Jump to content
gianni48

Innesti Multipli E Albero Dei Peperoncini

Recommended Posts

Oggi ho potato un habanero innestato due mesi fa su un quadrato d'Asti con un innesto a spacco pieno.

L'innesto si è sviluppato bene, però vorrei che sviluppasse dei rami anche il portainnesto in modo da avere sulla stessa pianta frutti di entrambe le specie,

 

 

post-11121-0-93149500-1415370647.jpg ...

 

post-11121-0-71413900-1415385267.jpg

 

... perciò ho tagliato il ramo che portava alcuni fiori e un frutto acerbo.

 

post-11121-0-05078800-1415372143.jpg

 

poi l'ho messo a svernare.

Share this post


Link to post

Gianni che rocoto usi? ail rocoto red va bene? Se no potresti darmi qualche seme? Ti mando la busta :)

Sì, gli innesti li ho fatti su un rocoto red ma nell'anno prossimo credo che li farò su uno un po' più grosso che ho acquistato come rocoto gyant red. Quest'ultimo ha una struttura più simile all'alberello del primo, quindi lo preferisco come portainnesto. Comunque, dato che li dovrò svernare dentro casa, penso di utilizzare anche portainnesti meno resistenti al freddo; da te i rocoto potrebbero resistere fuori. In MP ti do il mio indirizzo, se mi mandi la busta non ho difficoltà ad inviarti i semi (ne ho una quantità esagerata)

 

post-11121-0-42521900-1415714674.jpg

Rocoto gigante

 

post-11121-0-62913200-1415714746.jpg

Frutto del rocoto gigante (non posso fare il confronto con il rocoto red perché non e ne sono rimasti, ma quello de gigante è un po' più grosso.

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

Complimenti Gianni! Molto interessante l'argomento innesti! Ti seguirò anche qua per vedere come procedono i tuoi esperimenti! :smile062:

Share this post


Link to post

complimentissimi gianni!!! hai delle piante che sono dei veri capolavori :clapping: :clapping:

 

ti faccio una domanda: l innesto si potrebbe fare a livello della biforcazione principale? ovvero, il fusto del peperoncino biforca, io incido verticalmente a livello della biforcazione, lasciando ovviamente i rami biforcati, e nell'incisione innesto un altro pepper... finendo per avere una biforcazione tripla..

 

dici che è fattibile o è una zona delicata dove rischio di far dei danni anche ai rami del portainnesto? :11_confused:

 

spero di essermi spiegato :blush:

Share this post


Link to post

a questo punto bisognerebbe provare ad innestare sul flexousum, visto che resiste a temperature sotto lo zero

 

"made in somewhere"

Share this post


Link to post

 

 

ti faccio una domanda: l innesto si potrebbe fare a livello della biforcazione principale? ovvero, il fusto del peperoncino biforca, io incido verticalmente a livello della biforcazione, lasciando ovviamente i rami biforcati, e nell'incisione innesto un altro pepper... finendo per avere una biforcazione tripla..

 

dici che è fattibile o è una zona delicata dove rischio di far dei danni anche ai rami del portainnesto? :11_confused:

 

spero di essermi spiegato :blush:

Ti sei spiegato benissimo, se lo fai su un portainnesto giovane, allo stadio di una biforcazione, con un innesto dello stesso diametro del fusticino dovrebbe tenere, e questo sarebbe ancora più facile e dovrebbe formarsi una triforcazione. Se l'innesto non riuscisse, il portainnesto non sarebbe perso perché formerebbe dei rami laterali a livello delle gemme ascellari delle foglie del fusticino, sui quali potrai in seguito fare molti innesti.

Sarebbe bene che tu riuscissi a far combaciare il cambio dell'innesto con quello del portainnesto anche a livello della biforcazione, in modo che si possa avere una saldatura anche in quella zona.

La tua idea è molto interessante e per realizzarla seminerei i portainnesti 10-15 giorni prima degli innesti.

Penso di postare qualche foto se lo farò. :thumbsup::smile062:

Share this post


Link to post

a questo punto bisognerebbe provare ad innestare sul flexousum, visto che resiste a temperature sotto lo zero

 

"made in somewhere"

Ciao,

si potrebbe provare, però molto probabilmente l'innesto gelerebbe.

Piuttosto sarei curioso di vedere se questo capsicum è veramene in grado d resistere a temperature di 10°F cioè di -12 °C :o:11_confused:

... ma i semi non si trovano facilmente.

