Jump to content

Concimi e concimazioni


riccardo

Recommended Posts

oggi ragazzi sono andato in un vivaio ed ho comprato due fertilizzanti :

 

1) COMPO Concime universale

COMPO Concime universale è il concime minerale liquido ideale per tutte le piante in vaso, in casa e da balcone. L’equilibrato rapporto tra gli elementi nutritivi e l’elevato contenuto di Azoto, Fosforo e Potassio assicurano uno sviluppo armonioso della pianta, rafforzando la sua resistenza alle avversità, una crescita forte e rigogliosa della parte aerea e radicale, e fioriture abbondanti.

 

Composizione:

Concime CE - concime composto

soluzione di concime NPK 7-5-6

con microelementi

Con Vitanica P3, biointegratore, un estratto di origine vegetale che facilita le funzioni svolte dalle radici migliorando l'assorbimento degli elementi nutritivi.

 

Modalità di impiego:

Agitare il prodotto prima dell'uso. Riempire il tappo dosatore fino al primo indicatore di livello ©. Diluire la quantità consigliata in 1 litro d’acqua e innaffiare. Concimare una volta alla settimana dalla primavera all’autunno, una volta al mese nel periodo invernale.

 

Confezione:

Flaconi da 500 ml Flaconi da 1 l Taniche da 2,5 l

 

 

2) Concime in polvere idrosolubile, contenente zolfo e magnesio, completo di microelementi. Adatto per la concimazione di tutte le colture orticole. Composizione: NPB 20-10-20 +2MgO+11,2S + microelementi.

 

 

 

Qualcuno di voi li ha già utilizzati ora non so però quale usare dei due opinioni consigli ??

Link to comment

Ciao a tutti, ieri ho comprato questi 2 concimi fogliari della Cifo:

 

Floral 20-20-20 (generico)

 

Floral K 12-5-35 (per la fruttificazione)

 

Qualcuno li ha usati o li conosce? Avete opinioni? Vale la pena di acquistare anche in Floral P 11-30-11 (per i trapianti credo)?????

 

Oltre a questi uso un concime in granuli per orto a basso titolo da mettere nel terreno.

 

:10_confused: :10_confused: :10_confused:

Link to comment
Ciao a tutti, ieri ho comprato questi 2 concimi fogliari della Cifo:

 

Floral 20-20-20 (generico)

 

Floral K 12-5-35 (per la fruttificazione)

 

Qualcuno li ha usati o li conosce? Avete opinioni? Vale la pena di acquistare anche in Floral P 11-30-11 (per i trapianti credo)?????

 

Oltre a questi uso un concime in granuli per orto a basso titolo da mettere nel terreno.

 

:10_confused: :10_confused: :10_confused:

 

 

Non sono esperto.. anzi chiedo sempre consiglio anche io.. ma penso che il secondo concime che hai indicato possa già bastare.

Le piantine hanno già i nutrimenti necessari per crescere nel terreno.. che poi integri con questo concime... secondo il mio parere saresti già a posto ed daresti una mano in più in fase di fioritura e allegagione.

 

Ma attendiamo i pareri dei più autorevoli del forum... :approva5:

Link to comment
Non sono esperto.. anzi chiedo sempre consiglio anche io.. ma penso che il secondo concime che hai indicato possa già bastare.

Le piantine hanno già i nutrimenti necessari per crescere nel terreno.. che poi integri con questo concime... secondo il mio parere saresti già a posto ed daresti una mano in più in fase di fioritura e allegagione.

 

Ma attendiamo i pareri dei più autorevoli del forum... :approva5:

 

 

Quindi mi consigli di non concimare prima dei fiori-frutti nemmeno con quello generico 20-20-20? :huh:

Link to comment
Quindi mi consigli di non concimare prima dei fiori-frutti nemmeno con quello generico 20-20-20? :huh:

 

Aspettiamo i veri esperti.. io ho intenzione di concimare..

ma secondo me potresti evitare spreco di soldi :special47: ed utilizzare solo quello più idonea per la fruttificazione dal momento che iniziano i primi boccioli... così la pianta ha già le riserve adatte...

ripeto.. attendiamo gli esperti ! :approva5:

Link to comment

Intanto grazie passione piccante per le risposte, ormai li ho già comprati questi due concimi, magari del 20-20-20 gliene do giusto un poco, male non credo che gli farà, invece l'altro solo dopo la nascita dei frutti per la loro crescita.

