Jump to content
Gianlorenzo

Diverse varietà di peperoncini insieme nella serra, rischio l'ibridazione?

Recommended Posts

Salve a tutti!
Già da un paio di mesi mi sono procurato svariate piantine di peperoncini vari, un paio di annuum, un rocoto e il resto tutti chinense. Se può essere utile elenco i tipi di piantine che ho preso (in ordine crescente di piccantezza e col relativo numero di piante comprate):
Cayenna corto, 2 piante
Rocoto rosso, 1
Cedrino, 1
Fatalii, 1
Beni Higlands, 2
Habanero rosso, 5
Habanero arancione, 2
Habanero chocolate, 1
Naga Morich, 2
Scorpion rosso, 3
Scorpion giallo, 3
Seven pots, 1
Carolina reaper, 2

Siccome qui il meteo negli ultimi tempi non è stato d'aiuto e anzi ha fatto freddo e pioggia con rare giornate di sole e soprattutto temperature decenti, dopo essermi rotto di tenere le piantine sottotetto (e quindi con poca luce) e coperte di tessuto non tessuto, scomodo da rimuovere ogni volta che si deve bagnare, e di spostarle tutte al sole ogni volta possibile quando il tempo lo permetteva e riportarle poi al riparo, ho deciso di costruire una piccola serra di 3 metri per 1,5, quattro pali piantati al volo a terra come sostegno e struttura per sostenere il telo di nylon trasparente. Le piantine ci stanno tutte comodamente (sono tutte in vaso) e la serra pur non ben coibentata funziona bene, visto che se quando batte sole non vado ad aprire le portelle dentro si arriva anche a più di 40 gradi. Il Rocoto, avendo letto che preferisce il fresco e poco sole, ovviamente non l'ho messo in serra ma lo lascio a mezz'ombra. Ma mi è venuto un dubbio: non è che tenendo tutte queste piante di varietà diverse dentro una serra va a finire che si ibridano essendo a così stretto contatto e all'interno di una struttura chiusa? Nel caso, volendo evitare l'ibridazione, cosa dovrei fare? Separare le varie piante in base alle diverse varietà? In tal caso quindi dovrei costruire delle miniserre dedicate per ogni singola specie? Qualcuno ha mai affrontato il problema e magari risolto? Ho provato a fare una ricerca sul sito tramite le parole chiave ma mi uscivano risultati che non c'entravano con quanto mi interessa, almeno i primi che ho visto, casomai se vi torna più comodo linkatemi pure discussioni analoghe.

Share this post


Link to post

Nel momento in cui le piantine cominciano a fiorire e un insetto visita la serra (un ape) la possibilità di ibridazione è molto alta, dovresti mettere insieme solo le piantine di uguale varietà non specie.

Oppure isolare con tnt tutte le piante

Share this post


Link to post

Il problema dell ibridazione senza dubbio lo avrai quando le piante fioriranno,come dice giustamente campana gli insetti sono i principali responsabili dell ibridazione nei capsicum e in una normale serra è quasi impossibile tenerli fuori,tuttavia puoi ricorrere a vari sistemi di isolamento dei fiori o delle piante per produrti almeno il quantitativo di semi puri per ri coltivare il prossimo anno 

Share this post


Link to post

Buongiorno e grazie per le risposte.
Dunque come temevo sarebbe meglio tenerle separate... oppure isolare i fiori o le piante: quali sono i sistemi di isolamento dei fiori o delle piante? Basta metterci sopra il tnt come ha detto campana? Spero sia sufficiente, dato che per comodità preferirei tenerle tutte insieme nella serra (per garantire a tutte una temperatura più alta rispetto a quella esterna in modo da accelerare la produzione).
Al momento, le uniche piante che hanno fiorito sono il cedrino (che anzi ha già una decina di frutti verdi) e il rocoto, che ha solo i fiori ma è messo per conto suo. Ma vedo che anche le altre hanno messo fuori i peduncoli da cui nasceranno i fiori. Quindi le rivesto tutte col tnt?
PS: ma non è positivo che le piante vengano visitate dagli impollinatori per avere più frutti? O non è strettamente necessario che ciò avvenga?

Share this post


Link to post

In serra o fuori la possibilità che vi siano impollinazioni incrociate è sempre alta.

E' un problema?

Se sei un commerciante che vende i semi lo è ma se lo fai per hobby è l'ultimo dei tuoi pensieri.

