Jump to content

Scaldare La Serra


Recommended Posts

Qualcuno di voi ha esperienze in merito a scaldare una serra?

Ho una serra in policarbonato da 5 metri quadri...la notte in questi giorni può arrivare a 2 gradi ma la media é 5-7 gradi, probabilmente nella serra fa 1-2 gradi in più...

Visto che ho un termoventilatore volevo utilizzare quello settandolo a 1kw..solo che non mi soddisfa in termine di consumi, cominciano a essere altini.

Mi sono informato sulle stufe a petrolio , ma leggendo quá e lá,i molti si lamentano che sono difficili da tarare e se sbagli qualcosa iniziano a fare fumo e il giorno dopo ti ritrovi la setta completamente sporca di fuliggine, anche sulle piante.

 

Così ora sto iniziando a valutare il termosifone ad olio...ce ne é uno della delonghi che é di 500 watt e forse potrebbe far arrivare la temp a 15 nella serra.

 

Questa qui:

 

post-6298-0-93686700-1393459661.jpg

 

 

Qualche suggerimento?

Link to post
  • Replies 109
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

il termoventilatore anche se esoso in termini di corrente, è la soluzione economicamente più conveniente, sopratutto se la serra è ben coibentata.

Lo colleghi a un termostato, lo metti a quello che vuoi e vai tranquillo.

Nella mia serra da 4mq l'ho inserito a ottobre scorso, il basilico non è morto e la bolletta bimestrale è stata di circa 100€ in più...

Te lo consiglio vivamente...

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to post

grazie Qoelet, ma infatti i conti sono queli...mi verrebbe a costare quasi 50 euro al mese e cercavo una soluzione più economica...

i termoventilatori la maggior parte li fanno solo da 1 kw in su, costano 10 euro ma poi si rifanno sulla bolletta....a me interesserebbe solo arrivare a 15 gradi e non so se con una stufetta da 500 watt passiva riesco ad arrivarci...

La setta è solo di policarbonato, ho siliconato tutte le giunture e i pannelli ma c'è da considerare che le pareti non sono molto spesse, staremo sui 4-6 mm

Link to post

grazie Qoelet, ma infatti i conti sono queli...mi verrebbe a costare quasi 50 euro al mese e cercavo una soluzione più economica...

i termoventilatori la maggior parte li fanno solo da 1 kw in su, costano 10 euro ma poi si rifanno sulla bolletta....a me interesserebbe solo arrivare a 15 gradi e non so se con una stufetta da 500 watt passiva riesco ad arrivarci...

La setta è solo di policarbonato, ho siliconato tutte le giunture e i pannelli ma c'è da considerare che le pareti non sono molto spesse, staremo sui 4-6 mm

 

il fatto non sono tanto i watt, perchè il consumo è proporzionale al tempo che impiegano ad arrivare a temperatura, e più watt sono, prima fanno.

Il caldobagno ha di buono l'estrema semplicità del meccanismo, la corrente arriva a una resistenza, questa si scalda e la ventola pensa a diffondere il calore. Praticamente non c'è spreco, l'energia è convertita in calore in modo molto efficiente.

La stufetta funziona pure, e di buono ha che il materiale in cui è costruita si mantiene caldo anche se spenta, ma non la vedo efficiente per scaldare rapidamente la serra.

In uno spazio così piccolo, il mio caldobagno impiega circa 5 minuti a portare la temperatura e poi questa la tiene per 40 minuti circa perchè è ben coibentata. Quando ha fatto freddo freddo si accendeva ogni mezzora, ma anche di giorno se non c'era il sole, aiutava.

 

Ora, sinceramente, le piantine piccole sono cresciute tutte, quelle grosse, sono grosse, e ho settato il termostato a 10 gradi circa, i peperoncini continuano a maturare, i fiori, fioriscono... le foglie non cadono e il basilico campa... pure se la notte arriva sugli 8-9 gradi....

 

Per me rimane la sceltà più economica e pulita.

Anche una stufa a paraffina, consuma circa 40€ di paraffina al mese. Risparmi si quei 20€ forse... ma è fissa, concepita per evitare il congelamento e non per tenere 15 gradi e puzza...

 

Tieni conto pure una cosa fondamentale... Tra meno di un mese l'inverno è finito, potrà pure fare ancora freddo la notte, ma io i conti scritti prima me li sono fatti a partire da ottobre, sulla bolletta inizio dicembre quella di inizio febbraio, quella di aprile credo sarà ben più bassa, sia perchè ho abbassato il termostato a 10, e prima era appunto a 15, sia perchè le giornate si allungano e la notte fa molto meno freddo.

