Jump to content
kirmen1980

ottenere una piantina di oliva dal seme

Recommended Posts

ciao a tutti

 

come da titolo vorrei sapere se qualcuno a mai piantato semi di oliva e se cè un metodo particolare da fare per far germogliare il seme, perchè mi piacerebbe molto far germinare il seme.

 

grazie dell'attenzione :approva5:

Share this post


Link to post

Ciao caro!

 

Purtroppo non ti posso aiutare... totale mancanza di esperienza!

 

Vedrai che qualcuno però arriverà! :approva5:

Share this post


Link to post
:special47: mia suocera ha piantato un osso edè nata una splendita piantina però credo sia selvatica quindi dovrebbe essere innestata per poter fare le olive!!!comunque aspettiamo qualcuno più esperto per chiarimenti.un saluto

Share this post


Link to post

A parte l'innesto che si deve fare poi è una pianta lentissima quindi dovresti vivere quanto Mosè per raccogliere qualche frutto :smilies17::smilies17:

 

Ciao Kirmen, semina e vedi cosa succede.

Share this post


Link to post

grazie per le risposte :approva5:

 

allora vedrò cosa succede :approva5:

Share this post


Link to post

Per conoscenza indiretta so che devi piantare il seme di oliva in terra in estate, e poi aspettare circa 12 mesi per farlo germinare. Questo è il metodo standard, poi non so se i vivai utilizzano tecniche per accelerare le nascite, credo sia molto probabile.

Share this post


Link to post
Per conoscenza indiretta so che devi piantare il seme di oliva in terra in estate, e poi aspettare circa 12 mesi per farlo germinare. Questo è il metodo standard, poi non so se i vivai utilizzano tecniche per accelerare le nascite, credo sia molto probabile.

 

ok grazie :approva5:

 

certo che ci vuole propio una vita :shocked15:

Share this post


Link to post

In campagna da me, abbiamo 2 alberi di olivo di quelli secolari, e altre varietà sempre da olio da cui ogni anno facciamo l'olio per noi...

 

inoltre anche varietà di quelli da cucinare fatti spriggere nell'olio in padella, accompagnati con pane una varietà ed una varietà che non si accompanga con pane.

 

mio padre non gli dà nulla in particolare a queste piante, infatti quelli secolari in particoolare molti agricoltori se li scordano per un anno interno finchè non arriva il periodo della raccolta, però più che il seme ti conviene procurarti una talea da far radicare, altrimenti stai fresco finche cresce! o comunque finche comincia a produrre come si deve.

 

Ma se vuoi un parere, lascia stare le olive da olio, e pianta una di quelle da cui puoi fare quelle da fare fritte in padella e/o da mettere sottosale e/o conservare in freezer, noi per esempio le facciamo un po' in tutte le maniere, il modo migliore di conservarle credo sia il freezer poi...quando mia madre fa per esempio il pollo alla pizzaiola apre una bustina con le olive nere e via!

 

le olive nere sono quelle più versatili, però anbbiamo anche quelle verdi grandi come quelle delle bancarelle, e quelle marroncino che si mettono con la soda che dà quel gusto frizzantino, insomma hai una gran scelta vedi un po' te verso cui vuoi orientarti

Share this post


Link to post
i vivai propagano per talea, o meglio su portaiinesto e poi innestano con la qualità desiderata per due motivi:

 

1) La propagazione da seme non garantisce che la nuova nata abbia le caratteristiche della madre, in particolar modo se anche questa poggia su un portainnesto.

 

2) Va bene avere pazienza ma 12 semi per la germinazione sono troppi, in particolare per un commerciante, ci vorrebbero anni di lavoro per poter vendere la piantina :)

 

io personalmente ho assistito all'innesto di piante adulte di arance convertite in mandarini da noi in campagna su centinaia di piante adulte, e ti dico che bisogna saperlo fare bene altrimenti l'innesto non prende, ma soprattutto poi ti devi procurare la marza che non è di immediata semplicità anche lì ci sono trucchi per prenderne di migliori, generalmente si prendono i sopracavalli ma non tutti sono uguali, vedevo che chi faceva gli innesti da noi...professionisti che li fanno come lavoro, scartavano le marze secondo un criterio che non capivo bene quale ...a me sembravano uguali...e non si trattava certo di grandezza!

