Jump to content

Effetto venturi per concimare vasi!?


Recommended Posts

Spiego: ho installato un impianto di irrigazione utilizzando 50 metri di tubo a cui ho fatto manualmente i buchi dove ho inserito i gocciolatori (totale 50 gocciolatori). il tutto per irrigare solamente piante in vaso, su un balcone.

 

Problema: vorrei ora fare in modo di concimare con concime liquido questi vasi in modo automatico, immettendo ogni tanto nell' impianto la giusta dose di concime..... esiste un modo per farlo?mi era venuto in mente il principio di Venturi..... ma funziona? come lo sfrutto? e il concime si distribuirà uniformemente su tutti i vasi? spero di essermi spiegato.....! Attendo speranzoso suggerimenti su come fare!

 

Grazie!

Link to post

Spiego: ho installato un impianto di irrigazione utilizzando 50 metri di tubo a cui ho fatto manualmente i buchi dove ho inserito i gocciolatori (totale 50 gocciolatori). il tutto per irrigare solamente piante in vaso, su un balcone.

 

Problema: vorrei ora fare in modo di concimare con concime liquido questi vasi in modo automatico, immettendo ogni tanto nell' impianto la giusta dose di concime..... esiste un modo per farlo?mi era venuto in mente il principio di Venturi..... ma funziona? come lo sfrutto? e il concime si distribuirà uniformemente su tutti i vasi? spero di essermi spiegato.....! Attendo speranzoso suggerimenti su come fare!

 

Grazie!

anch'io ho letto di questo sistema venturi. sono curioso anch'io di sapere cosa ci diranno i più esperti :thumbsup:

Link to post

il fatto è :

 

- se vuoi usare il concime liquido, non durera' molto (o almeno dipendera' dal contenitore che userai) e poi c'è il problema della "diluizione" che varia col passare del tempo

 

-se vuoi fare una concimazione diversa per diverse piante la cosa si complica..

 

 

se vuoi ti racconto il mio esperimento..

 

il contenitore deve essere ben resistente in quanto le pressioni all'interno aumentano e non poco, per questo ho scelto una bottiglietta di cocacola(plastica spessa e tappo resistente) , ho fatto due fori , ci ho messo un gommino da bagno dentro ognuno (quelli con profilo ad " L" per intenderci) poi a forza ci ho inserito due pezzi di tubo dei gocciolatoi( la mia prova l'ho fatta usandolo su una sola pianta) uno dei quali arrivava quasi a fondo mentre l'altro rimaneva piu' in alto(ho messo un piccolo rubinetto sul tubicino che entra nella bottiglia in modo da regolarne il flusso e non far scoppiare la bottiglia);

 

versavo una dose di "ONE" dal tappo (non ho trovato la dose ideale in quanto ho rinunciato subito) poi quando partiva l'irrigazione l'acqua entrava nella bottiglia e veniva "spinta" in uscita insieme al concime.

 

contando che volevo fare una brutta copia di quel barilotto che vendono online (che pero' si attacca al tubo principale e non al capillare)contando che anche quel barilotto ha diversi problemi ho capito diverse cose:

 

- semmai ci riprovero' non lo mettero' sul tubo capillare ma direttamente ad inizio circuito

 

-provero' uno di quei sistemi che si usano per dosare i sali della caldaia

 

 

 

saluti!

Link to post

il fatto è :

 

- se vuoi usare il concime liquido, non durera' molto (o almeno dipendera' dal contenitore che userai) e poi c'è il problema della "diluizione" che varia col passare del tempo

 

-se vuoi fare una concimazione diversa per diverse piante la cosa si complica..

 

 

se vuoi ti racconto il mio esperimento..

