Jump to content
rich

Confidor, addio.

Recommended Posts

Messa al bando dei pesticidi neonicotinoidi per salvare le api

 

Lanciata da

Unione Nazionale Associazioni Apicoltori Italiani

Le api in tutto il mondo stanno morendo, e la loro scomparsa minaccia la catena alimentare e la biodiversità. Tra le cause del declino degli insetti utili: alcuni pesticidi tossici. L'Europa potrebbe finalmente decidere di vietarli, ma solo se agiamo in fretta.

 

Per la prima volta, l'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha pubblicato il rapporto che condanna alcuni pesticidi neonicotinoidi (1) accertando i rischi che questi comportano per le api. Questo parere scientifico conferma quello che apicoltori, cittadini, associazioni denunciano da anni.

 

Ma, sotto la pressione dei produttori di pesticidi, la Commissione europea potrebbe decidere di non prendere in considerazione il rapporto dell’EFSA e non adottare la adeguata misura conseguente: il divieto assoluto di questi insetticidi.

 

La Commissione europea dovrà deliberare nel merito il 31 gennaio prossimo

 

Abbiamo quindi solo un paio di giorni per chiedere all'Unione europea di vietare questi pesticidi senza indugio. I cittadini europei devono mobilitarsi adesso per sollecitare l'Ue ad agire finalmente per salvare le api.

 

(1) Per maggiori informazioni:

 

http://www.maxisciences.com/abeille/l-efsa-confirme-que-des-pesticides-tuent-les-abeilles_art28330.html

 

http://news.sciencemag.org/scienceinsider/2013/01/common-pesticides-threaten-bees-.html

 

 

Come possiamo vedere, anche il nostro caro confidor sta per essere ritirato, dal momento che rientra nei neonicotinoidi.

La lotta quotidiana contro gli afidi potrà rivelarsi più difficile, ma in compenso la vita di molte api sarà salvata. ^_^

 

Sicuramente i piccoli e grandi appassionati del piccante non sono la causa di questo sterminio(dal momento che prendiamo le dovute precauzioni per non danneggiare questi utili insetti), ma mi sa proprio che da qui a poco dovranno farne a meno. :(

Share this post


Link to post
Guest Hiei

Sicuramente i piccoli e grandi appassionati del piccante non sono la causa di questo sterminio(dal momento che prendiamo le dovute precauzioni per non danneggiare questi utili insetti), ma mi sa proprio che da qui a poco dovranno farne a meno. :(

Tutta salute.

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

Tutta salute.

Esatto.

Quoto ed approvo, preferisco qualche parassita in più rispetto alla lotta con gli insetticidi.

Tra l'altro è un circolo chiuso, i parassiti arrivano a grandi quantità proprio quando la pianta non riesce in autonomia a difendersi e su questo punto i fertilizzanti chimici sono uno degli elementi responsabili.

Share this post


Link to post

Esatto.

Quoto ed approvo, preferisco qualche parassita in più rispetto alla lotta con gli insetticidi.

Tra l'altro è un circolo chiuso, i parassiti arrivano a grandi quantità proprio quando la pianta non riesce in autonomia a difendersi e su questo punto i fertilizzanti chimici sono uno degli elementi responsabili.

 

Concordo...e poi si possono provare altri metodi più naturali...

 

Ciao

Vincenzo

Share this post


Link to post

Era ora!!

Share this post


Link to post

ma parla di tutti i pesticidi sistemici o di alcuni in particolare?

 

Io gli ultimi 3 mesi della coltivazione 2012 sono andato di pireto e devo dire che mison fatto veramente un bel mazzo a darlo 1 volta a settimana e oltretutto con risultati un pò bassi nonostante avessi tenuto conto del ph...

Share this post


Link to post

ma parla di tutti i pesticidi sistemici o di alcuni in particolare?