 

insomma..poi vedi te

Share this post


Link to post

grazie ragazzi :approva5:

 

i casi sono 2 o mi faccio una talea o mi acquisto una piantina :Sogghigna:

Share this post


Link to post
Non gli stavo suggerendo di certo di fare l'innesto da solo, non è garantito che riesca neanche a chi lo fa da una vita, figuriamoci a chi non lo ha mai visto fare.

Stavo solo rispondendo in merito al metodo usato nei vivai

 

bhe se conosce un vivaista magari glielo fa lui l'innesto! mica male come idea...

Share this post


Link to post
grazie ragazzi :approva5:

 

i casi sono 2 o mi faccio una talea o mi acquisto una piantina :Sogghigna:

Ok, ma se la tua curiosità è solo quella di far nascere una nuova pianta, seppur selvatica, puoi provare con il seme...certo devi portare un pò di pazienza. :rolleyes:

Share this post


Link to post
Ok, ma se la tua curiosità è solo quella di far nascere una nuova pianta, seppur selvatica, puoi provare con il seme...certo devi portare un pò di pazienza. :rolleyes:

 

sicuramente proverò a seminare il seme tanto non mi costa nulla :approva5:

Share this post


Link to post

Una volta mi hanno fatto vedere come si fa una talea di ulivo direttamente sulla pianta (volevo fare un bonsai). Praticamente si toglie una porzione di corteccia dal ramo scelto e gli si mette intorno una busta di plastica con del terreno dentro bello bagnato. Dopo un bel pò, andando a bagnare periodicamente il terreno aprendo la busta, il rametto avrà messo le radici e potrai tagliarlo ed interrarlo.

 

Ciao

Share this post


Link to post

 

ottimo il secondo metodo non lo conoscevo!

buono a sapersi, così questa primavera posso fare delle prove con le piante di ulivo in campagna!

 

 

comunque mi dimenticavo di dire che nei pressi della base delle piante grandi si ulivo, quelle da fusto stretto in particolare, ho notato da sempre che si creano sopracavalli che fuoriescono dal sottosuolo, spuntate dalle grosse radici superficiali, che trovando ancora uno strato di pochi cm di terreno radicano in quel po' di terreno, e mi ricodo che da piccolo di estate quando andavo ad inaffiare le piante di mandarini, mi capitava per gioco di tirare questi sopracavalli alti sino a 50 cm massimo ed osservavo che al di sopra della zona spezzata c'erano delle radici, questo mi fa pensare che si possono prendere direttamente già radicari proprio qui sopracavalli.

 

guarda mi faccio un giro in campagna un dì di questi, per vedere un po' se ci sono per fare una foto, ma è un po' difficile che poi crescano di nuovi getti per via del freddo, e se mio padre ha fatto pulizia di sopracavalli non toverò nulla..

 

bho vediamo un po'...

Share this post


Link to post

quel metodo li si chiama margotta e mio padre le fa con le piante di limone però con l'ulivo per farlo prima devi avere una pianta :Sogghigna:

 

proverò anche a fare una talea, così le provo tutte :approva5:

Share this post


Link to post
quel metodo li si chiama margotta e mio padre le fa con le piante di limone però con l'ulivo per farlo prima devi avere una pianta :Sogghigna:

 

La margotta per essere attuata, è necessario che ci sia la mano dell'uomo, quindi non è il caso di cui parlavo.....

 

bho forse non mi sono spiegato bene, lo faccio nuovamente con un esempio:

 

osservo una porzione di radice grossa dell'albero di ulivo, il cui lembo superiore sta a quota -3 cm

 

da questo lembo superiore nasce un sopracavallo, che crescendo poi spunta fuori dal terreno.

 

in seguito per la presenza di questi 3 cm di terreno si sviluppano delle piccole radici.