Se poi vuoi dei semi "puri" basta coprire di TNT un rametto con qualche bocciolo (appena nato il frutto il TNT può essere tolto) ed i semi nati da quei frutti lo saranno "puri"

Share this post


Link to post

No non sono un commerciante di semi, ma volendo tenere i semi per il prossimo anno mi piacerebbe che producessero piante conformi e non ibridi strani. Voglio dire: l'anno prossimo se vorrò mangiare un habanero spero che i semi messi via quest'anno mi diano piantine di habanero e non di "haba morich" o di "haba fatalii" per dire, idem se vorrò mangiare un beni highlands, uno scorpion, ecc...: vorrei avere il piacere di sapere cosa sto mangiando e mi darebbe fastidio ottenere peperoncini "ignoti".

Share this post


Link to post

Quindi ti basta avere un frutto per varietà con semi puri.

Quando metterai le piante fuori ti basta isolare un rametto con un paio di boccioli con dei sacchetti tipo "portaconfetti" che rimuoverai appena hai un frutto.

Adesso, se vuoi, le puoi lasciare tutte in serra e penserai ad isolare qualche fiore un po più in la

 

Share this post


Link to post

Io metto del TNT su singolo fiore 7b20bfffaaf57947b0e484087ae2e9ad.jpg

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Ok, grazie per le risposte. Allora isolerò solo qualche frutto per pianta. I boccioli ho visto che li stanno buttando fuori tutte le piante che ho, anche alcune (habanero e scorpion) che sono rimaste piccoline sui 20 cm (anche le altre non sono grandi, quelle più cresciute sono sui 30 o 35 cm), devo isolare i boccioli spuntati prima che fioriscano? Con le piante così piccole farei prima a isolare pianta e vaso direttamente. Meglio usare il tnt o qualcos'altro, magari un pezzo di zanzariera? So che qualcuno sconsiglia il tnt perchè innalzerebbe troppo la temperatura e potrebbe cuocere il fiore/i fiori e consiglia invece il tulle (che se ho ben capito sarebbe proprio il tessuto dei confetti), che lasciando passare l'aria non presenta problemi simili (e fa passare anche l'acqua, così non serve toglierlo ogni volta che si deve innaffiare come col tnt). Danilo 231 tu hai avuto problemi col tnt sui fiori?
In alternativa si potrebbe usare qualcosa di riciclo tipo la tela di vecchi jeans o un pezzo di una vecchia borsa della spesa in materiale simile al tnt ma più spesso? O deve passare la luce e non andrebbero bene?

Share this post


Link to post

Aspetterei almeno un altro mese, lasciando crescere le piante, prima di isolare alcuni rami con boccioli

Tranne il rocoto tutte le piante che hai allegheranno anche a luglio ed il rocoto che necessita di temperature più miti per allegare non si ibrida con le altre piante cha hai

 

Share this post


Link to post

Ma i fiori vanno isolati prima che diventino fiori o già quando ci sono solo i boccioli e i fiori non sono ancora sviluppati?

Share this post


Link to post
22 minuti fa, mario66 dice:

prima di isolare alcuni rami con boccioli

 

Share this post


Link to post

Grazie, non avevo letto bene. Come detto prima, ormai tutte le piante hanno gettato i loro boccioli e dato che sono ancora piccole faccio prima a isolare vaso e pianta assieme due vasi alla volta (dato che i vasi li avevo sistemati in cassette della frutta di plastica, per sportarli meglio). Non mi pare possibile al momento poter isolare singoli rami, dato che i boccioli si trovano perlopiù sulla cima e/o nascono dalle ascelle delle nuove diramazioni.
Grazie ancora a tutti per le risposte!

Share this post


Link to post

Non ho avuto nessun problema, isolo il singolo fiore che non aumenta la temperatura. Si va isolato prima che il fiore si apra

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

danilo231 grazie per la risposta. Ma le piante sui cui fiori metti il tnt le tieni in pieno sole o all'ombra/mezz'ombra? Io finchè le piante mi rimangono piccole, diciamo entro i 40-50cm,  le chiuderò interamente vaso compreso col tnt,  poi quando saranno grandi a sufficienza mi risparmierò la fatica e isolerò solo qualche fiore per avere i semi per l'anno prossimo.

