Jump to content
Tommaso..

Problema Temperature - Innesto?

Recommended Posts

Ciao a tutti,

Ci sono molti esperti nel forum, e mi piacerebbe poter usufruire della vostra esperienza, abito a varese, citta del nord, dove le temperature sono abbastanza basse e per poter mettere in terra le piante di aji senza pericolo (di bruciarle per un colpo di freddo) bisogna aspettare maggio. 

Qualcuno di voi per caso ha un innesto da suggerire per aumentare la resistenza al freddo? 

Ho visto e provato personalmente che il rocoto e' piu' resistente alle basse temperature, ma non ho idea se possa essere una buona base di innesto.

Magari alcuni di voi hanno fatto questa esperienza o hanno qualche consiglio per il freddo e hanno voglia di condividere

Grazie 

Share this post


Link to post

Ciao Tommaso, 

Allora io ho cercato nel forum ma non ho più trovato una discussione di gianni48 dove spiegava di non aver riscontrato migliore resistenza al freddo nel fare un innesto su rocoto... 

Magari c'è chi ha avuto una differente esperienza e in tal caso lo faranno sapere... 

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post

Ricordo pure io qualche esperimento anche su Flexuosum vado a memoria molto più resistente al freddo dei Pubescens, ma non ricordo risultati apprezzabili.

Hai già avuto perdite dovute al freddo primaverile? O il tuo è solo timore 

 

Share this post


Link to post

Grazie mille per le risposte

Cavoli 😅

Che peccato, speravo nell'innesto... Quindi l'unico rimedio rimane il telo ed una posizione riparata? Qualcuno ha trovato qualche soluzione o idea alternativa?

Share this post


Link to post

C'è poco da fare, o ritardi la messa in esterno o si rischia, tieni conto comunque, un colpo di freddo di solito notturno può rallentare lo sviluppo della pianta ma non fa danni a meno che la temperatura scenda a 5/6 gradi.

  • Thanks 1
  • Upvote 1

Share this post


Link to post
29 minuti fa, campana dice:

Ricordo pure io qualche esperimento anche su Flexuosum vado a memoria molto più resistente al freddo dei Pubescens, ma non ricordo risultati apprezzabili.

Hai già avuto perdite dovute al freddo primaverile? O il tuo è solo timore 

 

Il flex non si riesce a incrociare con altri? 

Share this post


Link to post

Forse ho scritto una caxxxxa però un incrocio è una cosa e l'innesto è un'altra aspettiamo cosa dicono gli esperti del settore

 

 

 

 

Share this post


Link to post

Eh si purtroppo ho avuto qualche perdita... Qualche anno fa dopo aver svernato due piante di Aji amarillo ed una di rocoto mi sono fatto fregare da una giornata di vento freddo e cosi ho bruciato i due Aji 😭da allora sono molto timoroso, tengo le piante in casa e nel periodo primaverile le porto fuori solo durante il giorno

Share this post


Link to post

Abbastanza strano che una pianta adulta ci lasci le "penne" in questo caso le foglie per una giornata di freddo, manco la temperatura fosse scesa a zero gradi..:11_confused: 

Share this post


Link to post

Diciamo che hanno perso completamente tutte le foglie, e si sono seccate...

Share this post


Link to post
35 minuti fa, campana dice:

Abbastanza strano che una pianta adulta ci lasci le "penne" in questo caso le foglie per una giornata di freddo, manco la temperatura fosse scesa a zero gradi..:11_confused: 

Dici che potrebbero essere entrate in uno stato di dormienza? 🤔 erano belle grandi... io vedendole seccare così le ho date per morte e le buttate.

Share this post


Link to post
1 ora fa, campana dice:

Forse ho scritto una caxxxxa però un incrocio è una cosa e l'innesto è un'altra aspettiamo cosa dicono gli esperti del settore

 

 

 

 

No intendevo dire che se si potesse incrociare il flex con qualcos'altro magari si potrebbe ottenere un, per esempio, habanero che resiste alle basse temperature... 

