Jump to content

Recommended Posts

Grazie di avermi inserita, mi chiamo Patrizia, vivo in provincia di Milano. 

Coltivo un orto sinergico didattico da una decina di anni. Pur essendo appassionata da sempre da coltivazioni solo questo anno mi sto cimentando ad approfondire la conoscenza dei peperoncini piccanti.

Link to comment
2 ore, campana dice:

Ho cercato di capire il significato di "orto sinergico" ma tra le varie interpretazioni sono (quasi) al punto di partenza....

Sarà tipo permacultura? 

Link to comment
5 ore, Aji charapita dice:

Sarà tipo permacultura? 

Nasce come ramo dalla permacultura ma ha sue specificità e pratiche. Discorso lungo, comunque puoi leggere on line le pratiche di Fukuoka, Emilia Hazelip e Marc Bonfils.

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment

Scusami ho risposto ad Aji per errore, visto che chiedevi tu info.

Poi nei fatti e nella pratica, noi applichiamo gli insegnamenti no con estremo rigore. Anche perché ci lavoriamo con famiglie e bambini, persone che si avvicinano alla coltivazione senza basi di conoscenza specifica. Però ha grosse potenzialità per educare all'inclusivita' e alla sostenibilità ambientale.

  • Like 2
Link to comment

Nessun problema io e lo Svizzero siamo una persona sola :D

Bellissima iniziativa specialmente se rivolta a famiglie con bambini il nostro futuro... Combinazione anche una giovane universitaria che frequenta o meglio frequentava il forum ( Carolina Reaper) mi ha contattato per dei semi di peperoncino per un "oasi di biodiversità" che sta allestendo nell'orto giardino di una scuola, con l'intento di far partecipare le famiglie alla cura delle piante.

  • Like 1
Link to comment
6 minuti fa, campana dice:

Bellissima iniziativa specialmente se rivolta a famiglie con bambini il nostro futuro...

Si la missione è proprio questa coltivare il nostro futuro attraverso un educazione sostenibile e la nostra "palestra" è l'orto sinergico dove seminare diversità e coltivare legami tra le persone.

  • Thanks 1
Link to comment
9 ore, Pat trizzia dice:

Si la missione è proprio questa coltivare il nostro futuro attraverso un educazione sostenibile e la nostra "palestra" è l'orto sinergico dove seminare diversità e coltivare legami tra le persone.

:thumbsup:

Link to comment

Comunque quest'anno ( oltre i soliti thai Dragon condominiali) , facciamo una sezione Pepper nell'orto ( con protezione in modo che i bambini non tocchino i peperoncini) e ho fatto in casa delle serrette riscaldate con un 140 bicchierini con piantine di diverse varietà di peperoncini. Solo una parte sarà messa in orto, un po' li regalerò ai volontari e famiglie che fanno l'orto sul balcone o nei condomini. È un modo anche per diffondere buone pratiche di autoproduzione casalinga.

Quindi avrò bisogno di un po' di vostri consigli. I thai che coltiviamo da più di vent'anni crescono senza problemi. Altre varietà che ho messo credo che abbiano bisogno di condizioni più controllate. 

Il Rocoto Marzano di già che mi farà dannare.

Mi sta dando problema a germinare l'habanero Chocolate. Semi che mi hanno regalato non si muovono, ora ne ho comprati io altri e vedremo se escono. Secondo voi sono più difficili da germinare? Il Red è uscito senza problemi alcuni.

Link to comment

Non mi ricordo chi ma ho già letto nel forum problemi con l'Habanero Chocolate, con i Chinense comunque ci vuole più pazienza che con gli Annum, poi dipende dall'età dei semi, due settimane è un tempo normale.

Con i Rocoto invece salvo eccezioni è consigliabile partire molto presto per avere fiori in maggio giugno, con il caldo estivo anche se sembra un controsenso fanno fatica ad allegare.

Link to comment
35 minuti fa, campana dice:

Mettili se possibile nella zona più in ombra

Si, sto studiando come gira il sole per dagli una schermatura. C'è un grosso gelso, caducifoglie, potrebbe dare protezione dai raggi solari in estate e lasciargli più luce in autunno, inverno e primavera.  Appoggiandolo e legandolo ad un graticcio che gli costruisci con rami stessi potati dal gelso. Che ne dici?

Link to comment

Posizione ottima :thumbsup:

Saprai che le piante di peperoncino a Milano non superano l'inverno troppo freddo alle prime gelate ci salutano, fa eccezione il Rocoto "imbalsamato" bene con TNT e coperte le radici con pacciamatura è l'unico che ha qualche possibilità di svernare se non fa un inverno particolarmente  freddo

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...