 

la pianta è congiunta con l'ulivo, ma tagliando il contatto con la radice rimangono le radici createsi al di sopra della sezione di taglio, e può essere messa in terreno in modo da risultare autosufficente.

Share this post


Link to post

Quello che chiami sopracavallo, di solito viene chiamato "pollone", ed è proprio quello che viene prelevato dalle piante di ulivastro per essere usato come portainnesto.

La margotta ha il vantaggio di garantire che la nuova pianta abbia le stesse caratteristiche della pianta madre per questo è uno dei metodi più utilizzati.

Share this post


Link to post

mi sono fatto un giretto ed ho fatto qualche foto nella nostra campagna, c'è da dire che tutto sono meno che un fotografo abbiate pazienza...

 

ecco le foto di alcuni tipi di piante di ulivo:

post-3039-1234800281_thumb.jpgpost-3039-1234800287_thumb.jpg

post-3039-1234800297_thumb.jpgpost-3039-1234800306_thumb.jpg

post-3039-1234800314_thumb.jpg

 

come dicevo ci sono sopracavalli, polloni, chiamateli come volete, che spuntano dappertutto, in particolare alcuni spuntano sempre dal tronco o radice con un po' di terreno sopra.

Ho verificato scavando un po' manco a dirlo era interrato di 3 centimetri come ricordavo....adesso non ci sono radici ma in primavera quando la temperatura permette radicheranno da soli, non tutti ma ci sono quelli che lo fanno, e questo è verificato personalmente.

 

se aspettare la primavera è troppo affidatevi alla margotta, o ad altri espedienti, ma comunque sia ci vorrà tempo finchè radichino, non è immediato questo processo con le temperature che abbiamo!

 

P.S. ho fatto altre foto alla campagna, se vi va posso inserire le immagini

Share this post


Link to post

Posso aiutarti... Sono un ragazzo di 17 anni appassionato di giardinaggio ed ho molti bonsai nati da seme. LEGGI TUTTO MI RACCOMANDO!

Il metodo standard per la germinazione di un olivo da seme (che nato da qualsiasi varietà di oliva sarà comunque selvatico -v. olivastro-) preveda la raccolta delle olive direttamente dalla pianta e la cernita delle stesse per poi privarle della polpa esterna, lavare accuratamente i noccioli ottenuti ed interrare gli stessi. Nonostante questo metodo sia molto semplice può richiedere fino ai 6 mesi per la germinazione del seme, il quale dovendo essere perennemente mantenuto umido correrà il rischio di essere attaccato dalle muffe e marcire.

Ti propongo il metodo che ho sempre utilizzato io:

ATTENZIONE: ti mostrerò come estrarre il seme dal nocciolo che ti permetterà di ridurre i tempi di germinazione a 7/10giorni:

Come ho detto prima è assolutamente indifferente quale qualità di oliva sia scelta per la semina, tuttavia io ti consiglio di raccogliere le olive DIRETTAMENTE DALL'ALBERO possibilmente da un olivo "toscano" o comunque che produce olive di notevoli dimensioni (questo perchè faciliterà i passaggi successivi, ma soprattutto possedendo un seme di maggiori dimensioni l'embrione una volta germinato avrà un apporto di sostanze nutritive maggiore rispetto ad un oliva più piccola).

Una volta raccolte le olive (io ho estratto circa 8 semi sani da 20 olive raccolte) puoi procedere alla fase successiva, ti occorreranno:

1 taglierino/coltello

1/2 paia di pinze

1 morsa

1 straccio oppure scottex

TANTA pazienza

Ora prendi le olive e con il coltello o con il taglierino incidila polpa sino ad arrivare al nocciolo facendo un taglio trasversale rispetto all'asse dell'oliva, fatto ciò con le mani ruota in sensi opposti le due metà della stessa e vedrai come una delle due estremità verrà via senza problemi!! Ora con le pinze (altrimenti scivola!!!) tieni il nocciolo e ruotando la polpa rimasta stacca anche quella. Ora dovresti avere in mano il nocciolo privo di polpa, asciugalo in uno straccio o nella carta scottex per maneggiarlo meglio. ATTENZIONE: se questi presenta macchie scure/brune sarà difficile che il seme all'interno sia sano, ma prova lo stesso a procedere con la fase successiva, non si sa mai!