 

Share this post


Link to post

Esatto era appunto quello che si voleva ottenere ma non si è ottenuto, ma ripeto vado  a memoria ( e ne ho poca :D)

Share this post


Link to post
31 minuti fa, campana dice:

Esatto era appunto quello che si voleva ottenere ma non si è ottenuto, ma ripeto vado  a memoria ( e ne ho poca :D)

Ah ok.... 

Siamo in due...... Con poca memoria! 🤣

Share this post


Link to post
Il 10/5/2020 at 19:19, Aji charapita dice:

Ciao Tommaso, 

Allora io ho cercato nel forum ma non ho più trovato una discussione di gianni48 dove spiegava di non aver riscontrato migliore resistenza al freddo nel fare un innesto su rocoto... 

Magari c'è chi ha avuto una differente esperienza e in tal caso lo faranno sapere... 

 

E' vero, alcuni anni fa ho fatto innesti su rocoto ma lo scopo era soprattutto vedere se questo peperoncino è un buon portainnesto non pensavo che avrebbe dato resistenza al freddo perché ai nostri freddi non resiste nemmeno lui. La cosa interessava invece quelli che, come Marcello79 coltivano in zone dove le temperature non scendono mai sotto zero.

Il Rocoto si è rivelato un buon portainnesto ma e se lo si tiene in ambiente luminoso e non troppo freddo gli innesti hanno buone possibilità di superare l'inverno.

Ho provato con il flexuosum sul quale però gli innesti non hanno avuto uno sviluppo soddisfacente e nell'inverno sono tutti gelati mentre il portainnesto nell'anno successivo ha formato nuovi germogli.

Ho letto che mediante tecniche molto raffinate di ingegneria genetica si sta cercando di trasferire la resistenza al freddo del flexuosum su varietà coltivate ma non credo che si sia ottenuto qualche risultato... (che comunque sarebbe un ogm).

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
41 minuti fa, gianni48 dice:

E' vero, alcuni anni fa ho fatto innesti su rocoto ma lo scopo era soprattutto vedere se questo peperoncino è un buon portainnesto non pensavo che avrebbe dato resistenza al freddo perché ai nostri freddi non resiste nemmeno lui. La cosa interessava invece quelli che, come Marcello79 coltivano in zone dove le temperature non scendono mai sotto zero.

Il Rocoto si è rivelato un buon portainnesto ma e se lo si tiene in ambiente luminoso e non troppo freddo gli innesti hanno buone possibilità di superare l'inverno.

Ho provato con il flexuosum sul quale però gli innesti non hanno avuto uno sviluppo soddisfacente e nell'inverno sono tutti gelati mentre il portainnesto nell'anno successivo ha formato nuovi germogli.

Ho letto che mediante tecniche molto raffinate di ingegneria genetica si sta cercando di trasferire la resistenza al freddo del flexuosum su varietà coltivate ma non credo che si sia ottenuto qualche risultato... (che comunque sarebbe un ogm).

Ciao Gianni, grazie per aver condiviso la tua esperienza, 🤩 mi pare di aver capito quindi che un innesto non sarebbe una soluzione, però secondo te una volta svernate le piante in casa potrebbe aiutarmi ad anticipare i tempi? Se anche solo potessi piantare in campo (con telo) ad aprile avrei recuperato un mese.

Share this post


Link to post
Il 10/5/2020 at 18:14, Tommaso.. dice:

Ciao a tutti,

Ci sono molti esperti nel forum, e mi piacerebbe poter usufruire della vostra esperienza, abito a varese, citta del nord, dove le temperature sono abbastanza basse e per poter mettere in terra le piante di aji senza pericolo (di bruciarle per un colpo di freddo) bisogna aspettare maggio. 

Qualcuno di voi per caso ha un innesto da suggerire per aumentare la resistenza al freddo? 

Ho visto e provato personalmente che il rocoto e' piu' resistente alle basse temperature, ma non ho idea se possa essere una buona base di innesto.

