Jump to content

Confidor, addio.


Recommended Posts

Io continuerò ad usare il confidor, ho usato il pireto per settimane avendo scarsi risultati e se pur con la mascherina ne avró respirato molto proprio perché ero costretto a darlo spesso...

Di sicuro quella robaccia puzzolente fatta di aglio e altre schifezze non la daró mai...voglio usare il giardino anche come luogo in cui stare e non voglio che puzzi come una fogna

 

Ciao Leopoldo,

attenzione però..se proprio decidi di usare un "sistemico" cerca almeno una alternativa, ne esistono di parecchie.Devi cercare altri principi attivi.. Lo sai che a furia di usare sto maledetto confidor abbiamo permesso lo sviluppo di ceppi resistenti proprio a questo prodotto?

 

La teoria e la pratica invece impongono l'utilizzo di sistemici "a rotazione" proprio per evitare che i ceppi si rafforzino.

 

Quindi anche nell'uso di sistemici ci sono delle regole che vanno rispettate e quello della rotazione è una di queste.

Link to post
  • Replies 77
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Tutta salute.

A me è successo molto spesso che le piante conservate in casa durante l'inverno si siano riempite in modo nefasto di afidi (più di quanto succeda in estate) mentre le piante rimaste fuori ne sono rima

Vanny lasciamo Vanna Marchi sull'isola arriva tutto perfettamente, non è il trasporto il problema, utilizzano buste particolari cartonate ed adatte al trasporto, all'interno c'è anche cibo che perm

Lo scorso anno una ventina di giorni dopo aver messo le giovani piantine in terrazzo sono comparsi i maledetti afidi. All'inizio erano pochi quindi ho optato per la rimozione a mano. Inutile dire che la battaglia è stata persa all'istante. Poi ho provato con il macerato d'aglio...risultato niente di niente, solo fatica sprecata. Poi ho provato con il tabacco...ovviamente nulla. Sono andato al vivaio e ho comprato il piretro...soldi buttati con risultati scarsissimi. Nel frattempo era passato quasi un mese e le piantine stavano malissimo, foglie rattrappite e crescita nulla. Fu allora che ho optato per il confidor. Avevo una 15ina di piante quindi ne ho usato 0,250 ml in mezzo litro d'acqua (che mi è pure avanzata) e il giorno dopo non c'era più nemmeno l'ombra di un afide. Tra l'altro le piante non erano in fiore (quindi non credo di aver creato problemi alle api) e i frutti sono comparsi mesi dopo (le piante nemmeno si ricordavano più cosa fosse il confidor!). Per il resto dell'estate non ho avuto più nessun problema di afidi.

Ora sono dell'opinione che il confidor sia da utilizzare il meno possibile nelle grandi coltivazioni e altrettanto d'accordo sull'utilizzo a rotazione dei sistemici però diciamoci la verità...per chi coltiva per hobby come molti di noi è una mano santa!

 

Per il futuro sarei curioso di provare l'olio di neem anche se purtroppo è costosissimo e l'ho trovato in vendita solo su internet, fra l'altro in boccioni enormi manco avessi un ettometro di campo coltivato!

Link to post

Per il futuro sarei curioso di provare l'olio di neem anche se purtroppo è costosissimo e l'ho trovato in vendita solo su internet, fra l'altro in boccioni enormi manco avessi un ettometro di campo coltivato!

Il concentrato è un po ' costoso ma ti dura per tantissimo tempo: l'anno scorso l'ho usato ma non aspettarti risultati immediati...e l'odore è realmente nauseabondo!

Credo che gli stessi risultati si possano ottenere anche con del macerato d'aglio.

Inoltre è da applicare agli insetti presenti, non ha alcuna funzione preventiva.

Link to post

Il concentrato è un po ' costoso ma ti dura per tantissimo tempo: l'anno scorso l'ho usato ma non aspettarti risultati immediati...e l'odore è realmente nauseabondo!

Credo che gli stessi risultati si possano ottenere anche con del macerato d'aglio.

Inoltre è da applicare agli insetti presenti, non ha alcuna funzione preventiva.

