Jump to content

Concimi e concimazioni


riccardo

Recommended Posts

Prima di dediarmi ai pepper usavo una linea di integratori della Cifo... Sicuramente sarà molto difficile trovare la combinazione giusta ma credo che con un pó di pratica si possano ottenere ottimi risultati... Accetto consigli e pareri... Gli integratori sono sei confezioni diverse così composte:

 

AZOTO:

Azoto totale: 30%

Di cui:

Azoto nitrico. 7,5%

azoto ammoniacale. 7,5%

azoto ureico. 15%

 

POTASSIO

Soluzione NK 3-15

Di cui:

Azoto nitrico 1%

azoto ureico 2%

ossido di potassio K2SO4 solubile in acqua 15%

 

FOSFORO

Soluzione NPK 5-25-5

Di cui:

Azoto ammoniacale 5%

Anidride fosforica P2O5 solubile in acqua 25%

Ossido di potassio K2O solubile in acqua 5%

 

CALCIO

Chelato di calcio 30%

 

MAGNESIO

Ossido di magnesio MgO solubile in acqua 6%

Anidride solforica SO3 solubile in acqua 12%

 

FERRO

Di cui:

Ferro (Fe) solubile in acqua 6%.

Ferro (Fe) chelato con DTPA 6%

( Fe DTPA è stabile nell'intervallo di ph tra 2-7,5)

 

 

Che ne dite?

Ho due piante di Habanero di circa 40 cm ognuna in vaso di circa 35 cm...Non ho nessuna esperienza con questa pianta ma stanno nascendo tantissime foglie (sinceramente mi sembrano anche troppe) alcune un pó arricciate... E qualche fiore sta spuntando... Pensavo ad una combinazione di Potassio, Fosforo, Calcio in piccolissime dosi ma prima di fare errori chiedo a chi è piu informato... Grazie tante.

Link to comment

Scusatemi tanto ma ho scritto tutto con il telefonino e per errore devo aver cliccato "invia messaggio" prima di finire di scrivere... Se qualcuno può cancellare il primo ( e magari anche questo) mi fa un favore. Grazie e scusate ancora...

Link to comment

Grazie tante... Mi sarà molto utile e i prodotti sono proprio quelli ( con lo stesso foglietto illustrativo) anche se io pensavo di diminuire un pó la dose di Azoto dal momento che le mie hanno gia così tante foglie...

Link to comment

Scusatemi tanto ma ho scritto tutto con il telefonino e per errore devo aver cliccato "invia messaggio" prima di finire di scrivere... Se qualcuno può cancellare il primo ( e magari anche questo) mi fa un favore. Grazie e scusate ancora...

 

fatto :thumbsup:

Link to comment
  • 9 months later...

ragazzi,ho letto con molto interesse le 16 pagine di questa discussione e ho visto che molti usano il classico 20-20-20 per le loro piante.

ora sto cominciando a preparare il terreno per la stagione 2012.

tra qualche giorno comincerò ad ammendare il terreno con lo stallatico,il dermazoto e dell'organicap(concime a base di sangue secco,carniccio e farine d'ossa e solfato di potassio) con titolo 5-7-13.

in primavera comprerò per i campi dello slowenne 2-1-2 http://www.pacgro.co.nz/ProductDetails/40-0342.html

voi come lo vedete questo concime per i peperoncini?

Link to comment
  • 4 months later...

ciao,senti siccome che ho piantato un po tardino,mi sono nate 3 habanero red da 10 giorni,ho trovato un concime completo di azoto,fosforo,magnesio,potassio.ora le piantine sono piccoline posso gia usare un piccolo quantitativo di questo concime? posso usarlo questo prodotto che e mixato gia' ?

