Jump to content

Quasi pronto per la mia prima esperienza!


Recommended Posts

Ciao a tutti ragazzi!

Mi sono da poco appassionato a questa cultivar, ed in generale all'orto sul balcone, e dopo la presentazione ho passato diverso tempo ha leggere qui sul forum diverse discussioni, per inizare a farmi una cultura generale prima di iniziare.

Però vorrei togliermi qualche dubbio che ancora ho.

Vorrei partite col la coltivazione di circa 8/10 piantine da seme di super hot (naga, habanero, Trinidad e fatalii) i primi del prossimo mese.

Ad oggi mi trovo con quasi tutto pronto, ovviamente con la cultivar indoor almeno fino ai primi di marzo per poi andare sul balcone.

Quindi mi sono dato al fai da te!

Ho preparato una germabox per i semi con una vaschetta  con piccoli fori sopra e lo scotex dove li farò germogliare dopo trattamento con camomilla cercando di tenere una temperatura costante di 25 gradi,  mi sono costruito una light box (h65xL60xP40) in poliuretano espanso da 2cm rivestito con nastro di alluminio riflettente, al suo interno ho predisposto un faretto led da 30w da 2800 lumen luce 6400k regolabile con due barre filettate, due ventole da pc per il ricircolo d'aria ed un termoigrometro wireless per le rilevazioni. Il tutto controllato da prese temporizzate. E fino a qui penso di essere a buon punto, ovvio nulla di professionale, ma penso che possa essere un buon inizio.

Ora dopo alcuni test per vedere come si comportava il box ho notato che senza areazione e con luce accesa le temperature arrivavano ai 35 gradi con umidità del 28%, così ho posto un sotto vaso (dove andrò poi ad appoggiare i bicchierini con le piantine) e riempito di 1 cm di argilla espansa ed acqua, in questo modo sono riuscito a portare l'umidità al 65%, però il problema rimaneva la temperatura che ho risolto azionando le ventole, così sono riuscito a portarla sui 26 gradi. Però a luci spente e senza ventole accese, la temperatura si abbassa a 21 gradi con umidità del 85%. Questo con 16 di luce e 8 di buio. E probabilmente con una ventilazione alternata durante luce/buio tutto il giorno dovrei riuscire a mantenerla intorno al 70%.

Vorrei capire, grazie ai vostri suggerimenti, quali sono le percentuali di umidità migliori per le piante? Devono essere costanti in tutta la fase luce/buio o devono variare? Vi è un range in cui si può stare?

Per quanto riguarda la ventilazione che ho predisposto una in basso ed una in alto, da dove è meglio prendere aria? Alto o basso?

Un altra considerazione, dato che non ho trovato argomentazione, avevo pensato di utilizzare bicchieri di plastica trasparente, per poter vedere la saturazione delle radici ed effettuare il travaso in uno più grande, ma mi sorge un dubbio che non siano indicati dato che nessuno ne parla. Probabilmente hanno qualche controindicazione?

Dopo questa breve introduzione, ovviamente sono accettate tutte le critiche, considerazioni e consigli, sul mio primo viaggio in questo mondo che non vedo l'ora di iniziare! 

 

Link to post

Sui bicchierini c'è qualcuno che ne ha parlato ma all'interno di altre discussioni quindi non è facile trovarle... Allora di positivo c'è che essendo trasparente vedi quanto radifica e quando sarà ora di cambiare il bicchierino. Di negativo (ma io non ho mai riscontrato questo problema) c'è che si potrebbero bruciare le radici esposte alla luce.... 

Per quanto riguarda le ventole è meglio prendere l'aria da sotto e buttarla fuori da sopra perché l'aria calda va sempre in alto. Quindi tiri aria fresca da sotto e butti fuori quella calda da sopra. 

Per l'umidità direi di non esagerare se no ti crescerà il muschio! 

Se vuoi vai a vedere il mio box che ho indicato anche temperatura e umidità solo che ora così su due piedi non ricordo! 