 

Grazie Beppe, i tuoi consigli sono sempre ben accetti!

Quello che mi dici mi fa un po' desistere dal comprarlo perchè con l'aglio ho avuto davvero risultati ininfluenti. Tutti i giorni lo spruzzavo sulle piante ma gli afidi sembravano aumentare!

Link to post

prodotti come l'olio di neem o il pireto vanno dati sempre con il ph corretto scritto sull'etichetta...ad esempio il pireto deve stare sui 5-6 se ricordo bene...

se non si sta attenti al ph il prodotto è quasi inefficace <_<:bangin:

Link to post

Il concentrato è un po ' costoso ma ti dura per tantissimo tempo: l'anno scorso l'ho usato ma non aspettarti risultati immediati...e l'odore è realmente nauseabondo!

Credo che gli stessi risultati si possano ottenere anche con del macerato d'aglio.

Inoltre è da applicare agli insetti presenti, non ha alcuna funzione preventiva.

 

L'hanno scorso ho usato sia il macerato di aglio poi il neem e con quest'ultimo mi sono trovato benissimo, l'odore non è dei migliori ma mooolto meglio del macerato di aglio (ho rischiato il divorzio). Non è preventivo ma almeno tutto naturale...

Link to post

comunque l'articolo linkato dice che il confidor "potrebbe" essere ritirato...

dalle mie parti continuano a venderlo tranquillamente perchè non è arrivato nessun comunicato a riguardo!

Link to post

infatti ho trovato questa notizia fresca fresca... leggi qui

 

non sono stati messi al bando.

 

se volete si puo' firmare una petizione a fine pagina per la salvaguardia le api.

se volete si puo' usare il confidor al rinvaso per non salvaguardare gli afidi (coccinelle api e bombi etc etc).

 

la scelta è vostra...

Link to post

Occhio, che non ci sono solo le api! I neonicotinoidi sterminano anche tutti gli antagonisti naturali dei parassiti, infilandoci in un circolo vizioso senza uscita!

 

I fine ci siamo anche noi! Un prodotto sistemico come l'imidacloprid indipendentemente dal periodo di carenza rimane nella pianta mesi! Con dose standard quando lo usavo vedevo vittime ancore a 3-4 mesi di distanza! Di suo è ampiamente dimostrato che per i mammiferi siano poco pericolosi, ma c'è un ma!

 

Se abbinati a nitrati di cui si nutrono le piante verdi tendono a diventare molto cancerogeni. Uno studio è stato posto al vaglio della comunità europea, ma per ora è stato totalmente ignorato!

Quindi a meno che non usiamo l'imaclodripid sotto la dose tossica per cucinare una bistecca, mangiando verdure trattate alziamo il rischio di cancro! OCCHIO!!!!

Link to post

L'hanno scorso ho usato sia il macerato di aglio poi il neem e con quest'ultimo mi sono trovato benissimo, l'odore non è dei migliori ma mooolto meglio del macerato di aglio (ho rischiato il divorzio). Non è preventivo ma almeno tutto naturale...

 

L'azione insetticida è dovuta ai limonoidi, in particolare alla azadirachtina, un tetranortriterpene presente nei semi. Essi agiscono sugli organi sensoriali degli insetti togliendo loro lo stimolo dell’appetito e per contatto, provocando disturbi gastrointestinali. Tali sostanze agiscono inoltre sul sistema ormonale (in particolare sull’ecdisone) che regola la crescita e lo sviluppo degli insetti provocando l’arresto della crescita e una notevole mortalità, soprattutto a livello larvale.

 

Inizialmente sembra succeda niente, sulla pianta continuano a permanere gli insetti, ma dopo qualche giorno iniziano a cadere, perchè muoiono di fame.

 

Mi raccomando di acquistare solo il prodotto insetticida, infatti esiste anche un prodotto da usare come fetilizzante, è un'ottimo preparato azotato a base di carniccio di olio di neem.

Tra l'altro è un fertilizzante organico completamente naturale ammesso in agricoltura biologica.

Link to post
  • 1 month later...