Link to post

si ho capito.

sicuramente la stufa a termosifone non arriverà mai a 15 gradi...per renderla un pò più efficente potrei collegarci quelle ventole da 20 cm per i pc...dovrei avrne qualcuna

 

dentro una serra il termoventilatore staccherebbe solo per pochi minuti per poi riprendere...il policarbonato alveolare non è spesso 2 cm ma qualche millimentro e poi mettici anche il pavimento freddo ecc ecc...

 

comunque a me non è che serve che scaldi in 2 minuti anche perchè con il termostato appena scende sotto i 15 gradi si accende e immagino che dopo 30 minuti che è accesa arriva a temperatura e nella serra sarà scesa al max di 2-3 gradi quindi starà a 12 gradi...

Link to post

si ho capito.

sicuramente la stufa a termosifone non arriverà mai a 15 gradi...per renderla un pò più efficente potrei collegarci quelle ventole da 20 cm per i pc...dovrei avrne qualcuna

 

dentro una serra il termoventilatore staccherebbe solo per pochi minuti per poi riprendere...il policarbonato alveolare non è spesso 2 cm ma qualche millimentro e poi mettici anche il pavimento freddo ecc ecc...

 

comunque a me non è che serve che scaldi in 2 minuti anche perchè con il termostato appena scende sotto i 15 gradi si accende e immagino che dopo 30 minuti che è accesa arriva a temperatura e nella serra sarà scesa al max di 2-3 gradi quindi starà a 12 gradi...

 

Ma i tempi sono importanti soprattutto quando parliamo di 500 o 1000watt, espressi in watt/ora, un termosifone acceso 30 minuti ogni x rischia di starti acceso almeno 4-5 ore a notte, se lo setti a 15 gradi, tradotto circa 1€ al giorno

 

E guarda, il policarbonato alveolare è ottimo anche se di pochi millimetri. Se vuoi farci un altra bella cosa, fai come ho fatto io (la mia è di film plastico) rivesti tutto l'interno col pluriball, col lato bolle bolle rivolto verso l'esterno appiccicato alle pareti... più grosse sono le bolle meglio è.. fa quasi miracoli....

 

la serra mia serra si vede al #20 post di questa discussione

http://www.peperonciniamoci.it/forum/index.php/topic/26049-i-miei-3-piccoli/

 

e l'interno si vede qui

http://www.peperonciniamoci.it/forum/topic/26075-la-mia-situazione-invernale/

Link to post

Pannello fotovoltaico dalla gbc con accumulatore e uno scaldino a 12 volt sempre acceso,hai una spesa iniziale un po altina ma consumi pari a 0

 

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

 

su che costi siamo? a me col fotovoltaico hanno sempre spaventato gli accumulatori... ma se la spesa iniziale non fosse terrificante, un pensierino....

Link to post

L'altro giorno ho provato ad accendere il termoventilatore, diciamo che in 30 minuti ha portato la serra da 10 a 16 gradi poi l'ho spento, non ho visto a quanto sarebbe arrivato ma secondo me al massimo a 18 gradi...purtroppo non ho controllato i tempi che impiega la temperatura a tornare a 10 gradi, ma secondo me tu sei troppo ottimistico e bastano 10 minuti per far scattare il termostato e far riaccendere il termoventilatore...secondo me starà acceso almeno 6-7 ore a notte

magari stasera faccio una prova prima di comprare il termosifone...se la serra riescie a tenere bene il calore per 30 min il gioco è fatto poichè il costo sarà come avere un termoventilatore da 500 watt

Link to post

L'altro giorno ho provato ad accendere il termoventilatore, diciamo che in 30 minuti ha portato la serra da 10 a 16 gradi poi l'ho spento, non ho visto a quanto sarebbe arrivato ma secondo me al massimo a 18 gradi...purtroppo non ho controllato i tempi che impiega la temperatura a tornare a 10 gradi, ma secondo me tu sei troppo ottimistico e bastano 10 minuti per far scattare il termostato e far riaccendere il termoventilatore...secondo me starà acceso almeno 6-7 ore a notte

magari stasera faccio una prova prima di comprare il termosifone...se la serra riescie a tenere bene il calore per 30 min il gioco è fatto poichè il costo sarà come avere un termoventilatore da 500 watt

 

Ripeto che il caldobagno andrebbe collegato ad un termostato esterno, quello integrato fa pena...

Poi, mi dici ottimistico, ma le bollette mi sono arrivate ^_^ quello ho speso... ed erano effettive, non calcolate...

