Jump to content
indieee

Pepperpi - Raspberry Pi Grow Monitor

Recommended Posts

Pepper_Pi_logo.png

Dopo aver chiesto il permesso a riccardo (ancora grazie!) vado diretto al sodo...

 

È più di un anno che seguo questo forum con passione, cercando di migliorarmi costantemente e arricchire il mio bagaglio di conoscenze.
Purtroppo non ho mai postato nulla di concreto, non mi sentivo all'altezza, ora le cose sono cambiate però, mi sto apprestando a fare il mio primo ciclo da seme e mi sto attrezzando con un LightBox autocostruito (grazie per tutte le informazioni che mi continuate a dare quotidianamente).
La passione per l'elettronica e l'informatica dovevano farsi sentire :smilies17: ed eccomi qui a proporre a tutti voi il risultato dei miei sforzi.

Cos'è PepperPi?
PepperPi è un progetto completamente OpenSource e OpenHardware, scritto in Python e basato su piattaforma Raspberry Pi che ci aiuta ad automatizzare il processo di germinazione/crescita nei nostri light/growbox.

Come funziona?
Completamente modulare e parametrizzabile si gestisce attraverso un semplice file di configurazione (in sviluppo anche un portale accessibile tramite browser).

Come ci aiuta?
Allo stato attuale gestisce 6 moduli, di cui 4 completamente opzionali che ci permettono di monitorare temperatura, umidità del suolo e umidità dell'aria, ma non solo.

Quali sono i moduli?
I moduli come già detto sono 6, 2 obbligatori e 4 opzionali:

  • LUCI (obbligatorio)
  • ESTRATTORE (obbligatorio)
  • RISCALDATORE
  • UMIDIFICATORE
  • VENTILATORE
  • IRRIGATORE

Cosa mi serve per realizzarlo?

La lista della spesa si divide in due parti, la prima col materiale indispensabile alla costruzione del modulo 'base', la seconda per la costruzione dei vari moduli.

Vedi il post "GUIDA ALLA COSTRUZIONE" per ulteriori dettagli.

Cose da fare:

  • Avvio automatico del programma al boot
  • Introdurre portale web per la gestione remota

Abbiate pazienza ma il progetto sta andando avanti mentre scrivo questo topic, per cui non sarà tutto completo subito e sicuramente mi dimenticherò qualcosa, scrivo qui appositamente per non dimenticarmi le cose :special47:
Consigli/critiche/insulti sono ben accetti e anzi, vi chiedo di collaborare attivamente a tutto questo, sono ancora un neofita ed ho molto da imparare.

 

GRAZIE!

 

 

[GUIDA IN FASE DI ALLESTIMENTO, LINK E ISTRUZIONI ARRIVERANNO A BREVE]

  • Upvote 4

Share this post


Link to post

GUIDA ALLA COSTRUZIONE

 

...in allestimento

 

PREMESSA: Per eseguire questi lavori avrete bisogno di una conoscenza MINIMA di come si usa un saldatore e grossomodo nient'altro. Una volta seguire le indicazioni sulla guida il tutto risulterà di semplice esecuzione.

 

Costruzione "MAIN BOARD"

Materiale occorrente:

  • 1 x PCB che andrete a stamparvi (se volete usare gli schemi che fornisco in allegato) o una basetta 'millefori' di almeno 10x10
  • 1x Connettore 26 PIN per cavo piatto (MASCHIO - PCB)
  • 2x Connettori cavo piatto "a crimpare"
  • 1x Strip da ALMENO 7 contatti FEMMINA - DIVISIBILE (passo 2.54mm)
  • 1x Connettore 8 contatti per PCB "MODU2" (MASCHIO)
  • 2x Connettore 8 contatti "MODU2" (FEMMINA)
  • 1x Connettore 3 contatti per PCB "MOLEX" (MASCHIO)
  • 2x Connettore 3 contatti "MOLEX" (FEMMINA)
  • 1x Cavo telefonico 8 vie da 1mt

Guida alla scheda:

La costruzione di questo modulo è molto semplice, si tratta infatti di seguire semplicemente lo schema/disegno di come sono tracciati i collegamenti ed inserire i relativi componenti nel verso corretto.