Ora occorre la MASSIMA DELICATEZZA ED ATTENZIONE: ESTRAZIONE SEME DAL NOCCIOLO:

per estrarre il seme dal nocciolo prendi il nocciolo ottenuto con le pinze e inseriscilo nella morsa e schiaccia finchè non si intacca lo stesso. Ora le indicazioni che ti posso dare diminuiscono, l'unica cosa importante è non spappolare il nocciolo, ma solo venarlo in modo da aprirlo aiutandosi con il coltello inserendolo nella vena fatta dalla morsa e con delle pinze molto piccole. Sono sicuro che ripetendo questa operazione più volte riuscirai a trovare il metodo migliore!!!!

Una volta arrivati al nocciolo della questione.... no dai scherzi a parte... proseguite così:

Si avranno due casi:

1) Il seme all'interno dal nocciolo è color ocra con venature biancastre, turgido al tatto e non presenta rotture, crepe o tagli: questo è perfetto, mettilo da parte per la semina.

2) il seme è color marrone scuro, molle, piccolo e visibilmente raggrinzito: questo è marcio o attaccato dalla mosca dell'olivo e se messo a dimora non germinerà: buttalo.

 

I MIEI CONSIGLI SONO FINITI: ORA CHE HAI A DISPOSIZIONE I SEMI SARà MOLTO SEMPLICE METTERLI A DIMORA PER FARLI GERMINARE: PUOI TROVARE MOLTI METODI ONLINE, NON Cè BISOGNO CHE TI AIUTI IN QUESTA OPERAZIONE

-Nicolò

 

Share this post


Link to post

Posso aiutarti... Sono un ragazzo di 17 anni appassionato di giardinaggio ed ho molti bonsai nati da seme. LEGGI TUTTO MI RACCOMANDO!

Il metodo standard per la germinazione di un olivo da seme (che nato da qualsiasi varietà di oliva sarà comunque selvatico -v. olivastro-) preveda la raccolta delle olive direttamente dalla pianta e la cernita delle stesse per poi privarle della polpa esterna, lavare accuratamente i noccioli ottenuti ed interrare gli stessi. Nonostante questo metodo sia molto semplice può richiedere fino ai 6 mesi per la germinazione del seme, il quale dovendo essere perennemente mantenuto umido correrà il rischio di essere attaccato dalle muffe e marcire.

Ti propongo il metodo che ho sempre utilizzato io:

ATTENZIONE: ti mostrerò come estrarre il seme dal nocciolo che ti permetterà di ridurre i tempi di germinazione a 7/10giorni:

Come ho detto prima è assolutamente indifferente quale qualità di oliva sia scelta per la semina, tuttavia io ti consiglio di raccogliere le olive DIRETTAMENTE DALL'ALBERO possibilmente da un olivo "toscano" o comunque che produce olive di notevoli dimensioni (questo perchè faciliterà i passaggi successivi, ma soprattutto possedendo un seme di maggiori dimensioni l'embrione una volta germinato avrà un apporto di sostanze nutritive maggiore rispetto ad un oliva più piccola).

Una volta raccolte le olive (io ho estratto circa 8 semi sani da 20 olive raccolte) puoi procedere alla fase successiva, ti occorreranno:

1 taglierino/coltello

1/2 paia di pinze

1 morsa

1 straccio oppure scottex

TANTA pazienza

Ora prendi le olive e con il coltello o con il taglierino incidila polpa sino ad arrivare al nocciolo facendo un taglio trasversale rispetto all'asse dell'oliva, fatto ciò con le mani ruota in sensi opposti le due metà della stessa e vedrai come una delle due estremità verrà via senza problemi!! Ora con le pinze (altrimenti scivola!!!) tieni il nocciolo e ruotando la polpa rimasta stacca anche quella. Ora dovresti avere in mano il nocciolo privo di polpa, asciugalo in uno straccio o nella carta scottex per maneggiarlo meglio. ATTENZIONE: se questi presenta macchie scure/brune sarà difficile che il seme all'interno sia sano, ma prova lo stesso a procedere con la fase successiva, non si sa mai!