Link to comment
  • 2 months later...

mi sono spulciato un po di pagine di questo forum, ho visto che molti parlano di 10 10 30 o di 20,13,10 ecc... ecc.. che io mi ricordi per quello che ho appreso nella gioventù esiste per quanto riguarda le concimazioni la legge del minimo, nel senso che è assolutamente inutile abbondare con un tipo di elemento se un'altro manca o è minore, non so dico bene o male mi pare si tratti della legge di liebeg o del barile, o meglio detta la legge del minimo, non so quanto questo sia vero per quanto riguarda i peperoncini ma credo che valga per tutte le colture, cioe possiamo mettere azoto o fosforo o potassio o qualsiasi altra cosa in eccesso con dano magari al terreno e con il rischio di bruciare la piantina se magari manca solo del semplice magnesio o calcio, quindi penso che tutto dovrebbe essere proporzionato... corregetemi se sbaglio

Link to comment

mi sono spulciato un po di pagine di questo forum, ho visto che molti parlano di 10 10 30 o di 20,13,10 ecc... ecc.. che io mi ricordi per quello che ho appreso nella gioventù esiste per quanto riguarda le concimazioni la legge del minimo, nel senso che è assolutamente inutile abbondare con un tipo di elemento se un'altro manca o è minore, non so dico bene o male mi pare si tratti della legge di liebeg o del barile, o meglio detta la legge del minimo, non so quanto questo sia vero per quanto riguarda i peperoncini ma credo che valga per tutte le colture, cioe possiamo mettere azoto o fosforo o potassio o qualsiasi altra cosa in eccesso con dano magari al terreno e con il rischio di bruciare la piantina se magari manca solo del semplice magnesio o calcio, quindi penso che tutto dovrebbe essere proporzionato... corregetemi se sbaglio

In questo caso penso non valga molto... :11_confused:

In generale con N il pepper vegeta, con P fa fiori e con K giungono a maturazione.

I concimi troppo sbilanciati sono comunque rischiosi se non dosati accuratamente ma con dei concimi leggermente sbilanciati i risultati sono ottimi.

Sempre in generale, inizialmente un concime azotato aiuta a far sviluppare la pianta mentre, quando è pronta, un concime sbilanciato in fosforo e potassio favorisce l'allegagione e la fruttificazione.

Poi ci sono i microelementi senza i quali la pianta non cresce nel migliore dei modi (se non addirittura muore).

Link to comment

mi sono spulciato un po di pagine di questo forum, ho visto che molti parlano di 10 10 30 o di 20,13,10 ecc... ecc.. che io mi ricordi per quello che ho appreso nella gioventù esiste per quanto riguarda le concimazioni la legge del minimo, nel senso che è assolutamente inutile abbondare con un tipo di elemento se un'altro manca o è minore, non so dico bene o male mi pare si tratti della legge di liebeg o del barile, o meglio detta la legge del minimo, non so quanto questo sia vero per quanto riguarda i peperoncini ma credo che valga per tutte le colture, cioe possiamo mettere azoto o fosforo o potassio o qualsiasi altra cosa in eccesso con dano magari al terreno e con il rischio di bruciare la piantina se magari manca solo del semplice magnesio o calcio, quindi penso che tutto dovrebbe essere proporzionato... corregetemi se sbaglio

Nessuna correzione, dici bene tirando fuori dal cilindro la legge Liebig (che è lo stesso del dado :Sogghigna:)

Molto spesso si parla di rapporti NPK nelle proporzioni da te elencate, ma ciò non significa dare solo NPK alle colture che in effetti richiedono anche microelementi.

Uno dei fertilizzanti "ad hoc" per peppers difatti contiene anche micro-elementi ben specifici per questa coltura.

 

Probabilmente spesso, per semplicità, si vanno a specificare solo le proporzioni dei macro-elementi, ma la tua osservazione è corretta e pertinente.

