Jump to content

Recommended Posts

Capisco quelli che dicono che i rocoto sono esasperanti, quest'anno ne ho due varietà una un rocoto rosso equadoregno PI 355811. seminato quest'anno, l'altro che mi è stato dato da Nicco ed è un rocoto manzano arancio, entrambi stanno crescendo in maniera mostruosa ma (come previsto) hanno poca voglia di fare frutti.

 

Il rocoto PI 355811 a dire la verità tre frutti me li sta facendo e a quel che ho capito per un rocoto appena seminato mi posso considerare fortunato.

 

 

 

IMG_20150619_110741.jpg

 

 

Quello che invece è assolutamente irritante è il rocoto manzano arancio che è diventato enorme pieno di fiori ma si rifiuta di fare un solo frutticino. E' una bellissima pianta, con un portamento ed un fogliame più bello dell'altro rocoto ed è praticamente coperta di fiori che cadono miseramente senza allegare.

 

IMG_20150619_110512.jpg

 

 

Dettaglio della fioritura

 

 

IMG_20150619_110806.jpg

 

 

 

 

Da ieri ho deciso di provare con le maniere forti, annaffiatura con acqua fredda di frigo tutte le sere, come suggeriscono su fatalii.net, vediamo se funziona

Link to comment

io nn capisco chi abbia messo in giro la voce che i rocoto sono difficili da gestire e poi che è questa invenzione dell'acqua fredda? sai che shock prenderanno le radici.

 

"made in somewhere"

  • Upvote 1
Link to comment

Non che siano difficili da gestire ma che siano difficili da far fruttificare nei climi torridi come quelli del centro sud Italia, in pratica per quel che ho letto appena le giornate diventano bollenti smettono di fruttificare (se pure hanno cominciato) e ricominciano in autunno. Poi dato che è il primo anno che li semino non ho informazioni di prima mano e non pretendo certo di essere un esperto in materia, certo a giudicare dalla velocità di crescita sono piante di una robustezza mostruosa.

Comunque su di un forum in lingua inglese ho letto una considerazione abbastanza interessante: le varie varietà di c.pubescens nei paesi originali crescono in condizioni climatiche molto differenti in un areale che va dall'Argentina al centro America , quindi sono molto diversi tra di loro ed hanno diverse esigenze climatiche.

 

Si concordo che l'idea dell'acqua fredda è un po estrema e potrebbe essere controproducente, è un esperimento, come ho detto l'ho trovata sul sito http://fataliiseeds.net/search?query=pubescens , l'obiettivo sarebbe quello di simulare l'abbassamento di temperatura notturno che le piante hanno sulle Ande, ovviamente non userò acqua a 0 gradi.

  • Upvote 1
Link to comment

io ho avuto molti problemi con loro , legati soprattutto al vecchio lightbox e un terriccio da semina che faceva pena.

attualmente ne coltivo 32 varieta' diverse , e alcune sono piu' rapide/adattate e altre meno.

ad esempio, ho i red manzano che sono pieni di frutti, il turbo pube è pieno di fiori.....ma altri come ad esempio il guatemala, che fatica a fiorire, i mini red e i mini reb/brown che sono proprio lenti.....

il canario,il giant che crescono molto ma non si vede proprio traccia di fiori.....come il locato.....una pianta enorme ma che ancora non fiorisce.

 

i problemi che ho avuto col lightbox sono stati soprattutto per sotto-dimensionamento prima, e poi scarsa temperatura dopo, fino a che non me ne sono comprato uno "professional"...... e dopo sono andati tranquilli.

a differenza delle altre varieta', ho notato che in fase neo-nata, sono forse un po' piu' fragili. io sono partito con 80 piante, e sono rimasto con 50, ho avuto "morti inspiegabili", piante che la sera erano in forma smaliante, e la sera le ho trovate morte...afflosciamenti improvvisi, e forti stress post travaso , non ce n'è una che non abbia fatto un travaso tranquillo....

 

insomma, un gran bel da fare.

pero' li ho messi proprio con l'intenzione di farmeli durare piu' anni, quindi, se quest'anno il raccolto (autunnale) non sara' soddisfacente, ho la speranza che il prossimo anno mi sappiano ripagare....

  • Upvote 1
Link to comment

Raga scusate l intrusione. Prima di tutto complimenti a light e a matteo per la coltivazione di rocoto. E poi volevo sapere.. Ma so piccanti sti rocoto xD

Link to comment

concordo con Gnamo ,per me sono tra le piante piu' facili,l'unico vero problema e' che la fruttificazione ,cioe' e' vero che si deve mirare al fatto che fruttifichino dal secondo anno in poi ,tutto quello che arriva nel primo anno e' di guadagnato in piu'

Link to comment

i rocoto producono meno il primo anno, molto il secondo, il terzo tendono a rimanere molto produttivi dal quarto al sesto bisogna stargli dietro altrimenti rallentano, foto del 2013 uno dei 4 raccolti di un rocoto guatemala orange di 2 anni, vaso da 28 litri pianta alta circa 1,60

 

"made in somewhere"

post-6981-14347403710477.jpg

  • Upvote 1
Link to comment

I rocoto rallentano quando le temperature superano i 30 gradi alcune varietà di più altre di meno, io li metto all'ombra sotto alberi e apprezzano molto.

Importantissimo hanno più sete di ogni altro peperoncino e hanno bisogno di quintali di concime, difficilissimo vedere un rocoto che ingiallisce per il troppo concime dato.