  • Like 1
Link to post

Per i bicchieri trasparenti ho sempre letto anch'io non fossero adatti, il motivo scientifico per cui le radici debbano lavorare al buio non l'ho mai saputo, chi li ha usati non mi risulta abbia avuto problemi.

Comunque anche con i bicchierini classici bianchi si può vedere lo stato delle radici o in controluce o togliendo il panetto quando è secco

L'umidità in natura non è costante (nemmeno la temperatura) quindi è un problema relativo meglio stare bassi si evitano muffe e funghi in ambiente più secco occorre fare più attenzione ad irrigare correttamente

  • Like 1
Link to post
11 ore, Aji charapita dice:

Sui bicchierini c'è qualcuno che ne ha parlato ma all'interno di altre discussioni quindi non è facile trovarle... Allora di positivo c'è che essendo trasparente vedi quanto radifica e quando sarà ora di cambiare il bicchierino. Di negativo (ma io non ho mai riscontrato questo problema) c'è che si potrebbero bruciare le radici esposte alla luce.... 

Per quanto riguarda le ventole è meglio prendere l'aria da sotto e buttarla fuori da sopra perché l'aria calda va sempre in alto. Quindi tiri aria fresca da sotto e butti fuori quella calda da sopra. 

Per l'umidità direi di non esagerare se no ti crescerà il muschio! 

Se vuoi vai a vedere il mio box che ho indicato anche temperatura e umidità solo che ora così su due piedi non ricordo! 

Grazie della risposta. Per i bicchieri è quello che ho pensato anche io sinceramente, ma da come scrivi hai provato senza riscontrare problemi?

Secondo te la percentuale di umidità può starci da un 50 ad un 70%?

Riesci a linkare la discussione della tua box?

Link to post
6 ore, campana dice:

Per i bicchieri trasparenti ho sempre letto anch'io non fossero adatti, il motivo scientifico per cui le radici debbano lavorare al buio non l'ho mai saputo, chi li ha usati non mi risulta abbia avuto problemi.

Comunque anche con i bicchierini classici bianchi si può vedere lo stato delle radici o in controluce o togliendo il panetto quando è secco

L'umidità in natura non è costante (nemmeno la temperatura) quindi è un problema relativo meglio stare bassi si evitano muffe e funghi in ambiente più secco occorre fare più attenzione ad irrigare correttamente

Diciamo che un 26 gradi ed una umidità dal 50 al 70% ci può stare?

Link to post

Ciao!!

All'abbassarsi della temperatura dentro il box è normalissimo che l'umidità relativa salga...
Di notte, con le luci staccate e il riscaldamento (di casa) spento di solito apro il box per evitare che si formi della condensa. ;)

 

  • Like 1
  • Upvote 1
Link to post
6 ore, Vulcano dice:

Ciao!!

All'abbassarsi della temperatura dentro il box è normalissimo che l'umidità relativa salga...
Di notte, con le luci staccate e il riscaldamento (di casa) spento di solito apro il box per evitare che si formi della condensa. ;)

 

Si ho notato anche io lo stesso comportamento. Grazie mille!

 

Link to post
18 ore, Sbrandi dice:

Grazie della risposta. Per i bicchieri è quello che ho pensato anche io sinceramente, ma da come scrivi hai provato senza riscontrare problemi?

Secondo te la percentuale di umidità può starci da un 50 ad un 70%?

Riesci a linkare la discussione della tua box?

poi c'è qualcosa anche qui all'inizio e potrai vedere come crescono le piantine... 

 

Ad un certo punto l'unica ventola che avevo per far circolare l'aria all'interno del box si è rotta e da quel momento le cose sono andate meglio! La temperatura si era alzata intorno ai 30 gradi e anche l'umidità si era alzata un po'. Il risultato era migliorato, le piantine stavano proprio meglio! Però io ho molto spazio nel box quindi nel mio caso la ventola non serve, bisogna comunque valutare ogni singolo caso... 

