Jump to content

Urina umana come fertilizzante


sergio61

Recommended Posts

Mio nonno ai suoi tempi lo faceva già :smilies17:

 

 

In Uganda i contadini utilizzano urina umana come concime

 

Roma - L'urina umana sarà forse di nessun valore ai nostri occhi, ma i contadini in Uganda la utilizzano per la concimazione e la lotta ai parassiti delle loro piante. Il metodo è nato in un piccolo paesino e si è velocemente diffuso via sms in tutta la regione. Nessuna goccia di urina viene più sprecata. Tutta l'urina viene raccolta e conservata per un periodo di 28 giorni. Poi viene miscelata con acqua, rapporto 1:1. In seguito la miscela viene versata sul terreno dove si trovano le piante.

 

Lo scopo è quello di aumentare la fertilità della terra, in modo che le piante possano essere coltivate tutto l'anno. L'urina può anche essere utilizzata per irrigare le piante di banane: ciò le protegge dai funghi. A questo scopo l'urina viene miscelata con acqua, cenere e pepe rosso.

 

Anche in Messico l'urina viene utilizzata per la concimazione. Viene aggiunto un cucchiaio di terriccio per litro e in seguito si lascia fermentare. Quando l'urina presenta un intenso odore di ammoniaca, il concime è pronto per l'uso.

Link to comment

Mio nonno ai suoi tempi lo faceva già :smilies17:

 

 

In Uganda i contadini utilizzano urina umana come concime

 

Roma - L'urina umana sarà forse di nessun valore ai nostri occhi, ma i contadini in Uganda la utilizzano per la concimazione e la lotta ai parassiti delle loro piante. Il metodo è nato in un piccolo paesino e si è velocemente diffuso via sms in tutta la regione. Nessuna goccia di urina viene più sprecata. Tutta l'urina viene raccolta e conservata per un periodo di 28 giorni. Poi viene miscelata con acqua, rapporto 1:1. In seguito la miscela viene versata sul terreno dove si trovano le piante.

 

Lo scopo è quello di aumentare la fertilità della terra, in modo che le piante possano essere coltivate tutto l'anno. L'urina può anche essere utilizzata per irrigare le piante di banane: ciò le protegge dai funghi. A questo scopo l'urina viene miscelata con acqua, cenere e pepe rosso.

 

Anche in Messico l'urina viene utilizzata per la concimazione. Viene aggiunto un cucchiaio di terriccio per litro e in seguito si lascia fermentare. Quando l'urina presenta un intenso odore di ammoniaca, il concime è pronto per l'uso.

 

mmm... se oggi mi presento a pranzo con i miei e propongo a mia mamma di mettere un secchio in bagno così ch'io possa cagarci e pisciarci dentro, per poi spargere dopo 28 giorni il contenuto nel terrazzo, è la volta buona che fuori di casa ci finisco sul serio! :thumbdown:

Link to comment

mmm... se oggi mi presento a pranzo con i miei e propongo a mia mamma di mettere un secchio in bagno così ch'io possa cagarci e pisciarci dentro, per poi spargere dopo 28 giorni il contenuto nel terrazzo, è la volta buona che fuori di casa ci finisco sul serio! :thumbdown:

:smilies17: :smilies17: :smilies17:

Mio nonno ci si disinfettava anche le ferite quando era in campagna e non aveva altro :Sogghigna:

Link to comment

Più cassetta del pronto soccorso " portatile " di così, a parte gli scherzi quelli si che erano tempi,

e poi dobbiamo tenere rispetto per i metodi di una volta,, anche quelli fanno parte della nostra storia

e cultura,,, :smile062:

 

 

E′ importante sapere queste cose cosi da applicarle quando occorre :thumbsup:

Mica erano scemi :approva7: Siamo noi che ci stiamo abituando alla comodita′

Link to comment

E′ importante sapere queste cose cosi da applicarle quando occorre :thumbsup:

Mica erano scemi :approva7: Siamo noi che ci stiamo abituando alla comodita′

 

Non per andare fuori tema , ma sono convinto che ci ritorneremo a quei tempi,,,,prima o poi,,,

questa non è una minaccia, ma un invito a tenerci sempre " pronti "... :sleepgo_ron:

Link to comment

Mi preoccupa solo il rischio di trasmissione di malattie.

 

Io non me ne intendo, ma penso che durante il processo di fermentazione , ( se così si può dire )

che modifica la struttura chimica dei componenti , non dovrebbe forse abbattere anche la carica

batterica ? poi lostesso discorso allora, varrebbe per gli stallatici,altro dubbio malattie...