... e poi ho già il Pimenta de Neive!!! :Sogghigna: :Sogghigna:

 

Share this post


Link to post

Ti sei spiegato benissimo, se lo fai su un portainnesto giovane, allo stadio di una biforcazione, con un innesto dello stesso diametro del fusticino dovrebbe tenere, e questo sarebbe ancora più facile e dovrebbe formarsi una triforcazione. Se l'innesto non riuscisse, il portainnesto non sarebbe perso perché formerebbe dei rami laterali a livello delle gemme ascellari delle foglie del fusticino, sui quali potrai in seguito fare molti innesti.

Sarebbe bene che tu riuscissi a far combaciare il cambio dell'innesto con quello del portainnesto anche a livello della biforcazione, in modo che si possa avere una saldatura anche in quella zona.

La tua idea è molto interessante e per realizzarla seminerei i portainnesti 10-15 giorni prima degli innesti.

Penso di postare qualche foto se lo farò. :thumbsup::smile062:

 

 

grazie mille!!! un ultimo paio di domande:

- quindi l'innesto va fatto fra due piante giovani.. non posso usare come portainnesto una pianta svernata?? perchè avevo un bell'haba brown che sto svernando che avrei "donato alla scienza" magari innestandolo con un haba orange :Sogghigna: l effetto cromatico sarebbe stato d' effetto :smilies17:

- non ho capito cosa vuol dire

Sarebbe bene che tu riuscissi a far combaciare il cambio dell'innesto con quello del portainnesto anche a livello della biforcazione, in modo che si possa avere una saldatura anche in quella zona.
perdona la mia ignoranza ma mi avvicino agli innesti solo ora , leggendo il tuo topic :blush:

 

per il resto tutto chiarissimo!! grazie mille!!

Share this post


Link to post

 

- non ho capito cosa vuol dire perdona la mia ignoranza ma mi avvicino agli innesti solo ora , leggendo il tuo topic :blush:

 

 

Una biforcazione di una pianta svernata forse è troppo legnosa.

Per spiegarmi meglio proverò a fare un disegno (un'immagine vale più di 1000 parole) però adesso non posso; lo farò stasera.

Ciao.

Share this post


Link to post

Una biforcazione di una pianta svernata forse è troppo legnosa.

Per spiegarmi meglio proverò a fare un disegno (un'immagine vale più di 1000 parole) però adesso non posso; lo farò stasera.

Ciao.

troppo gentile!! ma non ho alcuna fretta quindi fai pure con calma :smile062: :smile062:

Share this post


Link to post

gianni non mi odiare se continuo a scrivere :blush:

stavo cercando un po qlk cosa su internet sugli innesti..e ho trovato questa tecnica che chiamano "innesto a gemma"

 

 

http://www.coltivarefacile.it/wp-content/uploads/2011/11/innesto-gemma.jpg

 

mi sembra che non se ne sia ancora parlato in questo topic.. mi sembra una buona tecnica da provare su un fusto già lignificato :blink: te che ne dici?? in primavera farò qlk prova e poi magari vi so dire se esce qlk cosa di buono :rolleyes:

Share this post


Link to post

Ciao,

si potrebbe provare, però molto probabilmente l'innesto gelerebbe.

Piuttosto sarei curioso di vedere se questo capsicum è veramene in grado d resistere a temperature di 10°F cioè di -12 °C :o:11_confused:

... ma i semi non si trovano facilmente.

... e poi ho già il Pimenta de Neive!!! :Sogghigna: :Sogghigna:

 

 

è già stato testato fino a -20 io personalmente solo -4

 

"made in somewhere"

Share this post


Link to post

è già stato testato fino a -20 io personalmente solo -4

 

"made in somewhere"

Hai avuto allegagioni?

Se rispondi di sì avrai una grande quantità di richieste che non potrai esaudire se è vero che l'allegagione è scarsa e si ha un solo seme per frutto. :special47:

Share this post


Link to post

Hai avuto allegagioni?

Se rispondi di sì avrai una grande quantità di richieste che non potrai esaudire se è vero che l'allegagione è scarsa e si ha un solo seme per frutto. :special47:

tutte balle,

allega che è una meraviglia e ho solo frutti verdi per ora :lol:

 

"made in somewhere"

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

tutte balle,

allega che è una meraviglia e ho solo frutti verdi per ora :lol:

 

"made in somewhere"

Li hai assaggiati?

Share this post


Link to post

troppo gentile!! ma non ho alcuna fretta quindi fai pure con calma :smile062: :smile062:

Cerco di spiegare quello che ho detto nel precedente messaggio:

post-11121-0-68557400-1420997675.jpg

Negli innesti che si fanno normalmente (cioè a spacco pieno) la parte superiore del portainnesto è esposta alle infezioni, anche se con il mastice o l'avvolgimento con pellicola per alimenti il rischio si riduce.