 

il contenitore deve essere ben resistente in quanto le pressioni all'interno aumentano e non poco, per questo ho scelto una bottiglietta di cocacola(plastica spessa e tappo resistente) , ho fatto due fori , ci ho messo un gommino da bagno dentro ognuno (quelli con profilo ad " L" per intenderci) poi a forza ci ho inserito due pezzi di tubo dei gocciolatoi( la mia prova l'ho fatta usandolo su una sola pianta) uno dei quali arrivava quasi a fondo mentre l'altro rimaneva piu' in alto(ho messo un piccolo rubinetto sul tubicino che entra nella bottiglia in modo da regolarne il flusso e non far scoppiare la bottiglia);

 

versavo una dose di "ONE" dal tappo (non ho trovato la dose ideale in quanto ho rinunciato subito) poi quando partiva l'irrigazione l'acqua entrava nella bottiglia e veniva "spinta" in uscita insieme al concime.

 

contando che volevo fare una brutta copia di quel barilotto che vendono online (che pero' si attacca al tubo principale e non al capillare)contando che anche quel barilotto ha diversi problemi ho capito diverse cose:

 

- semmai ci riprovero' non lo mettero' sul tubo capillare ma direttamente ad inizio circuito

 

-provero' uno di quei sistemi che si usano per dosare i sali della caldaia

 

 

 

saluti!

 

No la mia idea era di concimare le piante tutte alla stessa maniera, con un concime universale.... per la durata non ci sarebbe problema: metterei la giusta dose nel circuito solo una volta ogni tanto (magari una volta per settimana) lasciando che l' impianto irrighi con sola acqua il resto dei giorni.

Il tuo esperimento è interessante, se ho capito bene hai messo il concime nella bottiglia e hai fatto in modo che l'acqua passasse nella bottiglia per raccogliere il concime... però non un impianto più grande mi servirebbe qualcosa di più facile e sicuro funzionamento.

Per esempio: se io attacco all' inizio dell' impianto un capillare che dal tubo principale va in un serbatoio posto sopra al tubo....cosa succede? l'acqua dell' impianto va nel serbatoio o il concime messo nel serbatoio va nell' impianto piano piano?

Link to post

sfrutti la stessa soluzione mia , ma con dimensioni maggiori

 

io ho cercato di prendere spunto da questo

 

fertirri.gif

 

che vendono cosi'

 

121px200_0000.jpg

 

 

pero' ti ripeto, secondo me con questo metodo la concimazione è mooooooo(oooo)lto sommaria, cioè tu inserisci il concime liquido nel contenitore che inizialmente avra' una certa concentrazione, appena entra l'acqua la concentrazione cambia inoltre parte del concime esce..quindi ,forse, la prima irrigazione avrai la concimazione prevista, dalla seconda in poi sara' una soluzione molto diluita anche se sempre concimata.

 

se vuoi fare una cosa fatta bene prova a cercare uno di quei dosatori " professionali" che hanno la forma del dosatore dei sali della caldaia..oppure sperimenta un concime idrosolubile nel dosatore della caldaia stesso

 

dosatore-polifosfati.jpg

 

questa è la "professionale"

 

di16.gif

 

 

hola!

  • Upvote 1
Link to post

-provero' uno di quei sistemi che si usano per dosare i sali della caldaia

 

Questo sistema funziona con un prodotto in forma solida ( i sali per la caldaia).

I punti di arrivo potrebbero essere sostanzialmente due.

1) un punto di immissione nel circuito da cui aggiungere manualmente il concime liquido

2) una centralina in cui aggiungere il concime non diluito e dosarlo poco per volta nell'impianto.

 

Innanzitutto, ti consiglio di usare concimi per idroponica per evitare di ostruire il circuito di irrigazione.

Per la soluzione 1 avevo trovato questo

http://cdn.gardena.com/dimage.axd/productLarge/ga210-0637/800x500/dosatore-per-concime-1faddac2.jpg

compatibile con strutture Claber ecc. ecc..

 

Per la 2 è un po' più complesso, girovagando per la rete avevo trovato un video dove un tizio si era autocostruito un dosatore utilizzando una pompa ad intermittenza tipo quelle delle macchinette del caffè (per capirci).

In questo caso la soluzione era più complessa ma fattibile.