 

B) E intanto aspettiamo i frutti...

Link to comment

io sono un chimico, e dal lab ho ...preso in prestito...un sale di potassio e fosforo e un sale di potassio e azoto....li sto dando gradualmente alle piante e crescono bene....

però non potete immaginare la soddisfazione nell'andare oggi all'orto e spalare del bel letame da dare ai miei peppers...

Link to comment

Ragazzi, abbiate pazienza, ma purtroppo non ho il tempo materiale di sbolognarmi 12 pagine di thread.. ho provato a leggere le prime pagine ma non ci ho capito praticamente niente.. qualcuno potrebbe spiegarmi in sintesi dove devo recarmi per prendere del concime che vada bene per i peperoncini e che non sia "tossico" per me (che li mangerò)? Ma soprattutto, quando mi recherò a comprare il concime, cosa devo chiedere precisamente? Non vorrei dovermi recare a fare compere e ritrovarmi soggetti che non sappiano di cosa sto chiedendo xD Grazie!

Link to comment
Ragazzi, abbiate pazienza, ma purtroppo non ho il tempo materiale di sbolognarmi 12 pagine di thread.. ho provato a leggere le prime pagine ma non ci ho capito praticamente niente.. qualcuno potrebbe spiegarmi in sintesi dove devo recarmi per prendere del concime che vada bene per i peperoncini e che non sia "tossico" per me (che li mangerò)? Ma soprattutto, quando mi recherò a comprare il concime, cosa devo chiedere precisamente? Non vorrei dovermi recare a fare compere e ritrovarmi soggetti che non sappiano di cosa sto chiedendo xD Grazie!

 

se riuscissi a sbolognarti le 12 pagine capiresti tante cose .... con un po' di pazienza si ci arriva ....

io l'anno scorso mi sono sbolognato tutto il forum tanto era il desiderio di apprendere

 

chiedi di un concime per orticole ...e vai tranquillo :approva5:

Link to comment
io sono un chimico, e dal lab ho ...preso in prestito...un sale di potassio e fosforo e un sale di potassio e azoto....li sto dando gradualmente alle piante e crescono bene....

però non potete immaginare la soddisfazione nell'andare oggi all'orto e spalare del bel letame da dare ai miei peppers...

 

 

Anche io ho del letame, precisamente di cavallo. Ma il letame non è ricco quasi solo di azoto? Se ho ben capito non dovrebbe essere sufficiente da solo... e credo vada dato in anticipo visto che è lento nella cessione. Però non vorrei sbagliare. <_<

Link to comment

Soprattutto quello di cavallo va dato molto prima della messa a dimora o devi essere sicuro che sia sufficientemente maturo se no rischia di bruciare le radici.Da quello che ho lettto il letame di cavallo apporta NPK 0,7-0,3-0,6 circa

Link to comment

Compo per pomodori completamente naturale. Due cucchiaini da caffè per vaso un a volta alla settimana, ho piante sia di peperoncini sia di pomodori cariche di fiori e frutti. Consigliabile la somministrazione su piante già adulte, assia dai 25 cm di altezza in su, sennò si rischia di bruciare le radici. Ottimo.

Attenzione. Prodotto consigliatomi e utilizzato -made in Kirmen™- :special47: mica pizza&fichi

Link to comment

Ciao a tutti.

Volevo una informazione inerente la concimazione.

Sono andato da un produttore di uova, ed ho preso un po di sacchi di letame di gallina, lo ho messo al sole, dentro dei bidoni di plastica e coperto di acqua.

Appena le temperature si sono alzate ha cominciato a fermentare.

Oggi a distanza di almeno tre mesi, ha smesso di fermentare, ed il cappello di letame che prima galleggiava in superfice è sceso in basso.

Voi che dite è abbastanza maturo ?