 

Io per comodità (e per disponibilità ho preferito stamparmi il PCB su una basetta presensibilizzata ma, ripeto, è tranquillamente fattibile eseguire il lavoro anche su una millefori) ed il risultato finale è questo:

 

MAIN_BOARD_TAGLIATA.jpg

 

una volta saldati tutti i connettori

 

MAIN_BOARD.jpg

 

andiamo quindi a costruire i tre cavi che ci servono, in particolare il cavo "piatto" da 26 pin:

 

RASPBERRY_PI_CAVO_PIATTINA.jpg

 

il cavo di collegamento per la scheda relay (nel mio caso ho lasciato scollegati 2 pin in quanto ho un modulo relay da "soli" 4 relay invece che da 6)

 

CAVO_MODULO_RELAY.jpg

 

(dettaglio del connettore coi 2 pin scollegati)

 

CONNETTORE_MODULO_RELAY_4_R.jpg

 

e il cavo per collegare il sensore DHT

 

[FOTO CAVO 3 PIN DHT]

[DA INSERIRE LA GUIDA PER LA SCHEDA DEL SENSORE DHT]

 

il risultato finale di tutto l'impianto:

 

IMPIANTO_DOPO.jpg

 

 

 

 

Costruzione del modulo "IGROMETRO"

 

Materiale occorrente:

  • 1 x PCB che andrete a stamparvi (se volete usare gli schemi che fornisco in allegato) o una basetta 'millefori' di almeno 5x7cm.
  • 1 x MCP3008
  • 1 x Connettore a 2 vie per circuito stampato MASCHIO.
  • 2 x Connettore a 2 vie FEMMINA completo di pin (complementare al connettore maschio qui sopra).
  • 1 x Strip da ALMENO 12 contatti MASCHIO - DIVISIBILE (passo 2,54mm).
  • 1 x Strip da ALMENO 12 contatti FEMMINA - DIVISIBILE (passo 2,54mm).
  • 1 x Zoccolo 16pin - 7.6mm.
  • 1 x Modulo igrometro (YL-38 + YL-69).
  • 1 x Cavo 'piattina' lungo quanto vi serve per arrivare dalla scheda all'interno del box (direi almeno un metro).

Guida alla scheda:

La costruzione di questo modulo è molto semplice, si tratta infatti di seguire semplicemente lo schema/disegno di come sono tracciati i collegamenti ed inserire i relativi componenti nel verso corretto.

 

Io per comodità (e per disponibilità ho preferito stamparmi il PCB su una basetta presensibilizzata ma, ripeto, è tranquillamente fattibile eseguire il lavoro anche su una millefori) ed il risultato finale è questo:

 

SOIL_MOISTURE_TAGLIATA.jpg

MODULO_IGROMETRO_3.jpg

MODULO_IGROMETRO.jpg

 

Molto spartano, senza tanti fronzoli, deve essere efficace non bello :Sogghigna:Lo schema lo trovate in allegato (è un file EAGLE).

 

Il nuovo cavo:

Comprando il modulo vi forniranno un cavo di collegamento al sensore che, purtroppo, si rivela troppo corto, e che quindi sostituiremo.

 

CAVO_ORIGINALE.jpg

 

andremo quindi a sostituire il cavo originale con uno più lungo

 

NUOVO_CAVO_IGROMETRO.jpg

 

Il sensore verrà fornito di un piccolo PCB contenente un potenziometro (non ci interessa la sua posizione):

 

SCHEDA_MODULO_IGROMETRO.jpg (foto presa dal web)

 

che noi andremo a modificare in questo modo, sostituendo i pin di collegamento a 90° con dei connettori dritti

 

SCHEDA_MODULO_IGROMETRO_MODIFICATA.jpg

 

 

Una volta finita la scheda ed il nuovo cavo per la sonda, andremo a collegare il modulo alla scheda principale come da foto:

 

MODULO_IGROMETRO_MONTATO_SU_SCHEDA.jpg

MODULO_IGROMETRO_MONTATO_SU_SCHEDA_CON_C

igrometer_module_board_REV_1.3.zip

main_board_module_board_REV_1.1.zip

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

GUIDA AL SOFTWARE

 

Preparazione della scheda SD

 

Vi illusto i semplici passaggi per configurare il vostro Raspberry Pi. Avrete bisogno di una SD di almeno 4GB.

