Jump to content

Stufetta Per Serra


Recommended Posts

mi è venuto in mente... si riesce a rimediare uno di quei " funghi " di metallo con la fiamma dentro, o quelli che diventano incandescenti, con cui i bar ti scaldano all'aperto? ne ho visto qualcuno che dentro ha una fiamma, quelli a che vanno a gpl? magari qualcuno che non lo usa più... se lo cede...che so! :clapping:

Link to post
  • Replies 65
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Confermo durano poco , sono enormi e fanno troppo calore...alla luce di tutto pare che si risparmi con l'elettricitá...4,5 litri di petrolio costano 15 euro e ci farei 15 giorni....non penso di spendere 30 euro di corrente al mese con una stufa da 1kw che terrei accesa solo la notte

Link to post

al dunque la corrente è effettivamente più economica, sicuramente nel tuo periodo, diverso è il fatto di vedersi arrivare tutta la spesa in una sola bolletta, quando con altri sistemi puoi spalmarla su tutto il periodo...

Link to post

che termostato stai usando?

Io per il lightbox ne uno uno cinese che però stacca la corrente e la riattiva quando la temp è scesa di solo 3 gradi...cosi facendo il ventilatore starebbe quasi sempre acceso.

Link to post

l'ho preso dal ferramenta, mi è costato una 20na di euro, domani ti dico il modello, è utilizzabile sia in modalità raffreddamento che riscaldamento invertendo due cavi, n prenderò un altro per comandare la ventola di uscita dell'aria questa estate...

è analogico ma lavora bene, regge fino a 1500watt quindi perfetto per il mio termoventilatore

Link to post

Ok, se possibile posta anche la foto :thumbsup:

Tnx

 

Eccolo

post-10054-0-88208800-1388334832.jpg

 

Considera che essendo analogico non si può fare molto affidamento sulle temperature indicate, fai sempre riferimento ad un termometro esterno che ti consiglio di posizionare nel punto più freddo della serra.

Con la protezione di cui è disposto una IP5, non potrebbe stare in un ambiente umido come la serra, ma non ho mai avuto problemi, forse perchè riduco al minimo la condensa.

Link to post

Grazie

Vedo che puoi impostare la temperatura minima che é a 17 gradi, come imposti invece la temperatura massima in cui staccare la corrente tipo a 23 gradi come mi hai detto?

Link to post

in realtà è proprio il fatto che sia analogico che risolve il problema, il sensore fa attaccare il riscaldamento poco sotto i 15gradi e si spegne 2 gradi sopra, essendo analogico la sua percezione è lenta e tempo che sente l'aumento di temperatura questa sta già a 23...

 

Digitale costava un botto :-)

Link to post

Capito, io uso questo per il lightbox, costa 15 euro, ha 2 uscite...una va sulla fonte di calore e una sulla fonte di raffreddamento....

Uso solo quella di raffreddamento facendo accendere le ventole visto che le la lampade scaldano continuamente e non posso ovviamente spengerle...

Se ne compro un'altro potrei adattarlo...il problema , se si può chiamare tale é che il settaggio massimo che si puo fare sono 3 gradi sopra e 3 sotto la temp stabilita ad esempio 15 gradi...quindi starebbe sempre a staccare ed attaccare....ma mi viene in mente ora che ha anche un delay , ovvero il tempo tra un controllo di temperatura e un'altro...sul lightbox é impostato a 1 minuto ma posso aumentarlo fino a 10...quindi se scende sotto i 15 attacca la stufa e sicuramente la lascerá accesa il tempo del delay che sará superiore al tempo che impiega per far arrivare la temp a 18 (15+3)

Bisogna fare delle prove o la serra diventa uno sfornatutto :Sogghigna:

 

post-6298-0-90664500-1388338005.jpg

Link to post

Visto che sono un perito elettronico hahahaha sorvoliamo..

So che W=A x V

Quindi 10x 220 diciamo che regge 2200 watt?

 

Guarda per la coltivazione é una manna dal cielo é totalmente configurabile e ti tiene sotto controllo tutto sia la fonte di calore che di raffreddamento.

Link to post

Visto che sono un perito elettronico hahahaha sorvoliamo..