Se ti interessa posso recuperarti il link del video sul tubo :thumbsup:

Link to post

fertirrigare senza conoscere ec e ph di quello che si da è sicuramente da evitare

Link to post

fertirrigare senza conoscere ec e ph di quello che si da è sicuramente da evitare

 

Bella l'idea, interessante il principio fisico (il tubo di venturi è un mio vecchio amore d'università vista la varietà di applicazioni pratiche dello stesso) ma solo quest'affermazione (che attendevo da subito) tira fuori IL PROBLEMA.

Se costruire un sistema di rilascio programmato di nutrimenti non è poarticolarmente difficile i punti nodali da tenere in considerazione sono due:

  • garanzia di ottimale funzionamento (sensato al riguardo il suggerimento di adoperare fertilizzanti per idro: aggiungo di scegliere con oculatezza perchè i depositi salini sono sempre dietro l'angolo e sottolineo come in ogni caso il contenuto del dosatore è da buttare dopo qualche giorno
  • occorre garantire uniformità di alimentazione e quindi è necessario un controllo attendo di ph ed Ec a meno di non adoperare fertilizzanti particolari, professionali che però non sono ne facilmente reperibili ne facilmente adoperabili.

Link to post

Bella l'idea, interessante il principio fisico (il tubo di venturi è un mio vecchio amore d'università vista la varietà di applicazioni pratiche dello stesso) ma solo quest'affermazione (che attendevo da subito) tira fuori IL PROBLEMA.

Se costruire un sistema di rilascio programmato di nutrimenti non è poarticolarmente difficile i punti nodali da tenere in considerazione sono due:

  • garanzia di ottimale funzionamento (sensato al riguardo il suggerimento di adoperare fertilizzanti per idro: aggiungo di scegliere con oculatezza perchè i depositi salini sono sempre dietro l'angolo e sottolineo come in ogni caso il contenuto del dosatore è da buttare dopo qualche giorno
  • occorre garantire uniformità di alimentazione e quindi è necessario un controllo attendo di ph ed Ec a meno di non adoperare fertilizzanti particolari, professionali che però non sono ne facilmente reperibili ne facilmente adoperabili.

 

Per i punti da tenere in considerazione che dici sono d'accordo, ma tu hai mai messo in pratica il sistema?

 

Volume, quello che dici è giusto ma.....se le piante hanno più o meno tutte la stessa grandezza e se uso un concime universale...non dovrei avere problemi a dar loro le stesse quantità di concime. A patto che il sistema distribuisca a tutte la stessa quantità!

Link to post

sfrutti la stessa soluzione mia , ma con dimensioni maggiori

 

io ho cercato di prendere spunto da questo

 

fertirri.gif

 

che vendono cosi'

 

121px200_0000.jpg

 

 

pero' ti ripeto, secondo me con questo metodo la concimazione è mooooooo(oooo)lto sommaria, cioè tu inserisci il concime liquido nel contenitore che inizialmente avra' una certa concentrazione, appena entra l'acqua la concentrazione cambia inoltre parte del concime esce..quindi ,forse, la prima irrigazione avrai la concimazione prevista, dalla seconda in poi sara' una soluzione molto diluita anche se sempre concimata.

 

se vuoi fare una cosa fatta bene prova a cercare uno di quei dosatori " professionali" che hanno la forma del dosatore dei sali della caldaia..oppure sperimenta un concime idrosolubile nel dosatore della caldaia stesso

 

dosatore-polifosfati.jpg

 

questa è la "professionale"

 

di16.gif

 

 

hola!

Punto per te! interessante sistema....forse un po' troppo laborioso per i miei gusti ma almeno ho un' idea di come funziona il principio!

Link to post

Per i punti da tenere in considerazione che dici sono d'accordo, ma tu hai mai messo in pratica il sistema?

 

Volume, quello che dici è giusto ma.....se le piante hanno più o meno tutte la stessa grandezza e se uso un concime universale...non dovrei avere problemi a dar loro le stesse quantità di concime. A patto che il sistema distribuisca a tutte la stessa quantità!