Magari alcuni di voi hanno fatto questa esperienza o hanno qualche consiglio per il freddo e hanno voglia di condividere

Grazie 

Buongiorno. Una soluzione ( o perlomeno un tentativo ) potresti farlo coprendo le piante con un telo protettivo una volta che le hai messe fuori. In questo modo si abitueranno in maniera "dolce" . Se invece le entri ed esci è come se mangiassero solo la mollica del pane senza assaggiare mai la crosta riducendo la possibilità di pieno adattamento al clima outdoor. Tieni presente che negli ultimi anni anche al sud non stiamo mettendo outdoor fisse le chinensi prima di maggio.  Prepara il terreno come si deve e usa una spessa pacciamatura di paglia ( 6-7 cm ). I baccatum che coltivi dovrebbero abituarsi benone in questo modo data la loro provenienza.

Se invece non vuoi abbandonare l'idea di innestare allora prendi in considerazione di farlo su qualche ceppo di SOLANUM .

Buona giornata. 

ZAPPALAND

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
10 ore, Tommaso.. dice:

Ciao Gianni, grazie per aver condiviso la tua esperienza, 🤩 mi pare di aver capito quindi che un innesto non sarebbe una soluzione, però secondo te una volta svernate le piante in casa potrebbe aiutarmi ad anticipare i tempi? Se anche solo potessi piantare in campo (con telo) ad aprile avrei recuperato un mese.

Su un portainnesto adatto si possono innestare diverse varietà di peperoncini, ottenendo un risultato come questo:

Per questo esperimento avevo usato come portainnesto un Pimenta da Neyde.

 

Share this post


Link to post

Gli innesti multipli possono anche continuare a produrre durante lo svernamento:

Nello svernamento però si può avere una diffusione di malattie.

Per quanto riguarda innesti singoli, ho ottenuto interessanti risultati usando come portainnesti dei peperoni:

 

 

 

52 minuti fa, ZAPPALAND dice:

Se invece non vuoi abbandonare l'idea di innestare allora prendi in considerazione di farlo su qualche ceppo di SOLANUM .

ZAPPALAND

Gli esperimenti di innesti di peppers su Solanum torvum, su Solanum chrysotrichum e su Solanum mauritianum fatti da me e da altri (come Marcello79) sono sempre falliti.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
12 ore, ZAPPALAND dice:

Buongiorno. Una soluzione ( o perlomeno un tentativo ) potresti farlo coprendo le piante con un telo protettivo una volta che le hai messe fuori. In questo modo si abitueranno in maniera "dolce" . Se invece le entri ed esci è come se mangiassero solo la mollica del pane senza assaggiare mai la crosta riducendo la possibilità di pieno adattamento al clima outdoor. Tieni presente che negli ultimi anni anche al sud non stiamo mettendo outdoor fisse le chinensi prima di maggio.  Prepara il terreno come si deve e usa una spessa pacciamatura di paglia ( 6-7 cm ). I baccatum che coltivi dovrebbero abituarsi benone in questo modo data la loro provenienza.

Se invece non vuoi abbandonare l'idea di innestare allora prendi in considerazione di farlo su qualche ceppo di SOLANUM .

Buona giornata. 

ZAPPALAND

Ciao, ZAPPALAND 

Grazie dell'idea 👍 l'anno prossimo proverò a cambiare ed a acclimatarle un po alla volta lasciandole fuori anche di notte... basta solo mollica 😂 

 

Share this post


Link to post
12 ore, gianni48 dice:

Gli innesti multipli possono anche continuare a produrre durante lo svernamento:

Nello svernamento però si può avere una diffusione di malattie.

Per quanto riguarda innesti singoli, ho ottenuto interessanti risultati usando come portainnesti dei peperoni:

 

 

 

Gli esperimenti di innesti di peppers su Solanum torvum, su Solanum chrysotrichum e su Solanum mauritianum fatti da me e da altri (come Marcello79) sono sempre falliti.

Cavolo Gianni, ma tu sei esagerato che roba... 😲 poi ci rendi invidiosi 😂 

Devo dire che avevo gia visto un po dei vostri lavori su youtube, sia tuoi che di Marcello79, wow alberi di melanzana e produzioni assurde...

E' da lì che ho iniziato a cercare e ad informarmi sui vantaggi che potrei avere sui pepper tramite la pratica dell'innesto (siete di ispirazione)

Allora seguendo i tuoi consigli proverò a fare un innesto peperone quadrato d'asti - Aji amarillo che a quanto pare sembra essere produttivo, d'altronde da qualche parte bisogna pur iniziare a sperimentare.

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...