 

Io gli ultimi 3 mesi della coltivazione 2012 sono andato di pireto e devo dire che mison fatto veramente un bel mazzo a darlo 1 volta a settimana e oltretutto con risultati un pò bassi nonostante avessi tenuto conto del ph...

leo se non tagli quella siepe dietro i pepper avrai sempre grossi problemi con gli afidi ma cmq non ti puoi lamentare avevi delle piante stupende

Share this post


Link to post

io purtroppo avevo dei fiori e delle rose vicino che attiravano un sacco di schifezze... ho spostato le piante ed usando la deltametrina è andata bene anche se ogni tanto qualcuno ne vedevi ma pazienza! almeno le coccinelle che sono stato attenti a non spruzzare avranno mangiato qualcosa!

un po' di tempo fa quando l'addetto del consorzio mi proponeva in continuazione il confidor, ero andato a cercare e le associazioni per la lotta ai pesticidi in USA non lo possono vedere... tra l'altro citano dei potenziali effetti negativi per l'uomo ( ottenuti solo in vitro comunque ) ma èm certo che un po' ce ne mangiamo di certo!

 

meglio che l'hanno messo al bando! :approva5:

Share this post


Link to post

Piretro for ever!!!!!! :chef:

Share this post


Link to post

Mi sembra doveroso provare metodi alternativi , senza le api e' un bel casino !

Share this post


Link to post

io da me con i peppers sono abbastanza fortunato... nel senso che l'anno scorso ho avuto una marea di afidi, però le coccinelle non so il motivo, andavano sempre a milioni sulle piante di peppers, tant'è che sulle foglie nemmeno li vedevi gli afidi perchè erano piene di coccinelle, tantissime! e stavano sempre attorno ai fiori, non facevo nemmeno in tempo a vedere gli afidi... invece sul prezzemolo e sui pomodori o sulle zucchine un disastro, pieno zeppo, idem melanzane e cetrioli... alla fine mi domando: ma perchè le coccinelle sono tutte andate ad ammassarsi sui peppers avevano una miliardo di piante dappertutto comunque tutte piene di afidi... perchè scegliere quelle, il peperoncino che voi sappiate ha delle capacità attrattive per le coccinelle che altre piante non hanno?

 

perchè ho spruzzato deltametrina a manbassa, invece sui peppers l'ho data una volta, in tutta l'estate, e non ho avuto mai problemi ( comunque quando la do se ci sono le coccinelle le tolgo e le porto lontano qualche metro idem altri insetti utili tranne ovviamente le zanzare ce non ho mai il buon cuore di avvertire...).

Share this post


Link to post

nell'orto uso solo prodotti non sistemici :special47:

i peperoncini li ho in vaso e in pieno sole gli afidi non apprezzano :smile062:

Share this post


Link to post

Tutta salute.

 

Non volevo essere affatto contro questa decisione, il fatto è che ho tenuto a sottolineare che per molti growers non è una cosa da poco mettere da parte il confidor... è senz' altro il migliore asso nella manica, in quasi qualsiasi situazione.

 

Ad ogni modo concordo pienamente. :thumbsup:

Share this post


Link to post

l'anno scorso da me gli afidi sono stati tremendi solo che fortunatamente con il decis jet ce l'ho fatta, anche se l'ho dovuto dare 5 volte minimo per averne ragione, rispettando la carenza ecc... poi gli afidi quandon è venuto più caldo, sono stecchiti tutti, ed allora arriva il ragnetto rosso, sto st***zo! alla fine ho trovato in vendita l'abamectina, è uno dei pochi prodotti non sistemici ed ha funzionato alla grande, però la carenza è più lunga, poi ho scoperto che contiene un gas il prodotto finale quando spruzzato ( ma questo è dovuto agli additivi il principio attivo di per se è un simile di farmaci antielmintici che si usano anche per l'uomo ) che deve ancora essere chiarito se innocuo o meno, per cui ho preso una bella mascherina di quelle con filtro intercambiabile di gomma, e se casomai lo dovessi usare, super guanti di gomma spessi, occhialini, grembiule lungo ecc...