 

post-11121-0-51630700-1420997507.jpg....post-11121-0-18908000-1420997566.jpg

Con il metodo che proponi, si può fare in modo che non restino parti esposte e che ci sia un contatto più esteso del cambio del portainnesto con quello dell'innesto.

Share this post


Link to post

Li hai assaggiati?

nn ancora,

spero prossimo mese

 

"made in somewhere"

Share this post


Link to post

Cerco di spiegare quello che ho detto nel precedente messaggio:

post-11121-0-68557400-1420997675.jpg

Negli innesti che si fanno normalmente (cioè a spacco pieno) la parte superiore del portainnesto è esposta alle infezioni, anche se con il mastice o l'avvolgimento con pellicola per alimenti il rischio si riduce.

 

post-11121-0-51630700-1420997507.jpg....post-11121-0-18908000-1420997566.jpg

Con il metodo che proponi, si può fare in modo che non restino parti esposte e che ci sia un contatto più esteso del cambio del portainnesto con quello dell'innesto.

cosa dire se non grazie!!! chiarissimo :clapping: :clapping: :clapping:

Share this post


Link to post

Quale porta innesto consiglieresti per chi vive come me in zone con temperature parecchio fredde? (e sotto lo zero a volte anche se ben riparate)

Share this post


Link to post

gianni non mi odiare se continuo a scrivere :blush:

stavo cercando un po qlk cosa su internet sugli innesti..e ho trovato questa tecnica che chiamano "innesto a gemma"

 

 

http://www.coltivarefacile.it/wp-content/uploads/2011/11/innesto-gemma.jpg

 

mi sembra che non se ne sia ancora parlato in questo topic.. mi sembra una buona tecnica da provare su un fusto già lignificato :blink: te che ne dici?? in primavera farò qlk prova e poi magari vi so dire se esce qlk cosa di buono :rolleyes:

Scusa il ritardo, mi era sfuggito il tuo post.

L'innesto a gemma si fa sulle piane da to come meli, peri, peschi, susini, agrumi ecc. e si fa in genere su piante legnose nella tarda estate.

Anche sui peperoncini penso che possano attecchire innesti a gemma ma io ho fatto solo innesti a spacco oppure innesti per approssimazioe.

Gli innesti a gemma temo che posano disidratarsi facilmente.

Share this post


Link to post

Quale porta innesto consiglieresti per chi vive come me in zone con temperature parecchio fredde? (e sotto lo zero a volte anche se ben riparate)

Il Capsicum flexousum è un peperoncino molto particolare che resiste a temperature bassissime (di vari gradi sotto zero) e penso anche che presenti affinità con le altre specie di capsicum; dubito però che trasmetta all'innesto la resistenza alle basse temperature... bisognerebbe provare, ma non si trovano i semi perché sono molto rari; gnamo ce li ha, ma non sono ancora maturati.

Temo che se vuoi conservare gli innesti ti debba rassegnare a svernare le piante innestate in un posto dove la temperatura non scende sotto i 5 °C.

Share this post


Link to post

Il Capsicum flexousum è un peperoncino molto particolare che resiste a temperature bassissime (di vari gradi sotto zero) e penso anche che presenti affinità con le altre specie di capsicum; dubito però che trasmetta all'innesto la resistenza alle basse temperature... bisognerebbe provare, ma non si trovano i semi perché sono molto rari; gnamo ce li ha, ma non sono ancora maturati.

Temo che se vuoi conservare gli innesti ti debba rassegnare a svernare le piante innestate in un posto dove la temperatura non scende sotto i 5 °C.

 

 

i semi so trovano bene,

basta che controlli in giro,

io ne ho altri ma nn li scambio, al momento che matureranno potrò scambiarli.

 

 

"made in somewhere"

Share this post


Link to post

Il Capsicum flexousum è un peperoncino molto particolare che resiste a temperature bassissime (di vari gradi sotto zero) e penso anche che presenti affinità con le altre specie di capsicum; dubito però che trasmetta all'innesto la resistenza alle basse temperature... bisognerebbe provare, ma non si trovano i semi perché sono molto rari; gnamo ce li ha, ma non sono ancora maturati.

Temo che se vuoi conservare gli innesti ti debba rassegnare a svernare le piante innestate in un posto dove la temperatura non scende sotto i 5 °C.

Grazie per la risposta!ma altri simili come resistenza?tipo pimenta de neyde potrebbero andar bene?

Share this post


Link to post

Grazie per la risposta!ma altri simili come resistenza?tipo pimenta de neyde potrebbero andar bene?

sapevo che anche il goat's weed regge discretamente al freddo

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...