Jump to content

Un dilettante che ci ri-prova 2021


Recommended Posts

Mmmm... per avere due piante di una varietà di solito metto tre semi, però semino direttamente nel terriccio e questo aiuta.

Spesso per aiutare i cotiledoni a liberarsi li si mantiene umidi bagnandoli con un contagocce... a mali estremi un buon metodo per liberarli è illustrato in un video che trovi qui... in bocca al pepper! ;)

Link to comment
40 minutes ago, Vulcano said:

Mmmm... per avere due piante di una varietà di solito metto tre semi, però semino direttamente nel terriccio e questo aiuta.

Spesso per aiutare i cotiledoni a liberarsi li si mantiene umidi bagnandoli con un contagocce... a mali estremi un buon metodo per liberarli è illustrato in un video che trovi qui... in bocca al pepper! ;)

Tre semi per due piante?? Vabbè, ho capito, tra 4 o 5 anni magari ci riuscirò...forse...😁

Avevo già visto il video, su qualche "paziente" l'intervento è riuscito, qualcuno purtroppo è stato decapitato 😑, i gusci erano davvero duri.

I prossimi proverò ad ammorbidirli bagnandoli come mi hai consigliato 👍

Link to comment

Ciao Littlehotpepper, io personalmente metto circa 5 semi per varietà e nascono quasi tutti. Prima di mettere i semini su scottex, lascio i semi a bagno in soluzione acqua e sale....ovvero Osmoprimig. Questa serva a "svegliare i semi" e quindi aumentare la percentuale di natività. Prova a cercare nel forum e fai qualche prova. 

Spero esserti stato di aiuto. Ti auguro una buona coltivazione.

Carlo🍻

Link to comment
20 minutes ago, Carlito1981 said:

Ciao Littlehotpepper, io personalmente metto circa 5 semi per varietà e nascono quasi tutti. Prima di mettere i semini su scottex, lascio i semi a bagno in soluzione acqua e sale....ovvero Osmoprimig. Questa serva a "svegliare i semi" e quindi aumentare la percentuale di natività. Prova a cercare nel forum e fai qualche prova. 

Spero esserti stato di aiuto. Ti auguro una buona coltivazione.

Carlo🍻

Ciao Carlo, li ho messi a bagno per 36 ore nella camomilla, non sapevo della soluzione acqua e sale, mi informo sull'osmopriming, se quelli che ho nella scottex box non germinano, magari la provo nei prossimi giorni. Grazie mille.

Mino 🍻

Link to comment
2 minuti fa, LittleHotPepper dice:

Ciao Carlo, li ho messi a bagno per 36 ore nella camomilla, non sapevo della soluzione acqua e sale, mi informo sull'osmopriming, se quelli che ho nella scottex box non germinano, magari la provo nei prossimi giorni. Grazie mille.

Mino 🍻

Perfetto Mino, leggi bene le dosi....se nn erro ogni litro di acqua devi aggiungere 20 grammi di sale e lasciare a bagno i semi per max 48 ore. Io mi trovo benissimo 🍻

Cmq fai una piccola ricerca dettagliata sia qui sul forum che sul motore di ricerca in Internet e troverai tutte le info dettagliate. 

Tienici aggiornati. ✌️

Buona coltivazione. Carlo🍻

  • Like 1
Link to comment
On 1/22/2021 at 8:39 PM, Carlito1981 said:

Perfetto Mino, leggi bene le dosi....se nn erro ogni litro di acqua devi aggiungere 20 grammi di sale e lasciare a bagno i semi per max 48 ore. Io mi trovo benissimo 🍻

Cmq fai una piccola ricerca dettagliata sia qui sul forum che sul motore di ricerca in Internet e troverai tutte le info dettagliate. 

Tienici aggiornati. ✌️

Buona coltivazione. Carlo🍻

Ciao Carlo.

Anche gli ultimi semi che avevo nella scottex box, anche se con forte ritardo, sono germogliati.