So che W=A x V

Quindi 10x 220 diciamo che regge 2200 watt?

 

Guarda per la coltivazione é una manna dal cielo é totalmente configurabile e ti tiene sotto controllo tutto sia la fonte di calore che di raffreddamento.

 

Cito una breve recensione scritta in un sito di cactofili che mi fece desistere dall'acquisto

 

"L’esperienza fatta con il regolatore STC 1000 mi spinge a fornire chiarimenti circa la reale utilità dello strumento nella gestione delle nostre serre.

Diciamo che per gestire correttamente una serra dobbiamo essere in grado di fare due cose semplicissime: 1) accendere un ventilatore ad una certa temperatura e spegnerlo ad un’altra; 2) accendere un riscaldatore ad un’altra temperatura e spegnerlo ad un’altra ancora.

L’STC 1000 per quanto sembri in grado di farlo, non ci pensa proprio. La sua specializzazione è tutt’altra: fissa una temperatura media (diciamo 20º) e una variazione che va da 1º a un massimo di 10º. Alla luce dei dati forniti le temperature che lo interessano andrebbero da 30º a 10º con questa logica: 1) accende un ventilatore quando la temperatura arriva a 30º e lo spegne quando scende a 20º; 2) accende un riscaldatore quando la temperatura arriva a 10º e lo spegne quando arriva a 20º.

In pratica l’STC 1000 cura solo le temperature medie, non si occupa come nelle serre di controllare le temperature critiche (nel nosttro caso 10º e 30º ). Come si dice nelle istruzioni il regolatore è fatto per terrari, paludari, acquari (forse anche per germinatori, aggiungo io), ma sicuramente non per le serre.

C’è di più. Vi sono altri aspetti che ci dicono che lo strumento non fa per noi.

Seguendo l’esempio di prima, consideriamo l’accensione del ventilatore con una temperatura esterna di 25º: arrivata la temperatura a 30º si accende il ventilatore e rimane acceso sinché la temperatura non scende sotto i 20º. Ma come farà il ventilatore a fare scendere la temperatura interna sotto quella esterna? Semplice. Non lo potrà fare se non quando arrivi la sera e la temperatura scenda sotto i 20º o quando non sostituiamo il ventilatore con un condizionatore d’aria. Meglio cambiare attrezzo! Caray"

Link to post

Cito una breve recensione scritta in un sito di cactofili che mi fece desistere dall'acquisto

 

"L’esperienza fatta con il regolatore STC 1000 mi spinge a fornire chiarimenti circa la reale utilità dello strumento nella gestione delle nostre serre.

Diciamo che per gestire correttamente una serra dobbiamo essere in grado di fare due cose semplicissime: 1) accendere un ventilatore ad una certa temperatura e spegnerlo ad un’altra; 2) accendere un riscaldatore ad un’altra temperatura e spegnerlo ad un’altra ancora.

L’STC 1000 per quanto sembri in grado di farlo, non ci pensa proprio. La sua specializzazione è tutt’altra: fissa una temperatura media (diciamo 20º) e una variazione che va da 1º a un massimo di 10º. Alla luce dei dati forniti le temperature che lo interessano andrebbero da 30º a 10º con questa logica: 1) accende un ventilatore quando la temperatura arriva a 30º e lo spegne quando scende a 20º; 2) accende un riscaldatore quando la temperatura arriva a 10º e lo spegne quando arriva a 20º.

In pratica l’STC 1000 cura solo le temperature medie, non si occupa come nelle serre di controllare le temperature critiche (nel nosttro caso 10º e 30º ). Come si dice nelle istruzioni il regolatore è fatto per terrari, paludari, acquari (forse anche per germinatori, aggiungo io), ma sicuramente non per le serre.

C’è di più. Vi sono altri aspetti che ci dicono che lo strumento non fa per noi.