I microelementi, anche se servono in quantità decisamente minori rispetto ai macro-elementi, rappresentano comunque una delle parti della botte della suddetta legge

:26:

Link to comment

mi sono spulciato un po di pagine di questo forum, ho visto che molti parlano di 10 10 30 o di 20,13,10 ecc... ecc.. che io mi ricordi per quello che ho appreso nella gioventù esiste per quanto riguarda le concimazioni la legge del minimo, nel senso che è assolutamente inutile abbondare con un tipo di elemento se un'altro manca o è minore, non so dico bene o male mi pare si tratti della legge di liebeg o del barile, o meglio detta la legge del minimo, non so quanto questo sia vero per quanto riguarda i peperoncini ma credo che valga per tutte le colture, cioe possiamo mettere azoto o fosforo o potassio o qualsiasi altra cosa in eccesso con dano magari al terreno e con il rischio di bruciare la piantina se magari manca solo del semplice magnesio o calcio, quindi penso che tutto dovrebbe essere proporzionato... corregetemi se sbaglio

Nessuna correzione, dici bene tirando fuori dal cilindro la legge Liebig (che è lo stesso del dado :Sogghigna:)

Molto spesso si parla di rapporti NPK nelle proporzioni da te elencate, ma ciò non significa dare solo NPK alle colture che in effetti richiedono anche microelementi.

Uno dei fertilizzanti "ad hoc" per peppers difatti contiene anche micro-elementi ben specifici per questa coltura.

 

Probabilmente spesso, per semplicità, si vanno a specificare solo le proporzioni dei macro-elementi, ma la tua osservazione è corretta e pertinente.

I microelementi, anche se servono in quantità decisamente minori rispetto ai macro-elementi, rappresentano comunque una delle parti della botte della suddetta legge

:26:

Link to comment
  • 2 weeks later...

ciao a tutti

sono nuova, e mi sono già presentata al gruppo;

Ho cercato di capirci qualcosa sui concimi ma mi sono arresa quasi subito; forse è più facile farvi una domanda, magari qualcuno si impietosisce e mi aiuta a districarmi!

a marzo abbiamo piantato, poi travasato vari tipi di semi; ora le piante stanno fruttando, alcuni frutti li abbiamo già raccolti; abbiamo sicuramente bhut jolochia forse degli habanero, poi caienna, cigliegini ecc. ecc; mio marito ha comprato un fertilizzante (altea biosang) che abbiamo usato ogni 15 gg abbiamo fatto bene?

alcune piante presentano foglie ingiallite non capiamo se da troppa acqua a da qualche carenza di sostanze nutritive; ho provato ad osservarle meglio mi sembra che l'ingiallimento sia progressivo, il verde lascia il posto al giallo per poi sparire del tutto e la pianta si ammoscia e perde vigore; sono interessata ad usare un prodotto bio anche perchè siamo grandi consumatori di peperoncino.. ditemi quale concime usare!

grazie, Gina

post-7491-0-61760500-1348746308.jpg

Link to comment

ciao a tutti

sono nuova, e mi sono già presentata al gruppo;

Ho cercato di capirci qualcosa sui concimi ma mi sono arresa quasi subito; forse è più facile farvi una domanda, magari qualcuno si impietosisce e mi aiuta a districarmi!

a marzo abbiamo piantato, poi travasato vari tipi di semi; ora le piante stanno fruttando, alcuni frutti li abbiamo già raccolti; abbiamo sicuramente bhut jolochia forse degli habanero, poi caienna, cigliegini ecc. ecc; mio marito ha comprato un fertilizzante (altea biosang) che abbiamo usato ogni 15 gg abbiamo fatto bene?

alcune piante presentano foglie ingiallite non capiamo se da troppa acqua a da qualche carenza di sostanze nutritive; ho provato ad osservarle meglio mi sembra che l'ingiallimento sia progressivo, il verde lascia il posto al giallo per poi sparire del tutto e la pianta si ammoscia e perde vigore; sono interessata ad usare un prodotto bio anche perchè siamo grandi consumatori di peperoncino.. ditemi quale concime usare!

grazie, Gina

Ciao Gina

per il futuro meglio aprire un thread apposito altrimenti se lasci i tuoi messaggi nelle discussioni generiche (come queste) potrebbero perdersi nell'oblio :thumbsup:

 

Dunque, Biosang è praticamente un forte azotato quindi ideale per le piante pluriennali alla ripartenza dopo lo svernamento oppure per le piantine in fase di crescita.

