Jump to content

Novità sui LED


Recommended Posts

ottime foto rendono bene l'idea!

adesso dobbiamo solo vedere come si comportano con le piantine piccole! :clapping:

secondo me si comporteranno + che bene.. forse questo link vi tranquillizzerà..http://www.plantlab.nl/4.0/ :clapping:

Link to post
  • Replies 87
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

secondo me si comporteranno + che bene.. forse questo link vi tranquillizzerà..http://www.plantlab.nl/4.0/ :clapping:

 

bene bene :clapping:

Link to post

io avevo costruito dei pannellini led con led rossi e blu ad alta luminosità ... però avevo messo pochi led blu e quindi fioriva la drosera e crescevano poco i peper.. mi pare che il blu e le frequenze intorno al blu servano per la crescita mentre il rosso e quelle intorno al rosso servano per la fioritura... si certo per fare una buona lampada a led servirebbe tutti gli spettri .... quindi tanti led diversi perchè i led hanno una frequesnza luminosa precisa... sarebbe sa provare se una lampada led con led bianchi da 10000K funzioni e riesca a dare tutte le frequenze giuste...

 

per i neon io consiglio i sylvania growlux per la crescita e i flora per la fioritura :D

Link to post

io avevo costruito dei pannellini led con led rossi e blu ad alta luminosità ... però avevo messo pochi led blu e quindi fioriva la drosera e crescevano poco i peper.. mi pare che il blu e le frequenze intorno al blu servano per la crescita mentre il rosso e quelle intorno al rosso servano per la fioritura... si certo per fare una buona lampada a led servirebbe tutti gli spettri .... quindi tanti led diversi perchè i led hanno una frequesnza luminosa precisa... sarebbe sa provare se una lampada led con led bianchi da 10000K funzioni e riesca a dare tutte le frequenze giuste...

 

per i neon io consiglio i sylvania growlux per la crescita e i flora per la fioritura :D

in teoria, il led panel che ho acquistato copre queste frequenze

Rosso 660nm, Rosso 630nm, Arancio 610nm, Blu 430nm, Blu 470nm

quindi "dovrebbe" essere in grado di coprire tutte le esigenze, dalla germinazione alla fioritura...ma ti saprò dire :approva5:

Link to post

I LED sono teoricamente ottimi ma validi solo per certi tipi di cultura....

Sono poco adatti a tutte quelle piante che necessitano di molta luce anche a metà fusto.

Il concetto è che il LED ha un consumo contenuto ma pecca in profondità di luce.

 

Per la semplice germinazione-crescità è perfetto se uno cerca piante basse e compatte. Quando però si deve illuminare anche a metà fusto-vaso, semplicemente perchè i peppers o i pomodori sono anche li allora la luce non ha profondità e si rischia di avere una perfetta maturazione sopra e frutti decisamente in ritardo sotto.

 

Neon-LED per piante compatte e che fanno frutti solo sulla sommità

HPS(fioritura/maturazione)-per piante che si allungano, che fruttificano anche in basso

MH(crescita)-per piante decisamente sviluppate anche nei rami secondari e bassi e pronte ad una fioritura corposa

 

Io uso queste basi :approva5:

Link to post
  • 2 weeks later...

È un peccato che gli strumenti siano tutti tarati in LUX ed i LUX dipendano dai lumen che non sono una misura lineare della potenza luminosa, ma adattata alla vista umana.

 

Ma dalla teoria sull'illuminotecnica e dalla fisica dell'ottica, non capisco perché due sorgenti diverse a pari potenza di emissione luminosa e con curve fotometriche identiche dovrebbero penetrare in modo diverso!

 

Se da un lato è vero che con una HPS arriva luce anche alle foglie basse perché penetra in trasparenza da quelle alte, è anche vero che la luce che vi arriva è filtrata dalle componenti utili! Se io uso la foglia come filtro luminoso lascia passare una piccola parte delle radiazioni non utili, ne riflette una grossa parte e per questo la vediamo verde, ma assorbe quasi tutte le radiazioni utili.

 

Alle foglie basse di radiazione utile ne arriva poca sia con i led che con le hps, poi che con le hps si percepisca più luce è un altro discorso. Il led emettendo solo radiazioni utili vengono quasi completamente assorbiti, infatti in mancanza di altre fonti luminose (solo ed esclusivamente LED) le foglie tendono al nero! Esattamente come quando con una lattina di coca cola andate in una stanza con led blu! La lattina si vede nera!