 

  • Installare la distro "Raspbian" sulla SD (non mi prolungo, di guide in rete ce ne sono anche troppe).
  • Una volta installata e dopo aver abilitato l'SSH e l'SPI dal pannello di configurazione, procediamo ad aggiornarla con i seguenti comandi:
    • sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade
    • sudo dist-upgrade
    • sudo rpi-update
  • Terminato l'aggiornamento riavviamo (anche se non richiesto) col comando:
    • sudo reboot now
  • Installiamo quindi python e i tool di supporto:
    • sudo apt-get install python python-pip python-configparser
  • Installiamo apache server e PHP:
    • sudo apt-get install apache2 -y
    • sudo apt-get install php5 libapache2-mod-php5 -y

 

Una volta fatto questi passaggi il nostro Raspberry Pi sarà pronto per eseguire il programma principale.

Effettuiamo il login con utente pi e posizioniamoci in /home/pi/

Creiamo quindi la cartella PepperPi dove andremo a mettere i file che trovate in allegato.

 

 

Installazione del programma

 

Qui potete trovare i sorgenti: https://goo.gl/bcSz9G

...da completare

 

 

 

Personalizzazione del file di configurazione

 

Come vi ho già anticipato il tutto è personalizzabile tramite un file di configurazione, la descrizione di ogni singola voce la trovate qui sotto:

# CONFIGURATION FILE
# GPIO use the BCM pinout!

[general]
# temperature unit measurement:
# CELSIUS (default)
# FAHRENHEIT
temperature_um			= CELSIUS // UNITA' DI MISURA DA UTILIZZARE

[modules]
module_light			= true    // DEFINISCE SE È PRESENTE O MENO IL MODULO
module_extractor		= true    // DEFINISCE SE È PRESENTE O MENO IL MODULO
module_heater                   = true    // DEFINISCE SE È PRESENTE O MENO IL MODULO
module_humidifier		= true    // DEFINISCE SE È PRESENTE O MENO IL MODULO
module_fan			= true    // DEFINISCE SE È PRESENTE O MENO IL MODULO
module_irrigator		= false   // DEFINISCE SE È PRESENTE O MENO IL MODULO

[relay_gpio]
relay_0_gpio			= 17      // GPIO UTILIZZATO PER COLLEGARE IL RELAY 0
relay_1_gpio			= 18      // GPIO UTILIZZATO PER COLLEGARE IL RELAY 1
relay_2_gpio			= 21      // GPIO UTILIZZATO PER COLLEGARE IL RELAY 2
relay_3_gpio			= 22      // GPIO UTILIZZATO PER COLLEGARE IL RELAY 3
relay_4_gpio			= 23      // GPIO UTILIZZATO PER COLLEGARE IL RELAY 4
relay_5_gpio			= 24      // GPIO UTILIZZATO PER COLLEGARE IL RELAY 5

[module_light]
module_light_relay		= 0       // A QUALE RELAY È COLLEGATO IL MODULO

[module_extractor]
module_extractor_relay		= 1       // A QUALE RELAY È COLLEGATO IL MODULO
module_extractor_minutes_on 	= 1       // IN CASO DI ACCENSIONE INTERMITTENTE DEFINISCE QUANTI MINUTI RESTA ACCESO
module_extractor_minutes_off 	= 2       // IN CASO DI ACCENSIONE INTERMITTENTE DEFINISCE QUANTI MINUTI RESTA SPENTO

[module_heater]
module_heater_relay		= 2       // A QUALE RELAY È COLLEGATO IL MODULO

[module_humidifier]
module_humidifier_relay		= 3       // A QUALE RELAY È COLLEGATO IL MODULO

[module_fan]
module_fan_relay		= 4       // A QUALE RELAY È COLLEGATO IL MODULO
module_fan_light_cycle		= true    // INDICA SE L'ESTRATTORE RESTA ACCESO CONTEMPORANEAMENTE AL MODULO LUCI O SE SEGUE I TEMPI QUI SOTTO
module_fan_minutes_on		= 1       // NEL CASO IN CUI NON SEGUA LE LUCI INDICA IL TEMPO IN MINUTI CHE RESTA ACCESO
module_fan_minutes_off		= 2       // NEL CASO IN CUI NON SEGUA LE LUCI INDICA IL TEMPO IN MINUTI CHE RESTA SPENTO