Share this post


Link to post
danilo231 grazie per la risposta. Ma le piante sui cui fiori metti il tnt le tieni in pieno sole o all'ombra/mezz'ombra? Io finchè le piante mi rimangono piccole, diciamo entro i 40-50cm,  le chiuderò interamente vaso compreso col tnt,  poi quando saranno grandi a sufficienza mi risparmierò la fatica e isolerò solo qualche fiore per avere i semi per l'anno prossimo.
Le tengo in pieno sole, i chinese anche senza tnt afflosciano quindi mezz'ombra

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Danilo231, quindi in pieno sole tieni solo le piante di peperoncini annuum o comunque non-chinense, da ciò che ho capito? Anche questa è una cosa che non ho capito bene: ho letto ovunque che i chinense necessitano di tanto sole perchè maturano tardivamente ed essendo originari di zone calde, e al contempo ho letto che invece andrebbero tenuti non in pieno sole specie nelle ore più calde della giornata, ma a mezz'ombra (o con un telo ombreggiante). Le due cose si contraddicono un po': questi chinense vogliono sole a palla o no? O prediligono la mezz'ombra (tipo sole filtrato dai rami di un albero) ma non il sole diretto? In poche parole: dove andrebbero posizionati i chinense per un'ottimale insolazione???

Share this post


Link to post
Danilo231, quindi in pieno sole tieni solo le piante di peperoncini annuum o comunque non-chinense, da ciò che ho capito? Anche questa è una cosa che non ho capito bene: ho letto ovunque che i chinense necessitano di tanto sole perchè maturano tardivamente ed essendo originari di zone calde, e al contempo ho letto che invece andrebbero tenuti non in pieno sole specie nelle ore più calde della giornata, ma a mezz'ombra (o con un telo ombreggiante). Le due cose si contraddicono un po': questi chinense vogliono sole a palla o no? O prediligono la mezz'ombra (tipo sole filtrato dai rami di un albero) ma non il sole diretto? In poche parole: dove andrebbero posizionati i chinense per un'ottimale insolazione???

Dipende un po' da come le hai cresciute sin da piccole.. l'altro anno l'ho cresciute fuori con una crescita molto lenta ma sopportavano molto il sole e il freddo con pochi frutti.. adesso da dietro un vetro i miei chinese odiano il pieno sole anche quello della mattina tant'è che lasciandola soffrire al sole ha perso 3 foglie basali e mi ha fatto un po' di cascola. Comunque in vaso oltre i 30 gradi il pieno sole non lo vogliono, ho letto che un altro ragazzo per risolvere il problema dava solo 2 ore di sole diretto e aveva piante piene di pepper, la stessa cosa che farò quest'anno. Speriamo bene

 

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

 

 

 

Share this post


Link to post

Si il problema è il vaso, nel senso che messe a terra le radici non raggiungono le temperature di una pianta messa in un contenitore di plastica spesso nero e con un litraggio limitato, quindi un buon compromesso è la mezz'ombra.

Ritornando agli isolamenti io ti consiglio di partire subito più aspetti più il caldo aumenta e le percentuali di allegagioni in sacchetto diminuiscono.

Share this post


Link to post
Si il problema è il vaso, nel senso che messe a terra le radici non raggiungono le temperature di una pianta messa in un contenitore di plastica spesso nero e con un litraggio limitato, quindi un buon compromesso è la mezz'ombra.
Ritornando agli isolamenti io ti consiglio di partire subito più aspetti più il caldo aumenta e le percentuali di allegagioni in sacchetto diminuiscono.
In realtà non è quello il mio problema, anche quella in vaso di creta con protezioni il vaso resta proprio fresco ma le foglie appassiscono ed evaporano molta acqua. Non so se esiste un modo per migliorle ma per non rischiare più le metto a nord dove prendono sole leggero la mattina e la sera

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Solo due ore di sole diretto??? Ma non sono poche anche per un annuum o anche per qualsiasi pianta da orto o da giardino? Forse perchè si parla di piante in vaso, che seccano più facilmente rispetto a quelle in piena terra, e nella zona di quel ragazzo forse faceva veramente caldo? E io che pensavo che volessero molto sole (anche in quelle targhette che mettono sui vasi c'è scritto testualmente "Posizionare in luogo luminoso, con almeno 6 ore di sole diretto al giorno", qualsiasi varietà di peperoncino sia). Buono a sapersi, allora, così eviterò di fare danni.

"Dipende un po' da come le hai cresciute sin da piccole.."
Le mie le ho comprate nei vivai in vasi da 10 o 14 cm e trasferite in vasi più grandi, di 20-25 cm. All'acquisto erano alte sui 10 cm, altre varietà sui 15 - 20cm. All'inizio prendevano qualche ora di sole al giorno, poi ha quasi sempre fatto brutto tempo e soprattutto temperature basse, specie per i chinense, quindi le ho sempre tenute sotto tnt e al riparo, messe al sole quando c'era e quando c'ero io. Ora sono in serra.