Proverò l'osmopriming il prossimo anno, anche perchè ho letto che permette la germogliazione quasi in contemporanea dei semi.

Anzi la userò anche prima di conservare i semi.

Grazie per la dritta 👍

Link to comment
On 1/17/2021 at 10:41 PM, Aji charapita said:

Buona coltivazione! 😊🌶🤸‍♂️

Ciao Aji.

Per ora posso sicuramente dire che le piantine messe in fibra di cocco stanno avendo un rendimento nettamente migliore.

Sono spuntate prima, tutte senza "cappuccio"... e sembrano crescere più rapidamente.

Vediamo come procedono...😁

  • Like 1
Link to comment
1 hour ago, Sghirat said:

Perchè non usi un tappetino riscaldante anzichè il router?

L'ho anche comprato, ma non ho voluto mettere un altro oggetto che occupi spazio in casa.

Ho router e decoder sempre accesi, il loro calore è sufficiente a far germogliare i semi, su 30 semi fino ad ora, anche se in tempi diversi, ne sono germogliati 27 (sugli utili 3 non ho ancora perso le speranze😁).

E' più la fase della prima crescita delle piantine che mi preoccupa, con una lightbox tipo la tua, potrei sicuramente migliorare ed accelerare la crescita, vediamo come va quest'anno...

Link to comment

Occupa spazio nel senso che devi usare un'altra presa di corrente? Perchè come spazio nel mio caso è lo stesso della light box. Gliel'ho messo sotto. Poi ognuno decide come vuole e come può è solo per parlare. Mi faccio un altra domanda. Sicuri che le onde del wi-fi così ravvicinate non creino problemi alle piantine?

Link to comment
12 minutes ago, Sghirat said:

Occupa spazio nel senso che devi usare un'altra presa di corrente? Perchè come spazio nel mio caso è lo stesso della light box. Gliel'ho messo sotto. Poi ognuno decide come vuole e come può è solo per parlare. Mi faccio un altra domanda. Sicuri che le onde del wi-fi così ravvicinate non creino problemi alle piantine?

Un'altra postazione provvista di presa elettrica.

Una volta germogliati i semi, tolti dallo scottex box, e messi nei bicchierini, questi passano davanti un finestrone a prendere luce, lontano dal router.

Con una lightbox come la tua potrei dare più ore di luce, ed una temperatura più alta, ma il problema è sempre lo spazio, diciamo che dovrei fare un pò di trattative in casa😆

Se poi le onde wi-fi facciano male ai semi, alle piante (o alle persone), non lo so (bisognerebbe fare qualche ricerca per vedere se qualcuno ha fatto qualche esperimento), ma sinceramente, ormai siamo talmente bombardati da onde di tutti i tipi che non sto tanto a pensarci più di tanto.

Link to comment
8 hours ago, campana said:

È partita :thumbsup:

😁 Ho fatto bene a tenerla.

Quelle che usciranno credo saranno le prime foglie vere.

Quelle che ho nei bicchierini in fibra di cocco credo dovrò rinvasarle dopo la prima o seconda coppia di foglie vere per via del discorso della mancanza di nutrienti di quel substrato.

Le altre le ho in vasetti piccolissimi 4 X 5, sul cui fondo ho messo anche qualche ciottolo di argilla espansa, quindi anche quelle, dopo le prime 2/3 coppie di foglie, andranno rinvasate in vasetti più grandi.

Link to comment

All'interno del mattoncino in fibra di cocco c'erano scritte delle indicazioni che ho ritrovato anche sul sito del produttore e che copio qui, niente di nuovo, esattamente quello che mi hanno detto Aji e Campana, la fibra di cocco è povera di sostanze e va bene solo per la primissima fase.

I semi della maggioranza delle varietà di piante contengono una riserva di sostanze nutritive che, dopo la germinazione, servono a far sviluppare alla giovane pianta gli organi fondamentali – come radici, fusti e foglie – prima che esse siano in grado di provvedere con le proprie foglie verdi alla fotosintesi, per nutrirsi autonomamente (autotrofia).