Occhio, che non ci sono solo le api! I neonicotinoidi sterminano anche tutti gli antagonisti naturali dei parassiti, infilandoci in un circolo vizioso senza uscita!

 

I fine ci siamo anche noi! Un prodotto sistemico come l'imidacloprid indipendentemente dal periodo di carenza rimane nella pianta mesi! Con dose standard quando lo usavo vedevo vittime ancore a 3-4 mesi di distanza! Di suo è ampiamente dimostrato che per i mammiferi siano poco pericolosi, ma c'è un ma!

 

Se abbinati a nitrati di cui si nutrono le piante verdi tendono a diventare molto cancerogeni. Uno studio è stato posto al vaglio della comunità europea, ma per ora è stato totalmente ignorato!

Quindi a meno che non usiamo l'imaclodripid sotto la dose tossica per cucinare una bistecca, mangiando verdure trattate alziamo il rischio di cancro! OCCHIO!!!!

 

questa l'avevo sentita anche io ma non avevo informazioni così dettagliate come te: ho solo letto un articolo dove un ricercatore americano diuna associazione che si batte contro l'uso massiccio di pesticidi ha detto che trovava un aumento di alcuni linfomi... comunque sui grandi numeri ( usarlo una volta nell'orto influisce poco ma comunque io se lo so, non lo uso )...

 

invece adesso ho da fare parecchio con mio zio: è un pazzo che si è messo in testa che vuole spruzzare diserbante ( glyphosate ) dappertutto quando abbiamo un pozzo ed il terreno dove pianto zucchine ecc... è ad un metro da dove lo ha spruzzato ( fortuna che le piantine non sono a dimora, mi chiedo quando potrò piantarci qualcosa! ) poi lo fa con la sigaretta in bocca tipo un sergente mezzo pazzo mi sembra che c'era in " apocalypse now " che aveva da fare col napalm...

 

anche perché pure per il glyphosate qualcosa di poco carino ho letto... e mi fa incazzare come un matto l'idea che questo quando non ci sono viene e fa quel che gli pare se lo bevesse se gli va!

Link to post
  • 1 month later...

Io continuerò ad usare il confidor, ho usato il pireto per settimane avendo scarsi risultati e se pur con la mascherina ne avró respirato molto proprio perché ero costretto a darlo spesso...

Di sicuro quella robaccia puzzolente fatta di aglio e altre schifezze non la daró mai...voglio usare il giardino anche come luogo in cui stare e non voglio che puzzi come una fogna

Non lo senti l'odore. ..veramente come si fa a continuare ad avvelenare consapevolmente l'ambiente. ..

Link to post

io per ora uso il piretro....pero' solo dopo aver usato "le mani".

la rimozione manuale la faccio spesso e frequentemente...e per ora riesco a tenerli sotto controllo.

dedico 10 minuti la mattina alle 6.30 tra il caffe' e l'attesa del bagno occupato/sequestrato dalla mia compagna e 10 minuti la sera... e riesco a limitare parecchio l'uso di prodotti...

Link to post

ho cercato di resistere per circa 1 mese, dall'invasione degli afidi, ho provato di tutto dal macerato d'aglio e peperoncino al piretro sempre associati alla rimozione manuale mattutina sulla maggior parte delle foglie, considerate che sul mio balcone ho circa una 30ina di piante tra superhot ed ornamentali con alcune piante gia' con frutti ( ho iniziato troppo presto lo so!!!).......tutto inutile e questi maledetti crescono e si moltiplicano nel girodi poche ore....dovevo assistere alla fine ingloriosa dei miei fatalii o degli habanero o delle splendide piante di pimenta o black pearl...no thanks...sono andato al consorzio a l'ho acquistato ebbene si! e questa sera l'ho somministrato mi hanno consigliato di spruzzarlo sulle foglie non di annaffiare. avrei voluto evitarlo ma non sapevo piu' che fare.

l'unica magra consolazione che abitando in citta' sinceramente di api non ne ho mai viste sul mio balcone, qui regnano padrone le zanzare tigre.

