Jump to content

Muffa nel terriccio...e altri problemi!


Recommended Posts

Chiedo il vs aiuto e i vs consigli perchè mi sta accadendo di tutto proprio adesso che stanno germogliando le piantine nuove <_<

 

1- ho due sacchi di terriccio nuovo, mai aperto, che tengo in garage; oggi ne apro uno per prelevare della terra da utilizzare per i semi appena germogliati in scottex e vedo che in superficie c'è una patina di muffa grigiolina a puntini (non una cosa compatta). Domanda: posso utilizzare lo stesso il terriccio o rischio di far ammalare le piante neonate? (ps: ho mescolato il terriccio...)

 

2- nel lightbox nuovo (vedere qui: http://www.peperonciniamoci.it/cms/forum/c...uovo_Lightbox/)

ho piante già piuttosto grandicelle dall'anno scorso, sulle quali sto sperimentando varie cose (potatura, innaffiatura, ecc...). Purtroppo, probabilmente a causa del terriccio non nuovo, ho avuto problemi con una malattia fungina non ben identificata, che però sembra regredire innaffiando il terreno con la poltiglia bordolese. Devo mettere li vasetti con le piantine neonate all'interno di questo lightbox per problemi di spazio: posso stare tranquillo o rischio che anche le piantine nuove prendano la malattia?

 

Per favore aiutatemi!!! :cry15:

Link to post
Chiedo il vs aiuto e i vs consigli perchè mi sta accadendo di tutto proprio adesso che stanno germogliando le piantine nuove <_<

 

1- ho due sacchi di terriccio nuovo, mai aperto, che tengo in garage; oggi ne apro uno per prelevare della terra da utilizzare per i semi appena germogliati in scottex e vedo che in superficie c'è una patina di muffa grigiolina a puntini (non una cosa compatta). Domanda: posso utilizzare lo stesso il terriccio o rischio di far ammalare le piante neonate? (ps: ho mescolato il terriccio...)

 

Per questa ti aiuto io: se leggi sulla confezione c'è scritto (o dovrebbe) che è normale trovare, all'apertura del pacco nuovo, della muffetta sul terriccio. Essa scomparirà entro breve, dopo aver preso aria. Per cui, no problems! Lascialo respirare un po' e se ne andrà.

Link to post

metti da parte quel terriccio con la muffa, eliminalo poi con calma con ciò che vuoi.

consiglio per la muffetta grigia la poltiglia bordolese se le istruzioni non le trovi (ma è raro) puoi seguire questa:

 

80-100gr ogni 10 litri di acqua

 

poi visto che il luogo dove tieni il terriccio è probabilmente sufficente perchè si crei la muffa, ti consiglio di versare della poltiglia bordolese come preventivo all'interno del sacco di terriccio, non c'è bisogno che bagni tutto il terriccio, bagna uniformemente solo in modo da prendere uno strato superficiale a contatto con l'aria di circa 2 cm, utilizza una miscela con concentrazione doppia a quella che ti ho consigliato, poi quando ti servirà il terriccio ricordati di prenderlo un po' più in profondità dal sacco.

 

dovrebbe bastare così

 

buona coltivazione

Link to post

Sul sacco non c'è scritto niente a riguardo...

A questo punto mi butto e provo ad usarlo e via...spero solo di non fare una cavolata... :huh:

Grazie x le info...

A proposito del punto 2 mi sapete dare un consiglio?

Link to post
A proposito del punto 2 mi sapete dare un consiglio?

 

e molto difficile che si propaghi da un bicchiere all'altro nel lightbox.

 

la riprova l'ho avuta io stesso che feci un esperimento per vedere se la muffa poteva passare da un bicchiere all'altro...

Link to post

Ma a parte la muffa c'è sicuramente un altra malattia fungina che non so cos'è.

Secondo me non dovrebbe propagarsi, perchè dovuta all'eccesso di acqua e con la poltiglia regredisce (anche se non scompare mai del tutto)...però non ho esperienza se non riguardo la peronospera che l'estate scorsa mi ha devastato i pomodori (e quella si che passa da un vaso all'altro :( ).

Avrei intenzione di pulire il sottovaso con la candeggina, almeno limito il rischio...però non so...

 

PS: a che distanza dalle foglie posso tenere le lampade?

Link to post
Ma a parte la muffa c'è sicuramente un altra malattia fungina che non so cos'è.

Secondo me non dovrebbe propagarsi, perchè dovuta all'eccesso di acqua e con la poltiglia regredisce (anche se non scompare mai del tutto)...però non ho esperienza se non riguardo la peronospera che l'estate scorsa mi ha devastato i pomodori (e quella si che passa da un vaso all'altro :( ).