 

 

se una mucca viene trattata ad antibiotici c'è la possibilità che il suo letame sia zeppo di virus e composti chimici. Ampliando l'argomento ci sarebbe da discutere di un'inquinamento delle verdure da nitriti causato da un'eccesso di composti azotati associato ad una areazione del terreno. Suppongo che l'orto venga zappato e sarchiato. Quando l'ossigeno viene introdotto in maniera massiccia nel terreno si scatena una sorta di "smania" da parte dei batteri nitrificatori. In più eccessivi composti azotati possono influire negativamente sul reale trasporto dei nutrienti alle piante e, a lungo impoverire la "struttura" del suolo.

Link to comment

Io non me ne intendo, ma penso che durante il processo di fermentazione , ( se così si può dire )

che modifica la struttura chimica dei componenti , non dovrebbe forse abbattere anche la carica

batterica ? poi lostesso discorso allora, varrebbe per gli stallatici,altro dubbio malattie...

 

 

se una mucca viene trattata ad antibiotici c'è la possibilità che il suo letame sia zeppo di virus e composti chimici. Ampliando l'argomento ci sarebbe da discutere di un'inquinamento delle verdure da nitriti causato da un'eccesso di composti azotati associato ad una areazione del terreno. Suppongo che l'orto venga zappato e sarchiato. Quando l'ossigeno viene introdotto in maniera massiccia nel terreno si scatena una sorta di "smania" da parte dei batteri nitrificatori. In più eccessivi composti azotati possono influire negativamente sul reale trasporto dei nutrienti alle piante e, a lungo impoverire la "struttura" del suolo.

Più che altro i batteri e virus di vari animali non sono molto infettivi sull'uomo. Invece batteri e virus umani si trasmettono molto più facilmente. Leggevo su un libro di agronomia, che l'uso di liquami di origine umana può alzare notevolmente i rischi presenti già con liquami animali. Molti casi da infezioni da epatiti e salmonellosi arrivano da semplici insalate.

 

Per il discorso degli antibiotici il problema più grosso è nella filiera della carne. Ormai sempre più persone diventano insensibili a parecchi antibiotici per via della enorme quantità mangiata con le carni.

 

L'inquinamento da nitriti purtroppo è un problema serio ed è il principale motivo per cui si evita il lussureggiamento vegetativo nelle colture industriali.

Purtroppo dal fai da te non si può avere il controllo sui nitriti, ma di contro sappiamo anche che non mangiamo tonnellate di pesticidi (come nel prezzemolo commerciale, il quale raramente rientra nei parametri di norma). Sono i due lati della medaglia.

Link to comment

anche io ho usato l'urina (mia :smilies17: ) per disinfettarmi da tagli sulle mani,in campagna ed in macanza di altro!

se cercate su google "urinoterapia" potete vedere che in molti la usano anche per curare dermatiti e parecchi bevono la propria per prevenire malattie :wip41:

interessante questo uso come "concime" ... la prossima notte che rientro mezzo storto dalle birre una innaffiata gliela do e vediamo che succede :lol:

Link to comment

anche io ho usato l'urina (mia :smilies17: ) per disinfettarmi da tagli sulle mani,in campagna ed in macanza di altro!

se cercate su google "urinoterapia" potete vedere che in molti la usano anche per curare dermatiti e parecchi bevono la propria per prevenire malattie :wip41:

interessante questo uso come "concime" ... la prossima notte che rientro mezzo storto dalle birre una innaffiata gliela do e vediamo che succede :lol:

 

Se poi i peperoncini vengono su coi " baffi " sarà colpa tua, per averli innaffiati con la

" birra moretti ".. :Sogghigna:

Link to comment

Immaginatevi la scena:

 

Amici a cena venuti per assaggiare il vostro meraviglioso Chili con carne...

 

Buono eh?

Sì davvero, meraviglioso... i peperoncini sono eccezionali e saporitissimi!

Ci credo... ci piscio e cago sopra per fertilizzarli!

 

Secondo voi continuerebbero a mangiare???!!!!?!?

 

:Sogghigna::smilies17::smilies17::smilies17::smilies17::Sogghigna:

Link to comment

Immaginatevi la scena:

 

Amici a cena venuti per assaggiare il vostro meraviglioso Chili con carne...

 

Buono eh?

Sì davvero, meraviglioso... i peperoncini sono eccezionali e saporitissimi!

Ci credo... ci piscio e cago sopra per fertilizzarli!

 

Secondo voi continuerebbero a mangiare???!!!!?!?