[module_irrigator]
module_irrigator_relay		= 5       // A QUALE RELAY È COLLEGATO IL MODULO
module_irrigator_minutes	= 2       // PER QUANTI MINUTI DEVE RIMANERE ACCESO IL MODULO
module_irrigator_start		= 18      // A CHE ORA (0-24) FAR PARTIRE IL MODULO

[dht_sensor]
# dht_sensor_type could be:
# 11:   DHT11
# 22:   DHT22
# 2302: AM2302
dht_sensor_type			= 22     // TIPO DI SENSORE UTILIZZATO (VEDI TABELLA SOPRA)
dht_sensor_gpio			= 0      // A QUALE GPIO È COLLEGATO
dht_sensor_present		= true   // INDICA SE È PRESENTE O MENO

[limits]
temperature_setpoint		= 22     // TEMPERATURA OTTIMALE DA MANTENERE (NELL'UNITA' DI MISURA SCELTA SOPRA)
temperature_hysteresis		= 2      // DELTA DI TEMPERATURA +/- NEL QUALE OSCILLARE (temperature_setpoint +/- temperature_hysteresis)
humidity_setpoint		= 60     // UMIDITA' OTTIMALE DA MANTENERE (in %)
humidity_hysteresis		= 5      // DELTA DI UMIDITA' +/- NEL QUALE OSCILLARE (humidity_setpoint +/- humidity_hysteresis)    

[light_cycle]
day_cycle_hours			= 24     // DURATA (0-24 ore) DEL CICLO "GIORNO" (DI LUCE)
day_start_hour			= 0      // ORA (0-24 ore) DALLA QUALE FAR PARTIRE IL CICLO "GIORNO"

 

Edited by indieee
Aggiunti link download sorgenti

Share this post


Link to post

DATI AGGIUNTIVI

 

Uno screenshot del programma con soli due "moduli" attaccati (estrattore, e luce) in prova su di un germbox fatto "alla buona" :Sogghigna:

 

Schermata_2015_10_26_alle_17_55_56.png

 

...in allestimento

Share this post


Link to post

Bravi!!! Sto cercando il mio primo growbox "automatizzato" percio mi interessa molto questo thread. Avevo pianificato di usare sia il raspberry(o altro computer) che Arduino, usando quest'ultimo solo per la regolazione e trigger dei relay ed il rpi per la parte la programmazione oraria e lato web. Al momento sto ancora aspettando delle componenti dalla Cina. Pensò che inizierò ad assemblare e programmare da metà dicembre in poi. Valutero cmq se usare la vostra configurazione e se servirà una mano , la darò volentieri.

 

Sent from my Nexus 6 using Tapatalk

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

Come mai hai usato il raspberry e non Arduino?

Ok che phyton è abbastanza semplice ma programmare in Arduino lo è decisamente di più...e poi con tutte le shield già pronte manco ti devi sbattere più di tanto.

Il mio commento non vuole alimentare flame o menate varie,è solo per pura curiosità che ti ho chiesto questa cosa.

Ciao Lucio

Intanto seguo...io sto procedendo con Arduino.mi devono arrivare e poi mi avvio.

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

Mi fa molto piacere che in tanti ci stiamo muovendo su un processo "lowcost" per l'automazione della coltivazione :Sogghigna: almeno possiamo darci una mano l'un l'altro.

 

Ho deciso di puntare su Raspberry Pi per un paio di motivi, principalmente per la potenza di calcolo e più che altro per la semplicità di interfacciare qualsiasi tipo di dispositivo (anche USB volendo) oltre che per poter utilizzare strumenti che arduino non permetterebbe mai di ottenere (ad esempio database strutturati).

 

Sto comunque cercando di utilizzare schede già esistenti in commercio come ad esempio l'igrometro o la scheda relay e che quindi non richiedano grossi interventi, a tutti gli effetti non servirebbe neanche una scheda, si potrebbe fare tutto tramite "cablaggio volante" ma risulterebbe tutto più scomodo e disordinato.

 

In ogni caso in settimana continuo con la costruzione, con le guide e con il software, se avete consigli fatevi pure avanti senza paura :smile062:

 

Avevo pianificato di usare sia il raspberry(o altro computer) che Arduino, usando quest'ultimo solo per la regolazione e trigger dei relay ed il rpi per la parte la programmazione oraria e lato web.