Tali sostanze nutritive sono maggiormente contenute nei cotiledoni, in alcune specie anche in un tessuto nutritivo speciale (endosperma) contenuto nei semi.

Per questo motivo, la normale terra da fiori non è particolarmente adatta per la semina poiché contiene troppi sali fertilizzanti.

Questo significa che i semi possono marcire oppure le piantine, nonostante siano giovani, possono morire: i sali fertilizzanti impoveriscono le radici sottili.

Per questo si consiglia di utilizzare sempre terra da coltivazione o substrato in fibra di cocco.

Entrambi sono poveri di sostanze nutritive, asettici e porosi. Il substrato di coltivazione serve, soprattutto all’inizio della crescita, per dare ai germogli la possibilità di radicarsi e, allo stesso tempo, di provvedere alla giusta umidità. Le sostanze minerali (concime) sono, come già evidenziato, non ancora consigliabili poiché i semi contengono già queste sostanze nutritive.

C’è un ulteriore vantaggio se il substrato di coltivazione ha un basso contenuto di concime: le piante costruiscono una massa radicale incrementata (radici principali e laterali, nutrite dalle riserve del seme) e, forti, si mettono “alla ricerca” – antropologicamente parlando – di sostanze minerali, che permetteranno una crescita robusta con l’inizio dell’attività fotosintetica.

Nella terra concimata (ad esempio nel terriccio per fiori in commercio per il giardinaggio) le piante in crescita investono più energie nello sviluppo di germogli e foglie che in quello delle radici, il che porta spesso a una minore stabilità delle piante dopo il trapianto.

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment

Aggiungerei che è per questo motivo che in commercio ci sono i germogli Alfa Alfa, di cipolla, ceci, lenticchie ecc da aggiungere alle insalate.... Perché nei germogli ci sono tanti buoni nutrienti, quelli che appunto servono per far crescere la piantina nel primo periodo! 😉

  • Like 1
Link to comment
6 hours ago, Aji charapita said:

Aggiungerei che è per questo motivo che in commercio ci sono i germogli Alfa Alfa, di cipolla, ceci, lenticchie ecc da aggiungere alle insalate.... Perché nei germogli ci sono tanti buoni nutrienti, quelli che appunto servono per far crescere la piantina nel primo periodo! 😉

Neanche sapevo l'esistenza di questi germogli Alfa Alfa😁

Ho letto spesso del fertilizzante chilli focus, conviene acquistarlo?

Io mi ritrovo (dallo scorso anno) un un sacchetto di pollina pellettata, un sacchetto di stallatico pellettato (praticamente inutilizzati), ed una paio di confezioni di fertilizzante NPK a lenta cessione. Non credo che questa roba possa integrare la fibra di cocco, ci vorrebbe appunto, se volessi tenerle a lungo nella fibra come hai fatto tu, qualcosa di liquido.

 

Link to comment
1 ora, LittleHotPepper dice:

Neanche sapevo l'esistenza di questi germogli Alfa Alfa😁

Ho letto spesso del fertilizzante chilli focus, conviene acquistarlo?

Io mi ritrovo (dallo scorso anno) un un sacchetto di pollina pellettata, un sacchetto di stallatico pellettato (praticamente inutilizzati), ed una paio di confezioni di fertilizzante NPK a lenta cessione. Non credo che questa roba possa integrare la fibra di cocco, ci vorrebbe appunto, se volessi tenerle a lungo nella fibra come hai fatto tu, qualcosa di liquido.

 

Non saprei se con granulati funziona bene... Io ho usato il focus ed è andato tutto bene 😉

  • Like 1
Link to comment
Il 1/2/2021 at 19:59, Aji charapita dice:

Non saprei se con granulati funziona bene... Io ho usato il focus ed è andato tutto bene 😉

Io l'ho usato l'anno scorso e ha dato buoni risultati quest'anno puntavo a qualcosa di più comodo visto che ho molte piante

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...