Seguendo l’esempio di prima, consideriamo l’accensione del ventilatore con una temperatura esterna di 25º: arrivata la temperatura a 30º si accende il ventilatore e rimane acceso sinché la temperatura non scende sotto i 20º. Ma come farà il ventilatore a fare scendere la temperatura interna sotto quella esterna? Semplice. Non lo potrà fare se non quando arrivi la sera e la temperatura scenda sotto i 20º o quando non sostituiamo il ventilatore con un condizionatore d’aria. Meglio cambiare attrezzo! Caray"

 

Avevo pensato mi avrebbe fatto consumare un botto ^_^

Link to post

Qoelet, secondo me chi ha scritto quelle cose aveva un pò di confusione e probabilmente non era capace di settarlo

La temperatura base puoi settarla diciamo 25 quindi a quella temperatura si ferma e non fa nulla...se le lampade scaldano e hai settato 25+3 allora appena arriva a 28,1 fa partire le ventole e le spenge quando arriva di nuovo a 25....stessa cosa se arriva a 21,9... Poi sei tu a decidere il range , puoi mettere 28+1 o 28+2, aumentare il tempo di delay e così via...con tutti questi settaggi puou decidere quello che vuoi

Non capisco cosa lui voleva dire e cosa si aspetta da un termostato

Link to post

Al di la di tutto, hai fatto un fantastico impianto per il lightbox....

 

Grazie mille ho preso idee e suggerimenti qui e in giro per la rete :rolleyes:;)

Link to post

Qoelet, secondo me chi ha scritto quelle cose aveva un pò di confusione e probabilmente non era capace di settarlo

La temperatura base puoi settarla diciamo 25 quindi a quella temperatura si ferma e non fa nulla...se le lampade scaldano e hai settato 25+3 allora appena arriva a 28,1 fa partire le ventole e le spenge quando arriva di nuovo a 25....stessa cosa se arriva a 21,9... Poi sei tu a decidere il range , puoi mettere 28+1 o 28+2, aumentare il tempo di delay e così via...con tutti questi settaggi puou decidere quello che vuoi

Non capisco cosa lui voleva dire e cosa si aspetta da un termostato

 

Senti, dopo occhiata al regolamento credo che posso...

Ti linko la discussione che lessi all'epoca, da dove è tratta la recensione, sono 5 pagine, all'inizio sono tutti entusiasti, poi non ciò capito bene perchè, non gli piaceva più...

Io di elettronica ne mastico poco, anche se giochicchio con un sacco di cose, ma di corrente un pò di più, e ho preferito la soluzione dei termostati analogici.... anche perchè mi sento più sicuro in caso di surriscaldamenti o corti dovuti all'acqua....

 

Visto che il coso mi interessa ancora, quando puoi dai occhiata al link, se mi dici che per la serra va bene, lo monto...

 

http://forum.cactofili.org/viewtopic.php?t=21732

Link to post

per farmi capire, per tua esperienza quel coso può farmi attaccare sia il riscaldamento di notte quando arriva a 15 gradi per riportarla a 20 sia di giorno accendere la ventola di espulsione se arriva a 35 per riportarla a 30 ??

So che con i due termostati lo posso fare.... con uno solo digitale sarebbe fichissimo....

 

Diciamo che non avendo ancora montato la ventola, a ottobre e novembre per il giorno ho utilizzato un sistema semiautomatico.... mia moglie che la controllava ogni tanto e la apriva se serviva:-)

Ora che arriviamo a metà gennaio/febbraio mi dovrò decidere a montarla...

Link to post

Hahahahahaha

Si sono come 2 termostati, unica cosa é come ti dicevo che il massimo range di temperatura é 3 gradi quindi se setti la temp a 30 lavorerá solo sul range che va da 27 a 33 sia per il ciclo di freddo che di caldo....

Devo verificare questa cosa se mi ricordo andava da un minimo di 0,3 a un massimo di 3 settabile e non 10 gradi come ti aveva detto cactofili , ma forse con il delay puoi risolvere.

Ovviamente di giorno con il sole puntato sulla serra non scenderá mai sotto i 30 e quindi lavoreranno solo le ventole

Link to post

ok, ma allora torto non lo avevano, in effetti per una gestione ottimale di una serra non va bene, perché in inverno servono sia il riscaldamento sia l'aspirazione, proprio perché a 35-40 gradi, ci arriva con un niente pure a gennaio... d'estate o la si ombreggia o non la si usa...

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...