Se dato per tutto il ciclo limita fioritura ed allegagione, meglio dato ogni 3 settimane.

Se avete le foglie gialle (clorosi) potrebbe essere irrigazione troppo abbondante oppure un ph un po' sballato del terriccio.

Interromperei la fertilizzazione con il Biosang, e se volete rimanere sul Bio andrei su un liquido tipo il BioBizz.

Abbasserei la frequenza di irrigazione lasciando asciugare bene il terriccio: e poi vedrei che succede...

:thumbsup:

Il ph (se sballato) tende ad essere un po' troppo alcalino, quindi al limite usare un prodotto acidificante.

Link to comment
  • 5 months later...

Principali concimazioni del progetto <font color="red">DIVERSITAS</font>

 

Dunque facciamo un elenco delle principali che utilizzeremo:

 

- Letame compressato per preparare il terreno (nella coltivazione in campo)

 

- Concime "plant-starter" 10-52-10 (NPK) per attecchimenti, e reinvasi. Ditta PlantProd (per le prove in vaso)

 

- Concime "Compo-Agrosil" (in bustine da 50gr) formulato a base di silicati colloidali che agiscono sul terreno e permettono una rapida crescita delle radici e un assorbimento maggiore delle sostanze nutritive. (per le prove in vaso)

 

- Concime NPK 20-20-20. (proveremo anche il granulare)(per le prove in vaso e in campo)

 

- E poi abbiamo una lista definita di prodotti introvabili ma che vorremmo provare. Delle ditta ALBA MILAGRO:

 

KALEX

AMINOTON

TIOPLUS 36K

APICAL

POLYPHOS

 

se qualcuno conosce questi ultimi ci faccia sapere!

 

concime 20-20-20 devi sempre vedere se si tratta di anidride fosforica e ossido di potassio.... in tal caso non rispetterà assolutamente il 20-20-20 ! ;)

Link to comment

Ciao Zappaland..non ho capito il perche' della tua citazione..cmq grazie lo stesso! Se cerchi in giro nel forum potresti trovare molte info utili.

 

Ti consiglierei pertanto di utilizzare la funzione ricerca. Ti sara' di aiuto ;)

Link to comment

Ciao Zappaland..non ho capito il perche' della tua citazione..cmq grazie lo stesso! Se cerchi in giro nel forum potresti trovare molte info utili.

 

Ti consiglierei pertanto di utilizzare la funzione ricerca. Ti sara' di aiuto ;)

 

siccome mi appresto a coltivare per la prima volta peperoncini stavo facendo un giro nella sezione concimi e leggendo il tuo post ho notato quella che comunemente è la dicitura del contenuto del concime ma che non rispecchia la realtà! :)

 

mi spiego meglio: quando si dice 20-20-20 si è , erroneamente, portati a pensare che quel prodotto contenga 20% di azoto, 20% di fosforo e 20% di potassio. Questo è sbagliato perchè, secondo un d.lgs , in italia , l'etichetta del prodotto riporta il fosforo sotto forma di anidride fosforica (P2O5) e il potassio come ossido di potassio (K2O) .

 

Dunque avremo che un NPK 20-20-20 effettivamente è un NPK 20-8,6-16,6

 

Questo vale per tutti i tipi di distribuzione di NPK che potremo trovare in commercio. per sapere il vero contenuto di un fertilizzante basterà moltiplicare il valore riportato sull'etichetta di Px0,43 e di Kx0,83 lasciando invariato N.