 

come mai non usare direttamente il Raspberry Pi e basta come ho fatto io? Utilizzi i GPIO nello stesso modo in cui utilizzi le entrate/uscite dell'Arduino (SPI/I2C compresi) :thumbsup: e ti risparmi di programmare due software diversi da far interagire :special47:

 

GRAZIE di nuovo a tutti.

Share this post


Link to post

Non mi piace il fatto che sia a 3.3v e questo con alcuni integrati potrebbe essere un problema..ma oltre a questo non ci sono altre motivazioni, ci penso e provo a spostarmi sul lampone:)

 

Sent from my Nexus 6 using Tapatalk

Share this post


Link to post

Ciao Proto, hai ragione le uscite digitali a 3v3 su molti progetti potrebbero essere un problema però per questo tipo di sensori/attuatori non mi hanno dato grossi problemi infatti sono ancora sano di mente :wip41::shocked15::Sogghigna::Sogghigna:

 

PS: ho fatto le seguenti modifiche alla guida:

+ Aggiunto la guida alla configurazione della SD.

+ Aggiunta la guida alla personalizzazione del file.

+ Aggiunti anche i sorgenti "base" del programma.

Share this post


Link to post

Questi giorni avevo qualche ora e mi sono messo a lavorare alle schede, ho aggiornato i post sopra con le nuove schede, i nuovi file e le relative guide.

Share this post


Link to post

Aggiornamento 04.12.2015.

 

Oggi ho terminato la costruzione del mio lightbox e sto cominciando a testare sul campo il software, sembra andare tutto bene, al momento gestisce luce/riscaldamento/estrattore in maniera autonoma, piano piano aggiungerò altri moduli come una ventola interna ed un umidificatore (se necessario, attualmente sto comunque sull'80% di umidità).

 

Sto anche lavorando ad una interfaccia web per gestire il tutto comodamente da smartphone/pc senza bisogno di complicati codici o cose strane :shocked15:

Sto anche lavorando per facilitare il metodo di installazione, una guida 2.0 permetterà di installare il tutto con pochi (pochissimi passaggi), ma vi aggiornerò a tempo debito :musique2072: :special47:

 

 

Alcune foto, le scatole che ho usato per contenere l'elettronica che gestisce tutto (nella scatola più piccola c'è il modulo coi relè, l'interruttore serve per far accendere tutte le luci o solo quelle centrali poi vedrete):

JhDEhbe.jpg

 

Qui mentre sto debuggando il software per vedere se funziona correttamente:

Fvi2U8M.jpg

 

Qui la disposizione interna dell'elettronica:

hfSyfhg.jpg

 

Altra foto mentre faccio dei test (con visuale interna della lightbox):

VodrELV.jpg

 

Le luci in modalità "risparmio" che mi servono come adesso mentre ho poche piante e sono piccole:

5CmXypY.jpg

 

e qui in modalità "completa" per quando ci saranno più piante (l'interruttore di prima è posizionato su ON):

cJYu6gN.jpg

Share this post


Link to post

Molto bello! fra un paio di settimane costruisco anche io il mio

 

Sent from my Nexus 6 using Tapatalk

Share this post


Link to post

Molto bello davvero, peccato che senza conoscenze tecniche mirate sia difficile da implementare. Sarebbe bello acquistare tutto in bundle e configurarlo in pochi minuti con tanto di interfaccia web, app e quant'altro. Una sorta di coltivazione domotica a tutti gli effetti.

Share this post


Link to post

È vero, non è adatto a tutti, però magari a qualcuno interessa e a me non costa nulla condividere le mie conoscenze :Sogghigna:

 

PS: secondo voi quante piantine ci potranno stare all'interno? Tenete conto che è 80x60x70cm (LxPxH). Secondo me 70 bicchierini ci stanno comodi poi tanto porterò tutto fuori in vaso per cui non avrò problemi di crescita eccessiva (spero).

