morale: se si è sicuri che in giardino moriranno, rischiamo con il trapianto, almeno abbiamo qualche possibilità in piu.

Ciao

 

Avrei fatto la stessa cosa

Teto

Link to post

Ma ne vale la pena? Voglio dire, poi la pianta a primavera riprende bene e fruttifica tranquillamente? Quant'è in realtà la durata della vita di una pianta di Habanero??

 

Comunque, io già ho paura che inizi a far freddo sul serio prima della maturazione... noono

Link to post

Mi sembra che sul forum qualcuno (non ricordo chi) habbia un abanero da tre anni.

Se cerchi sul forum si è già parlato di come far passare alle nostre piante il generale inverno. ;)

 

Ciao!

Link to post
Ma ne vale la pena? Voglio dire, poi la pianta a primavera riprende bene e fruttifica tranquillamente? Quant'è in realtà la durata della vita di una pianta di Habanero??

 

Comunque, io già ho paura che inizi a far freddo sul serio prima della maturazione..

 

guarda, se sei sicuro che non resisteranno all'inverno in gisrdino tantovale trapiantarle e metetrle dentro sperando che superino lo shock, qualche possibilità in piu di farcela ce l'hanno

Se tutto andrà ok certo che ne è valsa la pena, riprenderanno a dare i loro frutti anche la stagione sucessiva, ma devi curarle bene!

Link to post

3 o 4 gradi sono temperature intorno allo 0°,

quindi potenzialmente dannose.

Dipende ovviamente dalla specie di peperoncino,

se non si ha posto in casa, in qualche angolo,

è meglio lasciar perdere.

Considerando poi la velocità di crescita di queste piante in una annata, si potrebbe dire " a che serve " tanto crescerà comunque anche l'anno prossimo.

Io invece sono indirizzato a cercare quelle varietà

che superano l'inverno all'aperto.

In altri post ne ho già parlato.

Link to post

Scusate il messaggio inutile, ma devo addestrare il filtro di antispam di Yahoo, a non considerare i messaggi di notifica del forum, com bulk mail.

 

Comunque buone nuove!

Ieri sera mia mogli, con pasta aglio e olio, + 1 gambia intero (no semi, si placenta", ha affermato che le sembrava pasta "in bianco".

La sera prima con un jamaica yellow la stessa storia....

Finora ha trovato piccante solo il red-savina....

 

Mi sta surclassando! Meglio così, ho preso da nagaseeds, semi e frutti di dorset naga, per il prossimo anno, e sono più sereno sul fatto di riuscire a consumarli...

 

Ultima notizia/domanda: grappa al peperoncino: come si fa? con che peperoncini?

 

Grazie a tutti

Link to post
e metterle in garage?

se non ho capito male e' la temperatura sottozero che le uccide. quindi a 3 - 4 gradi, temperarura minima del garage dovrebbero farcela

 

tutte le piante hanno bisogno di luce, quindi s enon hai un garage che garantisca almeno qualche ora di luce te lo sconsiglio.

3-4°C in garage? e che garage è all'aperto? :D

 

 

Ultima notizia/domanda: grappa al peperoncino: come si fa? con che peperoncini?

 

qui in calabria esistono molte grappe al peperoncino, sulle bottiglie c'e comunque sempre stampata la foto della varietà a corno lungo.

Alcuni anziani che ho potuto contattare mi hanno detto che difficilmente troverò qualcuno disposto a darmi(e spiegarmi) la ricetta, bastardi!!!!!

Per quello che ne so io, ti posso dire che durante la lavorazione della grappa si mischia -appunto- la grappa con i peperoncini macinati(non in polvere!).Poi si scola in modo che non rimangano residui di peperoncini,ma solo il sapore.Non so altro.

Un altro metodo è quello di inserire dentro le bottiglie di grappa peperoncini interi in modo che col passare del tempo(anni) la grappa ne risenta prendendo così sapore e piccantezza.

Di solito vengono utilizzati grossi peperoncini a cornetto quelli lunghissimi(20cm) se ne mettono al max 2 ogni bottiglia.

Vengono utilizzati questi peperoncini per il semplice motivo che sono belli esteticamente.

Link to post

per magatz: grappa al peperoncino. Semplicemente metti qualche peperoncino nella grappa. Io ti consiglio di metterli al momento, lasciarli stare 5-10 minuti e levarli. Altrimenti rischi di ottenere una grappa effetto fuoco, soprattutto se il peperoncino e' molto piccante. Io uso degli habanero white o dei cherry bomb.

 

per paprikacalabria : ho detto 3-4 gradi al minimo, forse qualcuno di piu', ma insomma siamo su temperarure basse.

Link to post

Confermo quanto detto da qijah6 (un nick piu' semplice no ???hehe, tocca fare copia e incolla).

 

Per fare la grappa al peperoncino basta mettere dei peperoncini essiccati in una bottiglia di grappa.

La capsaicina e' solubile in alcool, quindi la grappa "estrae" principio attivo dai frutti.

Bastano pochi giorni per avere un effetto bomba, ma dipende ovviamente dalla varieta' di peperoncino utilizzato.

 

Io ho provato con un mix di habanero e ... sono riuscito a farmi mandare a quel paese (in veneto l'espressione e' pero un tantino piu' colorita) da un esperto di grappe abituato ad assaggiare di tutto e solitamente molto moderato nel linguaggio ...

 

La stessa bottiglia e' poi finita ad una festa organizzata da mio nipote (26 anni) e non e' piu' tornata ... ogni tanto incrocio qualche ragazzo di quella compagnia ... mi guardano male, non so' perche' ... hehe

Link to post
Messaggio originale di LoneWolf

 

Confermo quanto detto da qijah6 (un nick piu' semplice no ???hehe, tocca fare copia e incolla).

 

Per fare la grappa al peperoncino basta mettere dei peperoncini essiccati in una bottiglia di grappa.

La capsaicina e' solubile in alcool, quindi la grappa "estrae" principio attivo dai frutti.

Bastano pochi giorni per avere un effetto bomba, ma dipende ovviamente dalla varieta' di peperoncino utilizzato.

 

Io ho provato con un mix di habanero e ... sono riuscito a farmi mandare a quel paese (in veneto l'espressione e' pero un tantino piu' colorita) da un esperto di grappe abituato ad assaggiare di tutto e solitamente molto moderato nel linguaggio ...

 

La stessa bottiglia e' poi finita ad una festa organizzata da mio nipote (26 anni) e non e' piu' tornata ... ogni tanto incrocio qualche ragazzo di quella compagnia ... mi guardano male, non so' perche' ... hehe

 

Io mi sono preso una Nonino di buona qualità, molto secca, ho preso un cayenna, e tre calabresi, freschi, ho inciso la polpa, e li ho buttati nella bottiglia. Sono lì da una settimana...

Ieri l'ho provata.... digestione istantanea java script:insertsmilie(':D')

Big Smile :D

 

Penso che li lascierò in infusione ancora per una settimana...

Penso che proverò anche i peperoncini oggetto dell'infusione...

Devo pensare ad un dessert, sufficientemente "untuoso" e fresco da placare poi i bruciori....

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...