Avrei intenzione di pulire il sottovaso con la candeggina, almeno limito il rischio...però non so...

 

PS: a che distanza dalle foglie posso tenere le lampade?

Allora considera che non ho mai avuto problemi se non in rari casi, quindi mi baso molto sullo studio, le avversioni si combattono con elementi che disturbano o distruggono la crescita di funghi e muffe, che però risultano assolutamente innocue per la pianta.

 

Prima di tutto fai chiarezza in quel che dici ...se parli di muffe è un conto se parli di malattie è un'altra cosa, la prima aggredisce le radici, propagandosi nel terriccio, la seconda agisce internamente.

 

Poi devi identificarle chi ha prodotto questo stato, per ricercare l'elemento ostile idoneo..se non lo sai fare posta delle foto e con l'aiuto degli altri utenti (accuratezza delle foto permettendo) daremo una diagnosi.

 

come si fa ad identificarla? un primo metodo dovrebbe essere quello di indagare sull'aspetto della pianta e al tatto verificare eventuali rammollimenti, poi si passa a terriccio e radici e vedere il loro stato. con questi elementi in genere si può dare un indicazione.

 

per il P.S.:quando ognuno dice la sua, parlo solo per esperienza con i neon gli annuum li puoi anche mettere a 5-6 cm spaccano come crescita, (attendo che poi sistematicamente devi controllare la distanza altrimenti se ti scordi poi le foglie toccano le lampade e si bruciano)

mentre i chinense in genere (ma non sempre è così) vanno bene distanze di 8-10cm.

 

pubescens, frutescens ed altri non lo posso dire perchè non ho moltissime piante e non posso confrontare i comportamenti....

Link to post

Ok, ti ringrazio per tutte le risposte :approva5:

La muffa nel terriccio nuovo è sicuramente dovuta all'assenza di areazione (sacchetto sigillato e in garage).

Per quanto riguarda invece la malattia delle piante, è probabilmente dovuta ad un eccesso idrico e comunque ribadisco che regredisce trattando con poltiglia il terriccio.

Link to post
è probabile che vengano contagiate anche le altre piante, quindi se le metti nello stesso lightbox dai del funghicida a tutte le piante, sia nuove che vecchie

 

esatto..dovrebbe tutelare anche le nuove..

Link to post

OK.

Oggi ho guardato la situazione: la poltiglia sembra che faccia davvero regredire la malattia che colpisce le foglie, ma ho notato che ci sono degli insettini microscopici bianchi (davvero piccoli) che vivono nella terra!

Sono gli stessi insetti che da più di un anno sono nel vaso delle piante grasse...non so nè cosa siano, nè cosa fanno, nè perchè sono lì <_<

Le piante grasse sono ancora vive, ma se metto a contatto i vasetti delle piante piccole con quelle infestate, sicuramente il contagio si allarga...cosa faccio?

Non so che prodotto usare...e non so se lo devo usare visto che questi insettini non sembrano produrre danni evidenti...

Link to post

Esci di casa con una delle piante grasse e tirala fuori dal vaso. Vedrai che bella sorpresa tra le radici...

 

Ho sentito parlare bene del Confidor ma personalmente non lo conosco...

 

Chiapperi, succedono tutte a te, davvero... mi spiace molto...

Link to post

Ho scoperto cosa sono gli insettini!!!! Sono i "Collemboli", guardate qui:

http://www.lucianabartolini.net/insetti_del_suolo.htm

http://www.insetti.org/ordini/collemboli.php

http://it.wikipedia.org/wiki/Collembola

http://www.amiciinsoliti.it/cibovivo/collemboli.html

 

"Colonizzano gli ambienti più disparati dai ghiacciai alle grotte, preferendo in genere la lettiera di foglie dei boschi. L' alimentazione dei Collemboli è costitutita da un complesso di svariate sostanze: batteri, alghe, spore, ife fungine, tessuti vegetali vivi e in decomposizione. L'umidità condiziona la distribuzione dei Collemboli, i quali si aggregano nelle zone con umidità vicino alla saturazione."

"I collemboli infatti sono generalmente detritivori, nutrendosi di tutte quelle sostanze vegetali ed animali presenti nella lettiera di foglie (ife fungine, polline, foglie marcescenti…)"

 

Ecco spiegato perchè sono nel terreno umido delle mie piante, terreno che è anche ricoperto di "funghetti" dovuti a alla troppa acqua...in effetti le piante con terreno + secco non hanno niente!

E li allevano pure x le rane e altri animaletti :o

E io che li voglio eliminare??? :huh:

Link to post

Mmmm... quando parlavi di insetti microscopici bianchi pensavo ad altro... nel dubbio posta le foto...