Share this post


Link to post

Vorrei mettere la pulce nell'orecchio proporre l'integrazione di un modulo per la fertirrigazione con monitoraggio dell'ec e del ph

Share this post


Link to post

Ciao! La fertirrigazione è difficile da gestire automaticamente, servirebbe un sistema doppio di irrigazione (uno con l'aggiunta di fertilizzanti e uno di sola acqua) in quanto gestire l'aggiunta del fertilizzante in tempo reale sarebbe a dir poco dispendioso. Però ci si può pensare :Sogghigna:

 

devo anche integrare una modalità "senza luci" per la germinazione.

  • Upvote 1

Share this post


Link to post

Ho visto dei moduli per il ph ma nn per l'ec

Share this post


Link to post

Ciao!

Complimenti per la realizzazione! Stavo pensando di aggiungere un controller di questo tipo alla mia growbox.

Al momento ho raspberry pi 2b, dht22 e relè...

Natale occupato ahahahha

Grazie per la condivisione!

 

Edit:

Domanda:

Ho il modulo relè che lavora a 5V.

Potrebbero esserci problemi utilizzando i gpio non protetti?

Dovrei usare un transistor npn per pilotare il modulo a 3v3 e prendere i 5v esternamente? O non mi preoccupo e cablo 5v - gpio - gpio ... - gnd? Per i dht22 uso una resistenza di pullup apposta.

Grazie!

Share this post


Link to post

Buongiorno, volevo riprendere i post di questo progetto per chiedere all'autore una info.

Perché non va (come specificato nei commenti iniziali) con Python3 ?

 

Non l'ho ancora provato ma prima di avviarlo nel dubbio volevo chiederlo

Share this post


Link to post
Il 21/10/2015 at 20:47, indieee dice:

 

 

Ciao, volevo sapere come mai non sono disponibili i file zip allegati , risultano da zero K , senza quelli non è possibile portare a termine il progetto.

grazie

 

 

Share this post


Link to post

Ciao a tutti! In questi giorni ho avuto numerose richieste anche in PM per questa mia guida, purtroppo ho avuto qualche problema personale e non me ne sono più occupato.

Allo stato attuale la GrowBox è funzionante e mi ha già regalato due cicli di germinazione/crescita con successo. Ma la sto usando ancora come me la sono lasciata tempo addietro.

Per venirvi incontro sto valutando come fare, manca effettivamente la parte in cui spiego come andare ad installare e avviare il tutto. Spero di avere nei prossimi giorni il tempo di verificare la cosa e di aggiornarvi ^_^

Abbiate pazienza, qualcosa arriverà!

HO AGGIORNATO I LINK DEGLI ZIP B) probabilmente con l'aggiornamento del forum sono andati persi i file .zip (non ho seguito molto ultimamente ripeto)

Stesso link messo sopra: https://goo.gl/bcSz9G

 

PS: l'obbligatorietà di usare Python2 al posto di Python3 è che sono cambiate varie cose tra una versione e l'altra, e non tutte sono retrocompatibili. Niente di più :D

Share this post


Link to post

Qualcuno di voi mi ha chiesto in privato il perché non si collega al database una volta avviato lo script, vi posto una piccolissima guida sugli step da fare per installare il tutto (non su come farlo perché purtroppo non ho tempo, ma la completerò!):

Installate MySql (daemon + phpMyAdmin) ed un server Apache.

Importate il database (formato .sql) che trovate qui: https://goo.gl/JKe1dY

Impostate l'utente e i permessi corretti su quel database, username e password di default che uso nello script sono: PepperPi_usr / pepperpipwd.

Una volta fatto questo potete avviare lo script, vedrò nei prossimi giorni di farvi avere anche la controparte web per visualizzare i dati del database in un formato comprensibile (vedi immagine allegata).

:26:

 

Schermata 2017-10-03 alle 23.20.45.png

Schermata 2017-10-03 alle 23.23.12.png

Share this post


Link to post

Ciao,

fantastico progetto, seguirò con molto interesse il tuo progetto, sperando di poter dare un contributo,

mi sono avvicinato alla coltivazione indoor da poco e vorrei iniziare a fare "sul serio".

Sono un programmatore possessore di Raspberry Pi, Arduino e NodeMCU, quindi se posso dare una

mano non esitare a chiedere.

Ho una grow box 60x60x140 della Mammoth con lampade led rosse e blu.

 

Grazie mille per il tuo lavoro e, visto che oggi è capodanno, auguri di buon anno.

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...