 

 

grazie :special47:

 

comunque dai retta a loro sopra..ne sanno piu' di me ;)

 

penso che un concime universale venga dato una volta ogni tot tempo, quando inizi a metterlo in circuito con l'acqua entri in quella che si potrebbe definire "fertirrigazione" cioè una concimazione ripetuta e precisa...e li' devi iniziare a studiare i valori con i quali questi prodotti alterano la terra (credo sia quello che dice Volume) e diventa piu' impegnativo

Link to post

tecnicamente parlando, non sarebbe conveniente realizzarlo per piccole coltivazioni come le nostre.

non scomodiamo Venturi :)

comunque per grandi linee, immagina una strettoia di 10 cm sul tubo principale di una condotta, esempio 16mm.

se pratichi un foro sulla strettoia, l'acqua non uscirà anzi si creerà il risucchio dove farai entrare il fertilizzante.

ti serviranno quindi almeno un serbatoio, un rubinetto per regolare l'erogazione del concime ed una valvola di non ritorno per non farti la doccia con chilli focus :lol:

poi bisognerebbe controllare EC/PH dell'acqua a valle per non rischiare di bruciare tutto per un eccesso salino o sottoalimentare la nostra coltivazione. Conviene davvero ? :D

come ti hanno già suggerito esistono prodotti commerciali adatti allo scopo ma non posso aiutarti non avendoli mai usati ^_^

Io ho risolto mettendo una cisterna di una cinquantina di litri sollevata di un metro abbondante :lol:

saluti :thumbsup:

Link to post

Volume, quello che dici è giusto ma.....se le piante hanno più o meno tutte la stessa grandezza e se uso un concime universale...non dovrei avere problemi a dar loro le stesse quantità di concime.

non sono convinto, guarda secondo me si fanno più danni con i concimi liquidi che con quelli granulari.

Link to post

Interessante, ma difficile da controllare!

Usando concimi liquidi secondo me l'ideale sarebbe un sistema automatizzato con 2 controlli di livello, una pompetta da acquario ed un temporizzatore un timer ed una manciata di relais!

 

Quando il timer dice che è ora di irrigare si fanno susseguire i seguenti steps in sequenza:

 

1 - Parte la pompetta da acquario immersa nel concime liquido e controllata dal temporizzatore che regolerà la quantità di concime in modo abbastanza preciso.

2 - Si apre la valvola da rubinetto che riempirà la cisterna tampone in cui precedentemente la pompetta da acquario avrà spinto il concime e si fermerà all'intervento del controllo di livello 1.

3 - Parte una pompetta o una valvola se si sfrutta la caduta naturale che porta la soluzione ottenuta all'impianto di irrigazione e si fermerà all'intervento del controllo di livello 2.

4 - Si resetta il sistema che sarà pronto a ripartire al nuovo ciclo chiamato dal timer.

 

Alla fine si può realizzare il tutto con 100-150€ di spesa. Non è poco, ma è efficiente!

 

Usando una tanica con 1/2Litro per pianta di capacità si potranno anche regolare più cicli al giorno. Per esempio con 20L per 40 piante si potrebbero fare 2 cicli al mattino 1 a mezzogiorno e 2 la sera.

 

Io volevo realizzare un sistema come questo già 2 anni fa, ma alla fine mi trovo ugualmente bene con una cisterna da 500L ed il concime già sciolto dentro.

Avendo l'accortezza di tenere un valore tra pH6.2 e pH6.5 di precipitati quasi non se ne formano e calcare neppure.

Link to post

Spiego: ho installato un impianto di irrigazione utilizzando 50 metri di tubo a cui ho fatto manualmente i buchi dove ho inserito i gocciolatori (totale 50 gocciolatori). il tutto per irrigare solamente piante in vaso, su un balcone.