@ campana: "Ritornando agli isolamenti io ti consiglio di partire subito più aspetti più il caldo aumenta e le percentuali di allegagioni in sacchetto diminuiscono."
Ok, farò come dici. Solo che essendo le piante ancora piccole hanno cacciato i boccioli dei fiori sulla sommità e sulle ascelle delle diramazioni più giovani e mi è impossibile isolare singoli fiori o rami, per cui finchè non cresceranno  mi tocca isolare direttamente vaso e pianta assieme.

Grazie ancora delle risposte e dei consigli.

Share this post


Link to post

Per forza di cose (posso usare solo quel balcone) ho le piante su un balcone esposte a nord che prendono il sole solo un paio d ore la mattina
Ma coltivo solo piante che sopportano tale condizione
Coltivo rocoto, flexuosum ed un annuum particolare che resiste bene alle basse temperature ed all' ombra
Avessi avuto un paio di ore di sole in piu ...sarebbe stato meglio
Mi hanno prodotto molti peperoncini...anche troppi ma il motivo principale é che lo scorso anno le temperature ottimali per far allegare i rocoto sono durate per 2 mesi ...tutto maggio e giugno



Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

@ mario66:  l'Aji Amarillo hai mai provato a coltivarlo? Da quanto ho capito è una delle varietà di peperoncini che meglio sopportano le basse temperature  (anche se dicono abbia bisogno di molto sole, boh). Ho ordinato giusto oggi un paio di piantine al vivaio e spero mi durino (e magari producano) anche durante l'inverno.

Share this post


Link to post

Non li ho mai coltivati
Vedendo le coltivazioni di altri non mi sembra resistano a basse temperature
Molto dipende dalla città
Una cosa é palermo ed una cosa é Aosta
Comunque i baccatum non sono noti per la loro resistenza al freddo e non credo crescano bene all' ombra
I rocoto resistono bene al clima di Ostia (abito qui) e la fioritura di ottobre ti darà frutti a febbraio/marzo
Le piante di rocoto,inoltre, non mi sono entrate in quiescenza
Ho anche un annuum che sopporta bene il freddo relativo di una località vicino al mare. Ho avuto frutti freschi di questa pianta fino a febbraio

Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post

Sì anch'io ho visto pareri discordi, mah. A me risulta invece che i baccatum siano tra le varie specie una di quelle più resistenti al freddo, assieme a vari frutescens e pubescens, almeno da quello che ho trovato on line e sui depliant ai vivai... L'annuum che hai e che sopporta il freddo è per caso l'acrata (qualcuno lo chiama goat's weed mi pare, ma non dovrebbe essere la stessa pianta)? Io l'avevo presa lo scorso anno e anche a me ha dato frutti freschi fino a febbraio marzo circa, anche se ormai piccoli e striminziti viste le difficili condizioni: pianta all'aperto in terrazza, in un angolo al riparo da pioggia e vento, coperta solo con un tnt e anche piuttosto trascurata). Comunque mi ha impressionato la resistenza: si è fatta per certo svariati giorni all'aperto con temperature invernali, la posizione soleggiata ha sicuramente aiutato. Ma varie notti c'erano anche 5 gradi sotto zero, e ne è uscita viva e vegeta. Peccato solo che non mi soddisfacesse il sapore neutro, assente. Piccantezza soddisfacente, pianta molto bella, ma quanto a sapore preferisco un annuum classico come il cayenna che almeno sa un po' di peperone. Quest'anno di annuum ho preso cayenna corti e un cedrino,  e anzi di quest'ultimo devo correre a prenderne almeno un altro paio di piante prima che finiscano: produzione già in atto copiosa e altri fiori in maturazione, bell'aspetto, non vedo l'ora che diventino gialli i frutti per godermi lo spettacolo. Piccantezza superiore agli acrata che sono sui 30mila, il cedrino v sui 50mila (come i cayenna corti). L'altro ieri ho staccato e mangiato il primo peperoncino dell'anno proprio dal cedrino, cresciuto al centro della Y, anche se ancora verde: divorato a pezzetti in un panino, piccantezza buona nonostante la maturazione sia ancora lontana, ma proprio per questo il sapore tipico di limone di questi peperoncini ancora non si sente.

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...