  • Like 1
Link to post
14 ore, Aji charapita dice:

poi c'è qualcosa anche qui all'inizio e potrai vedere come crescono le piantine... 

 

Ad un certo punto l'unica ventola che avevo per far circolare l'aria all'interno del box si è rotta e da quel momento le cose sono andate meglio! La temperatura si era alzata intorno ai 30 gradi e anche l'umidità si era alzata un po'. Il risultato era migliorato, le piantine stavano proprio meglio! Però io ho molto spazio nel box quindi nel mio caso la ventola non serve, bisogna comunque valutare ogni singolo caso... 

Aji ti posso chiedere, letta la tua discussione, le dimensioni della box, il numero di piante e per quanto tempo sono state al suo interno? Giusto per farmi un idea e confrontarla con la mia. Grazie mille!

Link to post
Il 16/10/2020 at 22:26, Sbrandi dice:

Aji ti posso chiedere, letta la tua discussione, le dimensioni della box, il numero di piante e per quanto tempo sono state al suo interno? Giusto per farmi un idea e confrontarla con la mia. Grazie mille!

Dimensioni circa 90 larghezza, 190 altezza, 50 profondità. 

Internamente siccome ho i ripiani posso decidere la distanza tra lampada e piante in base al bisogno grazie ai ripiani che sono regolabili in altezza. 

L'ho diviso in tre... In alto ho messo il neon ed è basso per le piantine piccole. In mezzo ho la lampada a led e ho molto più spazio così metto le piante più grandicelle. E in fondo ho il posto per tenere attrezzature varie. 

L'ideale sarebbe tenere un massimo di 8 piantine per lasciare abbastanza spazio tra una e l'altra, però io le sposto quando diventano abbastanza grandi e le tengo su un tavolo vicino alla finestra così facendo posso metterne di più... Credo che ne avevo circa 50...

Sono state dentro dai tre ai cinque mesi a dipendenza della velocità di sviluppo. 

IMG_20201018_140757.jpg

  • Like 1
Link to post

Buonasera. Credo che partire i primi di novembre indoor è troppo presto , ti ritroveresti a dover gestire per almeno 5 mesi piante indoor che alla fine non avrebbero le dovute condizioni per crescere al meglio ( oltre ovviamente ad una spesa maggiore in termini economici e di dispendio di tempo ). 

I contenitori trasparenti sono sconsigliati perché vi sono delle reazioni chimiche che ne risentono della luce che raggiunge le radici . In natura le radici vedono la luce?! NO ! 

Imparare a rispettare i cicli della natura  e riprodurre dolcemente, anche se in maniera artificiosa , i meccanismi della stessa sono dei punti chiave se si vorrà avere successo nella coltivazione di piante . ( In generale oltre ai peppers :) )

 

  • Like 2
  • Thanks 1
  • Upvote 1
Link to post

Ciao! Intanto grazie per il tuo contributo. Per i bicchieri ormai, dato che la maggior parte me li sconsigliano, anche se alcune persone non hanno avuto problemi a loro dire, passando al classico bicchierino bianco. Per le tempistiche sono d'accordo con te, mi sono spinto ad anticipare di un mese circa proprio perché in caso di errori, essendo la mia prima esperienza, sarei ancora in tempo. Considera che vivo in Liguria, più precisamente a Sanremo, nel ponente ligure dove diciamo che non abbiamo le tempersture della Sicilia o Calabria, ma posso dire che, almeno di un caso raro di freddo anomalo prolungato, da queste parti già i primi di marzo le temperature sono molto gradevoli. È un rischio che proverò a correre, sempre.se.al primo colpo vada tutto bene. Se poi non dovessero più darci nella grow causa dimensioni, proverò con una cimatura anche se immagino non sia una grande mossa. Sul dispendio economico si parla di pochi euro al mese e quello non mi preoccupa ed il tempo non manca!

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...