Jump to content
cubalibre

Strumento Per Misurare I Gradi Scoville

Recommended Posts

parlando con un appassionato, che è stato alla fiera a Rieti, mi ha detto che durante la fiera, ha assistito a delle misurazioni sui peperoncini, con una strumento prismatico cosi l'ha chiamato, che misurerebbe i gradi di scoville, dalla rilevazione fatta in fiera, su dei campioni di pepper, sarebbe uscito che il moruga red è piu piccante del carolina reaper, adesso i gradi di scoville e le piccantezze lasciano il tempo che trovano, troppe variabili, ma la domanda è questa, esiste davvero uno strumento portatile che misurerebbe i gradi scoville, a me sembra strano. sapete niente??

Share this post


Link to post

non penso che esistano strumenti per effettuare le misurazioni Scoville, in quanto il metodo Scoville non e' basato su misurazioni meccaniche o chimiche o ottiche, ma ....

 

(da Wikipedia)

 

... La scala di Scoville prende il nome dal suo ideatore, Wilbur Scoville che sviluppò il SOT (Scoville Organoleptic Test) nel 1912[2]. Questo test originariamente prevedeva che una soluzione dell'estratto del peperoncino venisse diluita in acqua e zucchero finché il "bruciore" non fosse più percettibile ad un insieme di assaggiatori (generalmente 5); il grado di diluizione, posto pari a 16.000.000 per la capsaicina pura, dava il valore di piccantezza in unità di Scoville. Il valore 16.000.000 per la capsaicina fu posto arbitrariamente da Scoville. .....

... Sedici unità di Scoville sono equivalenti a una parte di capsaicina per milione, ma il suo grande limite è che pur basandosi su una scala oggettiva, la rilevazione dipende dalla soggettività umana. ....

 

esistono invece altri tipi di misurazioni, quali ..

 

(da Wikipeda)

 

.... Successivamente sono stati sviluppati altri tipi di test, molto più sofisticati, come il test HPLC (High performance liquid chromatography, noto anche come "Metodo Gillette") che misura direttamente la quantità di capsaicinoidi invece che affidarsi alla sensibilità dell'uomo. ...

 

che pero' non misurano gli Scoville, ma utilizzano altre unita' di misura.

Non penso quindi che si possano rapportare gli Scoville ad altre unita' di misura, in quanto le prime sono relative alla sensibilita' umana ed al numero degli assaggiatori, mentre le seconde sono determinate da strumentazione ottico/chimica/cromatografica.

Share this post


Link to post

come immaginavo, solo un laboratorio di analisi può' stabile il grado di piccantezza di un peperoncino, quindi ammesso che quello che mi ha raccontato fosse vero, cosa avrà visto in fiera? qualche aggeggio fasullo per impressionare i visitatori, non mi stupirei per nulla se cosi fosse :clapping:

Share this post


Link to post

All'università di Perugia hanno studiato e stanno studiando un nuovo metodo di misurazione che è stato proposto alla fiera di Rieti,sarà questo molto probabilmente.Come con l'Hplc poi si convertono i gradi in scoville :thumbsup:

Share this post


Link to post

Ad oggi l'HPLC è lo strumento più idoneo a misurare la quantità di capsacina nei peppers

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Quello visto in fiera potrebbe essere un rifrattometro come quelli usati per misurare il grado zuccherino nell'uva

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Strumento molto efficace. :troll:

Prendi 1 cm quadro di pepper vicino alla placenta: :chilli-epice:

- non senti nulla; sotto i 1.000 SHU

- senti appena un pizzico; circa 10.000 SHU

- senti pizzicare; circa 40.0000 SHU

- senti pizzicare molto; circa 80.000 SHU

- senti pizzicare molto e voresti che finisse subito; circa 150.000 SHU

- senti pizzicare molto ed hai assolutamente bisogno di latte; oltre 300.000 SHU

- cominci a singhiozzare ed a lacrimare; oltre 900.000 SHU

- cominci a singhiozzare ed a lacrimare ed hai conati di vomito; oltre 2.000.000 SHU :bangin:

imho... :Sogghigna:

Poi ci sono le bocche d amianto. :1149883688-ti diabolo:

Share this post


Link to post

Quello visto in fiera potrebbe essere un rifrattometro come quelli usati per misurare il grado zuccherino nell'uva

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

esatto, mi ha detto proprio questo, uno strumento simile a quello per misurare lo zucchero nel vino, io a casa ce l'ho, ma sembra una specie di termometro. Comunque interessante che ci sia uno strumento del genere per misurare i pepper, mi piacerebbe approfondire l'argomento.

 

ecco trovato questo rifrattometro, a casa ho quello a termometro avrà trentanni circa, questo elettronico sarà meglio. Esiste qualcosa di simile per misurare la piccantezza? in fiera dubito che avessero qualche tecnologia aliena.

 

http://www.ebay.it/itm/RIFRATTOMETRO-CE-107-C-LED-BRIX-BABO-ATC-0-35-CON-COPERCHIO-LUMINOSO-A-LED/261596910538?_trksid=p2047675.c100005.m1851&_trkparms=aid%3D222007%26algo%3DSIC.MBE%26ao%3D1%26asc%3D20140620091323%26meid%3D72fcd7431a53405ea11b969f3d597651%26pid%3D100005%26prg%3D20140620091323%26rk%3D5%26rkt%3D6%26sd%3D150926524664&rt=nc

Share this post


Link to post

Quello visto in fiera sarà tarato per la capsacina. Dubito che il rifrattometro per l'uva possa funzionare

 

 

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Saputo più nulla di questo strumento visto in fiera?

Share this post


Link to post
Il 14/10/2014 at 15:39, MrBkr dice:

- cominci a singhiozzare ed a lacrimare ed hai conati di vomito; oltre 2.000.000 SHU :bangin:

imho... :Sogghigna:

Poi ci sono le bocche d amianto. :1149883688-ti diabolo:

La mia... O meglio.. Lo scorso anno ho fatto una crema di Carolina Reaper. Buonissima. Prima di frullare tutto (con occhiali, mascherina e non stando con la faccia sul mixer) ho assaggiato circa 2 mm di punta. Tutto il male del creato mi si è scatenato improvvisamente su tutta la lingua... Solo immergendo per 15 minuti la lingua nello yogurt son riuscito a farlo passare un pò, ma il primo pensiero è stato ti tagliarmi via la lingua..
Poi ho imparato come mangiarla ed è finita in una settimana.
Il segreto non è il latte ma il grasso in esso contenuto. Più è alto il contenuto di capsaicina e più denso deve essere quello che usi per pulire le papille gustative.
Io lo spalmavo tra il pane ed 1 cm buono di formaggio spalmabile.
Così facendo, non solo riesci piu o meno a sopportare anche un cucchiaino da caffè di quel veleno, ma riesci anche a cogliere le varie tonalità del sapore, ed è veramente buono.
Per singhiozzi e nausea, mai venuti. Però colava di brutto il naso..

  • Like 1

Share this post


Link to post

Anch'io ho constatato ciò; una volta prima di mangiare un piatto di pasta condita abbastanza piccante avevo consumato un pezzetto di formaggio, e questo mi ha aiutato ad avvertire meno la capsaicina. Il grasso contenuto in esso ha in un certo senso schermato le papille gustative dal piccante. Un buon metodo quindi per prepararsi a dosi importanti di capsaicina.

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...