 

:Sogghigna::smilies17::smilies17::smilies17::smilies17::Sogghigna:

:smilies17: :smilies17: :smilies17:

Link to comment

io penso che il rischio di malattie sia molto elevato soprattutto di questi tempi nel caso del concime "umano" e va ricordato che gli stallatici ad esempio provenienti da mucche(le quali sono state vaccinate contro le piu svariate malattie di norma) sono anche trattati in modo da eliminare ulteriori batteri

 

indi per cui eviterei molto volentieri di bisognare sui miei peppers :D

Link to comment

Alcuni scienziati finlandesi hanno scoperto come l’urina umana possa essere un ottimo fertilizzante, in grado di favorire la crescita soprattutto delle piante di cavolo. L’esperimento condotto ha preso in esame tre diverse piantagioni di cavolo. La prima è stata fertilizzata con concime convenzionale, la seconda con urina umana, il terzo lasciato crescere senza nessun additivo. La foto che vi proponiamo la dice lunga sull’impiego dell’urina come fertilizzante, dei tre gruppi di piantagioni è risultata di gran lunga quella maggiormente sviluppata e più resistente ai parassiti. Secondo i dati forniti, l’urina raccolta da una persone durante un anno basterebbe per concimare una piantagione di cavoli (circa 160 piantine) da 90 metri quadri. Rispetto a un concime tradizionale, la raccolta dei cavoli trattati con urina sarebbe di circa 64 chilogrammi maggiore, 256Kg nel caso in cui non si utilizzi nessun concime. Oltre ai cavoli sembra l’urina faccia un gran bene anche nella coltivazione dei cetrioli.

post-4665-0-07713500-1308670349.jpeg

Link to comment
:o questa per me è una novità :o ,è veramente bella...magari chissà...in momenti di magra... :huh: per fortuna la tecnologia è arrivata anche in agricoltura!! :approva7:
Link to comment

l'urina umano contiene azoto sotto forma di NH (quindi azoto ammoniacale) e ureico

inoltre ha una buon contenuto di K* sotto forma di ione (sopratutto quelli che prendono i diuretici!!)

tracce di proteine ph acido (intorno al 5/6) peso specifico intorno 1030

in teoria la pipi umana è sterile.... diverso per la popò che può essere oirigine di infezioni per via oro-fecale!!) ciò non toglie che ci sono anche infesioni delle vie urinarie nonchè parassiti che possono sfruttare la pipi come veicolo di infezione.

 

CMq non mi verrebe mai in mente di pisciare dentro ai vasi!!!

Link to comment

meno male che Sergio ed Enzima ogni tanto ci ricordano l'origine di questa discussione e che riccardo è troppo impegnato altrimenti ci avrebbe radiato dal forum come moggi dalla FIGC :smilies17:

dall'ultimo messaggio di Enzima comunque non sembrerebbe male e da come dice Sergio è gia' stata testata con buoni risultati!

mah... intanto facciamoci 4 risate poi magari quando un giorno il best seller dei fertilizzanti sarà il "giallo paglierino" ci ricorderemo di questa discussione! :smilies17:

Link to comment

:smilies17: :smilies17: :smilies17:

Piu che i vicini le vicine :Sogghigna:

Comunque si puo fare pure gli schicchignosi ma non oso pensare che cosa ci puo essere in uno stallatico nei terricci o in un concime universale :shocked15:

Link to comment

:smilies17: :smilies17: :smilies17:

Mio nonno ci si disinfettava anche le ferite quando era in campagna e non aveva altro :Sogghigna:

 

Non è tanto sbagliato: come è già stato detto dopo, a meno di infezioni in corso l'urina è sterile ed è dunque ottima pe rpulire le ferite in mancanza di altro. Può infettarsi dopo ma in situazionui di emergenza gli antichi ne avevano scoperto le proprietà.

 

Più che altro i batteri e virus di vari animali non sono molto infettivi sull'uomo. Invece batteri e virus umani si trasmettono molto più facilmente. Leggevo su un libro di agronomia, che l'uso di liquami di origine umana può alzare notevolmente i rischi presenti già con liquami animali. Molti casi da infezioni da epatiti e salmonellosi arrivano da semplici insalate.

 

Come non quotarti? abbiamo poi il caso dell'escherichia coli di questi giorni a testimoniare quanto dici.

 

Per il discorso degli antibiotici il problema più grosso è nella filiera della carne. Ormai sempre più persone diventano insensibili a parecchi antibiotici per via della enorme quantità mangiata con le carni.

 

E il bello è che la maggior parte delle persone non se ne rende conto e continua ad abusare di antibiotici: ci stiamo scavando la fossa ocn le mani. Di questo passo prima o poi si svilupperà un batterio resistente praticamente a tutto.

 

L'inquinamento da nitriti purtroppo è un problema serio ed è il principale motivo per cui si evita il lussureggiamento vegetativo nelle colture industriali.

Purtroppo dal fai da te non si può avere il controllo sui nitriti, ma di contro sappiamo anche che non mangiamo tonnellate di pesticidi (come nel prezzemolo commerciale, il quale raramente rientra nei parametri di norma). Sono i due lati della medaglia.

 

Grande quote.

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...