 

:26: :26: :26: :26: :26: :26: :26:

  • Upvote 1
Link to comment

Si ma questa cosa dei "titoli" la sappiamo da tempo ormai, ma hai fatto bene a ricordarla :)

 

:D se riesco a ricevere i semi parto con tutto il necessario, luci artificiali, fertilizzanti fatti da me e tanto amore!! :Sogghigna: :Sogghigna: :Sogghigna:

Link to comment
  • 1 month later...

Ciao a tutti,

non volevo aprire un nuova discussione...ho visto che in questa si parla di concimi e nel dettaglio anche di quelli Grandiol della Lidl.

Mi sto accingendo per il primo anno a coltivare i grandiosi frutti piccanti in casa, li ho posizionati per ora accanto ad una grande finestra in attesa che qui a Torino il tempo si regolarizzi con temperature più alte.

 

Ho seminato un po di specie diverse con il metodo scottex, tra cui il Black Namaqualand (il mio preferito), Calabria, Black Scorpion Tongue, Orange Habanero e l'Infinity Chili. Ora sono un pò preoccupato che i Chinense abbiano abbastanza tempo per riuscire a fruttificare, soprattutto per questo sto pensando di aiutarli con qualche fertilizzante. In casa ho trovato un concime organico Grandiol liquido (l'etichetta cita: Organic Liquid Vegetable Plant Food) con un indice NPK 3+1,7(P2O5)+5(K2O), (3% azoto di cui 2,4 organico).

Che ne dite, potrebbe andare bene per i miei peperoncini?

 

Ne approfitto per un'altra domandina, alcune piantine sono alla prima coppia di foglie dopo il Cotiledone, altre un pochino più indietro...attendo la seconda coppia di foglie o posso cominciare in piccole dosi con il fertilizzante?

 

Grazie in anticipo a tutti per l'attenzione e il vostro aiuto.

Un saluto e W i Peppers!!

Link to comment
  • 4 months later...

Salve a tutti, ho comprato qualche mese fa delle piante di peperoncino, le vedo un po sofferenti in questi giorni sono gialle e perdono foglie. mi hanno consigliato di dargli un buon concime liquido e mi chiedevo se un concime con questa composizione andava bene.

Composizione azoto 6% fosforo 6% e potassio 6%.

Link to comment
  • 5 months later...

Per quel poco di esperienza che ho fatto io con i concimi, e per quello che si può leggere in giro, ci sono vantaggi e svantaggi con ambedue gli approcci:

 

NPK,vantaggi:

 

- è di immediata assimilazione, in quanto è costituito dagli elementi base di cui le piante necessitano

- gli apporti di minerali possono essere facilmente calcolati a partire dal titolo riportato in etichetta

- si può regolare con precisione la somministrazione nel tempo

 

Svantaggi:

- è molto facile danneggiare le piante se si somministra in quantità eccessiva. Le quantità consigliate in etichetta sono spesso eccessive. Con un errore grossolano si può addirittura uccidere la pianta.

- Hanno la tendenza all'accumulo nel terreno. Anche quando apparentemente la loro quantità è ben tollerata dalla pianta, se non si dilava il terriccio tra una somministrazione e l'altra, un piccolo accumulo di volta in volta porta ad una sedimentazione che diventa deleteria e porta al "nutrient lock", una situazione in cui la pianta non è più in grado di assorbire correttamente i nutrimenti dal terriccio.

- non sempre sono completi. Bisognerebbe preferire quelli che contengono anche i microelementi. Anche in questi, tuttavia, non sono compresi TUTTI i microelementi necessari.

 

Con il concime naturale (stallatico, compost, umus di lombrico, ecc..)è molto più difficile provocare un sovradosaggio letale. Il loro apporto è tuttavia meno immediato perché dipende anche dal grado di maturazione del concime e dalla composizione, che non sempre è così "precisa".

Il rilascio è più graduale nel tempo, quindi assicura una copertura più prolungata nel tempo.

 

Questo almeno ciò che ho potuto capire attraverso le prove sul campo e le letture.

  • Upvote 1
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...