 

anche se spero di non dover utilizzare niente tutta questa chimica mi ha stufato!

Share this post


Link to post

Non l'ho mai usato (i miei afidi mi hanno fatto varie statue per questo -.-) quindi non posso parlare! So solo che era nocivo! Ho letto però che coltivare il timo terrebbe lontano i parassiti... Quest'anno ci provo!

 

In compenso una settimana fa c'era una bella apotta sui miei Pansy alla finestra ^^

Share this post


Link to post

Non l'ho mai usato (i miei afidi mi hanno fatto varie statue per questo -.-) quindi non posso parlare! So solo che era nocivo! Ho letto però che coltivare il timo terrebbe lontano i parassiti... Quest'anno ci provo!

 

In compenso una settimana fa c'era una bella apotta sui miei Pansy alla finestra ^^

 

anche una pianta di carote, luogo preferito per le coccinelle!

conta che una coccinella adulta riesce a mangiare anche 200 afidi al giorno :thumbsup:

in bocca al pepper ;)

Share this post


Link to post

Crepi! In bocca al pepper anche a te!

 

(se pianto pure le carote mi ritrovo a dormire in terrazza quest'anno :Sogghigna: )

Share this post


Link to post

Crepi! In bocca al pepper anche a te!

 

(se pianto pure le carote mi ritrovo a dormire in terrazza quest'anno :Sogghigna: )

 

vero ^_^

Share this post


Link to post

ma parla di tutti i pesticidi sistemici o di alcuni in particolare?

 

Io gli ultimi 3 mesi della coltivazione 2012 sono andato di pireto e devo dire che mison fatto veramente un bel mazzo a darlo 1 volta a settimana e oltretutto con risultati un pò bassi nonostante avessi tenuto conto del ph...

 

io ho avuto problemi di afidi e ho tentato un paio di trattamenti con piretro e si sono rivelati abbastanza inutili. dopo aver lasciato perdere sono apparse coccinelle, larve di coccinelle e larve di crisopa: problema di afidi risolto in breve tempo.

é chiaro che non può sempre andare così di lusso.

ma é anche pur vero che alla lunga é meglio non avere più fra i piedi sostanze nocive.

Share this post


Link to post

 

 

perchè ho spruzzato deltametrina a manbassa, invece sui peppers l'ho data una volta, in tutta l'estate, e non ho avuto mai problemi ( comunque quando la do se ci sono le coccinelle le tolgo e le porto lontano qualche metro idem altri insetti utili tranne ovviamente le zanzare ce non ho mai il buon cuore di avvertire...).

 

forse andavano tutte sui peperoncini perchè sono state le piante meno bombardate chimicamente :)

Share this post


Link to post

Personalmente uso il Confidor e continuerò ad usarlo.

In primis con solo due spruzzate a stagione risolvo i miei problemi non solo per i peppers, ma anche per i gerani essendo uno dei pochi insetticidi che evita la comparsa della famigerata farfallina.

Aggiungo che, vivendo in città, di api se ne vedono gran poche e, pertanto, non è certo il mio balcone che rappresenta un pericolo per la sopravvivenza della specie.

Terzo: le ricerche fatte non sono proprio esaustive. Che questo tipo di insetticidi fosse dannoso per le api lo si sa da tempo (c'è scritto pure sull'etichetta)e, la stessa EFSA, riconsoce che Confidor e affini sono solo uno dei molti fattori che contribuiscono alla moria delle api e neppure uno dei principali.

Se si procede oltre, presso il sito della EFSA, si possono leggere i risultati e le procedure usate per ognuno dei test effettuati: è appena il caso di vedere le quantità da cavallo con cui sono state alimentate le api e le larve.

Conclusione: giusto da parte di alcuni paesi vietarne l'uso sulle piante particolarmente gradite alle api - si sta parlando di grandi coltivazioni, in campagna, e dove l'impatto potrebbe essere, seppur non devastante, comunque altamente significativo. Sbagliato invece vietarne l'uso a priori e a prescindere: come sempre la verità sta nel mezzo e i metodi draconiani non sempre risolvono i problemi.

