Jump to content

Salsa hot semplice


Aji charapita

Recommended Posts

Prendere i barattoli di vetro e i coperchi e farli bollire in una pentola per 10 minuti. 

Prendere i peperoncini che più ci piacciono, lavarli bene e se sono molto piccanti si può togliere la placenta e i semi. 

Mettiamo i peperoncini in un frullatore e aggiungiamo il sale, lo zucchero, l'aceto e frullare il tutto per alcuni minuti fino ad ottenere una salsa liscia. 

Controllare con una cartina tornasole il ph deve essere sotto i 4, se non lo è aggiungere un altro pò di aceto e controllare di nuovo il ph fino a ottenere il giusto valore. 

Poi mettere il tutto in una pentola e cuocere per dieci minuti circa e invasare quando ancora calda per poi chiudere i vasi e lasciare raffreddare così che si crea il vuoto. 

Conservare in un luogo buio e dopo l'apertura riporlo nel frigorifero. 

Se all'apertura del vasetto, la prima volta, non si nota il vuoto o peggio si è formata della pressione è meglio non mangiare la salsa e buttare il contenuto di questo vasetto. 

Se si dovesse notare che la salsa si separa formando del liquido trasparente in superficie niente paura è acqua contenuta nei peperoncini se molto carnosi, o la si butta via o la si mescola rendendola di nuovo omogenea o fare durare qualche minuto in più la fase di cottura oppure prima di tutto il procedimento si possono lasciare a seccare per qualche giorno i peperoncini. 

 

Ingredienti :

- peperoncini 500 grammi

- sale un cucchiaio da te 

- zucchero 4 cucchiaini da te

- un decilitro di aceto di vino bianco o di mele

- cartine tornasole

- contenitori di vetro con tappo a chiusura ermetica

 

 

DSC_0598.JPG

DSC_0599.JPG

Link to comment
  • 4 months later...

Oggi ho aperto una di queste salse ed è ancora ottima! Però ho voluto fare una salsa meno hot e allora ho preso dei pomodori pelati in scatola (che mi erano avanzati da ieri) e li ho messi nel frullatore. Poi ho aggiunto 5 cucchiaini della mia salsa super hot agli habanero, un cucchiaino di zucchero, mezzo cucchiaino di sale speciale(poi metterò la ricetta) e quattro cucchiai di aceto di vino bianco alle erbe. 

Fare bollire per una decina di minuti e imbottigliare. 

 

CameraZOOM-20200516162844077-01.jpeg

CameraZOOM-20200516162918076-01.jpeg

  • Thanks 1
Link to comment

Il sale "speciale" è una specialità Svizzera soprattutto nella Svizzera tedesca... 

Viene usato principalmente sulle uova alla coque ma va benissimo su qualsiasi altra cosa! A me piace sulle uova in padella (occhio di bue) , sulle patate bollite, petto di pollo ecc... 

Gli ingredienti sono pochi:

-3gr.funghi porcini secchi 

-1 cucchiaio di cipolle secche

-1 cucchiaino di curcuma in polvere

-mezzo cucchiaino di aglio in polvere

-mezzo cucchiaino di prezzemolo secco

-mezzo cucchiaino di paprika (io uso quella affumicata) ma potete usare quella dolce o piccante

-100gr. sale

 

Mettere tutto nel mixer e mixare per un paio di minuti poi mettere in un contenitore con tappo bucherellato fine perché dopo tutto è sale e va dosato.... 

 

Link to comment
  • 1 year later...

Ti scrivo quà per non aprire una discussione : stavo leggendo come fare le salse piccanti e volevo solo sapere il tipo di cartine tornasole che usi e dove le trovi,tipo amazon,ebay, ecc.  Per caso hai qualche dritta in più riguardo le ricette ? Al momento volevo provare con l'habanero red

Link to comment
  • 7 months later...
On 9/17/2021 at 9:33 PM, ciccio1972 said:

Ti scrivo quà per non aprire una discussione : stavo leggendo come fare le salse piccanti e volevo solo sapere il tipo di cartine tornasole che usi e dove le trovi,tipo amazon,ebay, ecc.  Per caso hai qualche dritta in più riguardo le ricette ? Al momento volevo provare con l'habanero red

le cartine tornasole hanno una precisione grossolana, meglio acquistare un buon PH-meter elettronico

su usi queste cartine, allora per sicurezza devi andare "alla larga", cioé per un ph sotto 4, cerca il colore del 2, così sei sicuro

il problema principale è che i prodotti a base di peperoncino sono... rossi, e quindi tingono la carta, il ché sballa la misura del colore a occhio

per quello, è meglio un ph-meter elettronico, anche se la manipolazione è più macchinosa (ci vuole pulirlo bene prima e dopo con acqua demineralizzata)

da più anni ho scelto di fare raccolta dopo raccolta le salsine lacto-fermentate, e mischiarle tutte (salvo ricerca sperimentale su alcune varietà), metterle in bottiglie grandi che permettono di sorvegliare l'andazzo (sviluppo di lievito kam? aggiungere aceto)... poi solo a fine stagione (novembre) una volta che vedo che il mio miscuglio non produce più kam (né ovviamente continua a fermentare), allora è solo per controllo finale che misuro il PH, che voglio attorno a 3 (un pelino meno, tipo 2.7) così sono sicuro che la salsina si comporterà bene anche se non messa in frigorifero (ciò che in inglese la "shelf stability", cioé che il prodotto non "ressuciti" più anche se lasciato a temperatura ambiente).

Solo allora imbottiglio in singole bottigliette. Poi dopo aver pulito bene il ph-meter elettronico, tolgo la batteria, e lo mando a dormire in qualche cassetto fino alla stagione prossima.

I peperoncini raccolti poi congelati in attesa di essere fermentati possono senza problemi essere riattivati facendoli scongelare, e mescolandoli per fermentazione con peperoncini freschi (che hanno ancora il lacto-bacillus, che invece è morto sui congelati). C'è chi infatti raccoglie, raccoglie, congela, congela, per poi all'occasione dell'ultima raccolta, lancia il processo di fermentazione massiccia di tutti i peperoncini della stagione, in un'unica volta. La fermentazione sarà più lunga, per dare il tempo ai bacilli di moltiplicarsi, però alla fine sarà fatta.

 

 

 

  • Thanks 1
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...