Ora occorre la MASSIMA DELICATEZZA ED ATTENZIONE: ESTRAZIONE SEME DAL NOCCIOLO:

per estrarre il seme dal nocciolo prendi il nocciolo ottenuto con le pinze e inseriscilo nella morsa e schiaccia finchè non si intacca lo stesso. Ora le indicazioni che ti posso dare diminuiscono, l'unica cosa importante è non spappolare il nocciolo, ma solo venarlo in modo da aprirlo aiutandosi con il coltello inserendolo nella vena fatta dalla morsa e con delle pinze molto piccole. Sono sicuro che ripetendo questa operazione più volte riuscirai a trovare il metodo migliore!!!!

Una volta arrivati al nocciolo della questione.... no dai scherzi a parte... proseguite così:

Si avranno due casi:

1) Il seme all'interno dal nocciolo è color ocra con venature biancastre, turgido al tatto e non presenta rotture, crepe o tagli: questo è perfetto, mettilo da parte per la semina.

2) il seme è color marrone scuro, molle, piccolo e visibilmente raggrinzito: questo è marcio o attaccato dalla mosca dell'olivo e se messo a dimora non germinerà: buttalo.

 

I MIEI CONSIGLI SONO FINITI: ORA CHE HAI A DISPOSIZIONE I SEMI SARà MOLTO SEMPLICE METTERLI A DIMORA PER FARLI GERMINARE: PUOI TROVARE MOLTI METODI ONLINE, NON Cè BISOGNO CHE TI AIUTI IN QUESTA OPERAZIONE

-Nicolò

Share this post


Link to post
Il 15/2/2009 at 12:49, kirmen1980 dice:

ciao a tutti

 

come da titolo vorrei sapere se qualcuno a mai piantato semi di oliva e se cè un metodo particolare da fare per far germogliare il seme, perchè mi piacerebbe molto far germinare il seme.

 

grazie dell'attenzione :approva5:

 

Il 16/2/2009 at 12:06, kirmen1980 dice:

quel metodo li si chiama margotta e mio padre le fa con le piante di limone però con l'ulivo per farlo prima devi avere una pianta :Sogghigna:

 

proverò anche a fare una talea, così le provo tutte :approva5:

 

Il 16/2/2009 at 10:29, SpecialKeta dice:

Una volta mi hanno fatto vedere come si fa una talea di ulivo direttamente sulla pianta (volevo fare un bonsai). Praticamente si toglie una porzione di corteccia dal ramo scelto e gli si mette intorno una busta di plastica con del terreno dentro bello bagnato. Dopo un bel pò, andando a bagnare periodicamente il terreno aprendo la busta, il rametto avrà messo le radici e potrai tagliarlo ed interrarlo.

 

Ciao

 

Il 16/2/2009 at 06:46, kirmen1980 dice:

 

sicuramente proverò a seminare il seme tanto non mi costa nulla :approva5:

 

Il 15/2/2009 at 20:33, Egyptianannu dice:

Ok, ma se la tua curiosità è solo quella di far nascere una nuova pianta, seppur selvatica, puoi provare con il seme...certo devi portare un pò di pazienza. :rolleyes:

 

Il 15/2/2009 at 18:24, kirmen1980 dice:

grazie ragazzi :approva5:

 

i casi sono 2 o mi faccio una talea o mi acquisto una piantina :Sogghigna:

Posso aiutarti... Sono un ragazzo di 17 anni appassionato di giardinaggio ed ho molti bonsai nati da seme. LEGGI TUTTO MI RACCOMANDO!