 

Problema: vorrei ora fare in modo di concimare con concime liquido questi vasi in modo automatico, immettendo ogni tanto nell' impianto la giusta dose di concime..... esiste un modo per farlo?mi era venuto in mente il principio di Venturi..... ma funziona? come lo sfrutto? e il concime si distribuirà uniformemente su tutti i vasi? spero di essermi spiegato.....! Attendo speranzoso suggerimenti su come fare!

 

Grazie!

 

Spettacolo! Praticamente te vuoi fare un carburatore solo che al posto della benza vuoi usare il concime! L'idea non so se è realizzabile praticamente, ma è molto intrigante.....;-)

Dopo se torno a casa a un ora decente provo a buttare giu due conti x vedere se si puó fare!

Link to post

Tanto per avere due dati sotto mano....mi puoi dire +o- che portata d'acqua hai e a che pressione fai lavorare la linea?

Link to post

http://www.youtube.com/watch?v=VBaPfzLbUlc

ho trovato questo!!!

c'è gia qualcuno che l'ha fatto e sembra funzionare, unico fattore che secondo me gioca a tuo sfavore è che vedendolo così questo è un sistema ad alta portata per cui il fluido nel tubo viaggia a velocità molto elevate e quando cambia diametro passando da uno grande a uno più piccolo viene fatto accelerare ancora di più, questa differenza di velocità causa una depressione nel condotto a sezione minore per cui inserendo un tubicino si può aspirare del fluido (in questo caso concime ma questo come ti dicevo è anche il principio del carburatore, per cui in un motore si aspira carburante);

ora, non è che si aspira sempre, quella in gola (ovvero nella sezione minore) è una depressione relativa, perche se ad esempio nel condotto hai principale hai 2 bar e nella gola raggiungi ad esempio 1.4 bar è vero che hai una depressione rispetto al condotto principale, ma dato che la pressione atmosferica è circa 1 bar se fai un buchino nel condotto l'acqua zampilla eccome, perche si trova ad una pressione relativa di +0.4 bar a quella atmosferica...

per questo devi avere un fluido molto veloce, in modo da avere una pressione in gola inferiore a quella atmosferica così che il fluido possa essere "aspirato" (anzi "spinto" dalla pressione atmosferica)

 

In una linea da balcone purtoppo non so se si riescono a raggiungere quesete condizioni :(

 

scusa se sono stato un po' "tecnico" ma non ho saputo spiegarmi meglio...

Link to post

http://www.youtube.com/watch?v=VBaPfzLbUlc

ho trovato questo!!!

c'è gia qualcuno che l'ha fatto e sembra funzionare, unico fattore che secondo me gioca a tuo sfavore è che vedendolo così questo è un sistema ad alta portata per cui il fluido nel tubo viaggia a velocità molto elevate e quando cambia diametro passando da uno grande a uno più piccolo viene fatto accelerare ancora di più, questa differenza di velocità causa una depressione nel condotto a sezione minore per cui inserendo un tubicino si può aspirare del fluido (in questo caso concime ma questo come ti dicevo è anche il principio del carburatore, per cui in un motore si aspira carburante);

ora, non è che si aspira sempre, quella in gola (ovvero nella sezione minore) è una depressione relativa, perche se ad esempio nel condotto hai principale hai 2 bar e nella gola raggiungi ad esempio 1.4 bar è vero che hai una depressione rispetto al condotto principale, ma dato che la pressione atmosferica è circa 1 bar se fai un buchino nel condotto l'acqua zampilla eccome, perche si trova ad una pressione relativa di +0.4 bar a quella atmosferica...

per questo devi avere un fluido molto veloce, in modo da avere una pressione in gola inferiore a quella atmosferica così che il fluido possa essere "aspirato" (anzi "spinto" dalla pressione atmosferica)

 

In una linea da balcone purtoppo non so se si riescono a raggiungere quesete condizioni :(

 

scusa se sono stato un po' "tecnico" ma non ho saputo spiegarmi meglio...

È il motivo per cui con l'irrigazione a goccia preferisco sistemi di miscelazione statici e non dinamici.