Link to post

Guardali lì! Ma sei sicuro che non sono "negativi"? Lo spero tanto... un'occhiatina alle radici delle piante grasse gliela darei, perché mi è già successo di trovare enormi colonie di bestiacce tra le radici, con conseguente quasi morte delle piante. Piante che però non ho mai potuto recuperare perché anche dopo l'eliminazione questi riapparivano. Non ti so dire quali bestiacce fossero, ti parlo di tanti anni fa, quello che è certo è che erano nella Pianta della Felicità. Che poi non era più felice...

Link to post
Guardali lì! Ma sei sicuro che non sono "negativi"? Lo spero tanto... un'occhiatina alle radici delle piante grasse gliela darei, perché mi è già successo di trovare enormi colonie di bestiacce tra le radici, con conseguente quasi morte delle piante. Piante che però non ho mai potuto recuperare perché anche dopo l'eliminazione questi riapparivano. Non ti so dire quali bestiacce fossero, ti parlo di tanti anni fa, quello che è certo è che erano nella Pianta della Felicità. Che poi non era più felice...

 

Anche se non li vedo molto bene anche ingrandendo la foto, mi sembrano larve di insetti nocivi per le piante, tipo l'oziorrinco...

sono capaci di vivere nella terra mangiando le radici della pianta, con conseguente morte o quasi della pianta ospite.

Mi sono trovata a doverli combattere in una pianta mangiafumo, la pianta è quasi morta, mi ci è voluto più di un anno per vederla di nuovo in salute! Non vanno via facilmente e nel mio caso li presi da un sacchetto di terriccio che utilizzato... e ovviamente buttato dopo che mi sono accorta degli ospiti...

Link to post
Ho scoperto cosa sono gli insettini!!!! Sono i "Collemboli", guardate qui:

http://www.lucianabartolini.net/insetti_del_suolo.htm

http://www.insetti.org/ordini/collemboli.php

http://it.wikipedia.org/wiki/Collembola

http://www.amiciinsoliti.it/cibovivo/collemboli.html

 

"Colonizzano gli ambienti più disparati dai ghiacciai alle grotte, preferendo in genere la lettiera di foglie dei boschi. L' alimentazione dei Collemboli è costitutita da un complesso di svariate sostanze: batteri, alghe, spore, ife fungine, tessuti vegetali vivi e in decomposizione. L'umidità condiziona la distribuzione dei Collemboli, i quali si aggregano nelle zone con umidità vicino alla saturazione."

"I collemboli infatti sono generalmente detritivori, nutrendosi di tutte quelle sostanze vegetali ed animali presenti nella lettiera di foglie (ife fungine, polline, foglie marcescenti…)"

 

Ecco spiegato perchè sono nel terreno umido delle mie piante, terreno che è anche ricoperto di "funghetti" dovuti a alla troppa acqua...in effetti le piante con terreno + secco non hanno niente!

E li allevano pure x le rane e altri animaletti :o

E io che li voglio eliminare??? :huh:

 

non si capiscono bene le immagini mi sembrerebbero dei collemboli..in particolare di adulti di Folsomia candida.....cmq vedi un video e varie foto dei collemboli qui e cerca di riconoscere se sono quelli

 

ahhaha certo che il mondo è variopinto...c'è chi si danno per eliminare i collemboli..e chi si danna per allevarli come mangime...

 

soluzione? metti nel lightbox una rana di piccole dimensioni :Sogghigna:

a parte gli scherzi

 

l'eliminazione biologica è un po' complessa e si diversifica per la metodologia:

 

- trappole con fogli adesivi, sfruttando la conoscenza della loro alimentazione (batteri, polline, alghe unicellulari, spore, ife fungine, tessuti vegetali vivi e in decomposizione, humus, frammenti di cuticola di altri artropodi, vermi o cuticola dei collemboli stessi).

 

- agire sul ph...i collemboli non depongono uova in range di ph tra 8,5 e 9,7...

 

- l'inserimento di nemici naturali non farebbero altro che infestarti ancor più il lightbox...lascia stare

 

- poi ci sono prodotti fitosanitari generici per collemboli o mirati per questa specie in particolare ma non mi sento di consigliarteli perchè sono abbastanza forti e pericolosi, tanto, che dovresti avere il patentino per poterli acquistare, se ce l'hai bene...vai al consorzio agrario e ne trovi di diverse marche, ma non te lo consiglio perchè nel terriccio dei bicchieri avrai sempre e comunque percentuali attive di quei prodotti che possono nuocere alla tua salute.

Io in primis ho problemi di moscerini, mi basterebbe spruzzare il semplicespray antimosche che si acquista tranquillamente, ma non lo faccio un po' per questa ragione un po' perchè non mi fido dei prodotti fitosanitari.

Link to post

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...