 

Le HPS fino ad ora sono state utilizzate solo per il loro alto rendimento di conversione!

 

Poi è ovvio che se uso tubi senza adeguati riflettori o led senza lente ottengo poca luce sulle piante, in quanto la maggior parte viene riflessa da eventuali pareti molto attenuate e solo una parte arriva direttamente.

 

Io dico solo per esperienza personale che tue plafoniere al neon con riflettori diversi e gli stessi precisi identici tubi montati, a 50 cm davano 890 LUX la prima e 1980 LUX la seconda, quindi più del doppio della radiazione luminosa a parità di sorgente. Questo non perché la prima plafoniera fosse una schifezza, ma perché non era adatta ad un utilizzo su piccole aree di lavoro. Non ha senso illuminare i muri se devo fare verifiche su un piano di riscontro!

 

Il significato di tutto ciò, è che non si può semplicemente banallizzare un discorso molto complesso con frasi come "Le HPS penetrano di più dei led". Prima bisognerebbe valutare quali tipi di LED, che rese in mW(Luminosi)/W(elettrici) hanno, che apertura hanno le lenti e se ne montano, se usano riflettori.

Insomma anche se le HPS sono quasi tutte molto simili, per i LED non vale lo stesso discorso e le differenze a volte sono abissali, addirittura su led dello stesso produttore.

 

La floodlight cinese per esempio produce dei faretti con led a matrice integrata per illuminazione convenzionale, ne ho visti personalmente almeno tre versioni apparentemente totalmente identiche e dello stesso produttore, ma con tre prezzi diversi. La differenza non si ferma al prezzo! Il più economico fa 680Lumen con 10W di consumo, il secondo 820Lumen sempre con 10W ed il più caro 1100Lumen sempre con i soliti 10W! Eppure a faretto spento è impossibile notare differenze sia nel led che nella struttura.

 

I led per illuminazione oscillano tra i 30 e 165Lumen per Watt.

 

Le lampade al sodio di qualunque marca oscillano tra i 120 e i 140Lumen per Watt, quindi la finestra è molto più ristretta.

 

La stessa differenza si ha anche sui led non per illuminazione, ma per utilizzi speciali. Solo che dovendo misurare una radiazione non centrata sulla vista umana, solitamente non si parla di Lumem/W, ma di mW/W che danno un idea di quanta potenza elettrica è convertita in potenza luminosa. In questi led la finestra si amplia ancora passando da 15mW/W a 320mW/W!

Link to post

grazie Marco :thumbsup:

quoto! :approva5: pongo un quesito: secondo voi come andrebbe costruita la lampada led ideale? cioè quali frequenze usare? e in che proporzioni? quanta potenza serve per garantire un irraggiamento ottimale per 1 metro quadro(anche se in parte dipende dal tipo di coltivazione, diciamo su una di peppers)?

Link to post

i fattori da considerare sono tanti, ad esempio ti serve per crescere 50 piantine dal seme o mantenere 2-4 piante in inverno? in media io userei, per un metro quadrato, almeno 90w. Questo è solo il mio pensiero purtroppo non ho avuto modo di testarlo!

per le prime tue domande leggi questa guida è molto ben fatta! piante e led

 

oltre i led elencati nella guida e come scritto in un altro post da xbomber, si potrebbero aggiungere arancio 612 nm

390 nm UV - 850 nm IR e led 10000°K per avere tutte le bande possibili.

spero di esserti stato d'aiuto, questo è tutto quello che so :lol: per il livello superiore chiedi a XB :)

 

ps: per costruire una fonte led servono dei diodi moooolto buoni (che costano!), ventole per dissipare il calore, resistenze etc etc. con il rischio che il risultato finale non sia molto longevo. valuta bene i costi :thumbsup:

Link to post

ma poi scusa fedetiki... non hai appena preso un pannello sonlight ?!! :11_confused:

:smilies17: si hai ragione, ho appena preso una led lamp e già penso a quello che farò il prossimo anno... intanto penso a questa: http://www.peperonciniamoci.it/forum/index.php?showtopic=15390 poi vedrò! grazie del link è molto interessante! mi servirà di sicuro per la prossima esperienza! e grazie del parere!

Link to post

:smilies17: si hai ragione, ho appena preso una led lamp e già penso a quello che farò il prossimo anno... intanto penso a questa: http://www.peperonciniamoci.it/forum/index.php?showtopic=15390 poi vedrò! grazie del link è molto interessante! mi servirà di sicuro per la prossima esperienza! e grazie del parere!