Link to post

ma il piretro lo usi secondo le ragole? cioe' nelle ore serali, sotto una certa temperatura....??? si annulla l'effetto se viene usato in maniera non corretta.... e comunque è un insetticida abbastanza potente.... :unsure:

Link to post

l'unica magra consolazione che abitando in citta' sinceramente di api non ne ho mai viste sul mio balcone.

Forse nella tua città usate il confidor in parecchi :smilies17:

Link to post

Forse nella tua città usate il confidor in parecchi :smilies17:

Qui da me invece si vedono molte api in giro, ma sul mio balcone molto raramente...però non userò Confidor ovviamente!! :smile062:

Link to post

Forse nella tua città usate il confidor in parecchi :smilies17:

spero proprio di no...dai mi fate sentire in colpa......comunque stamattina una strage di afidi ve ne erano solo alcuni moribondi che ho provveduto a strozzare con le mie mani :Sogghigna::Sogghigna:

i miei fatalii mi hanno ringraziato ne sono certo

Link to post

spero proprio di no...dai mi fate sentire in colpa......comunque stamattina una strage di afidi ve ne erano solo alcuni moribondi che ho provveduto a strozzare con le mie mani :Sogghigna::Sogghigna:

i miei fatalii mi hanno ringraziato ne sono certo

 

bella sensazione schiacciarli a mano....faranno crick...o faranno crock?? ehheehheeh!!!

Link to post
  • 3 years later...

Dunque. Ho usato l'infuso di aglio e risultati scarsi. Risultati quasi nulli con il piretro. Ho usato l'olio di neem comperato in erboristeria e il neemazal e i risultati sono soddisfacenti, ma bisogna ripetere spesso. Un fatto peculiare che ho notato: ho un habanero red in un cassone di legno in giardino che ho fatto diventare una piccola serra per proteggerlo dal freddo insieme a rosmarino, salvia e timo. È diventato un bel cespuglione, produzione abbondante e sulle sue foglie non ho mai visto neanche UN SOLO AFIDE.

Mentre le piante che ho in casa, sono molto rigogliose, ma infestate dagli afidi.

 

Inviato dal mio GT-I9100 utilizzando Tapatalk

Link to post

...il paradosso per eccellenza...la pianta all'esterno "sana" e quella all'interno "colpita"...vai a spiegare certe stranezze!!!

 

L'importante è risolvere il problema, comunque... :thumbsup:

Link to post

...il paradosso per eccellenza...la pianta all'esterno "sana" e quella all'interno "colpita"...vai a spiegare certe stranezze!!!

 

L'importante è risolvere il problema, comunque... :thumbsup:

 

A me è successo molto spesso che le piante conservate in casa durante l'inverno si siano riempite in modo nefasto di afidi (più di quanto succeda in estate) mentre le piante rimaste fuori ne sono rimaste immuni. Probabilmente gli afidi depongono le uova quando finisce l'estate, e schiudono quando c'è caldo, in concomitanza con la crescita delle piante, una sorta di processo naturale che garantisca cibo per le larve. Processo che però viene sovvertito se teniamo le piante al caldo. Credo che la temperatura più elevata dell'interno delle nostre case le faccia schiudere anche durante l'inverno, e questo causa il proliferare di afidi sull'unica fonte di sostentamento per loro, mentre fuori con il freddo il problema non susssiste.

 

Per ritornare in tema, una alternativa parecchio "particolare" al confidor ed ai vari olii antiafidi è l'allevamento di coccinelle

per mettere in atto una vera e propria "lotta biologica", visto che sono un acerrimo nemico degli afidi, che divorano senza pietà.

 

Capisco che non sia l'ideale per chi abbia 5-6 piantine sul balcone, ma per molti di noi seminare peperoncini è anche

una piccola sfida, un modo di sperimentare un processo naturale come può essere la coltivazione di una pianta, quindi

per i più "ardimentosi" questa potrebbe essere una sfida nella sfida e tutta naturale, inoltre molto interessante ed educativo per chi ha dei bambini,

soprattutto in confezioni come questa .

 

Qui potreste trovare delle larve e qui delle coccinelle adulte.

  • Upvote 1
Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...