Anche con 200 irrigatori la velocità sarebbe sempre troppo bassa.

Anche con una riduzione molto piccola di avrebbero problemi, in questo caso con la stabilità della pressione e la regolazione dei gocciolatori.

 

 

Si potrebbe miscelare per iniezione, ma a parte il costo che comporterebbe sarebbe molto più difficile controllare le dosi di fertilizzante, poi essendo il fluido lento e poco turbolento nel tubo si rischierebbe una non uniforme distribuzione del soluto con ovvie conseguenze.

Link to post

È il motivo per cui con l'irrigazione a goccia preferisco sistemi di miscelazione statici e non dinamici.

Anche con 200 irrigatori la velocità sarebbe sempre troppo bassa.

Anche con una riduzione molto piccola di avrebbero problemi, in questo caso con la stabilità della pressione e la regolazione dei gocciolatori.

 

 

Si potrebbe miscelare per iniezione, ma a parte il costo che comporterebbe sarebbe molto più difficile controllare le dosi di fertilizzante, poi essendo il fluido lento e poco turbolento nel tubo si rischierebbe una non uniforme distribuzione del soluto con ovvie conseguenze.

 

Infatti...secondo me non è una cosa fattibile nel piccolo, le portate sono troppo basse!!!

Link to post

Tanto per avere due dati sotto mano....mi puoi dire +o- che portata d'acqua hai e a che pressione fai lavorare la linea?

mmmmm...non lo so.....! è un rubinetto esterno, direi quindi più di un bar..... conta che fa funzionare senza problemi 50 gocciolatori.....

Link to post

http://www.youtube.com/watch?v=VBaPfzLbUlc

ho trovato questo!!!

c'è gia qualcuno che l'ha fatto e sembra funzionare, unico fattore che secondo me gioca a tuo sfavore è che vedendolo così questo è un sistema ad alta portata per cui il fluido nel tubo viaggia a velocità molto elevate e quando cambia diametro passando da uno grande a uno più piccolo viene fatto accelerare ancora di più, questa differenza di velocità causa una depressione nel condotto a sezione minore per cui inserendo un tubicino si può aspirare del fluido (in questo caso concime ma questo come ti dicevo è anche il principio del carburatore, per cui in un motore si aspira carburante);

ora, non è che si aspira sempre, quella in gola (ovvero nella sezione minore) è una depressione relativa, perche se ad esempio nel condotto hai principale hai 2 bar e nella gola raggiungi ad esempio 1.4 bar è vero che hai una depressione rispetto al condotto principale, ma dato che la pressione atmosferica è circa 1 bar se fai un buchino nel condotto l'acqua zampilla eccome, perche si trova ad una pressione relativa di +0.4 bar a quella atmosferica...

per questo devi avere un fluido molto veloce, in modo da avere una pressione in gola inferiore a quella atmosferica così che il fluido possa essere "aspirato" (anzi "spinto" dalla pressione atmosferica)

 

In una linea da balcone purtoppo non so se si riescono a raggiungere quesete condizioni :(

 

scusa se sono stato un po' "tecnico" ma non ho saputo spiegarmi meglio...

Ok, ho letto tutto....e ho capito che quindi non si potrebbe realizzare....

E anche far passare l'acqua in un contenitore chiuso dove è stato precedentemente messo il fertilizzante non potrebbe funzionare, perchè non si avrebbe una distribuzione uniforme del fertilizzante.....?

Link to post

Ok, ho letto tutto....e ho capito che quindi non si potrebbe realizzare....

E anche far passare l'acqua in un contenitore chiuso dove è stato precedentemente messo il fertilizzante non potrebbe funzionare, perchè non si avrebbe una distribuzione uniforme del fertilizzante.....?

Gia...la concentrazione della soluzione acqua concime diminuisce nel tempo...potresti risolvere con una cisterna in cui diluisci tutto il concime nell'acqua che ti serve, ma capisco che è un po scomodo da fare in terrazza

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...