 

In merito alle considerazioni circa la salvaguardia della biodiversità siamo nel campo della fantasia a ruota libera. La biodiversità massima si ha con i terreni incolti, la minima con l'agricoltura tradizionale (uso di pesticidi e quant'altro) e, meglio di questa, ma non certo a metà, si piazza l'agricoltura biologica. Peccato che, soprattutto per produzioni quali mais, colza, frumento ecc. la resa per unità di superficie coltivata, se si usano solo prodotti "bio", è di quasi la metà rispetto all'agricoltura tradizionale e bisogna quindi coltivare una superficie doppia per ottenere la stessa quantità di prodotto. In altre parole, dato un ettaro di terreno, ai fini della biodiversità e della quantità di raccolto, è meglio coltivarne metà in modo tradizionale lasciando il resto incolto piuttosto che coltivarlo tutto con agricoltura bio.

 

Aggiungo che è vero che le piante sanno difendersi da sole ma, purtroppo, spesso lo fanno producendo sostanze nocive anche per l'uomo e noi non siamo assolutamente in grado di conoscerne la quantità mentre, al contrario, sappiamo perfettamente dopo quanti giorni possiamo raccogliere frutti e ortaggi a seconda del tipo di insetticida usato. (per tutti si vedano le aflatossine del mais).

Share this post


Link to post
Guest Hiei
Aggiungo che è vero che le piante sanno difendersi da sole ma, purtroppo, spesso lo fanno producendo sostanze nocive anche per l'uomo

Mentre i pesticidi chimici sono balsamici?

 

Vedo che hai profonda fiducia nelle "autorità europee" che citi e in generale su questo tipo di controlli che storicamente sono affidabili, incrruttibili e spinti dalla premura di tutelare la salute e l'ambiente costi quello che costi alle multinazionali interessate.

 

Sniffatina di amianto, anyone? :rolleyes:

 

Senza scivolare nell'eccesso opposto, ove ci sono gruppi d'interesse altrettanto corrotti che cercano di sfruttare l'ambientalismo come pretesto a scopo di potere e controllo sociale - senza aprire un dibattito che esula dal regolamento e comunque non si finisce più - giusto un minimo di spirito critico.

Share this post


Link to post

Cecco, un conto é la pianta che produce sostanze tossiche a fini,presumo, difensivi del tipo "se mi mangi,muori,quindi spera che gli altri della tua specie lo imparino per trarne gli effetti benefici relativi".

Analogamente,poi, a svariate specie di insetti e animali velenosi e certi funghi.

Tossine che non penetrano nel terreno infiltrandosi nelle falde.

Un altro conto é,invece, bombardare ettari di terreno con sostanze più o meno nocive.

Ed é vero che tu come singolo non fai troppi danni. Il problema é quando ci sono miliardi di singoli che fanno come te.

Ed é vero che senza pesticidi e altre porcate chimiche la resa é minore.

Ma io dico anche "Embé?". ;)

E tu mi dirai "eh ma la fame nel mondo"

E io ti dirò "trombassero meno e si provvedesse in qualche modo ad evitare che la minoranza della popolazione mondiale abbia la maggioranza della pappa"

 

Io però ho tendenze misantropiche, quindi tendo ad essere un filino radicale ;)

Share this post


Link to post
:shocked15::bangin: ...no......no.....il confidor noooooooo!, gli afidi che girano dalle mie parti sono geneticamente modificati bevono il piretro a colazione e macerato d'aglio a cena! :Sogghigna:

Share this post


Link to post

Io continuerò ad usare il confidor, ho usato il pireto per settimane avendo scarsi risultati e se pur con la mascherina ne avró respirato molto proprio perché ero costretto a darlo spesso...

Di sicuro quella robaccia puzzolente fatta di aglio e altre schifezze non la daró mai...voglio usare il giardino anche come luogo in cui stare e non voglio che puzzi come una fogna

Share this post


Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×