Posso utilizzarlo per iniziare a concimare le mie piantine che ho rinvasato ( parte direttamente in campo, parte in vasi) almeno un mese fa?

Se si in quale dosi??

Io ho dato una prima dose ( 1/2 tazzina di caffè in 20 litri di acqua) per vedere che succedeva.

Oltre a questo oggi in un negozio mi è stato consigliato un concime NPK 20-20-20 con microelementi solubile in acqua.

Io avrei intenzione di fare un mese con il macerato di pollina ( 4 applicazioni, 1 a settimana) dopo di che usare il 20-20-20.

E' corretta come procedura?

Cosa mi consigliereste ?

Link to comment

mi sembra abbastanza buono per le piantine piccole

anch'io avevo della pollina in un recipiente scoperto e quest'inverno ci è piovuto dentro, qualche settimana fa ho preso il tutto e ne ho messo in abbondanza vicino alle zucche, almeno un kg a pianta!

poi con l'acqua con cui ho sciacquato il recipiente c'ho innaffiato peppers e mais, senza stare a pensare in che proporzione era...

non è seccato nulla, questo per farti capire che puoi anche aumentare le dosi!

 

per restare in tema di concimi, oggi ne ho comprato uno che aveva le proporzioni NPK che cercavo

è il fertileader 469 ma poi leggendo bene l'etichetta ho scoperto che è un concime fogliare!

che dite, si puoi utilizzare anche per irrigare o no?

Link to comment

Shiva in materia di concimi sono assolutamente analfabeta.

Comunque il tizio del negozio mi ha detto che questo concime da lui propostomi, si può dare sia sulle foglie, sia in terra.

Ho chiesto le dosi perchè le piantine sono ancora piccole, e vengono da un periodo di sofferenza dovuto ad eccesso di acqua.

La precedente esperienza che ho avuto con macerato di pollina, lo avuta coltivando il basilico.

Innaffiavo un giorno si ed uno no con acqua e pollina, ( 300-400 gr di macerato per 20 litri di acqua) mi è venuto fuori un basilico spettacolare.

Link to comment
  • 3 weeks later...

Ciao ragazzi posto qui per chiedere un parere su questo concime che ho comprato ieri.

 

E' della Fito x orto granulare, questa è la composizione.

 

NPK + Mg + C + S + Ca

 

7-7-12 + 2 + 7.5 + 15 + 12

 

Cosa ne pensate?

Link to comment

Ciao Roberto

 

Mi sembra buono, giusto un po' carente di fosforo per essere perfetto per la fase di fioritura/fruttificazione e forse un po' troppo ricco di calcio (ma dipende dall varietà che coltivi e dal terreno che se ha abbastanza torba acida bilancia correttamente la basicità) per cui occorre fare attenzione a eventuali sbalzi del ph.

Link to comment

Buongiorno ingegnere :D

 

HOPS HO SBAGLIATO!!! :Sogghigna:

NPK 5-7-12 il resto era corretto. L'ho preso per l'orto in generale, e magari se va bene lo uso anche per i peperoncini.

 

Mmmmm... dunque il terreno dei vasi è terriccio con aggiunto sabbia di fiume vermiculite torba e agriperlite, mentre nell'orto c'è un terreno piuttosto sabbioso, il ph non lo so.

 

PS ho delle cartine tornasole, come faccio a misurare il pH della terra?

Link to comment

Grazie...non mi capita spesso di sentirmi chiamare ing :smilies17:

Allora...resta il buono detto prima (anzi con la ocmposizione corretta mi piace coe concime).

Pe ril ph del terreno dei vasi non dovresti avere problemi la torba e gli altri componenti fungono da buon tampone. Per quello dell'orto...non saprei proprio.

E' possibile adoperare le cartine per avere un'indicazione di massima del ph del terreno ma non sarà molto precisa (va bene per vedere se è troppo acido e troppo basico..ti perderai le sfumature).

Il procedimento è un po' macchinoso ma cerco di descrivertelo al meglio.

Innanzi tutto devi procedere al campionamento del terreno.

Maggiore è il numero di campioni, maggiormente l’analisi darà un valore medio rappresentativo dell’appezzamento ma bastano un paio di campioni per l'orto ed uno per vaso.