 

di niente! il forum serve a questo! ho gia' visto il tuo link, seguo con interesse il rendimento dei led sui peppers :)

un saluto!

Link to post

ma io mi chiedo... se le lampade hps hanno una gradazione di 10000°k allora per fare una buona lampada led basterebbe usare dei buoni led con discrete potenze come 20 watt o superiori che abbiano 10000°k senza adoperare altre bande...

 

 

ho trovato questo guardate..

 

http://www.newark.com/cree/xrewht-l1-0000-00d01/led-lamp/dp/08N6681

Le hps sono intorno ai 2100°K!

 

I 10000°K vengono usati dalle envirolite etc per ampliare lo spettro ed arrivare al PAR 100%.

 

La temperatura colore c'entra poco in quanto è il risultato di una media delle emissioni su tutto lo spettro visibile e non da indicazioni qualitative dello spettro!

 

Usando LED bianchi si perderebbe il teorico vantaggio dei LED stessi.

 

Oggi i LED non sono più preformanti delle HPS come radiazione emessa su watt assorbiti, i migliori che raramente si trovano sul mercato ci si avvicinano!

 

Il grosso vantaggio dei LED è proprio quello di ricostruire nel modo più fedele possibile lo spettro di assorbimento delle piante senza sprecare radiazione in bande non assorbite come accade con le altre lampade.

 

In questo modo a parità di rendimento in teoria dovrebbero surclassare qualunque lampada a scarica.

 

Dico in teoria perché riprodurre lo spettro dei vari carotenoidi non è così facile come riprodurre gli spettri di Clorofilla A e Clorofilla B (Ereditate dalla prima alga che popolò la terra ferma e progenitrice di tutto il mondo vegetale su terra ferma).

 

Senza dilungarsi ulteriormente il succo della questione è che i LED bianchi non servono quasi a nulla se non integrare poca luce su un largo spettro.

Link to post
  • 7 months later...

ho "riesumato" questo vecchio 3D per chiedere a tutti coloro che hanno usato i led un loro parere ...

allora? ^_^

Link to post

Per quanto mi riguarda, il pannello che ho comprato io è riuscito bene nell'intento della fruttificazione-maturazione, un po' meno per quanto riguarda la fase vegetativa.

Però ho ancora pochi dati per poter dare un resoconto preciso.

Certo è che se sale il wattaggio del pannello inizia a diventare un problema la gestione dell'umidità visto che le ventole espellono un considerevole quantitativo di aria calda.

Altro dato importante è la penetrazione e la distanza minimz dalle piante.

L'attuale luce le non ha un alto coefficiente di penetrazione soprattutto a basso wattaggio, forse poco più di una cfl a parità di potenza.

La distanza dalla pianta è vincolata all'angolo di lavorazione dei singoli diodi, più questo valore è alto e meglio lavora a maggiori distanze dalle piante.

Insomma, per ottenere un discreto risultato del pannello led diversi elementi vanno considerati, sicuramente il progresso tecnico potrà ancora molto per migliorarlo ma attualmente il costo non vale la candela.

Meglio una Hps che costa meno e convertire i soldi spesi nel le in bolletta enel.

Link to post

io mi sono trovato bene sia in fase vegetativa che in fioritura, però sono d accordo con neo sul prezzo ancora troppo alto.

avevo aperto un 3d dal titolo "cfl vs led" ma non sono riuscito a portare a termine l esperimento, penso di riprenderloo a settembre dopo il trasloco.

secondo me i led devono avere potenze da 3 a 10W per avere una buona penetrazione anche con lenti da 90/120°.

comunque tirando le somme se tornassi indietro farei ancora l acquisto.

Link to post

secondo me i led devono avere potenze da 3 a 10W per avere una buona penetrazione anche con lenti da 90/120°.

 

Dai, ti do una seconda possibilità, ritenta sarai più fortunato.

Link to post

da quello che ho visto il problema del led è la profondità che raggiunge a terra quindi si parla di lux non di lumen... ci vorrebbero lenti con un angolo di 10° o 15° in modo da concentrare la luce in un punto stretto, ma se poi la pianta ha bisogno del rosso e del blu e di tante altre gradazioni alla fine sommando tanti led il consumo arriverebbe molto vicino ad una normale lampada.... quindi tra il costo per ordinare i led il costo dell'alimentatore e il tempo per assemblare tutto .. conviene?? forse è una tecnologia che non è stata sviluppata bene per questo uso...