 

"made in somewhere"

  • Upvote 1
Link to comment

Vogliono ombra? Mi state dicendo che vuole ombra? Ho 4 mq sotto un limone di ombra. Misa sa che mi mettero alla ricerca di qualcuno che li scambiao regala sapete dove posso trova una lista oppure consigiatemi il migliore

Link to comment

da me li vendono al vivaio,

ne hanno diverse varietà, provincia Roma

 

"made in somewhere"

Link to comment

E da me non ne capiscono niente. So passato stava scritto al cartellino habanero ma era un annuum -.- non ho mai comprato pepper. Ho lasciato stare. Da me non sta il passa parola ma il passa seme ( di peperoncino) xD

Link to comment

Io ho una piantina ma se non vivi a Roma non so come mandartela, semi ho qualche seme di Rocoto Manzano Orange che mi ha dato Nicco, pianta molto bella e robusta, ma un po lentina a fare i primi frutti a quel che vedo. Puoi trovare un buon assortimento su semillas http://www.semillas.de/cgi-bin/shop_en/shop.cgi?shop=&keywords=Capsicum%20pubescens&cart_id= io sono un absolute beginner ma su di un forum ho letto di buoni risultati col Ecuadorian Red Pepper For Hell io non l'ho preso perchè nella descrizione ne parla come una specie particolarmente ingombrante ed io ho dei limiti di spazio. Qui Hot-Matteo mi sembra parlasse bene del manzano rojo (nel senso che gli ha gia fruttificato).

 

Non penso che quest'anno partendo dal seme in questo mese riuscirai a vedere dei frutti, ma dato che a quanto pare la pianta da il meglio di se dal secondo anno forse fai in tempo ad avere una pianta da svernare.

Link to comment

Come prima esperienza anche io confermo che non sono difficili da far germinare e crescere. Vivendo in origine a 1000 mt a latitudini tropicali e nelle foreste il clima ideale corrisponde effettivamente alla primavera e all'autunno italiani. Ho avuto fortuna perchè sapendo che sono lentissimi li ho seminati a novembre dunque a marzo/aprile la pianta era già fatta e i fiori sono allegati abbastanza. con la botta di caldo a maggio si sono fermati e con le ultime due settimane di pioggia sono ripartiti con la fioritura. Per questo credo che usare acqua fredda non sia una grande idea. Piuttosto meglio l'ombra: una piantina più piccola delle altre l'ho schermata per il vento togliendole 2 ore di sole e si è sviluppata di più.

Li ho messi in posizioni di poca luce o luce indiretta e vedo che gradiscono. Non sapevo della necessità di una massiccia concimazione, vi ringrazio della dritta!

Questo è il mio piccolo contributo.

Avrei un paio di domande:

- in posizione di luce indiretta quanto impiega un frutto a maturare da quando allega, più o meno?

- volendole svernare in casa a 23 gradi (riscaldamento centralizzato "economicissimo" :bangin: ...) ridurre le dimensioni del vaso un mesetto prima di portarle dentro potrebbe avere effetti negativi secondo voi?

Grazie

PS: fantastico gnamo :shocked15:

+1

Link to comment

ricordatevi che sono alberi e nn piantinen

in un anno arrivano tranquillamente sopra il metro e mezzo e in larghezza pure di più, nn i turbo pube o i mini.

 

"made in somewhere"

Link to comment

E da me non ne capiscono niente. So passato stava scritto al cartellino habanero ma era un annuum -.- non ho mai comprato pepper. Ho lasciato stare. Da me non sta il passa parola ma il passa seme ( di peperoncino) xD

di dove sei?

 

"made in somewhere"

Link to comment

grazie come partenza va più che bene . +1

azzo mi metto pure io a vendere semi di rocoto

 

"made in somewhere"

Link to comment

 

 

azzo mi metto pure io a vendere semi di rocoto

 

"made in somewhere"

Se cerchi troverai anche questi prezzi

 

50 € per 10 semi puri di rocoto brown

35 € per 10 semi puri di rocoto Isidro

 

Vedi tu......

 

tramite Tapatalk

Link to comment

fre 35 euro ?? allo 10 semi a 3 euro e ottimo XD so pazzi comunque visto che di ombra ne ho parecchia l anno prossimo 2 rocoto li metto sicuro. il rocoto peron rojo mi piace un sacco come forma.

Link to comment

Se cerchi troverai anche questi prezzi

 

50 € per 10 semi puri di rocoto brown

35 € per 10 semi puri di rocoto Isidro

 

Vedi tu......

 

tramite Tapatalk

 

Mi sa che ti sbagli, girando sui siti di vendita il più caro che ho trovato è il wild delle galapagos a 19 euro. Ti sei dimenticato la virgola nel prezzo.. :smilies17:

 

Certo se uno si vuol far pelare, il furbo, che promette semi puri (tralaltro i rocoto difficilmente si ibridano) lo trova sempre..

http://www.ebay.it/itm/10-Semi-Seeds-DI-PEPERONCINO-ROCOTO-BROWN-HOT-VARIETA-MOLTO-RARA-/261256724586

http://www.semillas.de/cgi-bin/shop_en/shop.cgi?shop=&keywords=Capsicum+pubescens

http://www.pepperitalia.eu/capsicum-pubescens/

Edited by Ljiuti
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...