Il metodo standard per la germinazione di un olivo da seme (che nato da qualsiasi varietà di oliva sarà comunque selvatico -v. olivastro-) preveda la raccolta delle olive direttamente dalla pianta e la cernita delle stesse per poi privarle della polpa esterna, lavare accuratamente i noccioli ottenuti ed interrare gli stessi. Nonostante questo metodo sia molto semplice può richiedere fino ai 6 mesi per la germinazione del seme, il quale dovendo essere perennemente mantenuto umido correrà il rischio di essere attaccato dalle muffe e marcire.

Ti propongo il metodo che ho sempre utilizzato io:

ATTENZIONE: ti mostrerò come estrarre il seme dal nocciolo che ti permetterà di ridurre i tempi di germinazione a 7/10giorni:

Come ho detto prima è assolutamente indifferente quale qualità di oliva sia scelta per la semina, tuttavia io ti consiglio di raccogliere le olive DIRETTAMENTE DALL'ALBERO possibilmente da un olivo "toscano" o comunque che produce olive di notevoli dimensioni (questo perchè faciliterà i passaggi successivi, ma soprattutto possedendo un seme di maggiori dimensioni l'embrione una volta germinato avrà un apporto di sostanze nutritive maggiore rispetto ad un oliva più piccola).

Una volta raccolte le olive (io ho estratto circa 8 semi sani da 20 olive raccolte) puoi procedere alla fase successiva, ti occorreranno:

1 taglierino/coltello

1/2 paia di pinze

1 morsa

1 straccio oppure scottex

TANTA pazienza

Ora prendi le olive e con il coltello o con il taglierino incidila polpa sino ad arrivare al nocciolo facendo un taglio trasversale rispetto all'asse dell'oliva, fatto ciò con le mani ruota in sensi opposti le due metà della stessa e vedrai come una delle due estremità verrà via senza problemi!! Ora con le pinze (altrimenti scivola!!!) tieni il nocciolo e ruotando la polpa rimasta stacca anche quella. Ora dovresti avere in mano il nocciolo privo di polpa, asciugalo in uno straccio o nella carta scottex per maneggiarlo meglio. ATTENZIONE: se questi presenta macchie scure/brune sarà difficile che il seme all'interno sia sano, ma prova lo stesso a procedere con la fase successiva, non si sa mai!

Ora occorre la MASSIMA DELICATEZZA ED ATTENZIONE: ESTRAZIONE SEME DAL NOCCIOLO:

per estrarre il seme dal nocciolo prendi il nocciolo ottenuto con le pinze e inseriscilo nella morsa e schiaccia finchè non si intacca lo stesso. Ora le indicazioni che ti posso dare diminuiscono, l'unica cosa importante è non spappolare il nocciolo, ma solo venarlo in modo da aprirlo aiutandosi con il coltello inserendolo nella vena fatta dalla morsa e con delle pinze molto piccole. Sono sicuro che ripetendo questa operazione più volte riuscirai a trovare il metodo migliore!!!!

Una volta arrivati al nocciolo della questione.... no dai scherzi a parte... proseguite così:

Si avranno due casi:

1) Il seme all'interno dal nocciolo è color ocra con venature biancastre, turgido al tatto e non presenta rotture, crepe o tagli: questo è perfetto, mettilo da parte per la semina.

2) il seme è color marrone scuro, molle, piccolo e visibilmente raggrinzito: questo è marcio o attaccato dalla mosca dell'olivo e se messo a dimora non germinerà: buttalo.

 

I MIEI CONSIGLI SONO FINITI: ORA CHE HAI A DISPOSIZIONE I SEMI SARà MOLTO SEMPLICE METTERLI A DIMORA PER FARLI GERMINARE: PUOI TROVARE MOLTI METODI ONLINE, NON Cè BISOGNO CHE TI AIUTI IN QUESTA OPERAZIONE

-Nicolò

Share this post


Link to post

Bravo Nico il piacere è proprio questo di veder nascere una nuova piantina è il titolo della discussione.

😄

Grande Mich e un saluto a tutti voi.

Share this post


Link to post

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...