Link to post

forse è sfuggito qualche link da me postato riguardo la plantlab e alcune serre olandesi... e anche la mia esperienza aeroponica 2011/2012... la lampada la tenevo dai 20 ai 40 cm dalla pianta e mi sembra si sia sviluppata molto bene.. i miei led hanno un angolo di 120°.... secondo me a parità di w, è molto + prestante di una cfl, se si vuole portare una pianta da seme a frutto, tutto qui. :special47:

Link to post

grazie a tutti per le risposte :thumbsup:

 

da qualche giorno mi sta balenando l'idea di far svernare qualche pianta con un ufo led da 90w prettamente "vegetativo"

8 led blu ed 1 rosso...

 

grazie ancora :thumbsup:

Link to post

grazie a tutti per le risposte :thumbsup:

 

da qualche giorno mi sta balenando l'idea di far svernare qualche pianta con un ufo led da 90w prettamente "vegetativo"

8 led blu ed 1 rosso...

 

grazie ancora :thumbsup:

Per quanto tempo vorresti tenerle sotto i led a svernare?

90W per un lungo inverno (il termine di paragone è la stagione invernale dalle nostre parti) è una spesa non indifferente...ma conoscendoti, hai fatto bene i tuoi calcoli ;)

Qualche dettaglio in più della tua idea?

Link to post

Per quanto tempo vorresti tenerle sotto i led a svernare?

90W per un lungo inverno (il termine di paragone è la stagione invernale dalle nostre parti) è una spesa non indifferente...ma conoscendoti, hai fatto bene i tuoi calcoli ;)

Qualche dettaglio in più della tua idea?

 

vorrei potare le piante e rinvasarle nei vasi intermedi 12x12x13 o poco più grandi, praticamente come si fanno i bonchi da guida fatalii.net ;

userei il lightbox costruito quest'anno, metterei solo l'ufo led al posto del riflettore con le due CFL da 110W totali.

in base alle dimensioni del light-box (96x43) ne potrei mettere comodamente una decina in vasi più grandi oppure 24 nei vasi sopra citati, nel periodo inizio Dicembre - fine Marzo.

l'ufo led che dicevo sopra ha led blu-rossi in rapporto 8:1 con le giuste frequenze per mantenerle in vegetativa, costo intorno ai 150€.

il problema principale è che oltre questi 90W devo aggiungere i 100W del cavetto riscaldante più un 8W circa tra termostato e ventole varie, considerando che il LB è all'esterno sul terrazzo la spesa comincia a lievitare notevolmente :11_confused:

Link to post

vorrei potare le piante e rinvasarle nei vasi intermedi 12x12x13 o poco più grandi, praticamente come si fanno i bonchi da guida fatalii.net ;

userei il lightbox costruito quest'anno, metterei solo l'ufo led al posto del riflettore con le due CFL da 110W totali.

in base alle dimensioni del light-box (96x43) ne potrei mettere comodamente una decina in vasi più grandi oppure 24 nei vasi sopra citati, nel periodo inizio Dicembre - fine Marzo.

l'ufo led che dicevo sopra ha led blu-rossi in rapporto 8:1 con le giuste frequenze per mantenerle in vegetativa, costo intorno ai 150€.

il problema principale è che oltre questi 90W devo aggiungere i 100W del cavetto riscaldante più un 8W circa tra termostato e ventole varie, considerando che il LB è all'esterno sul terrazzo la spesa comincia a lievitare notevolmente :11_confused:

Il progetto è interessante, come giustamente dici la spesa "energetica" inizia ad essere importante (200W per diversi mesi non è da poco...).

Ci vorrebbe un pannello fotovoltaico che genera Idrogeno, stoccarlo ed utilizzarlo come fonte energetica per luce e calore.

Che dici, lo progettiamo? :)

Poi, con poco sforzo (e costo) controlliamo temperatura ed umidità del box (oltre a raccogliere anche i dati di produzione fotovoltaica ed Idrogeno) con un Arduino e via web ne controlliamo parametri e stato (via IPcam).

Dalla stessa interfaccia ovviamente sarà anche essere possibile la variazione dei valori di controllo della temperatura e della umidità relativa.

Dimenticavo il controllo di funzionamento delle ventole con relative prestazioni in giri per minuto.

Ciliegina sulla torta, rilevatore di CO2 per apertura/chiusura della ventilazione forzata.

 

Cerchiamo uno sponsor e facciamo il primo LbOS ? Lightbox Open Source B)

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...