 

Se io con la serra in pvc ottengo questo, secondo me tu puoi solo fare di meglio...

 

Occhio ad isolare il pavimento e fidati, vai di bolle bolle...

Link to post

Ripeto che il caldobagno andrebbe collegato ad un termostato esterno, quello integrato fa pena...

Poi, mi dici ottimistico, ma le bollette mi sono arrivate ^_^ quello ho speso... ed erano effettive, non calcolate...

 

Se io con la serra in pvc ottengo questo, secondo me tu puoi solo fare di meglio...

 

Occhio ad isolare il pavimento e fidati, vai di bolle bolle...

 

sisi ma il termostato esterno l'ho già montato e userò quello... il problema è che 50 euro al mese sono troppi da investire sulle piante...almeno per me...ecco perchè puntavo sul 500 watt che mi farebbe spendere 24 euro al mese stando accesso 8 ore consecutive la notte...ho i miei dubbi che riescie a far arrivare la serra a 15 gradi ma almeno darà quel tepore alla piante prima di disperdere il calore...no?

Link to post

sisi ma il termostato esterno l'ho già montato e userò quello... il problema è che 50 euro al mese sono troppi da investire sulle piante...almeno per me...ecco perchè puntavo sul 500 watt che mi farebbe spendere 24 euro al mese stando accesso 8 ore consecutive la notte...ho i miei dubbi che riescie a far arrivare la serra a 15 gradi ma almeno darà quel tepore alla piante prima di disperdere il calore...no?

 

mica avevo capito che vuoi lasciarlo sempre acceso, allora lascia stare il termostato, metti direttamente un temporizzatore ignorante, e metti in serra un ventilatore, uno normale, consuma 20w e lo fai accendere un ora si e una no per non farlo fondere. Io il ventilatore lo lascio acceso(sempre un ora si e una no) per tutto il giorno e la notte, aiuta a disperdere il calore che si concentra nel colmo e contribuisce a ridurre la condensa.

Considerando il periodo direi che va bene....

Link to post

ora ricordo e se non erro hai la serra sul balcone. mi sento di consigliarti di comprare due sacchi di concime pellettato, di aprire i due sacchi e di inumidirli lasciandoli fermentare. oppure se hai la possibilità di recuperare due/tre secchi di letame di cavallo fresco con segatura e/o paglia, di metterlo nella serra e avrai risolto i problemi senza allacciarti alla rete.

Link to post

mica avevo capito che vuoi lasciarlo sempre acceso, allora lascia stare il termostato, metti direttamente un temporizzatore ignorante, e metti in serra un ventilatore, uno normale, consuma 20w e lo fai accendere un ora si e una no per non farlo fondere. Io il ventilatore lo lascio acceso(sempre un ora si e una no) per tutto il giorno e la notte, aiuta a disperdere il calore che si concentra nel colmo e contribuisce a ridurre la condensa.

Considerando il periodo direi che va bene....

 

non voglio lasciarlo sempre acceso,potrei mettere un temporizzatore e a monte di tutto il termostato cosi gli farei raggiungere al massimo 15-18 gradi..che dici?

 

altrimenti gioco con i settaggi del termostato tra tolleranza e temmpo di rilettura... mi devo fare delle prove

 

in quell'ora che il termoventilatore è spento dovrei capire aquanto arriva la temp

Link to post

Io vedo che sei di Roma, il freddo quello intenso e duraturo ormai non arriva più (disse Fantozzi prima della terza glaciazione), secondo me devi prendere una cosa economica e prevedere un salasso di circa 50 euro al mese, poi fra 2 mesi non ti serve più a nulla.

E comuqnue l'energia elettrica di notte costa meno, potresti provare a contattare il tuo fornitore di energia e vedere se c' è una soluzione conveniente per la notte.

 

Un' altra possibilità sono i bidoni neri pieni di acqua che il giorno accumulano calore e nella notte lo dispernono in serra.

Un saluto

Link to post

ora ricordo e se non erro hai la serra sul balcone. mi sento di consigliarti di comprare due sacchi di concime pellettato, di aprire i due sacchi e di inumidirli lasciandoli fermentare. oppure se hai la possibilità di recuperare due/tre secchi di letame di cavallo fresco con segatura e/o paglia, di metterlo nella serra e avrai risolto i problemi senza allacciarti alla rete.

 

Ti ringrazio, ma il letame o cattivi odori vari sono fuori questione...impesterei la zona e i vicini :smilies17:

 

Io vedo che sei di Roma, il freddo quello intenso e duraturo ormai non arriva più (disse Fantozzi prima della terza glaciazione), secondo me devi prendere una cosa economica e prevedere un salasso di circa 50 euro al mese, poi fra 2 mesi non ti serve più a nulla.