Occorre scartare porzioni di terreno che presentino grandi anomalie.

Per la quantità di campione: deve essere la stessa per ogni campione per esempio, riempiendo un sacchetto delle stesse dimensioni (un sacchetto per ogni campione).

Profondità da cui prelevare il campione scarta i primi 5 cm di terreno e prelevane un po' tra 20 e 40 cm di profondità.

Miscelare i campioni prelevati, ottenendo un miscuglio omogeneo, dal quale prendere il quantitativo per l’analisi che sarà di mezzo cucchiaino da the di terreno da mettere in un bicchiere o in una provetta in cui aggiungere acqua (in quantità intorno ai 5/10 ml, quindi molto poca...adopera una banale siringa usa e getta). Per migliori risultati, usa acqua distillata. Agita il contenuto (terreno+acqua) per un minuto. Lascia la provetta in posizione verticale per 5 minuti in modo da permettere alle particelle in sospensione di depositarsi sul fondo.

Fatto questo, facendo attenzione a non smuovere troppo la "soluzione" metti la cartina tornasole e leggi il risultato.

Per inciso esistono (ma non li trovi molto facilmente ohimè) dei test liquidi per valutare sia il ph che il contenuto di N, P e K nel terreno molto più affidabili (li fa la hannah ad esempio): io ne ho uno che ho adoperato in un paio di occasioni e sebbene è uno sbattimento misurare grandezze tramite scala colorimetrica (il colore va letto in piena luce...e io sono anche un po' daltonico ^_^) devo dire che sono ababstanza precisi.

Link to comment

:special47: Indicazioni più che sufficenti per avere una buona indicazione di massima riguardo al tipo di terreno che mi ritrovo, stass quando torno voglio proprio provare. Un'ultima domanda magari idiota, ma aggiungendo acqua distillata che dovrebbe essere pH 7 non si tende ad alzare un valore acido piuttosto che abbassarne uno basico verso la neutralità (7 appunto)? Così giusto per sapere.

 

Per prodotti che virano colore meglio che lascio perdere, pure io ho qualche problema con le sfumature, per il test della durezza dell'acqua dell'addocitore di casa devo chiamare mia moglie... :Sogghigna:

Link to comment

Ahhhhhh 'ste chimiche e fisiche poco e male insegnate!!!

 

Allora quando tu misceli due soluzioni a ph diverso ovviamente le due soluzioni tenderanno ad equilibrarsi e di conseguenza il ph finale sarà una via di mezzo tra i due (una media pesata sul valore relativo alla concenrazione di ioni dell'una e dll'altra): questo è pacifico e sacrosanto.

Ma nel misurare il ph del terreno non puoi ragionare negli stessi termini perchè il terreno non è un liquido ma è una sospensione altamente densa di elementi in acqua. Se tu "allunghi" la sospensione con acqua a ph neutro se è pur vero che da una parte stai aggiungendo un elemento estraneo che altera il valore originario in realtà (col metodo che ti ho descritto) stai:

  • aggiungendo una quantità di liquido così piccola che influenza in modo molto limitato il valore iniziale (il valore di equilibrio raggiunto dal ph è una media pesata dei valori iniziali)
  • dando la possibilità ai sali in sospensione (quindi insoluti causa sovrasaturazione) di essere solubilizzati e quindi di alterare a loro volta il ph

Alla fine il bilancio va pressocchè in pari per cui l'alterazione indotta seppure presente non è rilevabile con metodi come quello che ti ho descritto.

Il discorso cambia se adoperi acqua con un suo valore di ph legato ad un elevato valore di ioni in soluzione (quindi acqua con valori elevati di conducibilità) dal momento che ai due effetti di sopra si aggiunge anche il così detto effetto tampone (da cui il consiglio di adoperare acqua osmotizzata).

Spero di essermi spiegato chiaramente.

 

In ogni caso siamo figli di Heisenberg e del suo principio di indeterminazione una cui formulazione dice che "è impossibile eseguire misure di qualsiasi genere in un sistema senza alterare lo stato che si vuole misurare"

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...