E comuqnue l'energia elettrica di notte costa meno, potresti provare a contattare il tuo fornitore di energia e vedere se c' è una soluzione conveniente per la notte.

 

Un' altra possibilità sono i bidoni neri pieni di acqua che il giorno accumulano calore e nella notte lo dispernono in serra.

Un saluto

 

 

quella dei bidoni non è male come idea...la resa non sarebbe molta e rubano spazio ma il principio è buono :thumbsup:

 

Con i pannelli avresti una spesa iniziale di 200 euro circa, da vedere che assorbimenti devi comprire. Con 200 euro hai un 300watt circa.ampliabili

 

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

 

 

volevo fare una cosa molto più amatoriale :)

Link to post

non voglio lasciarlo sempre acceso,potrei mettere un temporizzatore e a monte di tutto il termostato cosi gli farei raggiungere al massimo 15-18 gradi..che dici?

 

altrimenti gioco con i settaggi del termostato tra tolleranza e temmpo di rilettura... mi devo fare delle prove

 

in quell'ora che il termoventilatore è spento dovrei capire aquanto arriva la temp

 

Senti, come ti ho detto, io ho le piantine seminate a novembre, già belle cresciutelle e ho impostato il termostato a qualcosina in meno di 10. Stanno benissimo , senza contare quando entro in serra verso mezzanotte ci stanno ancora 13 gradi dal sole pomeridiano, e fuori 8 circa. quindi considera che a quell'ora il caldobagno non si è ancora mai acceso.

E' la mattina presto che fa veramente freddo, dalle 4 in poi con un picco prima dell'alba..

 

La paura mia è che il termostato ti si bruci, quando montai il mio per il caldobagno, un amico elettricista mi predisse tragedie inennarrabili ed apocalittiche anche se il "coso" poteva reggere fino a 1500W. Il mio caldobagno sta appunto acceso 5 minuti e poi si ferma per un tempo "x" quindi nessuna apocalisse, ma che ne so che succede coi 500w fissi?

 

Ma se problemi non ce ne sono, per me lo metti a 10 o poco più e stai tranquillo, se hai piante piccole metti 15 ^_^

Link to post

il termoventilatore anche se esoso in termini di corrente, è la soluzione economicamente più conveniente, sopratutto se la serra è ben coibentata.

Lo colleghi a un termostato, lo metti a quello che vuoi e vai tranquillo.

Nella mia serra da 4mq l'ho inserito a ottobre scorso, il basilico non è morto e la bolletta bimestrale è stata di circa 100€ in più...

Te lo consiglio vivamente...

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

 

purtroppo e' oneroso scaldare per le sole piante!!

Link to post

100 euri x due mesi di basilico, un po' caruccio!!!!

 

ma te pare????

 

La serra è per i peperoncini.... ^_^ sono 25 piante di oltre un anno più altre 20 piccoline nate a novembre (è previsto ingradimento della serra tra un mese)

Lo so che non è poco, ma cavolo, è il mio unico hobby che non rischia di fare danni a me o al prossimo... mia moglie è stata felicissima...

Che poi ci tengo anche 1 pianta di basilico (che è il mio punto di riferimento per il freddo) , oltre alle altre spezie di casa, è un vantaggio collaterale...

Link to post

se siete esperti del fai da te andate di solare.e se avete spazio x metterlo.risparmiate negli anni.corrente infinita in serra.luci e riscaldamento.

 

Ti ripeto che l'idea malvagia non è.... Quando dici 200€ includi anche gli accumulatori? Sono quelli classici al piombo?

Link to post

cerco di fare delle prove stasera e vediamo il responso domani.. sono previste minime di 4 gradi così lo testo nel peggiore dei casi :)

provo con la tecnica del temporizzatore impostanto il termoventilatore a 1KW e vedo come va...poi passo al termostato che comunque il mio regge 2,2 KW

Link to post

Gli accumulatori sono semplici batterie al gel ups.avete presente quelle dei camper,barche,gruppi di continuità? Basta un pannello ed un raddrizzatore di corrente che ti mantenga una carica della batteria di 10 20 amp per una batteria da 100 ampere e un inverter da 500w reali.e siete apposto.la spesa della batteria varia in base alla grandezza.calcolate che per caricare una batteria da 100amp servono 10 amp.per caricarne una da 40 servono 4 amp. Piu è grande e piu corrente e durata si ha

 

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...